Libri per bambini dai 3 ai 6 anni, letture per crescere e fantasticare

Silent book: 10 libri senza parole per stimolare la vostra fantasia e quella dei bambini

Libri per bambini dai 3 ai 6 anni, letture per crescere e fantasticare

Gli amanti della lettura sicuramente conosceranno i cosiddetti silent book, ovvero libri che affidano la loro espressività esclusivamente alle immagini. Si tratta in sostanza di storie senza parole in grado di stimolare al meglio la fantasia di grandi e piccini.

Cos’è un silent book

Lo dice la parola stessa, “silent book” ossia libri silenziosi. Il silenzio è però solo sulla carta stampata che infatti non prevede alcun testo scritto.

La mente e la bocca di chi legge questi libri è invece inevitabilmente impegnata ad inventare una o più storie fantastiche a partire dalle sole figure.

È questa la magia che caratterizza i silent book, libri che mettono alla prova la nostra capacità di raccontare e immaginare.

Questi libri hanno solitamente come protagonisti dei personaggi ben caratterizzati e immagini molto chiare e strettamente collegate tra loro da un filo che non prevede l’utilizzo di parole scritte. Propongono una sorta di scambio creativo tra autore e lettore, ognuno fa la sua parte: il primo getta le basi per la storia, il secondo la inventa e la racconta a suo piacimento.

Come leggere un silent book e i benefici

Non c’è un modo corretto per leggere un silent book, la storia può cambiare ogni volta a seconda del momento e dell’interpretazione. La stessa persona può ad esempio variare ad ogni lettura a seconda dell’ispirazione, quello che conta è solamente avere fantasia e voglia di raccontare.

Anche i più piccoli (quelli ovviamente già in grado di parlare anche se non sanno ancora leggere) potranno essere coinvolti e invitati a gettarsi in questo approccio insolito ai libri, tra l’altro un ottimo esercizio per le future letture.

Partendo dall’osservazione delle immagini, se necessario, potete intervenire stimolando i bambini a concentrarsi bene su quello che stanno guardando descrivendone poi i contenuti. Tipo: “cos’è questo oggetto? Che sta facendo quel personaggio?” ecc.

Le prime volte probabilmente i piccoli avranno bisogno del vostro aiuto per inventare ed elaborare la storia dall’inizio alla fine ma poi ci prenderanno la mano e daranno sfogo al meglio alla loro fantasia e immaginazione.

Rispettate comunque sempre i loro tempi semmai riproponendo la lettura di questi originali libri più avanti.

La maggior parte dei silent book è consigliata a partire dai 3/4 anni ma niente vieta di iniziare ad utilizzarli anche prima.

Leggere un silent book è un’occasione ideale per lasciare libera la fantasia e creare un legame con i più piccoli grazie alle immagini e alla storia che si sta inventando.

Come sappiamo leggere e raccontare le storie sono buone abitudini che andrebbero prese sin da piccoli dato che hanno un grande valore educativo e che aiutano molto anche la relazione tra adulti e bambini creando un legame che non sempre si riesce ad avere con facilità in altre situazioni quotidiane. Insomma un momento di qualità da condividere in famiglia.

I silent book sono in grado di stimolare riflessioni, scambi di idee e inevitabilmente permettono al cervello dei più piccoli di crescere così come al linguaggio di migliorare, arricchendosi di nuovi vocaboli. È un’ottima occasione anche per imparare ad ascoltare e ad empatizzare con storie e personaggi.

L’onda di Suzy Lee

L’onda di Suzy Lee, edito da Corraini, racconta un’amicizia speciale di una bambina con il mare, un rapporto fatto di divertimento e gioco ma anche con un pizzico di paura. Consigliato a partire da 5 anni.

Un giorno nella vita di Dorotea Sgrunf

Un giorno nella vita di Dorotea Sgrunf, edito da LupoGuido, ci porta direttamente nella vita della mamma Dorotea e del suo piccolo maialino, introducendoci nella sua quotidianità https://www.amazon.it/giorno-nella-Dorotea-Sgrunf-colori/dp/8885810020da mattina a sera. Consigliato a partire dai 5 anni.

Tortintavola. Ma la torta dov’è?

Questo silent book di Thé Tiong-Khing, edito da Beisler Editore, è adatto ai più golosi, al centro della storia infatti c’è una buonissima torta al cioccolato, farcita di marmellata e nocciole, con panna montata, ciliegina in cima e ricoperta di glassa. Consigliato a partire da 3-4 anni. Dello stesso autore e con gli stessi personaggi disponibile anche tortinfuga.Ma le torte dove vanno?

Viaggio

Protagonista di questo libro, Viaggio, di Aaron Becker, edito da Feltrinelli, è una bambina che dipinge una porta magica sul muro della sua cameretta e inizia così una fantastica avventura che la metterà però anche in pericolo. Età di lettura consigliata dai 3 anni. Esiste anche la sua triologia completa.

Questo silent book di Bruna Barros, edito da Il Leone Verde, invita a riflettere sul rapporto speciale tra papà e figlio nel quale anche un semplice oggetto come un cellulare può portare lontano. Insieme con papà è consigliato a partire dai 3 anni.

La mela e la farfalla

Di Iela e Enzo Mari La Mela e la Farfalla, edito da Babalibri, racconta la storia del bruco che si trasforma in farfalla secondo il lento succedersi dei cicli naturali. Della sterssa serie anche L’albero in cui il bambino può ammirare e fantasticare sul susseguirsi delle stagioni. Età di lettura: da 4 anni

Una cosa difficile

Silvia Vecchini e Sualzo (i due autori) con questo libro, edito da Bao Publishing, ci invitano a riflettere sulla difficoltà ma anche l’importanza e la bellezza di chiedere perdono ad un amico.

Una cosa difficile è consigliato a partire dai 4 anni di età.

Il ladro di polli

Questo silent book di Béatrice Rodriguez, pubblicato da Terre di Mezzo, parla di una volpe che ruba una gallina e scappa nel bosco. Altri animali si alleano per salvare l’amica ma succederà qualcosa di imprevisto destinato a sconvolgere tutti. Un insolito amore cambierà le carte in tavola. Il ladro di polli, età di lettura: da 4 anni.

Il figlio unico

L’autrice Guojing, cresciuta in Cina quando vigeva la politica del figlio unico, in questo libro edito da Mondadori, narra senza parole la storia di una bambina che si perde nel bosco e fa un incontro molto particolare con un cervo misterioso che le aprirà le porte di un mondo surreale e fantastico. Età di lettura de Il figlio unico: da 5 anni.

Flora e il fenicottero

Questo libro senza parole opera di Molly Idle racconta solo con le immagini l’amicizia di una bambina di nome Flora con un grazioso fenicottero il tutto mentre imparano a ballare insieme.

Flora e il fenicottero è consigliato dai 3 anni.

Francesca Biagioli

Источник: https://www.greenme.it/vivere/speciale-bambini/silent-book-libri-senza-parole/

Giochi per bambini di 8 anni: tante idee per spegnere la TV

Libri per bambini dai 3 ai 6 anni, letture per crescere e fantasticare

Ma i bambini di 8 – 10 anni hanno ancora voglia di giocare con la baby sitter? Sì, se riesci a proporre i giochi giusti.

Ci sono molti giochi per bambini di 8 anni utili per imparare a esprimersi in modo creativo, per aumentare l’autostima e e crescere curiosi e aperti al nuovo.

Trovare spazio per il gioco nei pomeriggi densi di impegni di un bambino di questa età non è facile, ma vale la pena provare.

Per funzionare, i giochi devono essere a misura dei bambini, né troppo facili né troppo difficili. E allora, per capire come devono essere i giochi per bambini di 8 anni, vediamo come sono i bambini a questa età.

Tra gli 8 e i 10 anni bambini e bambine hanno chiaro cosa gli piace e cosa non gli piace, si sentono grandi e considerano molti giochi e giocattoli ormai come cose “da piccoli”.

  Hanno ormai una buona abilità manuale (sanno mischiare bene un mazzo di carte, tagliare e incollare con precisione), sanno rimanere concentrati abbastanza a lungo,aspettano il loro turno di lancaire i dadi senza annoiarsi e sono capaci di comprendere giochi da tavolo con regole più complesse e che richiedono di formulare una strategia.

Stai cercando lavoro come baby sitter? Registrati a Sitly. È gratis!

Voglio fare la babysitter

Per cominciare subito a cercare lavoro, scarica la App di Sitly sul tuo telefono o sul tuo tablet!

Trovare un lavoro con l’App di Sitly è facile. Guarda questo video:

Proporre un gioco a bambini di questa età può essere una sfida per una baby sitter: se chiedi a un bambino di 8 – 10 anni se vuole giocare, potresti sentirti rispondere di no. Ma se riesci a trovare un’attività che rispetti i suoi gusti e le sue inclinazioni puoi riuscire nell’impresa di fargli spegnere il videogioco.

A cosa serve giocare a 8 – 10 anni

Il gioco è ancora importante a questa età. Per molti ormai non è più tempo di giocare a “facciamo che io ero…”, ma c’è ancora spazio per proporre attività creative e giochi utili per:

  • sviluppare la creatività, immaginando qualcosa e costruendola con le proprie mani;
  • scoprire il piacere di imparare: provare e riprovare un trucco di magia, fare una presina all’uncinetto, imparare a giocare a scacchi. Imparare qualcosa di nuovo aiuta i bambini ad avere un atteggiamento aperto e curioso nei confronti della vita;
  • sviluppare l’autostima: giocando il bambino ha il controllo di quello che succede, si sente bravo, esperto e capace ;
  • esercitare la logica e il ragionamento: attravero le carte e i giochi di strategia come gli scacchi, il Risiko o il Nim i bambini si abituano al ragionamento e si sperimentano in giochi ” da grandi”;
  • abituarsi al buon uso di internet: guardare un tutorial di origami o imparare a programmare con Frozen insegna a usare Internet in modo utile, come spunto da cui partire per scoprire tante attività creative.

L’importanza del gioco con la baby sitter

Se fai la baby sitter a un bambino di 8 – 10 anni, sai che il tempo davvero libero dei bambini è poco. Tra danza, compiti, catechismo e karate i pomeriggi vanno via veloci.

Anche se sei più un accompagnatore che una persona con cui giocare, prova a creare momenti di gioco con i bambini, cerca e proponi giochi da fare in due, perché sarà per loro tempo prezioso per sperimentare libertà e creatività.

Libertà perché con la baby sitter, che non li giudica, potranno giocare a quello che veramente gli piace: un bambino di 9 anni si sentirà libero di infilare perline per fare una collana se ne ha voglia, una bambina di giocare ancora con la Barbie. Inoltre puoi aiutarlo, attraverso il gioco, a sviluppare abitudini e passioni che possono rivelarsi importanti per compensare il tempo “passivo” che a questa età passano davanti ai videogiochi.

Un consiglio importante per far funzionare qualsiasi gioco: arriva preparata.  Quando proponi un gioco o un’attività devi conoscere già le regole o le cose da fare: se la spiegazione è confusa o incerta o se proponi di costruire una casetta e poi ti accorgi di non avere la colla, l’entusiasmo crollerà. E poi, naturalmente, partecipa al gioco con entusiasmo!

Attività e giochi per bambini di 8 anni

Quelle che ti proponiamo qui sono attività e giochi per bambini di 8 anni e fino a 10. Non tutte vanno bene per tutti i bambini, sta a te trovare quelle più adatte ai “tuoi” bambini in base ai loro interessi e alla loro personalità.

Ma anche all’utilità: al bambino disordinato può servire iniziare una collezione per imparare a ordinare,  e conservare con cura, a quello un po’ introverso può essere utile creare un libro dove esprimersi inventando storie e poesie.

Proponi attività diverse e vedi come reagisce il bambino.

Giochi di carte

Con le carte ci sono moltissime possibilità di giochi per bambini di 8 anni. Giocare a carte è un gioco da grandi, e a questa età molti bambini vi si avvicinano con curiosità.

Oltre ai classici giochi più semplici come Asso pigliatutto, Rubamazzetto, Scopa e gli altri che descriviamo nel post sui giochi per bambini di 6 anni, si possono insegnare ai bambini giochi più impegnativi, come Briscola e Scala 40.

 E se si stancano di giocare, con le carte ci si può sfidare a chi riesce a costruire il castello più alto.

Giochi da tavolo

Monopoli, Risiko, Scarabeo, Taboo. Ma anche gli scacchi o la dama. Molti giochi da tavolo cominciano a diventare possibili e interessanti proprio a partire dagli 8 anni.

I bambini sono ormai capaci di ricordare regole anche complesse, sanno aspettare il proprio turno e sono capaci di restare seduti a giocare per più tempo.

I giochi da tavolo aiutano a esercitare la concentrazione e a formulare una strategia, ma anche a saper perdere e ad accettare le regole.

I giochi da tavolo possono essere un’ottima idea di regali di Natale per bambini. In ogni caso, in molte camerette puoi trovare giochi da tavola dimenticati da lungo tempo: tirali fuori e prova a giocare.

Se non ce ne sono, puoi costruire, insieme ai bambini, una scacchiera fatta in casa con cartone e costruire le pedine con la plastilina o sassi colorati. Su internet trovi anche tabelloni pronti da scaricare e colorare per giocare ad alcuni dei giochi più classici.

E con i bambini più grandi e più abituati a giocare si può anche inventare insieme un gioco tutto nuovo.

Giochi con carta e penna

Carta e penna possono bastare per creare giochi per bambini di 8 anni che durano per ore. Se sono annoiati o stanchi dopo lo sport del pomeriggio, un gioco con carta e penna può essere la soluzione.

  Per rendere la cosa un po’ speciale, potete usare il “quadernone dei giochi” ( basta un normale quadernone a quadretti, con un’etichetta speciale), che userete tutte le volte che giocate con carta e penna.

 

A 8 anni vanno ancora benissimo giochi come Nomi cose e città, l’Impiccato, Tris o Battaglia Navale. Per i più grandi puoi provare giochi più impegnativi, come il Nim, il Reticolo di tris o altri giochi di strategia con carta e penna. Anche il Mastermind è un gioco adatto per bambini di 8 anni, molto utile per sviluppare il ragionamento e la logica.

“Saper giocare bene è importante quanto saper leggere bene. Del resto, se li osservassimo con molta attenzione, scopriremmo che i bambini che non sanno giocare, sognare, fantasticare, non sono in genere nemmeno i più bravi a leggere”.
John Holt, How Children Learn

Provare l’Origami

Fogli colorati e un tutorial su bastano per avvicinarsi all’origami, che può diventare una vera passione. A 8 – 10 anni i bambini hanno raggiunto una buona manualità e sono in grado di fare da soli i primi esperimenti di origami.

Comincia da cose semplici come il cigno o la rana che salta a poi vai avanti, gradualmente. L’origami è uno dei più utili giochi per bambini di 8 anni perché insegna la precisione, l’attenzione, l’eseguire un compito con cura. Tutte capacità utili anche per la scuola.

Dopo il primo cigno, si può decidere di fare un’intera collezione di animali, di farne uno per l’amica del cuore, uno per mamma e uno per papà.

Telaio e uncinetto

Che soddisfazione fare una presina all’uncinetto tutta da soli, da regalare a mamma e papà! Uncinetto, telaio o piccoli lavori ai ferri sono adattissimi a bambini e bambine a questa età.

Ma anche solo fare un pon pon è una bella soddisfazione, oppure dei braccialetti di lana.

Basta un gomitolo di lana economica e poi si può costruire un telaio rettangolare con una scatola di scarpe, oppure un telaio circolare con stecchini da spiedino ( basta digitare le giuste parole chiave per trovare foto e tutorial su Internet).

Cominciare una collezione

L’interesse per il collezionismo comincia proprio a questa età.

Puoi proporre di iniziare una collezione a costo zero, a partire dagli interessi del bambino: sassi di diversi colori e forme, foglie e fiori secchi, tappi di bottiglia, qualunque cosa può diventare oggetto di una collezione.

L’importante è trovare il contenitore giusto: un raccoglitore trasparente, una scatola con tanti scomparti, etichette per descrivere l’oggetto, magari un quaderno dove catalogare i pezzi. Utile per abituarsi a tenere in ordine, raccogliere, confrontare.

Avvicinarsi al modellismo

Sfruttando il fatto che a questa età i bambini sono generalmente bravi a tagliare e incollare con precisione, la costruzione di piccoli oggetti in miniatura è un’attività da proporre. Navi, aerei o macchinine da costruire e dipingere.

Puoi suggerire ai genitori di acquistare un modellino semplice alla prossima occasione e provare a costruirlo insieme.

Oppure cominciare un progetto tutto vostro di modellismo: costruire casette con gli stuzzicadenti oppure in cartone per realizzare il plstico di una città, costruire piccoli mobili con cartone e pezzi di stoffa.

Provare trucchi e magie

I trucchi di magia sono un interesse classico intorno agli 8 anni, perché a questa età i bambini hanno l’abilità e la concentrazione necessarie per provare un trucco più e più volte fino a riuscire a farlo bene.

Come per i giochi da tavolo, può essere che già ci sia dimenticata da qualche parte una scatola di trucchi di magia da tirare fuori.

Oppure puoi cominciare cercando su qualche gioco con le carte, monete, bicchieri e palline di carta.

Scrivere: libro, diario e poesie

Non rientra strettamente tra i giochi per bambini di 8 anni, ma la scrittura è un’attività che, se proposta nel modo giusto,  può diventare una passione che accompagnerà un bambino per tutta la vita.

Partendo dai suoi interessi, proponi di scrivere insieme un libro di storie, un diario del naturalista dove annotare avvistamenti di uccelli o insetti, oppure un fumetto, un ricettario, una raccolta di poesie.

Anche un diario delle partite della squadra del cuore va bene, per esercitare la scrittura e legarla a momenti piacevoli, non solo alla scuola.

Cucinare 

Cucinare insieme la merenda, oppure preparare qualcosa per mamma e papà. La cucina stimola la creatività e riuscire a fare un bel ciambellone fa sentire bravi, capaci e grandi.

Qualche attenzione però: è un’attività che va programmata prima.

Devi chiedere il permesso ai genitori, assicurarti che ci siano tutti gli ingredienti e il tempo necessario per finire la ricetta e per mettere a posto la cucina.

Giocare con il coding

Tra i giochi per bambini di 8 anni parliamo anche del coding: puoi sfruttare la passione per i videogiochi in modo costruttivo avvicinando il bambino alle basi della programmazione (il coding). Un sito da cui partire è L’Ora del codice, dove trovi piccole lezioni di programmazione adatte alle diverse età, sotto forma di gioco con personaggi dei film Disney.

E tu a cosa giochi con i bambini quando fai la baby sitter?  Quali sono i tuoi cavalli di battaglia quando si parla di giochi per bambini di 8 anni?

Per avere consigli e informazioni sulle altre fasce di età, leggi il nostro articolo sui giochi per neonati, giochi per bambini di 1 anno o 2, quello sui giochi per i bambini di 3-5 anni, oppure per i più grandicelli scopri le attività adatte a bambini di 6 o 7 anni. E se invece ti chiedi come trascorre, divertendoti, un pomeriggio di pioggia, dai un’occhiata al nostro post sui giochi da fare in casa con i bambini.

Источник: https://www.sitly.it/blog/giochi-per-bambini-di-8-anni/

Libri per bambini dai 6 ai 12 anni

Libri per bambini dai 3 ai 6 anni, letture per crescere e fantasticare

Tra i libri per bambini dai 6 ai 12 anni del momento ci sono letture dedicate alla storia, alla gentilezza, ai grandi personaggi.

Invogliare i bambini alla lettura? Non è una missione così impossibile.

Le buone abitudini prese in famiglia, i giri nelle biblioteche, le serate trascorse sfogliando pagine in autonomia (se il bambino o il ragazzo sa già leggere) o con mamma e papà, contribuiscono a creare la passione per leggere.

I libri di Gianni Rodari ma anche i titoli per bimbi piccoli, ragazzini e adolescenti aiutano a creare mondi di finzione, a stimolare la creatività, ad accendere la fantasia. Spaziare con i temi poi aiuta i piccoli lettori ad approfondire curiosità che hanno già esplorato a scuola. 

Abbiamo selezionato alcuni titoli di libri per bambini dai 6 ai 12 anni da avere assolutamente nella biblioteca domestica. Sono perfetti come dono di compleanno, come regalo di Natale, per la Befana o come premio per un buon voto a scuola.

Libri per bambini dai 6 ai 12 anni: tanti titoli per imparare e crescere

Enola Holmes è la sorellina minore di Sherlock, l'investigatore. Vuole scoprire il mistero della scomparsa di sua mamma e si dà da fare con ogni mezzo per farcela.

In un mondo governato dagli uomini, Enola è un bellissimo esempio di empowerment al femminile, da sfogliare sia con i bambini che con le bambine.

C'è anche il film su Netflix per completare la lettura e la versione fumetto che, con disegni e frasi semplici, porta dentro la vita di questa eroina e conquista.

Età dei libri: 12+

Età del fumetto: 8+

Si compra in versione e-book o cartacea sul Mondadori Store

La famiglia Flurry (14,99 euro)

Un libro metà da colorare, metà da ascoltare (o leggere). Le illustrazioni sono di Alessia Pizzoccheri, che ha pubblicato il libro in modo indipendente.

Gesti, emozioni, piccoli atti di gentilezza sono il cuore di questo progetto illustrato che in realtà è perfetto anche per bambini piccoli (dai 3 anni, accompagnati da genitori) e trova la sua massima espressione tra le mani di quelli più grandi, tra i 4 e 6 anni.

Età: dai 4 ai 6 anni

Si compra su Amazon

Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 donne migranti che hanno cambiato il mondo (Mondadori, 18,05 euro)

Un grande classico per chi ha amato la saga delle “bambine ribelli”, che torna in una nuova versione per raccontare le eroine nascoste tra chi, per mille motivi, lascia il proprio paese d'origine in cerca di pace e serenità. Dentro ci sono storie eclettiche: da Josephine Baker, ballerina e attivista, passando per Asma Khan, rinomata chef e Alice Guy, la prima regista della storia. Non manca neanche la popstar Rihanna.

Età: dai 7 ai 9 anni

Si compra sul Mondadori Store

Malala, la ragazza che voleva andare a scuola (DeA, 14,90 euro)

L'incredibile storia di Malala, raccontata dalla giornalista brasiliana che l'ha incontrata in Pakistan, poco dopo l'attentato alla sua vita. Un libro per credere nei propri sogni, per sviluppare l'autostima, per sognare senza perdere di vista se stessi e i grandi ideali.

Età: 8+

Si compra sul Mondadori Store

Il nuovo, attesissimo libro fantasy di J.K.Rowling farà la felicità di tutti i bambini già appassionati della saga di Harry Potter. Questa storia non ha il maghetto come protagonista, ma due amici che cercano di scoprire i misteri dell'Ikabog, temibile mostro leggendario (o forse no?) che spaventa da decenni i bimbi del regno di Cornucopia.

Età: 6+

Si compra su Amazon

Tu puoi salvare il mondo (Salani Editore, 16 euro)

Parlare di cambiamento climatico, inquinamento ed ecologia non è mai troppo tardi. E questo libro apre un bel dibattito sui grandi temi per insegnare ai piccoli, già dalle scuole elementari, l'importanza di volere bene al pianeta.

Età: 7 +

Si compra sul Mondadori Store

Quante scosse questa Terra! (Nord-Sud, 17,95 euro)

Avvicinare i bambini alla scienza è importante, non solo in ambito scolastico. Quesot libro illustrato in modo semplice e divertente racconta le grandi “scosse” e i fenomeni più d'impatto del pianeta, per invogliarli a scoprire il perché delle cose, divertendosi.

Età: 7+

Si compra sul Mondadori Store

Un libro pieno di avventure ed esperienze da vivere da soli, con gli amici, con mamma e papà, con i fratelli. Alcune si fanno in casa, altre all'aria aperta. Una bella idea regalo soprattutto in tempi di lockdown.

Età: 6 +

Si compra sul Mondadori Store

Il viaggio dei sapiens (DeA, 14,90 euro)

Avvicinare i piccoli alla storia dell'uomo, sin dalle sue origini, è davvero facile con questo albo illustrato, pieno di curiosità sui sapiens.

Età: 7+

Si compra sul Mondadori Store

Источник: https://www.nostrofiglio.it/bambino/tempo-libero/libri-per-bambini-dai-6-ai-12-anni

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: