Mio fratello rincorre i dinosauri, dal 5 settembre al cinema

Arriva al cinema “Mio fratello rincorre i dinosauri”, storia del “supereroe” con la sindrome di Down

Mio fratello rincorre i dinosauri, dal 5 settembre al cinema

Stefano Cipani racconta la storia di Jack e Gio, il suo fratellino che i suoi genitori descrivono come speciale, dotato di poteri che ne fanno addirittura un supereroe.

Con il passare degli anni, però, Jack scopre la verità e la situazione del fratello diventa un segreto da non svelare, anche se lo stesso Gio gli insegnerà che la vita va vissuta fino in fondo, con i suoi pregi e i suoi difetti. Al cinema dal 5 settembre.

Stefano Cipani esordisce alla regia col bellissimo “Mio fratello rincorre i dinosauri“, film tratto dall’omonimo libro autobiografico di Giacomo Mazzariol, pubblicato nel 2016 da Einaudi.

Il libro racconta il rapporto di Mazzariol con il fratello minore, Giovanni, nato con la sindrome di Down.

Cipani riprende proprio la loro storia, narrando il rapporto tra Jack (Francesco Gheghi) e Gio (Lorenzo Sisto), il suo fratellino che i suoi genitori descrivono come speciale, dotato di poteri che ne fanno addirittura un supereroe.

Con il passare degli anni, però, Jack scopre la verità e la situazione del fratello diventa un segreto da non svelare, anche se lo stesso Gio gli insegnerà che la vita va vissuta fino in fondo, con i suoi pregi e i suoi difetti.

Cipani, riguardo questo suo straordinario e commovente esordio, ha detto:

Il romanzo di Giacomo Mazzariol ha avuto un forte impatto sulla mia immaginazione e quando ho conosciuto Jack e Gio e la loro famiglia mi sono reso conto di essere di fronte a qualcosa di davvero unico: una storia importante. La famiglia Mazzariol è dirompente: la loro indole e il loro senso di risolutezza è un esempio di umanità.

La trama del film ruota intorno a una bugia terribile, spaventosa ma spontanea. Ciò che mi premeva era portare sullo schermo le emozioni e lo stato d’animo di Jack, un ragazzino di 13 anni che si confronta con la disabilità del suo tanto desiderato fratellino.

Trovo affascinante, poetico e universale l’immagine di un adolescente che scappa dalla paura, fugge il confronto e che s’innamora per dimenticare, creandosi una nuova identità.

La sceneggiatura è stata curata da Fabio Bonifacci con lo stesso Giacomo Mazzariol, invece la fotografia è di Sergi Bartrolì. Il montaggio è stato curato da Massimo Quaglia mentre le musiche sono state composte da Lucas Vidal. “Mio fratello rincorre i dinosauri” sarà nelle nostre sale a partire dal prossimo 5 settembre.

Quando nasce Gio, i suoi genitori raccontano al fratello maggiore Jack che è un bambino “speciale”. Da quel momento, nel suo immaginario, Gio diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti.

Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratellino ha la sindrome di Down e per lui diventa un segreto da non svelare. Quando Jack arriva al liceo e s’innamora di Arianna, decide di nascondere alla ragazza e ai nuovi amici l’esistenza del fratello.

La verità, però, verrà presto a galla e alla fine Jack riuscirà a farsi travolgere dall’energia e dalla vitalità di Gio, che grazie al suo originale punto di vista riuscirà a trasformare il mondo, proprio come un supereroe.

Il cast

Nel film, accanto a star importantissime come Alessandro Gassmann (Davide), Isabella Ragonese (Katia) e la grandiosa Rossy De Palma (Zia Rock), ci sono i protagonisti assoluti Francesco Gheghi (Jack) e Lorenzo Sisto (Gio) poi Arianna Becheroni (Arianna), Roberto Nocchi (Vitto), Gea Dall’Orto (Chiara), Mariavittoria Dallasta (Alice), Edoardo Pagliai (Scar), Saul Nanni (Brune), Gabriele Scopel (Pisone), Elena Minichiello (Chiara Piccola), Victoria Perga Cerone (Alice Piccola), Luca Morello (Jack Piccolo), Antonio Uras (Gio Piccolo), Andrea Timpanelli (Vitto Piccolo) e Ivan Sanchez (Il medico).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Le fonti d’ispirazione principali per il regista sono state le commedie indipendenti americane, da Wes Anderson a i Daniels, le commedie surrealiste di Jean Pierre Jeunet, Michel Gondry e il cinema di Hayao Miyazaki.

2. Giacomo Mazzariol è anche co-sceneggiatore con il collettivo GRAMS della serie “Baby” in onda su Netflix.

3. Le riprese del film sono durate cinque settimane e si sono svolte in Emilia Romagna, tra Bologna e Pieve di Cento.

Continua a leggere su Fanpage.it

Источник: https://cinema.fanpage.it/arriva-al-cinema-mio-fratello-rincorre-i-dinosauri-storia-del-supereroe-con-la-sindrome-di-down/

Mio fratello rincorre i dinosauri, Recensione

Mio fratello rincorre i dinosauri, dal 5 settembre al cinema

La Redazione di PianetaMamma ha visto in anteprima il film di Stefano Cipani “Mio fratello rincorre i dinosauri” tratto dall'omonimo romanzo di Giacomo Mazzariol. Assolutamente da vedere!

“Mio fratello rincorre i dinosauri” è uno di quei film che ti entrano dentro l'anima e ti fanno commuovere, ridere e riflettere per la loro semplicità e straordinaria bellezza nel trattare un tema così delicato come la Sindrome di Down. È uno di quei film che una volta finito ti fa venir voglia di parlarne perché tutti possano vederlo e osservare il mondo con degli occhi diversi. 

vai alla gallery

Mio fratello rincorre i dinosauri | Le foto del film di Stefano Cipani con Alessandro Gassmann e Isabella Ragonese dal 5 settembre 2019 al cinema

Sinossi

Il film è tratto dal bestseller di Giacomo Mazzariol, tutto incentrato sulla sua storia personale e sulla sua famiglia e il rapporto con il fratello con la sindrome di down. E in questo video Giacomo ci racconta la sua storia.

Giacomo ha sempre desiderato un fratello maschio con cui giocare. Quando i genitori gli dicono che presto avrà un fratellino, è felicissimo, inizia a ballare e fantasticare su come si trasformerà la sua vita. Ma quando nasce Giovanni, i suoi genitori gli raccontano che suo fratello è un bambino “speciale”.

Da quel momento Jack pensa che Gio è un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti. Con il passare del tempo scopre che in realtà il fratellino ha la Sindrome di Down e per lui diventa un segreto da non svelare.

Quando Jack arriva al liceo e si innamora di Arianna, decide di nascondere alla ragazza e ai nuovi amici l’esistenza del fratello, fino al punto di dire che è morto. Ma non si può pretendere di essere amati, facendo finta di essere ciò che non si è, o nascondendo una parte così importante di sé.

La verità verrà presto a galla e alla fine Jack si renderà conto che suo fratello è veramente un supereroe perché grazie al suo punto di vista riuscirà a trasformare il mondo e lo sguardo delle persone che gli vivono accanto.  

Un racconto semplice, ma vero

Parlare di Sindrome di Down non è mai facile; forse perché si rischia di banalizzare il tema o di darne solo una visione parziale o edulcorata. Cosa vuol dire vivere con un fratello che ha questa malattia, con la paura che possa morire da un momento all'altro, con un fratello che ti fanno credere che abbia i superpoteri per nascondere la verità.

La bellezza di questo film, e del libro da cui è tratto, è quella di raccontare una storia senza orpelli, senza filtri, ma in modo molto semplice e vero, senza nascondere nulla, neanche il lato peggiore di un bambino di 8 anni che cresce e non accetta che il fratello sia affetto dalla Sindrome di Down.

Non sono gli adulti, i genitori, a parlare della loro vita con un figlio che ha la trisomia 21, ma è un bambino, con il suo sguardo sul mondo spontaneo e vero, privo di pregiudizi, bugie e sovrastrutture. Giacomo ci racconta la sua storia con onestà, ironia e semplicità, senza nascondere nulla, neanche la vergogna, la paura e il disagio di crescere con un fratello nato con un cromosoma in più.

Avere un fratello come Giò non è facile, soprattutto quando sei piccolo e hai sempre fantasticato di avere un compagno di giochi in casa, con cui condividere tutto. Giovanni non è un bambino come tutti gli altri e essere speciali non è sempre una benedizione.

E quando Jack inizia il liceo e si innamora di Arianna, Giovanni diventa un segreto da nascondere e di cui provare imbarazzo, al punto da affermare che è morto perché è diverso dagli altri. Giacomo in piena crisi adolescenziale, cerca il suo posto nel mondo e pensa che avere un fratello con la Sindrome da Down sia un motivo per essere deriso e allontanato dal gruppo.

Ma in realtà si rende conto che è lui il primo a non accettare il fratello con la sua malattia e ad avene paura.

Per Jack, Giò segue uno spartito tutto suo, non segue le regole della musica e del mondo e questo gli crea imbarazzo davanti agli altri. Ma poi si renderà conto che la spontaneità del fratello, il suo lasciarsi andare alle emozioni del momento, creando una musica tutta sua è la vera ricchezza, da cui trarne dei preziosi insegnamenti.

Un film e una storia bellissima e commovente che ci fa riflettere sulla vita di coloro che sono vicini a persone che hanno disturbi o sono “diversi”. Relazioni difficili, fragili nella loro complessità e difficoltà, ma che comportano anche una visione del mondo e della vita molto più profonda, aperta e ricca.

Giacomo ci insegna che suo fratello prima di essere un bambino affetto da Sindrome di Down, è una persona e va considerata come tale, con i suoi pregi e difetti come qualsiasi persona.

Ed è proprio lui nel suo discorso che fa davanti al paese che ci fa capire che essere diversi può essere “speciale” e che speciale a volte può essere difficile, ma anche un'enorme ricchezza

Lui ha un mondo dentro che le persone tendono a dare per scontato… lui è genialità e ingenuità al tempo stesso. Giò è uno che non ha ancora capito perché la sua ombra lo segue, allora si gira di scatto per vedere se è ancora lì.

Giò è uno che quando si trova in un corridoio corre perché nei corridoi si corre. Giò è uno che ogni mattina si sveglia e ti chiede se fuori c'è il sole… e ogni mattina porta dei fiori alle sorelle e se è inverno foglie secche.

Se chiedete a Giò se ha paura della morte lui ti risponde “no…io sono vivo”

Informazioni sul film

  • Tratto dal romanzo MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI di GIACOMO MAZZARIOL edito in Italia da Einaudi Editore
  • Regista: Stefano Cipani
  • Attori:con ALESSANDRO GASSMANN, ISABELLA RAGONESE con la partecipazione di ROSSY DE PALMA e con FRANCESCO GHEGHI, LORENZO SISTO, GEA DALL’ORTO, MARIA VITTORIA DALLASTA, SAUL NANNI, ROBERTO NOCCHI, EDOARDO PAGLIAI, ARIANNA BECHERONI./li>
  • Data d'uscita: 5 settembre 2019
  • Distribuzione: Eagle Pictures

Il video di Jack e Giò in occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down

Giacomo e Giovanni si sono presentati al pubblico per la prima volta nel 2015 con il video “The Simple Interview”, che è stato pubblicato su in occasione della giornata mondiale della Sindrome di Down e che si chiudeva con le parole: “Dentro ogni persona c’è un mondo unico. Non guardate gli altri soltanto con i vostri occhi. Siate autentici, siate spontanei. Restate semplici, restate veri”. 

gpt inread-altre-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/il-bambino/sport-e-tempo-libero/mio-fratello-rincorre-i-dinosauri-recensione.html

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: