Nuovi marziani: i neonati digitali. Ecco chi sono

Generazione touch-screen

Nuovi marziani: i neonati digitali. Ecco chi sono

Giochini, puzzle e disegni da fare con le dita, fiabe interattive e cartoni animati su : i bambini piccoli sono abilissimi nell'uso dell'Ipad,dell' Iphone e dei tablet. Ma quali effetti hanno sullo sviluppo psicologico del bambino?

Giochini, puzzle e disegni da fare con le dita, fiabe interattive e cartoni animati su : i bambini piccoli in genere non riescono ancora ad usare il mouse o consolle di videogiochi ma sono abilissimi nell'uso dell'Ipad, dell' Iphone e dei tablet con schermo da toccare (touch-screen).

Noi genitori li guardiamo con stupore e anche ammirazione (“certo che ci sanno fare questi nativi digitali!”), ma sorgono anche i dubbi. Gli/le farà male? Bisogna usare le stesse precauzioni della tv o dei videogame?

Dagli Usa, dove ben il 39% dei bambini di due-quattro anni e il 52% tra i cinque e gli otto anni dispongono di un apparecchio touch-screen (secondo un'indagine di Common Sense, un'organizzazione non profit americana), arrivano le risposte degli esperti ai dubbi dei genitori. A trattare l'argomento è un articolo del Wall Street Journal.

Migliora l'apprendimento del linguaggio..

Un professore di psicologia dell'Università del Massachussets, Daniel Anderson, noto per gli studi condotti ormai da 30 anni sugli effetti della tv sui bambini (soprattutto piccoli) ha messo in luce che l'Ipad è molto diverso dalla tv: il bimbo che usa l'Ipad guarda (e tocca) dove si svolge l'azione mentre con la tv distoglie lo sguardo diverse volte (150 in un'ora) e non sa bene dove guardare.

Altri ricercatori hanno evidenziato che questa particolarità dell'Ipad lo rende molto utile ai fini dell'apprendimento.

Ipotesi confermata da uno studio del Joan Ganz Cooney Center, un'associazione che si occupa di apprendimento dei bambini nell'era digitale, il quale ha concluso che i bambini dai quattro ai sette anni hanno molto migliorato il loro vocabolario (+27%), usando una app educativa chiamata “Martha speaks”. Un altro studio condotto su bambini di tre anni è arrivato a analoghe conclusioni, evidenziando un miglioramento del linguaggio del 17%.

…però sorgono dubbi sull'attenzione

In alcune famiglie adulti e bambini condividono l'apparecchio touch-screen di casa (ai bimbi piccoli sono destinate soprattutto le tante app educative); altri genitori invece usano il tablet o altro soltanto come ultima spiaggia per intrattenere il pargolo sull'aereo o in auto.

Tutti però hanno gli stessi dubbi. Il primo: non è che il tablet renderà i bambini più sedentari e meno socievoli? E di conseguenza: che cosa succede nel cervello del bambino mentre usa il tablet?

Dimitri Christakis, direttore del centro per la salute del bambino dell'Ospedale pediatrico di Seattle, sottolinea che più televisione i bambini guardano durante i primi anni di vita, più saranno esposti a problemi di attenzione dopo.

Christakis non ha studiato gli effetti del tablet sui bambini piccoli ma sospetta che potrebbe esserci un effetto simile – o forse ancora più significativo. “Uno dei punti di forza dell'Ipad – il fatto che sia interattivo – potrebbe essere una debolezza”.

A piccole dosi come la tv?

“Diedi un Ipad a mio figlio di due anni e mezzo per la prima volta su un volo aereo” – scrive il giornalista Ben Worthen del Wall Street Journal -. “Aveva pianto per quattro ore di fila.

Smise di piangere subito, capì istantaneamente come usarlo e per le cinque ore successive fece giochi per bambini, usò una app per disegnare e guardò su gli episodi del suo cartone preferito.

L'Ipad non era nostro…

Circa un anno più tardi mia moglie e io acquistammo un Ipad, scaricammo diversi giochi per sviluppare il linguaggio, puzzle educativi e lasciammo che nostro figlio lo usasse regolarmente. In effetti notammo che il suo vocabolario si arricchì molto, ma anche che il bambino entrava in una specie di stato di trance. Non rispondeva quando lo chiamavamo per nome“.

“E' concentrato”, spiega Sandra Calvert, professore all'Università di Georgetown.

“E' psicologicamente la stessa situazione che si crea quando il bambino è profondamente immerso in qualcosa che lo interessa molto come, per esempio, le costruzioni.

Gli psicologi chiamano questo stato “Flusso”. E' uno stato di coscienza in cui la persona è completamente immersa in un'attività”.

C'è una piccola differenza, però, spiega l'esperta: “il bambino decide quando la costruzione è finita. Una app invece stabilisce quando un esercizio è stato completato correttamente.

Via via che i giorni passavano, scrive ancora il giornalista, ogni volta che “chiedevamo al bambino di smetterla di giocare con l'Ipad era un problema”. Capricci, pianti…

Come mai? “Si verifica un rilascio di dopamina,” sostiene Michael Rich, direttore del centro sulla salute infantile dell'Ospedale pediatrico di Boston. La dopamina è un neurotrasmettitore associato al piacere.

Molte app per bambini sono progettate in modo tale da stimolare il rilascio di dopamina – così spingono i bambini a continuare a giocare – offrendo premi o figure eccitanti a sorpresa.

“E così mia moglie ed io decidemmo di non lasciare più usare l'Ipad a nostro figlio”, scrive il giornalista del Wall Street Journal -. “Ora lo chiede raramente. Ha quattro anni e i suoi amichetti non parlano di eccitanti giochi sull'Ipad, quindi non si sente tagliato fuori”.

La domanda finale del giornalista ma anche di tanti altri genitori che si sono trovati nella stessa situazione è: “Abbiamo fatto bene a toglierlo del tutto?”

“Gli esperti intervistati”, conclude il giornalista, “mi hanno dato risposte diverse. La metà ha detto che se il loro figlio avesse avuto simili reazioni (pianti per non smettere di giocare, capricci, richieste continue) avrebbero fatto lo stesso. L'altra metà ha sostenuto che abbiamo avuto una reazione esagerata”.

Источник: https://www.nostrofiglio.it/bambino/psicologia/bambini-ipad

Viaggiare con i bambini o in auto con gli amici: ecco come comportarsi. Le faq di Repubblica

Nuovi marziani: i neonati digitali. Ecco chi sono

Quali sono le regole per andare in vacanza con i bambini? Devono fare il tampone anche loro? Anche per partecipare ad eventi o cerimonie? E si può programmare una vacanza in macchina con amici? Ecco le risposte per programmare vacanze ed eventi secondo le norme.

Tamponi anche per i bambini?

Siamo una famiglia composta da due adulti e due bambini. Stiamo pensando di andare all'estero per un piccolo viaggio in macchina. Anche spostandoci in macchina avremo bisogno di avere il green pass? Non essendo vaccinati, dovremo avere i tamponi negativi sia all'andata per uscire dall'Italia che al rientro? (Margherita)

Dipende dalla data del viaggio. Il green pass europeo, che prevede regole condivise tra i Paesi europei, non entrerà in vigore prima di luglio. Fino a quella data chi va all'estero dovrà seguire le regole di ingresso previste dal Paese di destinazione.

Alcuni Paesi lo prevedono con qualsiasi mezzo si entri, altri hanno restrizioni specifiche per chi viaggia in aereo.

Per rientrare in Italia dovrete avere tutti i tamponi negativi (molecolari o rapidi) effettuati 48 ore prima dell'ingresso nel Paese, compresi i bambini se maggiori di due anni.

Il 27 giugno vorrei andare in vacanza in Sardegna. Sono di Savona. Ho 2 bambine, una di 9 anni una che compirà 12 anni  il primo luglio. Devono fare il tampone per entrare ed uscire da Sardegna?  (Simona)

La Sardegna non ha ancora comunicato quali saranno le regole di ingresso dopo il 28 maggio, data di scadenza dell'ordinanza regionale attualmente in vigore che prevede per chiunque faccia ingresso nell'isola o il certificato di doppia vaccinazione o un tampone negativo effettuato 48 ore prima dell'arrivo. Anche per i bambini.

Posso invitare per la comunione di mia figlia il 30 maggio 15/18 persone: ho un giardino di circa 110 mq. E' vero che non c'è più un limite purché si rispetti il distanziamento? (Simona)

La ripartenza delle feste e dei ricevimenti in seguito a cerimonie religiosi o civili, dunque anche una Comunione, è consentita dal 15 giugno senza un limite stabilito di invitati e rispettando i protocolli previsti, a cominciare dall'obbligo di tampone. Fino a quella data (e dunque al 30 maggio) è possibile invitare a casa propria non più di 4 adulti con i propri figli minori ed eventuali persone disabili a loro affidate.

È necessario fare il tampone per andare ad agosto in Sardegna? Vale anche per un bambino di 3 anni? (Gianluca)
La Regione Sardegna non ha ancora comunicato se, dopo il 28 maggio, data di scadenza dell'attuale ordinanza che prevede l'obbligo di tampone per chiunque entri (compresi i bambini sopra i due anni), saranno previste ancora limitazioni o se invece si adeguerà alla normativa nazionale che prevede spostamenti liberi tra regioni gialle o bianche.

Sono cittadino italiano residente in Ue, ho già ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer, leggo notizie contrastanti riguardo alla presentazione del tampone per entrare in Italia, è necessario per chi ha già ricevuto il vaccino?  E per mia figlia di 3 anni? Dovrà presentare un tampone anche lei? (Simone)

Dipende dalla data del viaggio. Se il suo è previsto prima dell'entrata in vigore del green pass europeo (al momento prevista a luglio) anche i vaccinati con doppia dose dovranno presentare il referto di un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti all'ingresso in Italia. Dovrà averlo in ogni caso la bambina di tre anni.

Per viaggiare in Italia in aereo chiedo se i bimbi sopra i due anni debbano effettuare il tampone.

Gli spostamenti in Italia tra regioni gialle o bianche sono liberi, quindi nessun tampone neanche per i bambini che viaggiano in aereo. Se invece, al momento del viaggio, una delle regioni di arrivo o partenza fosse arancione o rossa, i bambini sopra i due anni sono tenuti a fare il tampone.

Arrivo da Dubai con famiglia a inizio  giugno. Il figlio ha 4 anni. Io e mia moglie siamo già vaccinati, ma con il Sinopharm. Qual è quindi la procedura? E la quarantena? Il figlio ha bisogno del PCR test? Io e mia moglie, da vaccinati? (Basem)

Gli arrivi dagli Emirati sono ancora soggetti a restrizioni.

Possono evitare la quarantena solo le persone che arrivano in Italia con i voli Covid free che prevedono l'effettuazione di tamponi prima della partenza e all'arrivo a prescindere dalla vaccinazione.

Il vaccino Sinopharm, per altro, non è tra quelli riconosciuti in Europa e quindi non dà diritto al green pass. Anche il bambino di quattro anni è soggetto a tampone.

Avrei bisogno di sapere se, a un matrimonio, i bambini hanno l'obbligo di tampone. Se si da quale età? (Rosa)

Al momento il protocollo proposto dalle Associazioni del wedding prevedono l'obbligo di tampone sopra i 12 anni.

Per organizzare un matrimonio ci vogliono delle regole più chiare e ragionate. Numero dei partecipanti? Tampone anche ai bambini? I tamponi dovrebbero essere gratuiti. Se gli sposi sono positivi oppure i genitori si annulla tutto due giorni prima del matrimonio? Chi paga tutti i fornitori? Siamo al terzo rinvio (Maria)

Non c'è un tetto al numero dei partecipanti che deve essere adeguato all'ampiezza dei locali, visto che deve essere garantito il distanziamento tra i tavoli. I partecipati, sposi compresi, dovranno avere il green pass, quindi certificato di vaccinazione, di guarigione o tampone negativo.

Essendo una festa privata, i tamponi non possono che essere a carico di chi li fa o, se lo ritengono, a carico di chi invita. La validità del tampone è solo nelle 48 ore precedenti, quindi il rischio di annullamento in caso di contagio degli sposi esiste e naturalmente nessuno può ripagare eventuali spese.

Per i bambini l'obbligo di tampone, nel protocollo proposto dalle associazioni di categoria, è per i 12 anni in su.

Io avrò la seconda dose della vaccinazione a giugno e vorrei andare a trovare i miei in Italia con mio figlio di 6 anni. Entrambi abbiamo il passaporto italiano. Non trovo informazioni sui regolamenti Covid riguardanti i bambini, in altri Paesi le regole sono diverse: in Germania, il tampone è necessario dopo i 6 anni, in Croazia dopo i 7, e per l'Italia? (Silvia)

l'Italia richiede il tampone anche ai bambini sopra i due anni

Viaggi in auto tra amici

Siamo 2 coppie di anziani, 2 vaccinati con doppia dose e due vaccinati prima dose AstraZeneca. Possiamo andare in vacanza con una sola auto mettendosi una coppia convivente davanti e una coppia convivente dietro?

Il decreto attualmente in vigore e le risposte alle domande frequenti aggiornate sul sito del governo non prevedono alcuna deroga alle limitazioni previste per i viaggi in auto.

Anche se si è vaccinati, in una stessa auto, non possono andare più di tre persone (o cinque se si possiede una macchina con doppio sedile posteriore). Il guidatore non può viaggiare con nessuna persona accanto, nei sedili posteriori solo due persone alle estremità del sedile.

Unica deroga per un unico nucleo familiare convivente. Quindi due coppie di amici, anche se vaccinati e a due a due conviventi non possono viaggiare in una stessa auto.

Siamo due coppie di amici. Dovremmo spostarci  all'interno della regione. Possiamo viaggiare in una sola macchina?  (Gertraud)

No, non è consentito. In una sola auto possono viaggiare il conducente e altre due persone nel sedile posteriore.

Vorrei sapere se 4 persone non conviventi, tutte vaccinate, con la seconda dose Pfizer da più di due settimane, possono effettuare un viaggio nella stessa automobile, per recarsi in una località di un'altra regione in zona gialla. Naturalmente con la relativa certificazione rilasciata dalla regione Lazio. (Roberto)

No, per il momento la vaccinazione non è sufficiente a far venir meno il distanziamento, quindi in macchina nessuno può viaggiare accanto al conducente e nel sedile posteriore possono sedere solo due persone agli estremi. Unica deroga se si tratta di persone appartenenti ad un unico nucleo familiare convivente.

Источник: https://www.repubblica.it/cronaca/2021/05/24/news/viaggiare_con_i_bambini_o_in_auto_con_gli_amici_ecco_come_comportarsi_le_faq_di_repubblica-302531671/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: