Prodotti e accessori per proteggere i bambini al sole

Le migliori creme solari per bambini

Prodotti e accessori per proteggere i bambini al sole

La pelle dei bambini va protetta costantemente, soprattutto in estate: le protezioni e le creme solari per bambini devono essere sempre a portata di mano.

Che sia al mare, in montagna o in città, quando si tratta di esposizione solare la parola d'ordine è sempre e solo una: cautela. Per scongiurare scottature, fastidiosi eritemi e disturbi ben più gravi in età adulta è necessario seguire semplici, ma efficaci, regole.

Dagli orari di esposizione all'uso di adeguate protezioni solari, ecco un utile vademecum per tutti i genitori alle prese con la protezione della pelle dei bambini durante la bella stagione.

Quale crema solare scegliere per proteggere i bambini?

Che sia al mare o in montagna, è opportuno scegliere la protezione solare destinata ai bambini in modo oculato.

Molti genitori, infatti, si chiedono se le creme per gli adulti possano essere adeguate alla pelle dei bambini. In linea generale è sempre meglio preferire una linea specifica per bambini, pensata appositamente per la loro pelle.

Quanto alla scelta vera e propria, poi, è opportuno optare per una protezione solare per bambini ad ampio spettro, ovvero capace di proteggere la pelle sia dai raggi UVA che dai raggi UVB: in questo modo sarà possibile:

  • Proteggere la pelle dei nostri figli sia dai danni del sole;
  • Prevenire in modo adeguato la comparsa di scottature ed eritemi.

Quando si sceglie la crema solare per i bambini, inoltre, è opportuno optare per creme senza coloranti, profumi e parabeni.

Uno dei prodotti che vogliamo segnalarti è:

Questo prodotto è disponibile in crema o in spray, ed è perfetto per lo scopo prefissato. Formulato appositamente anche per le pelli più sensibili, protegge sia dai raggi UVA che UVB e non contiene:

  • Nanoparticelle;
  • Alcool;
  • Parabeni;
  • Fenossietanol.

È quindi perfetto anche per la pelle del neonato.

Sulla nostra farmacia online, trovi un’ampia gamma di prodotti per la protezione della pelle dei bambini: protezioni solari in spray o in crema, tutte con prezzi vantaggiosissimi e delle migliori marche in commercio.

Dai un’occhiata alla nostra sezione chiamata Solari Bimbo.

Come e quanto applicare la crema solare ai bambini?

Per proteggere adeguatamente la pelle dei bambini dagli effetti nocivi del sole è bene applicare la protezione solare circa mezz’ora prima dell'esposizione al sole.

Successivamente, soprattutto al mare e in montagna, è opportuno applicare la crema ogni due ore circa, così da ripristinare l'efficacia protettiva della stessa.

Seguendo queste semplici regole sarà possibile proteggere in modo adeguato la pelle dei bambini dagli effetti nocivi del sole.

Dopo l'esposizione al sole, inoltre, è sempre opportuno reidratare la pelle dei bambini, anche di quelli più piccoli. Ricordate inoltre di farli sempre bere abbastanza per recuperare i liquidi persi.

Un latte doposole è perfetto allo scopo. Tra i prodotti in commercio si consiglia:

Appositamente formulato per la pelle di neonati e bambini: lenisce, reidrata e rinfresca la pelle dopo l'esposizione al sole e, soprattutto, non contiene parabeni, ftalati e fenossietanolo.

Questo prodotto è senza profumo ma possiede una gradevole fragranza di fiori d’arancio data da estratti naturali.

Approfitta delle offerte per risparmiare senza dover rinunciare alla qualità di ottimi prodotti.

Quale SPF utilizzare per le creme solari dei bambini?

Le creme solari in commercio sono suddivise in base al fattore di protezione (SPF) che le caratterizza, ovvero la capacità della crema di filtrare i raggi UVB.

In linea generale, per i bambini fino ai 6 anni è buona norma utilizzare costantemente creme con SPF50+.

La crema solare, rigorosamente con SPF 50+ (al mare o in montagna) va utilizzata anche se il bambino sta all'ombra: il sole infatti, filtra gli indumenti e oltrepassa il tessuto dell'ombrellone.

Le creme solari Mustela sono tutte caratterizzate da un SPF 50+, adatto e sicuro per bambini e neonati.

Anche la linea Anthelios Dermo-Pediatric di La Roche-Posay ti propone diverse soluzioni come:

Protezione solare, appositamente studiata per la pelle sensibile dei bambini arricchito con acqua termale addolcente e lenitiva

Latte solare per proteggere la pelle dei bambini che contrasta i raggi UVA-UVB e presenta una texture multi-resistente ad acqua, sabbia e sudorazione.

Puoi altresì dare un’occhiata alla speciale linea bimbi della gamma Rilastil Sun System. Ecco alcuni prodotti tra cui scegliere:

Emulsione trasparente finemente nebulizzata indicata per le pelli molto chiare e sensibili.

Emulsione solare per bimbi con SPF 50+ in grado di fornire il massimo fattore di protezione senza “effetto bianco” e senza ungere e dalla texture piacevolmente morbida e di rapido assorbimento.

Vieni a scoprire i tantissimi solari bimbo disponibili, ne esistono per ogni esigenza e delle migliori marche.

Da che età bisogna applicare la crema solare ai bambini?

Si tratta di una delle domande più frequenti da parte dei neo genitori: da che età è necessario applicare la crema solare ai bambini?

Partendo dal presupposto che i neonati fino ai 6-8 mesi non andrebbero mai esposti alla luce diretta del sole, è comunque necessario applicare la protezione solare ogni qualvolta i bimbi siano a diretto contatto con i raggi solari.

Anche durante una semplice passeggiata in città, quando il bimbo è vestito, dovrebbe essere accortezza di mamma e papà applicare la crema sulle parti scoperte, quali viso, gambine e braccia.

Bambini al sole: quali sono gli orari più indicati?

Per proteggere i bambini dal sole la crema solare è fondamentale, così come la scelta degli orari giusti in cui esporli nel corso della giornata.

I cosiddetti bagni di sole andrebbero accuratamente evitati, prediligendo invece esposizioni brevi e, comunque, nelle ore più fresche della giornata, ovvero:

  • Il mattino presto, dalle 8 alle 10.30 circa;
  • Il tardo pomeriggio, dalle 16.30 in poi.

Questi sono gli orari in cui i bambini piccoli – dopo i primi otto mesi di vita e fino ai tre anni di età – possono trovare giovamento dall'esposizione al sole, soprattutto al mare e in montagna.

Che tipologia di filtro solare scegliere per le creme solari?

Le protezioni solari presenti in commercio utilizzano due tipi di filtri solari: i filtri chimici e i filtri fisici.

  • Le creme solari con filtri chimici assorbono e scompongono le radiazioni solari, trattenendo il calore.
  • Le creme solari con filtri fisici, al contrario, contengono al loro interno particelle minerali come il titanio e lo zinco che, riflettendo i raggi solari, impediscono a questi ultimi di raggiungere cute ed epidermide. Le creme con filtro fisico sono indicate per tutti coloro che soffrono di patologie alla pelle o che non possono esporsi al sole.
  • In commercio, inoltre, esistono anche creme confiltri combinati, chimici e minerali: in generale i genitori dovrebbero chiedere consiglio al pediatra così da fare una scelta oculata sulla tipologia di crema da applicare sulla pelle del proprio bambino.

Источник: https://www.farmaciaigea.com/blog/747-le-migliori-creme-solari-per-bambini

Come proteggere la pelle dei bambini dal sole

Prodotti e accessori per proteggere i bambini al sole

8 Maggio 2018

Con la bella stagione aumentano le occasioni di stare all’aria aperta e questo è davvero un grande beneficio per la salute di grandi e piccini.

L’esposizione ai raggi solari, infatti, non solo aumenta il buonumore in quanto favorisce la produzione della serotonina, ma svolge anche una funzione benefica sulla pelle e sulle ossa soprattutto quando si tratta di bambini.

Questo però a patto di non esagerare: la pelle dei più piccoli infatti è davvero molto delicata, non solo perché meno spessa e resistente, ma anche perché priva di tutti i melanociti necessari a contrastare gli effetti negativi delle radiazioni solari.

Ecco dunque che, quando si va al mare o in montagna, o anche solo durante una passeggiata in città, è sempre importante proteggere la pelle dei bambini dal sole. Come? Scoprilo nei paragrafi che seguono.

Evita di esporre i neonati alla luce diretta del sole

Un neonato, o comunque un bambino molto piccolo, non dovrebbe essere esposto alla luce diretta del sole sia per evitare scottature e irritazioni, sia per non incorrere in eccessiva disidratazione.

Anche quando sta all’ombra un bambino di pochi mesi deve essere protetto con creme ad elevata protezione perché comunque i raggi ultravioletti possono colpire la sua pelle attraverso il riflesso su altre superfici.

Per evitare che zone molto delicate come gli occhi e la testa vengano colpite dalle radiazioni solari, ricorda di far indossare al tuo piccolo occhiali da sole e cappellino, anche quando ad esempio esci a fare la spesa e durante gli spostamenti in macchina con il finestrino aperto.

Per i bambini più grandi evita l’esposizione nelle ore più calde

Se il tuo bambino ha superato un anno di vita, potrà esporsi al sole solo nelle ore più fresche della giornata, cioè dalle 7 alle 10 e dalle 17 in poi: questo perché nelle ore centrali i raggi del sole colpiscono in modo più diretto la pelle, esponendo il tuo piccolo a maggiori rischi di eritema e scottature.

Ricorda comunque che oltre ad evitare le ore più calde, dovrai anche fare il modo che il tuo bambino non sosti alla luce diretta del sole per molte ore o minuti consecutivi: se sei in spiaggia, ad esempio, dopo il bagnetto, fallo riposare un po’ sotto l’ombrellone, questo per evitare che la pelle si scotti o perda troppi liquidi per via della sudorazione.

Applica sempre una crema protettiva adeguata al fototipo del bambino

L’uso di una crema solare ad alta protezione è indispensabile anche durante una passeggiata per le vie cittadine o quando vai al parco giochi: i raggi ultravioletti infatti, soprattutto se il bambino è di carnagione chiara, nascondono davvero così tante insidie che è meglio non rischiare.

Per fare in modo che la protezione sia più efficace, applica la crema sulla pelle del bimbo prima di uscire di casa e procedi con una nuova applicazione dopo circa 2 o 3 ore: sudando infatti parte della lozione potrebbe andare via.

Se ti stai chiedendo quale tipo di protezione scegliere, anche in questo caso esistono delle regole da rispettare:

  • Per le zone più delicate come naso, palpebre, labbra e orecchie, si consiglia di usare sempre uno stick ad altissima protezione;
  • Per il resto del corpo, se il bambino ha meno di 6 anni di età, opta per una protezione 50, mentre dopo che avrà compiuto il sesto anno potrai anche passare alla 30 purché la sua carnagione non sia estremamente chiara.

Utilizza indumenti e accessori per proteggere le parti più delicate

Anche dopo aver unto per bene il tuo piccolo di crema, tieni presente che una piccola parte di radiazioni solari può sempre raggiungerlo e dato che la sua pelle è così delicata è bene non scherzare.

Ricorri dunque al cappellino con visiera per proteggere la testa e gli occhi e ad altri accessori, come ad esempio una t-shirt bianca per coprire il più possibile anche il busto; anche gli occhiali da sole, purché dotati di filtro solare, sono utili a fare ulteriormente da schermo ai raggi ultravioletti.

Attenta all’alimentazione durante le giornate più calde ed assolate

Come in tutte le cose, anche l’alimentazione svolge una funzione importante per proteggere la pelle del bambino dal sole: se il bimbo è già svezzato, fagli assumere cibi ricchi di vitamina A o betacarotene, sostanza estremamente utile per il benessere della nostra pelle, come le carote, le albicocche, la zucca, il melone e il pomodoro. Anche la vitamina C o acido ascorbico contenuto nella lattuga e negli agrumi si rivela utile per contrastare l’ossidazione.

Non dimenticare infine, quando fa caldo, di somministrare al bambino molti liquidi, come acqua, latte o altre bevande non zuccherate, in quanto questa piccola attenzione aiuta l’organismo del tuo piccolo a non disidratarsi.

Non abbassare la guardia quando è nuvoloso

Un ultimo consiglio per evitare che il tuo bimbo si scotti o vada incontro a fastidiose irritazioni dovute al sole è quello di non prendere mai sottogamba l’argomento protezione dai raggi solari, anche quando ad esempio il cielo è nuvoloso.

Anche in presenza di nuvole, infatti, i raggi ultravioletti possono lo stesso raggiungere la superficie e creare danni alla pelle del tuo piccolo: porta dunque sempre con te crema protettiva, occhiali da sole e cappellino con visiera anche quando la giornata non è proprio splendida e non c’è il sole.

Anche se questo eccesso di zelo all’inizio potrà sembrarti esagerato, alla fine, vedrai, tutte queste attenzioni entreranno a far parte della tua routine quotidiana di mamma.

Источник: https://www.neolatte.it/come-proteggere-la-pelle-dei-bambini-dal-sole/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: