Sali minerali in gravidanza, quanti e quali

Integratori di magnesio e potassio in gravidanza

Sali minerali in gravidanza, quanti e quali

Diverse donne, durante il periodo che precede o anche in corso di gravidanza, fanno uso di diversi integratori che possono svolgere una funzione utile sia la feto che alla madre.

Da premettere, che sia prima che durante, l’uso di integratori affinché possa essere sicuro e svolgere efficacemente la propria funzione, deve essere sempre concordato con il proprio medico curante e con il ginecologo.

Infatti, nonostante esistano in commercio numerosi integratori, anche di magnesio e potassio, è sempre meglio condividere con il proprio medio e con il proprio ginecologo sia la scelta dell’integratore, sia la possibilità di farvi ricorso, sia anche ovviamente il tipo di integratore da utilizzare.

Tutto ciò al fine di evitare eventuali disagi, sintomi ed effetti collaterali negativi, e anche al fine di selezionare il miglior prodotto in base alle proprie esigenze.

In ogni csaso, spesso il ginecologo prescrive alle donne diversi integratori, da quelli che favoriscono la presenza di acido folico a multivitaminici sino a quelli che contribuiscono ad aumentare l’apporto di minerali quali il magnesio ed il potassio.

Sali minerali

Durante la gravidanza, ed in particolare quando questa avviene durante i mesi più caldi dell’anno, il ginecologo o il medico di base possono ritenere di prescrivere integratori a base di sali minerali come potassio e magnesio.

Questi elementi, infatti, hanno la funzione di ridurre la stanchezza e l’affaticamento, aumentano la funzione e la tenuta muscolare e svolgono anche una funzione preventiva relativamente alla presenza di crampi e contrastano la sensazione di debolezza e stanchezza.

Il potassio in gravidanza

In gravidanza, il fabbisogno nutrizionale giornaliero aumenta notevolmente: è stimato infatti un aumento che varia tra il 25 ed il 50% rispetto al normale. È evidente, che in presenza di un aumenti simile, accresce anche l’aumento relativo al fabbisogno di vitamine e sali minerali: di conseguenza occorre seguire una dieta che integri il fabbisogno giornaliero di vitamine e minerali.

Importanza del magnesio e del potassio in gravidanza

Tutti i sali minerali svolgono una funzione essenziale durante il periodo della gravidanza. Magnesio e potassio, in maniera particolare, concorrono a determinare particolari effetti.

Innanzitutto, hanno effetti e proprietà alcalinizzanti: gli integratori di magnesio e potassio, aiutano ad aumentare il ph svolgendo un’azione di equilibrio o riequilibrando i livelli essenziali del corpo durante il periodo della gravidanza.

Altra funzione essenziale svolta dagli integratori di magnesio e potassio è quella volta a prevenire le contrazioni uterine: ciò non vuol dire una riduzione del rischio, ma una prevenzione dal rischio stesso.

Altra funzioni benefiche dovute all’assunzione di integratori di magnesio e potassio sono: una migliora attività muscolare, compresa quella cardiaca e relativa alla pressione sanguigna; miglioramenti dell’umore, dovuti ad un’adeguata presenza di livelli di potassio che assicurano un umore più stabile, riduzione della fastidiosa sensazione di stanchezza e spossatezza; contrasto delle stitichezza.

Cosa succede in caso di mancanza di magnesio e potassio?

In gravidanza, la mancanza di un livello di magnesio e potassio adeguato può portare alcune conseguenze sulla madre.

È bene precisare in maniera preliminare questo aspetto: l’assenza di adeguati livelli di sali minerali, e nello specifico di magnesio e potassio, comporta conseguenza sulla madre e non sul feto.

Tali conseguenze possono essere: aumento del fabbisogno alimentare a causa della gravidanza; nausea e vomito; sudorazione eccessiva.

Effetti del magnesio e del potassio

La presenza di adeguati livelli di sali minerali, di magnesio e di potassio, oltre ad avere effetti pratici sulla gravidanza, assicurano anche alla madre di vivere con maggiore serenità questo particolare momento della propria vita.

Nello specifico, il giusto apporto di magnesio e potassio comporta: una corretta crescita fetale, previene situazioni di sottopeso alla nascita, riduce i rischi collegati alla preeclampsia ed alla gestosi, riduce il rischio di contrazioni uterine evitando cosi il rischio di un parto prematuro, evita l’ipertensione durante la gravidanza. Altri effetti benefici sono quelli collegati alla riduzione dei crampi muscolari, della sensazione di nausea e vomito nonché, una presenza di adeguati livelli di sali minerali aiuta a prevenire la sensazione di stanchezza e debolezza, insonnia ed irritazione.

Dieta, integratori e loro uso

I livelli di sali minerali nel proprio organismo, durante il periodo della gravidanza, possono essere controllati e ripristinati sia attraverso la dieta che con integratori.

Fermo restando che sono diversi gli alimenti dai quali è possibile attingere i sali minerali necessari, nel caso in cui si faccia ricorso anche agli integratori è importante seguire accuratamente le prescrizioni indicate dal medico curante e dal ginecologo.

Si consiglia, di non superare le dosi indicate dal proprio medico e dal ginecologo, solitamente nella misure di due bustine al giorno dopo i pasti principali. Questo perché, a fronte dei numerosi benefici connessi all’assunzione di integratori di sali minerali, un eccesso di questi ultimi può provocare problemi di insufficienza renale.

Источник: https://www.integratorialimentari.net/integratori-di-sali-minerali/integratori-di-potassio/integratori-di-magnesio-e-potassio-in-gravidanza/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: