Letture per neo genitori: “Il bambino è competente”

Migliori libri per mamme

Letture per neo genitori: “Il bambino è competente”
PinterestLinkedInWhatsApp

Quali sono i migliori libri per mamme? Un libro è un ottima idea regalo sia se vuoi regalarlo ad un’amica che sta diventando mamma sia se vuoi farti un regalo speciale prima di affrontare la maternità. No, diventare madre non è facile e quindi un aiuto come un libro sulla maternità è qualcosa di semplice ma anche un eccezionale aiuto per avere le risposte che una futura mamma cerca.

Quante emozioni diverse tra di loro attraversano la mente di una mamma quando ancora il suo piccolino è nella sua pancia? Probabilmente dalla notte dai tempi non c’è stata donna che di fronte all’impatto con tanta bellezza, incanto, mistero e responsabilità non si sia sentita vacillare, anche solo per un attimo.

Ricordati sempre che ogni bimbo è un piccolo essere con le sue propensioni e le sue specifiche inclinazioni personali, ciononostante possiamo comunque dire che tutti i neonati hanno una serie di cose in comune.

Infatti tutti i piccoli appena nati trascorrono molte ore ogni giorno a dormire, nutrirsi con il latte materno o artificiale e fanno i loro bisogni quindi le loro mamme devono cambiare il pannolino tante volte al giorno.

I neonati aprono ogni giorno i loro occhioni e osservano la realtà che li circonda con meraviglia. I bisogni dei neonati possono essere riassunti così: nutrimento, esigenza di amore materno e serenità.

 I neonati vengono al mondo senza libretto di istruzioni e non sempre tutto è chiaro, certe volte diventare una brava mamma è solo l’arrivo di un grande percorso fatto di continue scoperte e amore incondizionato.

Ci sono domande a cui tutte le mamme cercano risposte e quesiti che certe volte diventano davvero impellenti, soprattutto in uno stato di esplosione ormonale come la gravidanza. Non siamo qui per imporre niente a nessuna donna o futura mamma.

Non vogliamo dirvi che un libro avrà la verità sacrosanta e soprattutto non vogliamo darvi alcun principio dall’alto, perchè non esistono mai certezze quando si parla di bambini.

L’unica cosa di cui si ha davvero bisogno è uno spunto costante di riflessione e un supporto emotivo a tutti i dubbi che naturalmente assillano la mente di una neo mamma.

Il linguaggio segreto dei neonati

Di Tracy Hogg

Ideatrice del metodo E.A.S.Y., è stata definita anche la donna che sussurrava ai bambini. Questo libro inizia con l’esperienza personale dell’autrice da ostetrica e puericultrice, ma soprattutto da donna che ama osservare e porsi delle domande sul mondo e sulla sua natura.

 Tracy Hogg ha identificato e descritto un metodo naturale che si basa sul grande principio secondo cui i neonati hanno bisogno di comprensione e rispetto.

Una mamma deve capire e realizzare il modo migliore per guidarli nel primo meraviglioso anno di vita verso l’acquisizione delle proprie autonomie e innate capacità.

I problemi di cui si parla nel libro della Hogg sono esattamente tutti quei classici momenti di crisi dei primi mesi: il piccolo che non vuole dormire, mangia troppo o troppo poco, quali sono le misure da adottare per uscire, i primi approcci al gioco, le tante necessità della neomamma che non è solo mamma ma anche donna, moglie, lavoratrice, di trovare sempre tempo e spazio a prescindere da quello del bambino.

Hogg afferma che osservare il bambino appena nato e conoscere i suoi bisogni primari rappresenta un aiuto importantissimo per edificare in modo valido e naturale una sorta di abitudine quotidiana composta da singole azioni che si ripetono e che, in questo modo, tranquillizzano il bambino, lo aiutano ad acquisire fiducia in se stesso e in chi gli sta intorno, facilitando i genitori nel loro compito. Questo libro è sicuramente pieno di consigli che possono essere apprezzati o meno, basti pensare che l’autrice ha trovato moltissimi detrattori. Soprattutto tra coloro che sostengono l’allattamento al seno a richiesta, il co-sleeping ecc. Tuttavia il testo dona alle mamme e soprattutto a le donne che diventano mamma per la prima volta tantissime riflessioni e risposte a domande importanti dando il via ad una visione nuova su tutto quello che riguarda i bisogni dei genitori moderni e dei loro piccoli umani.

I no che aiutano a crescere

Di Asha Phillips

Questo libro è stato pensato come aiuto sociale contro il fenomeno dilagante dei bambini onnipotenti e tirannici, quei piccoli che diventano i peggiori nemici di sé stessi e che poi alla fine hanno solo bisogno di una mamma o di un papà che imponga loro regole chiare, rifiuti e tanti no.

Il libro della Phillips è un aiuto valido per i tanti genitori troppo sicuri che amare un figlio voglia dire in primis dare sempre tutto, a prescindere. Ecco finalmente un libro da leggere per rendersi conto dei gravi errori che si stanno compiendo in casa.

La domanda è semplice: e se volere bene al proprio bambino significasse prima di ogni altra cosa creare per lui o per lei una situazione di realtà, di vero interfacciarsi con il prossimo mettendoli quindi a contatto con un mondo fatto di piccole grandi frustrazioni? Se amare un bambino volesse dire indicargli una strada delimitata da paletti all’interno dei quale camminare diritto e forte? Se l’affetto si manifestasse soprattutto con un divieto? Se i no, e proprio i no, aiutassero a crescere?

Questa l’ipotesi e questa la tesi del libro. Un libro che non limiti e che è dedicato ai genitori di tutte le età e ceti sociali. Perché pretendere, richiedere, cercare di attirare su di sé l’attenzione è il lavoro primario e legittimo dei figli. Il libro è una chiara risposta per andare al di là del timore della reazione e dello scompenso per un no di troppo.

Il bambino è competente

Di Jesper Juul

Per tutte le neo-mamme e i neopapà che vogliono immergersi in una scrupolosa osservazione del piccolo, un viaggio attento tra le sue abitudini per comprendere davvero le ragioni che lo portano a comportarsi in un modo piuttosto che in un altro.

Quel che però è davvero interessante è la conclusione finale di una tesi che non può che risultare squisitamente innovativa e che arriva diretta fino a stravolgere la maggior parte dei complessi canoni pedagogici classici.

Secondo Juul ogni bambino nasce con un vasto insieme di conoscenze innate, competenze, inclinazioni autonome e capacità naturali.

Ecco dunque il consiglio più grande per ogni mamma: comportarsi come se il bambino fosse una tabula rasa non lo aiuta, ma lo riempie di contenuti che magari non sono adatti al suo essere o lo distrae da quelle che sono le sue naturali inclinazioni, indicazioni, norme, regole morali.

Si rischia di mettere in grave pericolo la sua naturale capacità di comprensione del mondo e di se stesso. Compito dei genitori, invece, dovrebbe essere quello di incoraggiare le inclinazioni innate del piccolo andando ad agire laddove esistono già delle predisposizioni comportamentali.

È solo così che si può sviluppare una sana relazione figlio-genitore grazie ad un rapporto elastico, oggettivo fatto su misura per la dimensione del piccolo.

Un libro che è qualcosa di più di un buon libro per donne in stato interessante. Si tratta di qualcosa che va al di là dei soliti manuali e che fornisce con delicatezza dei suggerimenti in modo chiaro e facile da comprendere per ogni donna. Ma non solo, in questo modo la lettrice con la pancina potrà approfondire anche l’aspetto emotivo in tutta sicurezza.

Urlare non serve a nulla

Di Daniele Novara

Questo libro è proprio quello che serve in questa epoca moderna dove ogni giorno sono tantissime le madri e i padri che purtroppo cadono in uno stato di vera e propria esasperazione a causa di una completa incapacità a scovare e realizzare tattiche comunicative differenti con i propri figli.

Il risultato è che ci si ritrova poi a urlare e a concludere ogni rapporto genitore-figlio con un urlo che distrugge il dialogo e la comunicazione.

Stop allo scambio di idee e di visioni, si arriva persino a perdere il cosiddetto scontro e ci si ritrova senza armi logiche a supporto delle proprie ragioni educative e formative.

Daniele Novara affronta l’argomento nel dettaglio regalando grandi consigli e importanti strumenti per una migliore consapevolezza nella crescita ed educazione dei propri bambini e anche dei figli che sono cresciuti con consigli su come interfacciarmi con un adolescente in modo costruttivo e positivo.

PinterestLinkedInWhatsApp

Источник: https://www.mammastobene.com/migliori-libri-per-mamme/

15 libri per genitori da leggere assolutamente

Letture per neo genitori: “Il bambino è competente”

Di libri per genitori ce ne sono davvero tantissimi e io negli ultimi tre anni ne ho letti abbastanza da poter stilare una mia classifica personale che spero potrà essere utile anche a qualcuno tra di voi.

All’interno troverete le letture che mi hanno lasciato qualcosa, che mi hanno accompagnato nel viaggio di scoperta della maternità, fino a capire quale fosse la linea genitoriale a me più affine.

Una linea fatta di ascolto, di fatica, di errori, di crolli e risalite, sempre però guidata dall’idea che un’educazione dolce e un approccio di un certo tipo siano capaci di portare grandi benefici a tutta la famiglia.

Con questi libri ho imparato ad ascoltare me come mamma e il mio bambino, le nostre necessità ed i nostri tempi.

Ho provato a verbalizzare sempre quello che lui non riusciva ad esprimere, a seguire i suoi e i miei ritmi, a non farmi condizionare dai giudizi e i consigli non richiesti.

Ho imparato, e la prova sul campo mi ha dato ragione, che ogni bimbo è un mondo a sé e nessun libro potrà insegnarti come portare avanti l’incredibile avventura della genitorialità, ma potrà esserti di supporto nel farlo con maggiore serenità.

Se siete neogenitori e state attraversando un momento di crescita dei vostri bambini e siete in crisi tra svezzamento, capricci e problemi di sonno, non vi assicuro che questi titoli scioglieranno tutti i vostri dubbi ma sicuramente vi accompagneranno verso una maggiore consapevolezza e soprattutto, cosa per me importantissima, non vi faranno sentire soli nell’affrontare determinati momenti di crisi e stanchezza.

Venire al mondo, dare alla luce

Il titolo di questo libro prosegue con “Percorsi di vita attraverso la nascita” ed è proprio questo il senso di queste pagine, quello di accompagnare la futura mamma verso una maggiore consapevolezza del valore emozionale ed iniziatico del parto. Un aspetto spesso sottovalutato e invece di fondamentale importanza sia per il bambino che sta per nascere, sia per la mamma che sta per darlo alla luce.

Un libro che parla al cuore e alla pancia, che sposta l’attenzione dal parto ospedalizzato all’essenza stessa della nascita, in cui sono coinvolti una donna che si prepara a diventare madre e un bambino che è già persona con un corredo di emozioni tutto da conoscere.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Nascita di una madre

Un libro che affronta i mille aspetti psicologici della maternità e di argomenti ad essa strettamente correlati come paternità, prematurità e adozioni.

Un’opera che analizza l’intenso rapporto tra la mamma e il suo bambino, il senso di responsabilità del quale la donna si sente caricata, le emozioni contrastanti che vive, avvalorando il tutto con analisi e testimonianze di esperienza dirette.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Mi è nato un papà

Un libro che parla ai papà e può accompagnare le mamme verso una nuova consapevolezza del ruolo paterno e dei sentimenti che entrano in gioco quando la famiglia si allarga.

Andando avanti con la lettura ci si immerge nelle dinamiche di coppia che inevitabilmente con la gravidanza prima e la nascita del bambino poi, vedono scombinare tutti gli equilibri raggiunti.

Il testo accompagna i papà dal concepimento fino al primo anno di vita del bambino, con approfondimenti e schede informative, alternando così narrazione piacevole a contenuti scientifici di valore.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Il linguaggio segreto dei nenonati (e dei bambini)

Il libro di Tracy Hogg è forse uno dei più inseriti nelle liste dei libri per genitori assolutamente da leggere; anche io ho scelto di leggerlo e anche io ho colto alcuni passaggi significativi ed utili che mi hanno aiutato a leggere alcuni comportamenti di Gabriele e alcune reazioni miei.

La Hogg nei suoi due libri illustra un metodo ben preciso per gestire la giornata dei neonati e dei bambini, per vivere con serenità tutte le tappe più importanti della loro crescita, dai primi giorni all’inserimento all’asilo.

Due testi controversi, per alcuni tratti molto lontani dal mio approccio alla genitorialità e fuorvianti per alcuni temi a me cari come l’allattamento, ma che sento comunque di voler consigliare per avere una panoramica generale del programma elaborato negli anni dall’autrice.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Io mi svezzo da solo

Un viaggio tra svezzamento e alimentazione nei primi anni di vita del bambino nel quale il dottor Piermarini smonta tutte le convinzioni in tema di svezzamento, baby food e falsi miti per accompagnare i genitori verso una maggiore consapevolezza del comportamento alimentare dei più piccoli. Niente ricette, no agli omogeneizzati e agli schemi di introduzione dei cibi: via libera invece ad un’alimentazione migliore, priva di conflitti, di ansie e aspettative.

Il bambino diventa davvero protagonista del suo svezzamento, iniziando fin da subito ad instaurare un rapporto sano e piacevole con ciò che c’è in tavola.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Facili da amare difficili da educare

Da genitori può capitare di non riuscire più a sopportare determinati comportamenti del bambino e allo stesso tempo di non accettare il modo in cui ad essi reagiamo.

Passiamo il tempo a capire cosa fare perché i bambini facciano ciò che vogliamo o smettano di comportarsi in un determinato modo che non ci piace. Il risultato è spesso un conflitto senza fine che non porta nessun miglioramento nella vita familiare.

Questo libro ribalta la situazione e ci insegna che il primo passo da fare è lavorare su noi stessi, e imparare l’autodisciplina e l’autocontrollo, per modificare per primi il nostro comportamento e attuare un nuovo modello educativo diventando una “guida amorevole” per i nostri figli.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

I cuccioli non dormono da soli

Un libro che accompagna i genitori in un viaggio alla scoperta dell’argomento scottante del sonno del bambino, sfatando una serie di pregiudizi radicati nella nostra cultura.

La dottoressa Bortolotti ci spiega che non c’è nulla di anormale nei risvegli notturni continui dei bambini, nel loro bisogno di contatto estremo, che non c’è una regola valida per tutti, che i bambini non si adattano tutti allo stesso modo ai ritmi della famiglia, che non esistono regole universali per far addormentare i bambini ma che dobbiamo trovare quello che fa bene a lui e a tutta la famiglia.

Il linguaggio segreto dei neonati (e il linguaggio segreto dei bambini)

Un libro (anzi due) molto famoso ma con il quale non sempre mi sono sentita in accordo e che, nonostante ciò, cito comunque per alcuni passaggi secondo me interessanti.

L’autrice risponde alle domande che ogni genitore si pone insegnando ad interpretare il linguaggio dei neonati (e dei bambini) e a distinguere i diversi tipi di pianto e i movimenti del corpo.

Nel libro, attraverso esempi pratici e testimonianze, vengono trattati argomenti come l’allattamento, il bagnetto, il sonno e l’alimentazione dei più piccoli, così da fornire un metodo di approccio ai neogenitori.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Invece di dire, prova a dire

A chi non è capitato di rimproverare il proprio figlio e pentirsi subito dopo delle parole dette? O al contrario quante volte ci siamo sentiti frustrati perché non siamo riusciti a trovare le parole giuste per affrontare una paura o una crisi del bambino?

Un libro super pratico che ci consiglia come affrontare i capricci, gestire le lamentele, e impostare un linguaggio educativo che parli ai più piccoli con fermezza ma soprattutto con amore.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Il cervello del bambino spiegato ai genitori

L’autore del libro sottolinea quanto sia importante stimolare il cervello dei bambini nei primi anni di vita, standogli vicino e aiutandolo con giochi ed attività nello sviluppo delle capacità cognitive ed emotive.

Nel testo troviamo una serie di esempi pratici e consigli preziosi da applicare nella quotidianità di ogni giorno per coltivare l’intelligenza emotiva e razionale dei più piccoli e per instaurare un rapporto di valore tra genitori e figli.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Intelligenza emotiva per un figlio. Una guida per i genitori

L’intelligenza emotiva di cui si parla nel libro precedente diventa qui protagonista assoluta e i genitori rivestono il ruolo di “allenatori emotivi” dei propri figli, sviluppando in loro doti importanti come l’empatia e l’attenzione ai rapporti con l’altro.

L’autore ci guida attraverso le fasi cruciali dello sviluppo di bambini e ragazzi, fornendo esempi pratici e indicazioni per crescere figli forti, sicuri e soprattutto felici.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Amarli senza se e senza ma. Dalla logica dei premi e delle punizioni a quella dell’amore e della ragione

Crescere un figlio non è un gioco da ragazzi! Diventare genitori è un esame costante sulle capacità di affrontare disordine e imprevedibilità, un ruolo per cui non ci si può preparare davvero.

Una delle difficoltà maggiori è la tentazione di domare l’atteggiamento di opposizione dei figli alle nostre richieste, rischiando di trasformarli in burattini addomesticati o, al contrario, di provocare danni approvando tutto ciò che dicono e fanno.

Allora, come farsi obbedire dai propri figli? Sistemi educativi quali punizioni, castighi, premi e altre forme di controllo inducono i nostri figli a credere di essere amati solo se ci compiacciono o ci colpiscono in modo favorevole.

Nel suo libro Alfie Kohn si allontana dai messaggi veicolati da certi metodi convenzionali e ribalta la prospettiva, chiedendosi quali siano i bisogni dei nostri figli e come possiamo soddisfarli.

L’autore suggerisce una serie di idee per allontanarsi da metodi abituali che prevedono l’imposizione di qualcosa ai bambini, per approcciarsi a modalità che portino invece alla collaborazione con loro.

Amarli senza se e senza ma risponde a una domanda cruciale: le nostre azioni quotidiane possono contribuire a rendere nostro figlio l’adulto che vorremmo? Consigli utili affinché il bambino possa aspirare a diventare un adulto sano, responsabile ma allo stesso tempo sensibile e premuroso. Un libro per diventare a tutti gli effetti genitori senza se e senza ma, poiché uno dei bisogni fondamentali del bambino è proprio essere amato in maniera incondizionata ed essere accettato anche quando combina guai o fallisce: in sintesi, essere amato per quello che è e non per quello che fa.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Come parlare perché i bambini ti ascoltino & come ascoltare perché ti parlino

Un libro facile da leggere, pieno di vignette, grafici, schemi ed esempi pratici, per gestire la vita quotidiana, tra conflitti e fasi di crescita.

Le autrici ci indicano così la strada migliore per gestire la rabbia, stabilire regole, educare senza punire, risolvere conflitti e costruire un rapporto di fiducia e valore con il bambino.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

I bambini non fanno mai i capricci

Siamo abituati a etichettare come capricci tutte le manifestazioni dei bambini che vanno contro le regole di senso comune: ecco quindi che un bambino che non vuole mangiare, non ha voglia di vestirsi e uscire o di andare a letto a una determinata ora diventa un bambino capriccioso e fine della storia.

Dietro un pianto inconsolabile ci possono essere una paura che il bambino non riesce ad esprimere, un dolore non meglio identificato, un nervosismo dovuto ad una situazione di tensione familiare e via dicendo; tutte motivazioni che meritano di essere indagate e considerare per sapere intervenire in maniera ferma ma amorevole.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Bebè a costo zero. Guida al consumo critico per accogliere e accudire al meglio il nostro bambino

Cosa serve davvero ad un bambino e cosa invece è frutto di mode del momento? Quante cose inutili ci sono in una lista nascita tipo?

Questo libro ci guida nel mondo dei prodotti per l’infanzia, per scoprire cosa può davvero essere utile durante la gravidanza e nei primi anni di vita del bambino, mostrandoci che non tutto ciò che la pubblicità mostra come indispensabile in realtà serve davvero in casa.

Non mancano testimonianze di esperti e genitori e una serie di consigli pratici per evitare inutili spese e scegliere invece un sano minimalismo capace di favorire un sereno sviluppo psico-fisico dei più piccoli.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su “Accetta” nel banner”

Travel e social addicted. Scrivo per passione ancor prima che per lavoro. Osservo, scatto, assaggio, mi perdo. Da qui inizia un nuovo viaggio, dalla carta al web, passando attraverso colori, sensazioni, profumi e scatti fotografici.

Источник: https://www.viaggideltaccuino.it/15-libri-per-genitori-da-leggere-assolutamente/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: