Passeggini per runner: come scegliere quello giusto

Contents
  1. come scegliere il più comodo?
  2. Passeggino Leggero: perché conviene comprarne uno?
  3. Quale passeggino leggero comprare?
  4. Dimensioni, da aperto e da chiuso
  5. Sistema di chiusura
  6. Telaio
  7. Peso
  8. Ruote
  9. Trasporto da chiuso
  10. Schienale
  11. Cappottina
  12. Gadget extra
  13. L’identikit del passeggino leggero
  14. Quale passeggino scegliere?
  15. Besrey Passeggino da Aereo: Il passeggino ultra leggero da 4,9 chili
  16. Inglesina Trip: Il passeggino da 6,6 chili adatto dai 6 mesi in poi
  17. Baby Jogger City Mini 3: Il passeggino leggero e resistente da 7,6 chili
  18. Foppapedretti Hurra Passeggino: Tutta la qualità Foppapedretti in 8 chili
  19. articoli, prezzi, recensioni – miglioripassegginileggeri.it
  20. La struttura di un passeggino leggero
  21. Come scegliere il modello giusto?
  22. Ruote : un elemento importantissimo per il passeggino
  23. Prezzi del passeggino leggero con ruote grandi
  24. Tutto quello che devi sapere sugli stroller running: caratteristiche, come correre e i migliori modelli tra cui scegliere
  25. Ruota anteriore
  26. Larghezza
  27. Freno a mano
  28. Stroller si o stroller no?
  29. Tettuccio
  30. Compattezza
  31. Calum Neff, nuovo record mondiale con lo stroller sui 10K
  32. Genitore sportivo? Ecco come scegliere il passeggino giusto
  33. Cosa valutare durante la scelta di un passeggino sportivo
  34. 1. Tipologia
  35. 2. Ruote
  36. 3. Seduta
  37. 4. Maniglione
  38. 5. Accessori e Optional
  39. Passeggino da corsa: come scegliere il modello migliore per genitori sportivi
  40. Vale la pena acquistare un passeggino da corsa?
  41. Passeggino da corsa, i modelli da running
  42. Passeggini da corsa, il modello da jogging
  43. Il passeggino, come scegliere quello giusto
  44. Questione di dettagli
  45. Il Comfort
  46. Il trio e il passeggino leggero

come scegliere il più comodo?

Passeggini per runner: come scegliere quello giusto

Alla notizia dell’arrivo di un figlio, i futuri genitori “corrono” ad acquistare vestitini e oggetti fatti su misura per il bebè. Eppure non tutti si rivelano comodi e indispensabili.

Nella lista di quello che serve per accogliere il nuovo arrivato non può proprio mancare il passeggino, l’accessorio indispensabile per passeggiare o viaggiare insieme al bambino. Come scegliere il passeggino leggero giusto?Quale passeggino leggero comprare? Sono tutte domande a cui arriveremo.

È indispensabile valutarne la maneggevolezza e il peso in quanto un passeggino leggero assicura agilità negli spostamenti e minor ingombro nel bagagliaio dell’auto rispetto a un modello più pesante.

Passeggino Leggero: perché conviene comprarne uno?

Il passeggino leggero può essere un’alternativa al classico passeggino o un extra a un passeggino più robusto e pesante come un modello Trio (passeggino, navicella e ovetto).

Spesso l’esigenza di ammortizzare i costi spingono verso l’acquisto opportuno e sensato di un passeggino Trio nella speranza di sfruttare un’unica struttura per passeggiare, riposare e viaggiare in auto con il bimbo.

Per quanto funzionale, però, l’idea del Tre in Uno si rivela poco comoda e poco leggera e intralcia gli spostamenti nella “giungla” cittadina con tutti i suoi ostacoli: scale, ascensori privati, mezzi pubblici, locali commerciali e molto altro. Un passeggino leggero rappresenta un’ottima soluzione.

È un modello con un peso ridotto e una grande manovrabilità, ma senza diventare fragile o pericoloso per l’incolumità del bambino. Quello che lo rende un perfetto compagno di viaggio in auto, in treno o semplicemente tra le vie della città è la sua abilità di passare dalla modalità passeggio alla modalità trasporto in pochi istanti.

  • Il passeggino leggero è utilissimo durante viaggi, spostamenti o trasferte

Quale passeggino leggero comprare?

Un passeggino leggero e facile da trasportare permette ai genitori di spostarsi con il bambino senza troppi sforzi e senza temere gli intralci della città.

La praticità di utilizzo è uno dei punti di forza del passeggino leggero, seguito dal tipo di chiusura e dal peso compreso tra i 4 e i 7 kg.

La scelta del passeggino leggero giusto tra i modelli e tipologie presenti sul mercato deve passare dall’analisi di alcuni elementi chiave che non possono proprio mancare per poterlo usare in modo sia occasionale che intensivo.

Dimensioni, da aperto e da chiuso

Le misure di larghezza, altezza e profondità aiutano a farsi un’idea riguardo la comodità del passeggino e lo spazio occupato della struttura sia da aperta che da chiusa.

In primo luogo bisogna assicurarsi che la larghezza del passeggino (distanza tra le due ruote) sappia adattarsi alla dimensione di qualsiasi ascensore, quanto meno a quella di casa.

Oltre a tutto questo, poi, bisogna capire se il passeggino sia o meno in grado di stare in piedi da solo una volta chiuso.

Sistema di chiusura

Il passeggino leggero deve chiudersi velocemente anche con una sola mano per permettere di tenere il bambino in braccio e insieme chiudere il telaio.

La chiusura più comune è quella a ombrello (diventa stretto e lungo), ma esistono anche i modelli autoreggenti che si sostengono senza l’appoggio a una parete (possono prevedere il capovolgimento delle ruote posteriori) e i modelli con chiusura a libro (rendono il telaio più schiacciato).

Telaio

La struttura del passeggino deve essere realizzata in materiale leggero e allo stesso tempo resistente in modo da reggere il peso del bebè e gli eventuali accessori agganciati. La leggerezza non deve essere preferita alla qualità. È importante orientare la scelta sempre verso un passeggino leggero costruito con materiali non tossici o non dannosi.

Peso

Il peso del passeggino deve essere considerato alla luce delle modalità d’uso. Come scegliere il più comodo? Si opta per un modello leggero quando si deve sollevare il passeggino senza aiuto per metterlo in macchina, salire le scale di casa o prendere i mezzi pubblici.

Non bisogna dimenticare che il peso del telaio si va a sommare a quello dei gadget extra e del bambino, per un peso complessivo che può diventare abbastanza elevato.

In linea di massima, comunque, i passeggini leggeri hanno un peso ridotto che arriva fino a un massimo di 7-8 chili.

Ruote

Uno dei tratti distintivi dei passeggini leggeri è la maneggevolezza. Devono potersi muovere liberamente e affrontare diversi tipi di terreno. Il numero delle ruote influenza la libertà di movimento del passeggino.

Tre o quattro? Il modello a quattro ruote risulta stabile e semplice da trasportare, ma anche il passeggino a tre ruote può stupire con le sue qualità.

Per sua stessa natura, però, il passeggino leggero è dotato di ruote più piccole rispetto ai modelli più robusti a 3 o 4 ruote.

La scelta deve ricadere in ogni caso su un modello con ruote piroettanti che promette di muoversi senza problemi per le strade, le banchine e i negozi della città, complice anche il suo peso ridotto.

Solitamente i modelli in commercio presentano una o due anteriori piroettanti che potenziano la rapidità del movimento e due ruote posteriori dotate di sistema bloccante che mette al sicuro il bebè dai rischi dei terreni più sterrati. I genitori che preferiscono le soluzioni più light possono optare per i modelli equipaggiati di ruote removibili in modo da ridurre al minimo l’ingombro della struttura quando è chiusa.

Trasporto da chiuso

La scelta più giusta nell’ottica di un passeggino leggero e maneggevole deve ricadere su un modello che presenta una maniglia utile per trasportarlo ovunque quando viene chiuso. Quale passeggino leggero comprare? Pensate anche alla maneggevolezza nei momenti in cui il vostro bambino non ci è sù. Anche il sistema di chiusura è molto importante.

Schienale

Lo schienale del passeggino leggero deve essere reclinabile, se non completamente almeno fino a 150 gradi.

E’ fondamentale per la comodità e la postura di vostro figlio! Optare per un modello ultra light, infatti, non vuol dire che il bambino non debba viaggiare comodamente e addormentarsi senza problemi, specialmente se si intende coprire grandi distanze.

Cappottina

La cappottina può influire sul peso del passeggino. Se i suoi pannelli non sono abbastanza grandi da proteggere il bimbo dal sole sarà necessario dotare il passeggino di un ombrellino parasole che ingombrerà ogni manovra e aggiungerà peso alla struttura.

Gadget extra

I passeggini possono essere dotati di molti gadget extra che, seppur molto comodi e utili, potrebbero inficiare su leggerezza e maneggevolezza.

L’identikit del passeggino leggero

Gli elementi chiave che definiscono la leggerezza e la manovrabilità del passeggino riescono a stabilire l’identikit del passeggino leggero per eccellenza.

In linea generale il passeggino leggero deve aprirsi, chiudersi, sollevarsi e spostarsi anche con una sola mano, oltre a garantire una certa resistenza per tenere il bebè al sicuro.

È perfetto per tutti i genitori che si muovono spesso, prendono i mezzi pubblici per spostarsi in città o fanno gite fuori porta in una citycar. Può essere usato sia durante i pisolini letargici dei primi mesi di vita del bebè che quando il bambino muove i primi passi verso il mondo.

Quale passeggino scegliere?

La proposta di passeggini ultraleggeri e pratici aumenta anno dopo anno, dando così la possibilità di scegliere la soluzione più consona a ogni esigenza dei genitori. Quale passeggino leggero comprare? Ecco le nostre proposte!

Besrey Passeggino da Aereo: Il passeggino ultra leggero da 4,9 chili

Il Besrey Passeggino da Aereo è un modello che si adatta alle necessità delle famiglie che si spostano spesso e viaggiano in aereo: rispetta tutti i criteri di un passeggino leggero con i suoi 4,9 chili e occupa lo spazio di un bagaglio a mano.

Il modello non rinuncia a niente: tettuccio regolabile realizzato in tessuto catatonico, corrimano rimovibile, cinture a cinque punti, comparto portaoggetti, ruote anteriori con sistema bloccante, doppi freni, set poggiapiedi e pulsante pieghevole.

Forse Besrey non è un passeggino da usare in qualsiasi occasione, visto che non è reclinabile e rinuncia ad alcune funzioni extra, ma si rivela un modello versatile e “da viaggio” che può sostituire il Trio all’occorrenza.

Il prezzo è da affare imperdibile, almeno venduto su Amazon.

Inglesina Trip: Il passeggino da 6,6 chili adatto dai 6 mesi in poi

Trip è il passeggino leggero e compatto per tutti i bambini dai 6 mesi in su che ben si adatta all’uscita in città: chiusura ad ombrello con ingombro ridotto e schienale reclinabile. Questo modello è un ottimo secondo passeggino perché è facile da aprire e chiudere grazie al sistema a ombrello e occupa pochissimo spazio perfino da chiuso.

Il modello Inglesina presenta uno schienale reclinabile, una cappotta ampia ed estensibile con frontalino anti-UV, un parapioggia pratico, un cestino portaoggetti, un set di ruote ammortizzate e un profilo in materiale rinfrangente.

Il passeggino Inglesina Trip è ideale per i bambini sino ai 15 kg e un compagno di viaggio almeno fino ai 4 anni di età del bambino.

Baby Jogger City Mini 3: Il passeggino leggero e resistente da 7,6 chili

City Mini 3 è il passeggino leggero e resistente perfetto per portare a termine le commissioni della giornata e fare le passeggiate nella “giungla” cittadina perché ultra light, compatto e stiloso.

Il punto di forza di questo passeggino è la tecnologia brevettata “Quick-Fold” che permette di chiudere il telaio semplicemente tirando una cinghia, anche con una sola mano.

Una volta chiuso, poi, il passeggino può essere trasportato sul sedile posteriore dell’auto grazie al sistema di aggancio o può essere riposto nel bagagliaio, anche il più piccolo.

Il passeggino City Mini 3 presenta una seduta comoda con schienale reclinabile, una barriera antivento a scomparsa, una cappotta modulare con filtro solare anti-UV e due finestrelle e una ruota anteriore leggera e ammortizzata. In ultimo, ma non per importanza, questo passeggino leggero può trasformarsi in un sistema da viaggio attraverso l’adattatore compatibile con il seggiolino auto oppure ospitare una navicella con un sistema integrato (acquistabili entrambi a parte). Consigliatissimo.

Foppapedretti Hurra Passeggino: Tutta la qualità Foppapedretti in 8 chili

Foppapedretti declina la sicurezza del marchio a Hurrà, un passeggino compatto, pratico e maneggevole di 8 chili. Forse con un peso un po’ sopra la media rispetto agli altri passeggini ultraleggeri, ma comunque leggero.

Questo passeggino Foppapedretti presenta un telaio in alluminio leggero che si chiude a ombrello e occupa pochissimo spazio.

È un modello dotato di ogni comfort: schienale multi posizione, bracciolo di protezione apribile in modalità cancelletto, ruote anteriori piroettanti con dispositivo bloccante e ruote posteriori con freno, cappotta con tasca portaoggetti, apertura osserva bambino e giochino rimovibile.

Il passeggino può essere usato dai primi mesi del bimbo fino ai suoi 3 anni e per qualsiasi tipo di spostamento o viaggio. Hurrà è l’unico passeggino con chiusura a ombrello della serie di passeggini Foppapedretti pensati per rispondere alle esigenze di tutti i genitori più dinamici.

Источник: https://www.passegginoleggero.info/quale-passeggino-leggero-comprare/

articoli, prezzi, recensioni – miglioripassegginileggeri.it

Passeggini per runner: come scegliere quello giusto

Il passeggino leggero è uno dei più importanti accessori che i neogenitori devono acquistare trascorso uno o due anni dalla nascita del proprio figlioletto.

A differenza di un passeggino tradizionale, i modelli leggeri sono molto meno ingombranti e hanno un telaio estremamente più pratico oltre ad avere un peso per l’appunto irrisorio, che varia in genere fra i 3 e i 5-6 Kg al massimo.

I motivi che portano un genitore a scegliere oppure a valutare la scelta di un passeggino leggero sono da individuare proprio nel peso che nel bambino aumenta notevolmente e in maniera progressiva specialmente dopo il primo anno di vita.

Il genitore che deve portare il proprio bambino a passeggio all’interno del passeggino, ha bisogno di uno strumento che sia meno pesante  quanto più pesa il proprio piccolo, proprio per evitare che si sommino i due pesi facendo diventare poi tutto molto difficile.

La struttura di un passeggino leggero

Quando parliamo di passeggini non possiamo che prendere in considerazione la struttura del passeggino e quindi lo scheletro di questo che inevitabilmente sarà molto diverso dal passeggino tradizionale proprio perché deve rispettare alcuni specifici criteri.

Oltre alla struttura di base e quindi al telaio, dobbiamo prendere in considerazione le ruote; l’impugnatura; il sistema di frenaggio; e la seduta. Ognuno di questi elementi è estremamente importante sia per la comodità e il comfort dei piccoli (tranne l’impugnatura) che della mamma o chi per lei porta il bambino a passeggio.

Come scegliere il modello giusto?

Scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze può non sembrare semplice ma in realtà basta partire dagli elementi di base e cercare di visualizzarli nella propria quotidianità anche in base all’ambiente dove viviamo e agli spazi che abbiamo; oltre quelli che siamo costretti ad affrontare ogni giorno e quindi strade, ostacoli, barriere ecc..

IL modello giusto è anche quello che si adatta in fatto di dimensioni alle nostre esigenze. Prima di acquistare quindi dovremmo controllare le misure e verificare che larghezza e lunghezza rispettino i nostri standard e si adattino alla destinazione d’utilizzo.

Se ci sono porte particolari, accessi stretti e scale all’interno del nostro ambiente quotidiano, faremmo bene a valutare le misure del passeggino ideale prima di scegliere definitivamente. Inoltre in base al modello, potremmo avere passeggini che si chiudono “ad ombrello” e passeggini che si chiudono “a libro”.

Mentre nel primo caso avremo una notevole riduzione della larghezza, nel secondo sarà invece la lunghezza ad essere ridimensionata.

Questo elemento delle chiusure rientra in un criterio di scelta importante dal momento in cui occorre sistemare il passeggino quando è inutilizzato, all’interno del porta bagagli ma anche in casa in uno spazio specifico.

Ruote : un elemento importantissimo per il passeggino

Le ruote e l’impugnatura sono la guida del passeggino in quanto una è quella che porta il carrozzino avanti, l’altra quella che ne manovra e ne guida i movimenti, le deviazioni ecc..

Le ruote del passeggino hanno non solo il compito di portare il piccolo a passeggio e quindi di scorrere sull’asfalto o qualsiasi altro terreno, ma anche il compito di assorbire gli urti e di deviare gli ostacoli oltre a dover virare rapidamente dinanzi ad un ostacolo importante.

Le ruote per questo motivo devono avere una struttura tale da riuscire ad assorbire gli urti.

In questa sezione vedremo come sono le ruote grandi e prive di aria all’interno e perché è bene sceglierle, che tipo di vantaggi riportano? Per prima cosa bisogna dire che più la ruota è grande e maggiore sarà il comfort per il piccolo che sentirà sempre meno i colpi andando ad urtare contro un sasso, un palo o qualsiasi altro elemento come un marciapiede oppure anche una buca o un dosso. In questo modo proteggeremo quindi il piccolo da una serie di vibrazioni che andrebbero a condizionare in maniera negativa la salute del piccolo.

Non dimentichiamoci poi che molti modelli di passeggino con ruote grandi offre l’opportunità di rimuovere le stesse e di metterle nel cestino cosicché se dovessimo trovarci nella situazione di doverle togliere come in aereo oppure in macchina, possiamo farlo tranquillamente. Se oltre a questo poi troviamo anche la possibilità di avere un passeggino che si regge in piedi autonomamente senza bisogno di stare attaccato alla parete, ancor meglio.

Prezzi del passeggino leggero con ruote grandi

Le ruote grandi non rappresentano un elemento di grande aumento del valore del passeggino, ma sicuramente condizionano il prezzo finale. Considerando che queste portano ad una comodità superiore sia per la mamma che per il piccolo, è bene valutarle con attenzione se ci sembrano ideali per l’ambiente dove viviamo.

Oltre alla ruote ci sono poi altri elementi che fanno alzare il prezzo, come ad esempio la capote parasole, la chiusura particolarmente rapida ed efficiente, il sistema frenante posto sull’impugnatura ecc.. ma in genere non sono tutti presenti nello stesso modello.

Più il modello è completo maggiore sarà il prezzo finale, che può partire dai 30-40 euro ed arrivare anche a più di 100 euro.

  In generale un passeggino leggero compatto e semplice ha un prezzo medio basso, ma se a questo si aggiungono delle ruote grandi il prezzo può salire fino a 20-30 euro di più rispetto al modello semplice con le ruote piccole.

Inoltre se queste sono incise e hanno anche un rivestimento anti scivolo allora il prezzo sarà confermato sul valore più alto.
Vedere sempre i prezzi sui siti linkati perché per natura sono soggetti a cambiamenti, per questo indichiamo solo fasce molto approssimative.

Источник: https://www.miglioripassegginileggeri.it/guida/i-migliori-passeggini-leggeri-con-ruote-grandi/

Tutto quello che devi sapere sugli stroller running: caratteristiche, come correre e i migliori modelli tra cui scegliere

Passeggini per runner: come scegliere quello giusto

Ogni neo-mamma e neo-papà amatori sono sicuramente caduti nella tentazione, prima o poi, di provare a portare a correre con sé il proprio bimbo, provando prima qualche uscita alternando corsa e cammino, per poi dedicarsi solo alla seconda.

L'errore non è sicuramente quello di provarci, ma di farlo con un mezzo non adatto, come può essere il tradizionale passeggino a quattro ruote (che appunto si chiama “passeggino”!).

Con il risultato di vedere il piccolo sfortunato passeggero sballonzolato a destra e a sinistra, allietato nella sua peregrinazione da suoni poco rassicuranti provenienti dalla struttura del carrello, messa a dura prova da strade dissestate e sentieri irregolari e dal continuo slittamento delle ruote anteriori fuori controllo.

Nell'ultimo decennio, fortunatamente, il mondo degli stroller running ha avuto un'incredibile impennata e uno sviluppo tecnologico che ha regalato ai nuovi nascituri un futuro da passeggeri più roseo e tranquillo.

Grandi ruote fisse o bloccabili, ammortizzatori, imbottiture, freni, imbragature di sicurezza, coperture per pioggia e freddo, più una vasta serie di confort opzionali.

Dai primi modelli di vent'anni fa alle ultime e più aggiornate versioni, il passeggino da corsa ha continuato a svilupparsi incessantemente vedendo un continuo aumento dei suoi fruitori e i modelli disponibili oggi offrono una facilità d'uso e una sicurezza senza precedenti, sia per chi corre sia per chi deve solo godersi il viaggio (o un tranquillo sonnellino).

Ma districarsi tra le decine di modelli di stroller non è certamente cosa facile, soprattutto per chi non ne ha mai usato uno.

Per questo vogliamo analizzare le principali variabili che possono rendere un passeggino da corsa migliore o diverso da un altro, analizzando il modo corretto di utilizzarlo.

Senza dimenticare qualche consiglio d'acquisto, per trovare il modello che più si adatta alle vostre necessità.

La stabilità, naturalmente, è la prima caratteristica che si deve ricercare per un buono stroller. Ma un passeggino troppo bilanciato non è amico del runner.

La rotazione dello stroller durante la corsa dipende da una distribuzione non uniforme del peso tra le tre ruote, in modo che si possa diminuire la pressione sulla ruota anteriore fino anche a sollevarla e curvare facilmente. La presenza di ammortizzatori posteriori è un aiuto in questo senso.

La maggior parte dei passeggini tradizionali, fatti per camminare, sono molto più stabili e quindi più difficili da manovrare (soprattutto con una sola mano) quando si corre.

Ruota anteriore

Molti stroller oggi disponibili sul mercato offrono la possibilità di avere la ruota anteriore che può essere bloccata quando si corre (in modo da avere una spinta facilitata e una marcia naturale in linea retta) o che si può lasciare libera di ruotare, per avere più facilità di sterzare quando si cammina. Scegliere questa opzione è una questione sempre legata alla stabilità. Se si utilizza lo stroller solo per correre, se ne può fare a meno. Se si usa un solo passeggino per camminare e correre, invece, potrebbe essere una buona opzione da valutare. Sicuramente correre con uno stroller con la ruota libera (non bloccata) è più difficile e soprattutto più pericoloso, perché anche un piccolo sassolino o una buca, con la velocità dovuta alla corsa, lo potrebbe far sbandare facilmente.

Da notare che tutti gli stroller da corsa hanno ruote molto più grandi dei classici passeggini (solitamente da 18 o 16 pollici), per garantire maggior manovrabilità, velocità e un assorbimento migliore delle asperità del terreno.

Indipendentemente che lo si utilizzi da soli o alternati con il proprio partner, è bene scegliere uno stroller che abbia un'impugnatura regolabile.

È importante avere la mano di spinta alla giusta altezza per non compromettere la postura durante la corsa ed evitare infortuni.

Se su un passeggino tradizionale i centimetri in più o in meno non fanno differenza, sono invece fondamentali quando si corre.

Larghezza

La ragione principale per considerare la larghezza dello stroller non è puramente estetica.

Una seduta più spaziosa è sicuramente più comoda sia per il bambino, che può portare con sé i suoi giochi, sia per per papà e mamma, che hanno più spazio a disposizione per riporre tutto l'indispensabile.

Ma è anche un vantaggio in termini di crescita, se si ha intenzione di portare con sé il proprio figlio anche quando sarà cresciuto dopo qualche anno, e in termini di stabilità.

Al contrario, uno stroller più stretto può essere invece più utile quando si ha necessità di spazio, ad esempio in casa o nel baule dell'auto o per attraversare le porte (come in ascensore). Oltre che aver un'estetica più piacevole, un peso minore e un'aerodinamica maggiore.

Freno a mano

Abituati a spingere un passeggino durante la tranquillità di una camminata il freno a mano può sembrare un'opzione quasi inutile.

Ma non appena si inizia a correre ci si accorge subito della sua utilità e necessità, soprattutto per chi abita in zone collinari e ricche di saliscendi.

Il freno a mano (a tamburo o a disco non ha importanza) è fondamentale per regolare il ritmo di corsa in discesa, non rischiare di farsi trascinare dallo stroller che prende sempre più velocità e perdere il controllo del passeggino.

Stroller si o stroller no?

Allo stesso modo è importantissimo per chi decide di provare l'ebrezza di correre in gara con il proprio bambino: nei momenti di maggior confusione o ressa, è l'unico strumento che potrebbe garantire la possibilità di non investire involontariamente le caviglie di altri runner che si parano davanti all'improvviso.

Tettuccio

Anche se non si corre in piena estate a mezzogiorno, il tettuccio è uno strumento fondamentale per il bene del bambino. Il modo più veloce per metterlo al riparo da sole, vento e qualche leggera goccia di pioggia improvvisa.

Alcuni stroller offrono la possibilità di regolare l'apertura coprendo quasi interamente la seduta, fornendo contemporaneamente finestrelle trasparenti per avere sempre sotto controllo il proprio bambino.

I modelli più costosi (ad esempio quelli che si trasformano anche in carrello per bici) sono in grado di creare anche un ambiente completamente isolato rispetto all'esterno, con zanzariere e coperture idrorepellenti incorporate.

Compattezza

Come già considerato parlando della larghezza, anche come e quanto spazio occupi uno stroller dopo essere stato piegato è fondamentale. Ma tutto dipende dall'uso che se ne fa. Spostandosi con l'auto e avendolo sempre con sé, lo spazio occupato e la facilità di apertura e chiusura sono fattori importanti.

Se invece lo si lascia sempre montato in box o in cantina, diventa un'opzione non indispensabile. La maggior parte degli stroller richiede almeno due mani per essere ripiegati, ma esistono alcuni modelli che possono essere facilmente chiusi con una sola mano.

Un'opzione importante quando ci si trova da soli con un bambino in braccio.

Lo stroller running è un modo semplice e alla portata di tutti per fare attività fisica insieme al proprio bimbo e, volendo, con tutta la famiglia. Non c'è nulla di più semplice che correre, ce lo insegnano i bambini stessi appena iniziano a muovere i primi passi.

Certamente chi già ha praticato il podismo prima di avere un figlio è avvantaggiato rispetto a chi vuole intraprendere questa nuova disciplina partendo da zero. Correre è faticoso facendolo da soli, lo diventa ancora di più spingendo venti chili (e più) su tre ruote.

Ma può essere un buono stimolo per la mamma che vuole ritornare in forma dopo la gravidanza e non riesce a trovare il tempo per fare anche attività sportiva, basta trasformare la passeggiata quotidiana in una corsa sempre più performante.

È anche un modo semplice per trovare dei momenti per tutta la famiglia di stare insieme all'aria aperta facendo sport. E, perché no, la motivazione giusta per iniziare a fare quell'attività fisica che per tanti anni era stata lasciata in secondo piano.

Innanzitutto, lo stroller non va mai utilizzato prima dei sei mesi del bambino o comunque solo dal momento in cui abbia sviluppato i muscoli del collo che gli permettono di sorreggere la testa. Bisogna sempre ricordarsi che la priorità e la prima preoccupazione devono sempre essere il bambino e il suo benessere.

La postura, poi, è fondamentale. Lo stroller va spinto sempre con una sola mano, alternando destra e sinistra, per assecondare la rotazione del busto durante la corsa.

È importante verificare la corretta altezza del manubrio, che non deve superare l'altezza della propria anca. La presa deve essere salda, ma non troppo stretta, per non andare a creare tensione a braccia, spalle e core.

È importante ricordarsi di fissare sempre lo stroller al polso tramite il bracciale di sicurezza, per non perderne mai il controllo.

Calum Neff, nuovo record mondiale con lo stroller sui 10K

Chi pensa allo stroller running immagina di vedere sfrecciare mamme e papà vestiti da supereroi. Ma la realtà è ben diversa. Prima di diventare top runner bisogna padroneggiare tecnica e fatica.

Magari iniziando con l'alternanza di corsa e cammino, come si fa solitamente nel running, per poi passare a sforzi più prolungati ed allenamenti più intensi.

È fondamentale ricordarsi sempre che lo si fa per stare bene con sé stessi e per far star bene i propri figli. Solo dopo viene tutto il resto.

Running

Thule Urban Glide

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da corsa con ruota anteriore fissabile, freno a disco, ammortizzatori posteriori, chiusura con una sola mano.

Running

Out n about Nipper Sport V4

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da corsa con ruota anteriore fissa, freno a tamburo e ammortizzatori posteriori.

Thule Urban Glide

BabyJogger Summit X3

Running

BabyJogger Summit X3

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da corsa con adattatore per navicella e seggiolino auto, copertura antipioggia integrata.

Out n about Nipper Sport

Bugaboo Runner

Running

Bugaboo Runner

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da running con ruota fissa, seduta orientabile e parafanghi su tutte e tre le ruote.

BabyJogger Summit X3

X-Lander X-run

Running

X-Lander X-run

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da corsa con ruota anteriore fissa, freno a tamburo e parasole con finestrella.

Bugaboo Runner

Bob Revolution Pro Duallie

Running

Britax Romer Bob Revolution Pro Duallie

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da corsa gemellare con sedute separate, ruota fissabile e freno a tamburo.

X-Lander X-run

Joovy Zoom 360 Ultralight

Running

Joovy Zoom 360 Ultralight

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da running con seduta ampia, realizzato con alluminio aeronautico 6061, il 10% più leggero.

Bob Revolution Pro Duallie

Hauck Runner

Running

Hauck Runner

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da running con maniglia regolabile adatto a tutti i tipi di terreno.

Joovy Zoom 360 Ultralight

Bumbleride SP

Running

Bumbleride SP

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino da running con telaio in alluminio, facilmente reclinabile e ripiegabile e con capotte XXL.

Hauck Runner

Thule Chariot

Running, walking, bike, ski

Thule Urban Glide

COMPRALO SU AMAZON

Passeggino multisport con cabina completamente isolabile.

Источник: https://www.runnersworld.it/stroller-running-passeggino-corsa-caratteristiche-come-correre-modelli-9998

Genitore sportivo? Ecco come scegliere il passeggino giusto

Passeggini per runner: come scegliere quello giusto

Per chi non può rinunciare a praticare uno sport da neo genitore, indispensabile scegliere il giusto il passeggino sportivo.

I passeggini sportivi sono una soluzione ottimoale per tante persone che amano tenersi in forma o svolgere una pratica sportiva per divertimento e nessuno di loro ci rinuncia solo perché è diventato mamma o papà.

Esistono dei passeggini da trekking, per le escurisioni o lunghe passeggiate, e altri ideali addirittura per la corsa, come ci spiega l'esperta in un articolo sui passeggini da running.

Si tratta di modelli progettati e accessoriati ad hoc e indicati per affrontare terreni sconnessi, percorsi accidentali e condizioni climatiche avverse.

Passeggini ideati appositamente per coniugare le esigenze di genitore e figlio durante i momenti di svago.

Quando lo sport è una passione, niente paura, la cosa da fare è acquistare un passeggino sportivo adatto a fare jogging, running oppure le passeggiate in montagna, spiaggia e all’aria aperta.

Cosa valutare durante la scelta di un passeggino sportivo

Quando si acquista un passeggino, scegliere non è sempre facilissimo. Le caratteristiche da tener presenti durante la scelta sono tante e variano a seconda del tuo stile di vita. Perciò, se sei uno sportivo, ecco le 5 cose da considerare durante l’acquisto del tuo passeggino.

1. Tipologia

Per quanto riguarda la tipologia del passeggino, se la tua intenzione è quella di praticare dello sport, hai bisogno di un passeggino stabile e pronto a tutto.

In particolare, se sei un appassionato di jogging o running ti consigliamo un passeggino tre ruote sportivo o da corsa.

Si tratta di passeggini nati con lo specifico scopo di trasportare il bambino in maniera sicura e confortevole mentre il genitore si muove per fare un’attività sportiva, sia essa corsa o trekking.

Queste le caratteristiche principali:

  • adatti per praticare jogging o trekking
  • dotati di ruote a raggiera o dalla circonferenza ampia, con pneumatici spesso gonfiabili e con sospensioni importanti e regolabili; assicurano grande scorrevolezza sul terreno
  • telaio dalle linee sportive, robusto ma, allo stesso tempo, leggero per una maggiore aerodinamicità
  • maniglione unito con cinghia di sicurezza da agganciare al polso
  • freno istantaneo a bicicletta e freno di stazionamento, posti entrambi sul maniglione
  • seduta solitamente non reversibile, sempre posizionata fronte strada
  • seduta larga realizzata con tessuti tecnici, resistenti e molto imbottiti
  • ampia cappottina solitamente con protezione UV
  • vari tipi di chiusura, in genere non compatta.
  • Alcuni modelli con seduta reversibile si chiudono solo rimuovendo la seduta.

Nella nostra guida ai passeggini 3 ruote, sono riportate, in maniera approfondita, tutte le caratteristiche dei passeggini a 3 ruote, che esistono anche in versione da città e off road, ideali per i genitori decisi a condividere lo sport con i propri figli e che preferiscono l'agilità anche nei tratti urbani.

Per gli amanti di passeggiate ed escursioni all’aria aperta, ad esempio in montagna, è possibile orientarsi anche su un passeggino 4 ruote, che in genere è un passeggino conruote grandi, adatte a terrene meno uniformi. 

Entrambe le tipologie di passeggini hanno un ingombro considerevole, ma una chiusura facile. Spesso, inoltre, sono passeggini dotati di ottimi ammortizzatori, caratteristica importante questa, poiché significa che durante il tuo movimento, le vibrazioni vengono ridotte e il bimbo rimane comodo.

Per fare invece delle lunghe camminate anche solo in contesti urbani, si potrebbe optare per un passeggino leggero, dal peso ridotto e più maneggevole, meno ingombrante e di facile chiusura. In questo caso però bisogna considerare che il passeggino leggero è adatto solitamente per i bambini dai 6 mesi in su e non è adatto a terreni poco uniformi o sterrati.

2. Ruote

Sabbia, lastricati scivolosi, terreni argillosi, erba, buche e pietre.

Che siano tre o quattro, quindi, le ruote di un passeggino sportivo devono affrontare tutto questo e, per farlo, devono essere sicuramente alte e gonfiabili.

Tutti i passeggini fuoristrada all-terrain, infatti, presentano ruote anteriori piroettanti, bloccabili, removibili, con aggancio rapido, e in alcuni casi con cuscinetti a sfera sigillati.

3. Seduta

Tu fai sport, e lui? Lui è ancora troppo piccolo, ma vuole stare sempre con te e godere della vista di meravigliosi paesaggi durante il tuo allenamento.

Il passeggino che sceglierai per lui, quindi, dovrà avere una seduta alta, reclinabile e molto imbottita.

Oltre a queste caratteristiche necessarie, troverai in commercio anche modelli con la seduta traspirante per il sudore e potrai trovare anche tra gli accessori optional un utilissimo copriseduta traspirante.

4. Maniglione

Come potresti correre o passeggiare senza problemi se il tuo passeggino non ha un maniglione comodo? Quando cerchi un passeggino, assicurati che il maniglione sia unito e regolabile in altezza. E ricorda, alcuni modelli presentano addirittura un’impugnatura soft touch, ancora più ergonomica.

5. Accessori e Optional

Gli accessori di un passeggino sportivo, a seconda della marca e del modello, possono essere tantissimi ed alcuni, davvero funzionali.

Insieme al tuo passeggino ti serviranno degli optional utili ad affrontare caldo, freddo ed ogni situazione climatica come: il sacco invernale, la zanzariera, il coprigambe, l’ombrellino parasole o la capottina e gli altri accessori parapioggia, paravento e schermo anti-uv.

Ci sono poi gli accessori utili per i viaggi e gli spostamenti come: la borsa, una tasca portaoggetti, la navicella, gli adattatori per i seggiolini auto compatibili, il vano portaoggetti sotto la seduta, il materassino per culla.

Infine, gli accessori che non possono mancare per fare sport come: il portabibite, la pedana per il secondo bambino, il poggiapiedi e la cinghia con polsiera, un laccio da indossare che, durante la corsa, mantiene il passeggino sempre vicino a te.

Ed ora che sai come scegliere il tuo passeggino, genitore sportivo, sei pronto per l’allenamento?

Источник: https://www.cercapasseggini.it/scelta-passeggino/scegliere-passeggino-sportivo-guida-14.asp

Passeggino da corsa: come scegliere il modello migliore per genitori sportivi

Passeggini per runner: come scegliere quello giusto

Sei pronto a portare il tuo bambino con te per fare jogging? I passeggini da corsa sono sicuramente i preferiti da molti neo genitori. E immaginiamo che tu sia uno di loro se stai leggendo questo articolo. Stai cercando di comprare un passeggino da corsa? Allora sei nel posto giusto.

I produttori progettano passeggini per jogger da decenni. E i design sono in costante miglioramento, con ogni nuovo modello sicuramente migliore del precedente. Ma ha le caratteristiche che desideri? Idealmente, quello che scegli deve essere il più adatto al tuo stile di vita e alle tue esigenze.

Siamo qui per darti alcuni suggerimenti su cosa cercare esattamente in un passeggino da jogging. In questo modo renderà il tuo processo di selezione più facile e veloce.

Ciao a tutti,

il post di oggi è il frutto di una conversazione che abbiamo avuto stamattina io e LeFitChef mentre eravamo a camminare al parco e abbiamo incrociato una signora che correva spingendo un passeggino con dentro un bebè; 

Noe:” Ma come fa quella signora a correre così forte spingendo un passeggino?”

Io: “Beh ci sono dei passeggini fatti apposta con caratteristiche specifiche.”

Noe:”Ah si?”

Io:”Eh si, usano materiali e tecnologie fatte apposta che consentono anche di andare abbastanza forte se sei all…”

Noe:”Scrivici un pezzo!”

Vale la pena acquistare un passeggino da corsa?

Ora, io conosco l’argomento perché qualche tempo fa allenavo una signora che partecipava a mezze maratone e voleva rimettersi a correre subito dopo la gravidanza, così dopo aver effettuato i dovuti test funzionali, il problema diventò come gestire il bambino e i suoi sacrosanti ritmi; a quel punto ricordai di aver letto qualcosa riguardo agli Stati Uniti, dove già dagli anni 90’ esistono gare di Baby Strolling (ovvero gare podistiche con passeggino e pupo al seguito).

La mossa successiva fu semplice, trovare qualche articolo in inglese che elencava le caratteristiche più importanti di un passeggino da corsa, e Amazon fece il resto!

E vi posso assicurare che il risultato fu incredibile, tanto per me che per la mia cliente, che in pochi mesi tornò ai livelli di corsa pre gravidanza, e nel giro di otto mesi migliorò addirittura il suo PB sui 10k e sulla mezza maratona, ma questa è un’altra storia.

In realtà a oggi esistono due categorie principali di passeggini sportivi, quelli da running e quelli da jogging, che si distinguono per caratteristiche e utilizzi ben distinti e che, in fase di acquisto non andrebbero confusi, e che sicuramente ognuno di voi dovrà scegliere in base alle proprie esigenze.

Sotto troverete le due tipologie divise per utilizzo e caratteristiche, al fine di poter operare una scelta convinta e oculata:

Passeggino da corsa, i modelli da running

I passeggini da running nascono per gli sportivi duri e puri che, anche quando il loro piccolo è davvero piccolo, non vogliono rinunciare ai propri allenamenti e alla performance; sono caratterizzati da materiali ultra leggeri, linee filanti e pochi fronzoli, le cose da valutare in fase di acquisto sono:

  • Ruote alte: i passeggini sportivi hanno quasi tutti tre ruote, tutte e tre da 40’;
  • Freni: i freni sono quasi di tipo ciclistico, molti modelli hanno addirittura le leve a manubrio come le bici, è importante inoltre il freno di sicurezza e stazionamento;
  • Ammortizzatori: solitamente in questo tipo di passeggino da corsa sono solo posteriori, ma alcuni modelli ne hanno anche uno sulla ruota anteriore, sono molto importanti per garantire il comfort del bebè durante l’attività e mantenere il controllo su percorsi accidentati;
  • Cestino porta oggetti presente, ma ridotto al minimo indispensabile (per ridurre il peso);
  • Maniglione unito.

Per una questione di caratteristiche, non si trovano in commercio molti modelli da running, anche perché, come è chiaro da questa breve introduzione, sono passeggini che difficilmente utilizzerete al di fuori degli allenamenti (performance e comodità difficilmente vanno d’accordo), ma se non potete vivere senza sport e senza mettervi alla prova, valgono sicuramente l’acquisto.

Passeggini da corsa, il modello da jogging

I passeggini da jogging, sono la proverbiale via di mezzo, ovvero se siete neo genitori attivi, ma che non vivete attaccati al GPS e al cronometro anche quando andate a fare la spesa, e vi piacerebbe andare a fare una corsetta rigenerante 2 o 3 volte a settimana senza scomodare mezzo mondo, pregando perché qualcuno vi tenga il pargolo, questi passeggini fanno al caso vostro, inoltre possono essere utilizzati anche nella vita di tutti i giorni.

 Come quelli da running, i passeggini da jogging hanno tutti tre ruote, ma la anteriore solitamente è da 30’ (più maneggevole, ma meno stabile in velocità) e quasi mai ammortizzata, sono più pesanti di quelli da running (materiali meno nobili e più plastica), hanno una migliore capacità di carico che consente un arco di utilizzo più ampio; infine, possono essere parte di un sistema componibile (duo o trio). 

Le principali caratteristiche da valutare in fase di acquisto sono:

  • Ruote: sempre tre, ma la anteriore leggermente più piccola e completamente piroettante (più comoda sullo stretto);
  • Manubrio regolabile in altezza: in modo da essere posizionato per componenti della famiglia di altezze diverse;
  • Sistema di chiusura: a differenza di quelli da running, il sistema di chiusura è fondamentale per una maggiore comodità e possibilità d’uso;
  • Peso: i passeggini da jogging sono sicuramente più pesanti di quelli da running, ma dovrebbero essere comunque più leggeri dei classici passeggini da passeggio;
  • Dovrebbero avere le stesse caratteristiche di quelli da running, ma possono essere un pò meno potenti.
  • Si trovano facilmente anche in versione per gemelli.

Indipendentemente dal passeggino da jogging selezionato, assicurati che sia facile da usare. Soprattutto, non deve essere solo il migliore per le tue esigenze di corsa, ma l’ideale per il tuo piccolo; questo significa che deve essere sicuro e confortevole per tuo figlio. 

Bene, per oggi è tutto, spero che, se avete un bimbo piccolo, o se pensate di averne uno, questo post vi sia piaciuto e che vi torni utile, ovviamente se avete domande o suggerimenti non esitate a scrivere nei commenti.

Alla prossima!

Источник: http://www.lefitchef.com/2021/01/passeggino-da-corsa.html

Il passeggino, come scegliere quello giusto

Passeggini per runner: come scegliere quello giusto

Con un bebè in arrivo i preparativi necessari per accoglierlo sono molti.

In attesa del lieto evento, i futuri genitori immaginano già la loro nuova vita e si danno da fare per predisporre tutto quanto possa servire a coccolare e crescere il piccolo.

  Accessorio indispensabile a cui pensare in anticipo, il passeggino accompagnerà la famiglia nei piccoli trasferimenti o per godersi belle giornate, passeggiando insieme all’aria aperta.

Il passeggino migliore è quello che soddisfa perfettamente i bisogni di chi lo utilizza. I negozi di articoli per bambini dispongono di molti modelli e molte diverse tipologie di passeggini.

  Avere le idee chiare sull’ utilizzo sarà d’aiuto per orientarsi nella scelta. Gli aspetti principali da considerare dipendono sia dal budget disponibile, sia dallo stile di vita.

L’obiettivo è trovare il passeggino più confortevole per il bambino e più funzionale per il genitore.

Questione di dettagli

I dettagli fanno la differenza nei migliori passeggini. A prima vista l’estetica è l’aspetto che più colpisce e certamente non va trascurato, dipende molto dal gusto personale e dalla moda del momento.

Per scegliere il passeggino giusto, sono altrettanto importanti gli aspetti più tecnici, ma che possono fare la differenza quando lo si utilizzerà.

Gli altri elementi da considerare, soprattutto se il passeggino verrà utilizzato da più bambini, sono gli accessori, la solidità del passeggino e come incidono sul suo costo.

Il passeggino dovrebbe essere soprattutto maneggevole e facile da usare.

  A questo proposito è bene valutare il peso del passeggino e l’ingombro, per esempio per riporlo agilmente nel bagagliaio dell’auto.

Anche il meccanismo di chiusura ed apertura dovrebbe essere realizzato in modo da consentire l’operazione con una mano sola, per esempio quando si è soli e magari con il bimbo in braccio.

Per gli amanti delle passeggiate in città e delle scampagnate può capitare di trovarsi su percorsi sterrati.

In questo caso il passeggino dotato di ruote di grandi dimensioni sarà utilissimo: questo optional agevola la rotazione ed evita che si blocchino inciampando in piccoli sassi o nelle buche.

Per gli amanti del running, il passeggino con tre ruote è il più adatto ad un uso sportivo.

Il maniglione centrale permette di manovrare il passeggino con una sola mano. Sarà estremamente utile in molte situazioni, per spingere il passeggino mentre teniamo in braccio il piccolo, oppure per camminare mano nella mano con lui oppure se piove e teniamo l’ombrello per ripararci.

Il Comfort

I bambini trascorrono molto tempo dormendo, soprattutto nei primi mesi di vita.

Il sedile reclinabile consente di riposare in modo confortevole, un’ampia capottina lo protegge dal sole o dal vento.

Alcuni modelli sono provvisti di una fascia di rete traspirante, in questo modo viene garantita una buona areazione sotto la capottina evitando che il bimbo possa sudare.

Per stare tranquilli anche fuori casa bisogna disporre di spazio a sufficienza per riporre tutti gli accessori del piccolo, dal cambio, ai pannolini di riserva,il biberon, il ciuccio, le bavagliette, le salviettine umidificate, il cappellino per sole, senza dimenticare un giochino per il passatempo. È importante avere una vano sotto la seduta del passeggino che sia capiente ma ben protetta ed una borsa che si possa agganciare comodamente alla maniglia del passeggino, per avere tutto a portata di mano.

Il trio e il passeggino leggero

I passeggini trio sono composti da una base su cui possono essere facilmente montati, in modo intercambiabile, il seggiolino auto, la navetta ed il passeggino.

Consentono di spostare facilmente il bebè senza esporlo al freddo in inverno oppure di trasferirlo dall’auto al passeggino mentre sta dormendo, senza rischiare di svegliarlo. In generale sono più costosi del tradizionale passeggino, tuttavia assolvono a più funzioni e si ammortizza il costo della base.

Il passeggino leggero è un passeggino che mira all’essenziale, pratico e veloce è adatto a chi viaggia molto. Di solito non è dotato di molti accessori e il suo punto di forza è l’ingombro ridotto.

Come detto esistono moltissime possibilità di scelta, trovare quella più adatta alle proprie abitudini significa trovare il passeggino migliore.

Источник: https://mammaoggi.it/il-passeggino-come-scegliere-quello-giusto/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: