Spiagge per bambini 2018: le Bandiere verdi scelte dai pediatri

Spiagge per bambini: le bandiere verdi secondo i pediatri

Spiagge per bambini 2018: le Bandiere verdi scelte dai pediatri

Le regole per eleggere la spiaggia perfetta?

Niente di più facile: sabbia per costruire i castelli e giocare, acqua limpida con fondale digradante, bagnini attenti e presenti. Ma anche servizi accessori come bar e locali nelle vicinanze o giochi per bambini direttamente in spiaggia…

Insomma una lista decisamente sostanziosa.
E forse, pensandoci bene, è più facile immaginare questa spiaggia perfetta che non trovarla! 

Le spiagge bandiera verde

In realtà non tutte le speranze sono perdute: ogni anno sono gli stessi pediatri a stilare una classifica delle spiagge cosiddette verdi. 
Per spiagge bandiera verde si intendono
proprio tutte quelle zone con le caratteristiche di cui abbiamo parlato e talvolta anche qualcosa in più come per esempio spazi per cambiare il pannolino o per allattare

Perciò nessuna più preoccupazione nell’andare al mare con i nostri bambini.

Come vengono scelte le spiagge bandiera verde

Durante il IV Convegno nazionale delle ‘Bandiere Verdi‘, presieduto da Italo Farnetani, ordinario di Pediatria della Libera università Ludes di Malta, sono state premiate le spiagge a misura di bambino dopo aver consultato più di 2300 pediatri.

Per farlo si è tenuto conto di diversi fattori come:

  • qualità delle acque e possibilità di balneazione
  • attrezzature turistiche
  • servizi annessi
  • sabbia o sassi

Tutte le spiagge bandiera verde 2018

Le spiagge elette bandiera verde nel 2018 sono ben 136 e vedono due new entry rispetto all’anno precedente.
In aggiunta una spiaggia europea che va ad occupare la 137° postazione: la spagnola Malaga.

È quindi giunto il momento di vedere tutte le spiagge italiane bandiera verde.

Abruzzo

Giulianova (Teramo), Pescara, Pineto-Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Montesilvano (Pescara), Vasto Marina (Chieti).

Sardegna

Alghero (Sassari), Castelsardo-Ampurias (Sassari), Bari Sardo (Ogliastra), Tortolì – Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Carloforte-Isola di San Pietro: La Caletta – Punta Nera – Girin – Guidi (Carbonia-Iglesias), Is Aruttas-Mari Ermi (Oristano), Oristano – Torre Grande (Oristano), Santa Giusta (Oristano), La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Capo Coda Cavallo (Olbia), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), San Teodoro (Nuoro), Poetto (Cagliari), Quartu Sant’Elena (Cagliari).

Basilicata

Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera).

Calabria

Bianco (Reggio Calabria), Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Siderno (Reggio Calabria), Locri (Reggio Calabria), Palmi (Reggio Calabria), Roccella Jonica (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), Isola di Capo Rizzuto (Crotone), Melissa-Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo), Cariati (Cosenza), Praia a Mare (Cosenza), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Soverato (Catanzaro), Squillace (Catanzaro).

Campania

Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno); Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli).

Emilia Romagna

Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Ravenna-Lidi Ravennati, Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo-Gatteo Mare (Forlì-Cesena), San Mauro Pascoli-San Mauro Mare (Folrì-Cesena).

Lazio

Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene-Cala Nave (Latina).

Liguria

Finale Ligure (Savona), Noli (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia).

Marche

Civitanova Marche (Macerata), Porto Recanati (Macerata), Fano-Nord-Sassonia-Torrette/Marotta (Pesaro-Urbino), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Pesaro (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Porto San Giorgio (Fermo), Numana Alta-Bassa Marcelli Nord (Ancona), Senigallia (Ancona) Sirolo (Ancona), San Benedetto del Tronto (Ascoli).

Puglia

Fasano (Brindisi), Ostuni (Brindisi), Ginosa – Marina di Ginosa (Taranto), Marina di Lizzano (Taranto), Gallipoli (Lecce), Marina di Pescoluse (Lecce), Porto Cesareo (Lecce), Melendugno (Lecce), Otranto (Lecce), Polignano a Mare – Cala Fetente – Cala Ripagnola – Cala San Giovanni (Bari), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia).

Sicilia

Balestrate (Palermo), Mondello (Palermo), Cefalù (Palermo), Marsala – Signorino (Trapani), Campobello di Mazara – Tre Fontane – Torretta Granitola (Trapani), San Vito Lo Capo (Trapani), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Marina di Ragusa, Pozzallo – Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), Scoglitti (Ragusa), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Vendicari (Siracusa).

Toscana

Bibbona (Livorno), San Vincenzo (Livorno), Forte dei Marmi (Lucca), Pietrasanta – Tonfano, Foccette (Lucca), Camaiore – Lido Arlecchino – Matteotti (Lucca), Viareggio (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Marina di Grosseto (Grosseto), Monte Argentario – Cala Piccola – Porto Eercole (Le Viste), Porto Santo Stefano (Cantoniera – Moletto – Caletta) – Santa Liberata (Bagni Domiziano – Soda – Pozzarello) (Grosseto), Pisa – Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa).

Veneto

Caorle (Venezia), Lido di Venezia, Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo- Jesolo Pineta (Venezia), Chioggia-Sottomarina (Venezia), San Michele al Tagliamento-Bibbione (Venezia).

Dopo questa lunga lista, non ci resta che restare in attesa di conoscere le spiagge bandiera verde 2019.

Источник: https://goodmoodfamily.com/spiagge-bandiera-verde-bambini/

Spiagge per bambini 2018 | Bandiere verdi promosse dai pediatri

Spiagge per bambini 2018: le Bandiere verdi scelte dai pediatri

Spiagge per bambini 2018, quali sono le località premiate con le Bandiere Verdi e come deve essere una spiaggia baby friendly

Spiagge per bambini 2018

Le vacanze estive si avvicinano rapidamente e molti stanno già pensando a dove andare insieme ai bambini. Scegliere il posto dove trascorrere le vacanze insieme ai propri figli non è semplice, a seconda dell'età dei piccoli è necessario tenere conto delle loro esigenze.

I bimbi più grandi avranno bisogno di un luogo pieno di intrattenimento, occasioni di svago e condivisione con i coetanei, mentre quelli più piccoli hanno bisogno soprattutto di luoghi incontaminati, organizzati, con mare pulito e la possibilità che vengano garantiti i loro orari di pappa e riposo.

E allora vediamo quali sono le spiagge per bambini 2018, comprese le località premiate con le Bandiere Verdi 2018.

Bandiere verdi 2018 dei pediatri

I pediatri italiani hanno analizzato centinaia di località balneari, dal mare al lago, per assegnare anche quest'anno le Bandiere Verdi, un riconoscimento alle località più baby friendly che rispettano numerosi criteri.

Quest'anno sono state 136 le spiagge italiane premiate con la Bandiera Verde, e ce n'è almeno una per ogni Regione italiana e nessuna regione che si affaccia sul mare è rimasta priva di una località considerata adatta ai bambini.

Nelle Bandiere Verdi 2018 ci sono due new entry, Bianco (RC) e Squillace (Catanzaro),  che fanno della Calabria con 18 bandiere verdi la prima regione per numero di località premiate. I riconoscimenti sono stati assegnati a Montesilvano (Pe), nel corso del IV Convegno nazionale delle 'Bandiere Verdi', presieduto da Italo Farnetani, ordinario di Pediatria della Libera università Ludes di Malta. 

E allora ecco la mappa completa delle spiagge italiane che hanno ricevuto la Bandiera Verde 2018:

  • Abruzzo: Giulianova (Teramo), Montesilvano (Pescara), Pescara, Pineto-Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Vasto Marina (Chieti)
  • Calabria: Bianco (RC), Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cariati (Cosenza), Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), Isola di capo Rizzuto (Crotone), Locri (Reggio Calabria), Melissa-Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo), Palmi (Reggio Calabria), Praia a Mare (Cosenza), Roccella Jonica (Reggio), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Siderno (Reggio Calabria), Soverato (Catanzaro), Squillace (Catanzaro).
  • Basilicata: Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera)
  • Campania: Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Ischia: Cartaromana Lido San Pietro (Napoli), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno)
  • Emilia Romagna: Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo-Gatteo Mare (Forlì-Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Ravenna-Lidi Ravennati, San Mauro Pascoli-San Mauro Mare (Forlì-Cesena)
  • Friuli Venezia Giulia: Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro (Udine)
  • Lazio: Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene-Cala Nave (Latina)
  • Liguria: Finale Ligure (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia), Noli (Savona)
  • Marche: Civitanova Marche (Macerata), Fano-Nord-Sassonia-Torrette/Marotta (Pesaro-Urbino), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Pesaro (Pesaro-Urbino), Porto Recanati (Macerata), Porto San Giorgio (Fermo), Numana Alta-Bassa Marcelli Nord (Ancona), San Benedetto del Tronto (Ascoli), Senigallia (Ancona) Sirolo (Ancona)
  • Molise: Termoli (Campobasso)
  • Puglia: Fasano (Brindisi), Gallipoli (Lecce), Ginosa – Marina di Ginosa (Taranto), Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Polignano a Mare – Cala Fetente – Cala Ripagnola – Cala San Giovanni (Bari), Porto Cesareo (Lecce), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia), Marina di Pescoluse (Lecce), Marina di Lizzano (Taranto) Melendugno (Lecce)
  • Sardegna: Alghero (Sassari), Bari sardo (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Capo Coda Cavallo (Olbia), Carloforte-Isola di San Pietro: La Caletta – Punta Nera – Girin – Guidi (Carbonia-Iglesias), Castelsardo-Ampurias (Sassari), Is Aruttas-Mari Ermi (Oristano) La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), Oristano – Torre Grande (Oristano), Poetto (Cagliari), Quartu Sant'Elena (Cagliari), San Teodoro (Nuoro), Santa Giusta (Oristano), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Tortolì – Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra)
  • Sicilia: Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara – Tre Fontane – Torretta Granitola (Trapani), Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Marsala – Signorino (Trapani), Mondello (palermo), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo – Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa)
  • Toscana: Bibbona (Livorno), Camaiore – Lido Arlecchino – Matteotti (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto (Grosseto), Pietrasanta – Tonfano, Foccette (Lucca), Monte Argentario – Cala Piccola – Porto Eercole (Le Viste), Porto Santo Stefano (Cantoniera – Moletto – Caletta) – Santa Liberata (Bagni Domiziano – Soda – Pozzarello) (Grosseto), San Vincenzo (Livorno), Viareggio (Lucca), Pisa – Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa);
  • Veneto: Caorle (Venezia), Lido di Venezia, Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo- Jesolo Pineta (Venezia), Chioggia-Sottomarina (Venezia), San Michele al Tagliamento-Bibbione (Venezia)

Spiagge per bambini

Come deve essere una spiaggia adatta ai bambini? Italo Farnetani, coordinatore dell'indagine, ha spiegato che innanzitutto sono state premiate le località che hanno un'acqua pulita e per fra questo i pediatri hanno analizzato

le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli

Secondo i più di duemila pediatri che hanno partecipato all'indagine e che poi hanno assegnato le Bandiere Verdi, le spiagge a misura di bambino, meritevoli di ricevere la Bandiera Verde, devono avere queste caratteristiche:

  • spiaggia di sabbia con fondale basso;
  • sufficiente spazio tra gli ombrelloni,
  • presenza degli assistenti di spiaggia
  • bar e ristori nelle vicinanze;
  • strutture di intrattenimento per genitori e figli.

Secondo i pediatri, come leggiamo su Adnkronos, la località di mare ideale i bambini più piccoli prevede:

Sabbia meglio di sassi e rocce, un po' di spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che ci si possa immergere in sicurezza

Inoltre da preferire le spiagge attrezzate dove ci sia la presenza degli assistenti di spiaggia, indispensabili per intervenire in caso di emergenza, e questo anche

per la garanzia di pulizia. Utile la presenza anche di un bar che possa rispondere alle varie esigenze dei bambini, per esempio per lo spuntino di metà mattinata, la merenda, oppure anche per scaldare latte o altri pasti per i più piccini.

Migliori mete 2018 con bambini

Restano in Italia, quindi, possiamo farci un'idea di quale sia la località balneare più adatta per organizzare le vacanze in famiglia. Ecco qualche proposta:

  • Costa romagnola: il vero e proprio paradiso dei bambini. Chilometri di spiaggia fine super attrezzata con ombrelloni, servizi per bambini di tutte le età, assistenza bagnanti, intrattenimento e animazione, playground sulle spiagge e numerosi alberghi baby friendly che propongono pacchetti a prezzi decisamente accessibili;
  • Cilento: la perla della Campania, con le sue località premiate anche con la Bandiera Blu a dimostrazione della bellezza dei loro mari cristallini. Palinuro è premiata con la bandiera Verde e ci sono lungo la costa tantissimi camping, villaggi e residence dove le famiglie sono ospiti graditi;
  • Toscana: da Marina di Grosseto fino a Forte dei marmi, la costa toscana è un susseguirsi di spiagge  baby friendly, lidi attrezzati e strutture alberghiere a misura di bambino.

Mare con bambini

Andare al mare con i bambini dovrebbe essere un'occasione di divertimento e relax per tutta la famiglia ma per far sì che non si trasformi in un'esperienza faticosa e stressante è importante scegliere località che garantiscano servizi indispensabili per genitori e figli.

Come spiega Italo Farnetani:

i bambini vanno al mare per stare all'aria aperta e giocare, insieme ai genitori: insomma, soprattutto per divertirsi e il mare offre una possibilità ai bambini di oggi di muoversi, fare attività fisica, stare all'aperto e passare del tempo con i genitori

Quindi nella scelta della località dove trascorrere le prossime vacanze bisogna tener conto delle esigenze dei bimbi e delle loro età: i bambini grandicelli si divertiranno in un villaggio turistico, dove potranno passare le giornate tra giochi, sport e animazione insieme ai coetanei, anche lontani dai genitori, in alternativa un albergo o una casa in affitto in una località dove siano presenti tanti bambini e ci siano servizi e strutture per divertirsi.

Mare con bambini piccoli

I bambini più piccoli, invece, hanno bisogno soprattutto di non vedere stravolti i loro ritmi e i loro orari.

Per questo è importante scegliere un posto che offra servizi alberghieri per famiglie con bimbi di ogni età (angolo pappa e biberoneria, fasciatoio e culle nelle camere, un servizio di farmacia pediatrica e baby sitter) e non distanti dal mare in modo che i piccolini possano trascorrere le prime ore della mattina sulla spiaggia per poi tornare in camera a riposare.

Spiagge in Salento

Il Salento è tra le mete più ricercate dalle famiglie, ma bisogna fare attenzione alla scelta delle spiagge quando si desidera una vacanza tranquilla al mare con la famiglia e i bambini piccoli.

Ci sono alcune mete bellissime, ma decisamente da evitare in qualunque periodo dell'anno: Torre dell'Orso, Porto Cesareo, Gallipoli sono posti bellissimi, ma caotici nel periodo estivo.

Se cercate una spiaggia meno affollata, ma che abbia comunque quel fascino tipico del mare salentino vi consigliamo le bellissime spiagge di Pescoluse, nel Salento sud-orientale.

Queste zone sono conosciute come le “Maldive del Salento“, proprio per il tipo di sabbia, finissima e bianca, e il mare trasparente. Anche Lido Marini è una meta tranquilla e ad hoc per le famiglie con diversi parchi e punti verdi con giostrine per i bambini.

A nord di Gallipoli invece consigliamo Torre Lapillo, attaccata a Porto Cesareo. Per altre proposte vi rimandiamo al sito Nel Salento, dove troverete consigli e indicazioni sulle spiagge più adatte per una vacanza al mare con i bambini piccoli.

Vacanze con bambini

E allora se siete in procinto di organizzare e prossime vacanze estive potete dare un'occhiata alle tante proposte di alberghi e residence nelle località premiate con Bandiera Verde e magari potreste alternare mare e montagna. Una settimana al mare ed una in montagna, in una località vicina a casa, permette ai bambini di cambiare aria, fare attività ed esperienze diverse, e tornare carichi di energia.

Bandiere Blu 2018

Per chi è alla ricerca di spiagge e mare pulito per tutta la famiglia, anche quest'anno arriva il prestigioso riconoscimento delle Bandiere Blu. Per il 2018 sono state premiate 368spiagge, 26 in più rispetto al 2017. La Liguria risulta essere la regione in cima alle classifiche, seguita da Toscana, Campania e Marche.

gpt inread-altre-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/il-bambino/trasporto-e-viaggi/spiagge-per-bambini-bandiere-verdi.html

Bandiere Verdi 2018 – le Spiagge Adatte ai Bambini

Spiagge per bambini 2018: le Bandiere verdi scelte dai pediatri

I nostri consigli – 07/05/2018

Quali sono le spiagge più adatte alle famiglie con bambini? Per rispondere a questa domanda sono scesi in campo i pediatri italiani che, anche quest’anno, hanno assegnato le bandiere verdi alle destinazioni con le migliori spiagge adatte ai bambini.

Le bandiere verdi sono nate da un’idea del Prof. Italo Farnetani, che negli ultimi anni ha coinvolto 2.380 pediatri per selezionare le spiagge adatte ai bambini. Si tratta delle destinazioni geograficamente più adatte alle vacanze in famiglia e con i servizi migliori per i piccoli viaggiatori e i loro genitori.

Le spiagge adatte ai bambini

Che requisiti devono avere le spiagge per essere adatte ai bambini e vincere la preziosissima bandiera?

Iniziamo dalle caratteristiche geografiche. L’acqua dev’essere limpida e bassa vicino alla riva, il fondale degradare dolcemente man mano che ci si allontana, senza pericolosi dislivelli. Sono inoltre predilette le coste sabbiose, dove distendersi comodamente e potersi divertire con paletta e secchiello.

Dal punto di vista dei servizi, sempre più cruciali nella scelta della destinazione perfetta per le vacanze, non potevano mancare il salvataggio, con i bagnini e le relative barche. Molto importanti sono poi i giochi e le aree attrezzate.

Non dovrebbero poi mancare gli spazi dove poter allattare o cambiare il pannolino nel momento del bisogno.

E, infine, la presenza di bar, gelaterie, locali per l’aperitivo e ristoranti nelle vicinanze, sia per sopperire ai bisogni dei piccini, sia per far contenti i genitori, permettendo loro di trascorrere momenti piacevoli senza preoccupazioni.

I pediatri hanno sempre privilegiato le spiagge attrezzate, sia per la presenza degli assistenti di spiaggia, indispensabili per intervenire in caso di emergenza, sia per garantire una migliore pulizia. I bar, oltre a rivelarsi utili per lo spuntino di metà mattina o per la merenda, possono diventare un punto di riferimento anche per scaldare il latte o altri pasti per i piccolini.

Bandiera Verde che premia le spiagge adatte ai bambini

Quali sono le spiagge italiane adatte ai bambini?

Quest’anno le spiagge italiane “a misura di bambino” promosse dai pediatri sono in tutto 136 e 6 di queste si trovano in Veneto.

Fra le località proposte per ricevere la desiderata bandiera verde, è stata selezionata almeno una spiaggia per ognuna delle regioni rappresentante. L’indagine, precisa il Prof. Farnetani, si è svolta “senza che a nessun pediatra fosse corrisposto un compenso economico per la partecipazione all’iniziativa”.

Col passare degli anni sono state incluse diverse tipologie di località. Fra il 2008 e il 2009, ad esempio, sono state valutate località definite ‘mondane’, dove fossero presenti attrezzature turistiche rivolte sia ai genitori che ai bambini. Nel 2010, invece, sono state ricercate le spiagge ‘incontaminate’, in cui la natura prevalesse sulle strutture turistiche.

Per l’estate 2018 nel Veneto sono state premiate le seguenti spiagge:

  • Caorle;
  • Jesolo;
  • Cavallino Treporti;
  • Lido di Venezia;
  • Chioggia-Sottomarina;
  • Bibbione.

Naturalmente noi non possiamo non essere orgogliosi di trovare Caorle e Jesolo sempre presenti, di anno in anno, nella lista dei vincitori. Le nostre amatissime cittadine sul mare Adriatico sono, a tutti gli effetti, destinazioni “a misura di bambino”.

 A renderle così speciali è sia la conformazione fisica delle spiagge, con la loro sabbia dorata, l’acqua pulita e i fondali che degradano dolcemente, sia i servizi offerti dagli operatori del territorio, sempre più attenti alle esigenze delle famiglie con bambini.

Non possiamo che ringraziare di cuore tutte le famiglie che continuano a scegliere Caorle e Jesolo, per trascorrere le vacanze estive in compagnia delle persone più speciali!

Avete deciso di trascorrere le vostre vacanze estive al mare, magari proprio a Caorle o a Jesolo? Allora non perdetevi le nostre idee per i giochi da fare in spiaggia!

Adria Holiday Blog di Adria Holiday è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Источник: https://www.adriaholiday.it/it/news/bandiere-verdi-2018-le-spiagge-adatte-ai-bambini

Vieste Bandiera Verde: spiaggia a misura di bambino – Vieste Family & Wellness Spa Hotel Le Ginestre

Spiagge per bambini 2018: le Bandiere verdi scelte dai pediatri

I bambini stanno bene quando i genitori stanno bene.

Questo presupposto ha spinto il professor Italo Farnetani a identificare e istituire le Bandiere Verdi.

Pochi ne hanno sentito parlare, eppure le cosiddette Bandiere verdi sono state innalzate sulle nostre spiagge moltissimo tempo fa.

Da nord a sud, le coste d’Italia a misura di bambino sono state premiate per la loro sicurezza. Vieste è tra queste già dal 2009.

Ma non solo. L’Italia si classifica come unico paese al mondo con la mappa pediatricaper il mare.

Come nascono le Bandiere Verdi

Le Bandiere Verdi, istituite nel 2008, identificano una località marina particolarmente adatta ai bambini e alle esigenze di tutta la famiglia.

Fu dall’intuizione del professore Italo Farnetani, pediatra e giornalista, che in prima persona fece una ricerca mirata.

Lo scopo fu quello di identificare le aree che per le loro peculiari caratteristiche potessero rientrare nella categoria “bandiere verdi”.

La ricerca ha assunto valenza scientifica, condotta su base volontaria senza la partecipazione di sponsor.

All’indagine partecipano centinaia di pediatri italiani del mondo universitario e ospedaliero, ma anche molti medici di famiglia.

Un iter che coinvolge i pediatri

La scelta di consultare i pediatri è stata motivata dalla loro competenza e conoscenza in ambito infantile e adolescenziale.

L’obiettivo è quello di offrire ai genitori lamigliore vacanza possibile lontano dalle preoccupazioni quotidiane.

Una vacanza sicura e a prova di bambini, con benefici per la loro crescita.

Non esistono candidature.

I pediatri propongono nuove località mediante un apposito modulo.

Nel corso degli anni i medici sono stati chiamati a riconfermare l’adeguatezza delle località scelte.

Devono assicurarsi che queste zone rispecchino ancora i parametri di selezione.

Nel frattempo altre aree sono state aggiunte all’elenco delle Bandiere verdi.

Nel 2018 la bandiera verde sventolava su 144 località. Alla ricerca hanno aderito 2622 pediatri.

Requisiti di Vieste Bandiera Verde

Per essere riconosciute come Bandiere Verdi, località come Vieste devono:

· Avere una spiaggia ampiacon sabbia fine. I bambini devono avere ampi spazi per giocare, correre, muoversi liberamente e fare castelli di sabbia

· Spazio adeguato tra gli ombrelloni

· Acqua bassa che non diventi subito alta: i bambini possono fare il bagno in sicurezza, mentre i genitori possono stare più tranquilli

· Presenza di bagnini e assistenti alla balneazione, pronti a intervenire in caso di emergenza. La sicurezza di tutta la famiglia è l’obiettivo primario.

· Attrezzature e giochi dedicati ai bambini

· Opportunità di svago e divertimento. Il pensiero non è rivolto solamente ai bambini, ma anche ai genitori. Negozi per lo shopping, bar, ristoranti e strutture sportive sono tra i servizi essenziali richiesti

· Acquee pulite e chiare

· La distanza minima tra una località e l’altra è di 50 km.

· Offerta culturale e turistica.

Località animate fanno bene ai bambini

Per quanto riguarda la qualità delle acque e la balneazione vengono regolarmente consultati le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa.

Ma quali sono le località ideali da scegliere?

Il consiglio dei medici è quello di puntare sulle località più animate e affollate. È stato scientificamente provato che la folla, il chiasso e il rumore fa bene ai bambini.

In questo modo il loro sistema nervoso viene sottoposto a nuovi stimoli e curiosità.

Loro hanno bisogno di divertirsi, scoprire posti nuovi e conoscere nuove persone.

Fare attività in spiaggia con l’animazione è senza dubbio un’ottima opportunità di svago.

I bambini possono giocare con i propri coetanei e farenuove amicizie.

Visitare località con una buona offerta turistica e culturale stimola la crescita personale di genitori e figli.

Tutte le aree Bandiera Verde si sono impegnate nella promozione e nel miglioramento di servizi a favore dell’infanzia e delle famiglie.

Perché scegliere Vieste

Vieste ha ricevuto l’assegnazione della Bandiera Verde sin dal 2009.

Per la qualità delle sue acque, la cittadina ha ricevuto ripetutamente anche l’assegnazione di bandiera blu. Inoltre fa parte del Parco Nazionale del Gargano.

Il mare a Vieste è particolarmente pulito, i fondali sono bassi e sabbiosi, le acque sicure e le spiagge ampie per poter giocare.

Insomma, Vieste risponde a tutti i criteri di selezione. È un vero paradiso per i bambini.

Le spiagge più rinomate di Vieste sono la spiaggia di San Lorenzo e la spiaggia della Scialara.

Vieste è una città ricca di opportunità: gite in barca, escursioni, visite culturali e un’ottima cucina.

Il periodo migliore per visitare Vieste è da giugno e settembre.

Facile raggiungere Vieste dal nostro Family Hotel

Il Family Hotel Le Ginestre è il luogo perfetto per trascorrere una vacanza a Vieste e godere dei benefici della sua spiaggia adatta ai bambini.

Immersa nel verde della Foresta Umbra del parco Nazionale del Gargano la struttura offre la possibilità di fare numerose attività a contatto con la natura.

Si possono fare escursioni a piedi, a cavallo o in bici.  Si possono praticare diverse attività sportive e vivere momenti di sano divertimento.

E per i più piccoli c’è un amico in più ad accoglierli.

È Garganello, il simpatico scoiattolo del parco: con lui i bambini si sentiranno come a casa.

Источник: https://www.hotelginestre.it/2021/02/06/vieste-bandiera-verde-spiaggia-a-misura-di-bambino/

Bambini e vacanze: ecco le 136 spiagge Bandiere Verdi 2018 scelte dai pediatri

Spiagge per bambini 2018: le Bandiere verdi scelte dai pediatri

I bambini e il mare, un rapporto di amore a prima vista: a parte delle eccezioni, per i più piccoli il periodo delle vacanze in spiaggia diventa quello più atteso dell'anno e, con l'approssimarsi dell'estate, si replica in Italia un'iniziativa che ha avuto successo in passato: migliaia di pediatri hanno scelto le 136 località di mare adatte ai nostri figli, inserendole in un elenco di “Bandiere Verdi” lungo l'intera penisola.

Le spiagge “Bandiere Verdi”

Un lavoro certosino è stato dunque svolto da diversi esperti che abitano in zone di mare, seguendo criteri ben precisi.

  Anche per questo 2018 molti pediatri italiani hanno aderito a un'iniziativa già portata avanti in precedenza e che ha stilato una interessante classifica delle spiagge “Bandiere Verdi”: un lavoro certosino, frutto della collaborazione di diversi esperti che abitano in zone di mare,ha permesso dunque di individuare quelle che sono a misura di bambino e che i genitori dovrebbero preferire per i seguenti criteri:

  • igiene
  • sicurezza
  • presenza di spazi idonei dedicati al gioco e allo sport
  • infrastrutture e servizi nei dintorni.

Sono 136 infatti le località individuate e, rispetto alla lista compilata dodici mesi fa, ci sono inevitabilmente delle variazioni e alcune “new entry”: insomma, diversi pediatri che operano lungo tutta la penisola hanno delineato una vera e propria mappa delle migliori spiagge per tutti gli under 18.

I criteri di selezione delle località

Ma quali sono stati i criteri che hanno portato questi pediatri italiani a selezionare le cosiddette spiagge “Bandiere Verdi” per l'estate 2018? Come detto, innanzitutto si è tenuto conto della pulizia dell'acqua e del fatto che questa sia bassa in prossimità della riva (così da consentire di fare il bagno in tutta sicurezza a bimbi e ragazzini), ma anche la presenza di personale di salvataggio, ovvero bagnini ma pure medici, nelle vicinanze.

A curare e coordinare questo lavoro è stato il pediatra aretino Italo Farnetani che ha raccontato alla stampa di come abbia coinvolto migliaia di colleghi, scelti a campione, e che tramite un questionario hanno contribuito a stilare la classifica delle 136 località.

Tuttavia, a differenza degli anni scorsi, non si è puntato solamente sulle spiagge incontaminate o sulla presenza di adeguate strutture turistiche, ma si sono inclusi nel novero anche quei luoghi che, oltre ad essere già rcnusciuti come “Bandiere Blu”, sono davvero a misura dei più piccoli.

Bandiere Verdi 2018: l'elenco

Dunque la selezione delle “Bandiere Verdi”, ideata proprio da Farnetani nel 2008 e giunta oramai alla sua undicesima edizione, si è col tempo arricchita di nuovi parametri tanto da portare oggi a una più omogenea distribuzione delle diverse località su tutto il territorio italiano, così che nessuna regione è stata lasciata fuori.

Tra le regioni più premiate, spicca la Calabria che annovera ben 18 “Bandiere Verdi” e domina questa classifica grazie alle due new entry Squillace e Bianco, seguita da Sardegna, Marche, Sicilia e Abruzzo.

Ecco l'elenco completo:

  • Abruzzo: Giulianova (Teramo), Montesilvano (Pescara), Pescara, Pineto-Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Vasto Marina (Chieti);
  • Basilicata: Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera);
  • Calabria: Bianco (RC), Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cariati (Cosenza), Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), Isola di Capo Rizzuto (Crotone), Locri (Reggio Calabria), Melissa-Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo), Palmi (Reggio Calabria), Praia a Mare (Cosenza), Roccella Jonica (Reggio), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Siderno (Reggio Calabria), Soverato (Catanzaro), Squillace (Catanzaro).
  • Campania: Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno);
  • Emilia Romagna: Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo-Gatteo Mare (Forlì-Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Ravenna-Lidi Ravennati, San Mauro Pascoli-San Mauro Mare (Folrì-Cesena);
  • Friuli Venezia Giulia: Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro (Udine).
  • Lazio: Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene-Cala Nave (Latina);
  • Liguria: Finale Ligure (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia), Noli (Savona). E ancora,
  • Marche: Civitanova Marche (Macerata), Fano-Nord-Sassonia-Torrette/Marotta (Pesaro-Urbino), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Pesaro (Pesaro-Urbino), Porto Recanati (Macerata), Porto San Giorgio (Fermo), Numana Alta-Bassa Marcelli Nord (Ancona), San Benedetto del Tronto (Ascoli), Senigallia (Ancona) Sirolo (Ancona).
  • Molise: Termoli (Campobasso);
  • Puglia: Fasano (Brindisi), Gallipoli (Lecce), Ginosa – Marina di Ginosa (Taranto), Marina di Pescoluse (Lecce), Marina di Lizzano (Taranto) Melendugno (Lecce), Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Polignano a Mare – Cala Fetente – Cala Ripagnola – Cala San Giovanni (Bari), Porto Cesareo (Lecce), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia).
  • Sardegna: Alghero (Sassari), Bari Sardo (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Capo Coda Cavallo (Olbia), Carloforte-Isola di San Pietro: La Caletta – Punta Nera – Girin – Guidi (Carbonia-Iglesias), Castelsardo-Ampurias (Sassari), Is Aruttas-Mari Ermi (Oristano), La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), Oristano – Torre Grande (Oristano), Poetto (Cagliari), Quartu Sant'Elena (Cagliari), San Teodoro (Nuoro), Santa Giusta (Oristano), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Tortolì – Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra).
  • Sicilia: Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara – Tre Fontane – Torretta Granitola (Trapani), Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Marsala – Signorino (Trapani), Mondello (Palermo), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo – Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa).
  • Toscana: Bibbona (Livorno), Camaiore – Lido Arlecchino – Matteotti (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto, Principina a mare (Grosseto), Pietrasanta – Tonfano, Foccette (Lucca), Monte Argentario – Cala Piccola – Porto Eercole (Le Viste), Porto Santo Stefano (Cantoniera – Moletto – Caletta) – Santa Liberata (Bagni Domiziano – Soda – Pozzarello) (Grosseto), San Vincenzo (Livorno), Viareggio (Lucca), Pisa – Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa);
  • Veneto: Caorle (Venezia), Lido di Venezia, Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo- Jesolo Pineta (Venezia), Chioggia-Sottomarina (Venezia), San Michele al Tagliamento-Bibbione (Venezia).

Please follow and us:

Источник: https://www.mamme.it/136-spiagge-bandiere-verdi-2018/

Bandiera verde 2019: quali sono le spiagge scelte dai pediatri?

Spiagge per bambini 2018: le Bandiere verdi scelte dai pediatri

L’estate si avvicina e come ogni anno numerose famiglie italiane affolleranno le numerose spiagge presenti sul nostro territorio. Ma quali sono le spiagge più adatte ad ospitare i nostri bambini? E quali sono i criteri con i quali i pediatri consigliano una spiaggia piuttosto che un’altra? Scopriamolo insieme!

Bandiera verde 2019: i criteri

Sono 142 i comuni italiani e spagnoli aventi il titolo “Bandiera verde” assegnata dai pediatri nel 2019.

Quest’anno altri 6 comuni si sono aggiunti alla lista: Alba Adriatica (Teramo), Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trani), Lido dei Saraceni a Ortona (Chieti), Terracina (Latina) e la spagnola Marbella.

E’ stato proprio il pediatra Italo Farnetani, ideatore del premio, ad annunciare qualche giorno fa a Montesilvano in Abruzzo l’elenco delle bandiere verdi 2019.

Ma cosa significa essere una spiaggia a bandiera verde? E quali sono i criteri che la definiscono tale? Una spiaggia a bandiera verde indica una località marina con caratteristiche adatte ad ospitare le vacanze delle famiglie con bambini.

I criteri messi in campo dai pediatri per attribuire il titolo, a detta di Farnetani, sono:

  • Acqua limpida
  • Fondale basso vicino alla riva
  • Bagnini e scialuppe di salvataggio
  • Giochi sulla sabbia
  • Spazi per cambiare il pannolino o allattare
  • Gelaterie, locali per l’aperitivo e ristoranti nelle vicinanze

I criteri sopra elencati sono delineati ormai dal 2008, anno in cui venne assegnato anche il primo riconoscimento di bandiera verde ad una spiaggia. Il 28 giugno2019 a Praia a Mare (in provincia di Cosenza) avrà luogo la cerimonia di consegna ai sindaci dei 142 comuni della “Bandiera verde 2019”.

Le regioni con più bandiere verdi

In testa alla classifica, come l’anno scorso, resta la Calabria con ben 18 bandiere seguita da Sicilia e Sardegna con 16 bandiere.

“La Puglia consolida il piazzamento al terzo posto con una località in più (Margherita di Savoia) arrivando a quota 13 – sintetizza Farnetani. “Nessun cambiamento per il quarto posto occupato da Marche e Toscana, entrambe con 11 bandiere”.

A pari merito aggiudicandosi il quinto posto sono le regione dell’Abruzzo, della Campania, dell’Emilia Romagna e del Lazio con 10 bandiere.

Le abruzzesi spiagge di Alba Adriatica ed Ortona e quelle di Terracina in Lazio sono state da poco aggiunte e premiate, facendo si che le due regioni conquistassero più bandiere verdi.

Le spiagge “Bandiera verde 2019”

Ecco un breve elenco diviso per regione di alcune delle spiagge Bandiere verdi 2019, le spiagge a misura di bambino.

Abruzzo: Alba Adriatica (Teramo),Montesilvano (Pescara), Spiaggia dei Saraceni-Ortona (Chieti), Pescara, Pineto-Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Vasto Marina (Chieti).

Basilicata: Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera).

Calabria: Bianco (RC), Bova Marina (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cariati (Cosenza), Isola di Capo Rizzuto (Crotone), Locri (Reggio Calabria), Nicotera (Vibo), Palmi (Reggio Calabria), Praia a Mare (Cosenza).

Campania: Trentova (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Cartaroma Lido San Pietro (Ischia) Marina Pisciotta (Salerno), Arienz e Fornillo (Positano), Santa Maria di Castellabate (Salerno).

Friuli Venezia Giulia: Grado (Gorizia) e Lignano Sabbiadoro (Udine).

Lazio: Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina).

Liguria: Finale Ligure (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia) e Noli (Savona)

Marche: Civitanova Marche (Macerata), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Pesaro (Pesaro-Urbino), San Benedetto del Tronto (Ascoli), Numana Alta-Bassa e Marcelli Nord (Ancona) e Senigallia (Ancona).

Molise: Termoli (Campobasso).

Puglia: Fasano (Brindisi), Gallipoli (Lecce), Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trabi), Marina di Pescoluse (Lecce), Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Porto Cesareo (Lecce), Rodi Garganico (Foggia) e Vieste (Foggia).

Sardegna: Alghero (Sassari), Capo Coda Cavallo (Olbia), La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Oristano – Torre Grande (Oristano), Poetto (Cagliari), San Teodoro (Nuoro), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio).

Sicilia: Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara – Tre Fontane – Torretta Granitola (Trapani), Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), San Vito Lo Capo (Trapani).

Toscana: Bibbona (Livorno), Camaiore – Lido Arlecchino – Matteotti (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto, Porto Santo Stefano (Cantoniera – Moletto – Caletta) – Santa Liberata (Bagni Domiziano – Soda – Pozzarello), San Vincenzo (Livorno), Viareggio (Lucca), Marina di Pisa (Pisa).

Veneto:Caorle (Venezia), Lido di Venezia (Venezia), Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo (Venezia), , San Michele al Tagliamento e Bibbione (Venezia).

Источник: https://www.mammemagazine.it/bandiera-verde-2019-spiagge/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: