In gravidanza mangi cibo spazzatura? Anche tuo figlio lo mangerà

Contents
  1. Cibo spazzatura in gravidanza, rischi
  2. Cosa non mangiare in gravidanza
  3. Alimenti sani in gravidanza
  4. Cosa mangiare in gravidanza
  5. Alimentazione in gravidanza
  6. COSA MANGIARE IN GRAVIDANZA? Tutto sulla salute della mamma e del bambino
  7. In gravidanza gettiamo le basi per quella che sarà la salute del nostro bambino
  8. I CARBOIDRATI
  9. LE PROTEINE
  10. I GRASSI
  11. I FABBISOGNI IN MICRONUTRIENTI
  12. NO AL CIBO SPAZZATURA!
  13. Il consiglio in più: controllare il peso corporeo
  14. Quando Iniziano Le Voglie Di Cibo In Gravidanza E Cosa Indicano?
  15. Cosa Significano Le Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza?
  16. Che Cosa Causa Le Voglie Di Gravidanza?
  17. È Normale Non Avere Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza?
  18. Quando Iniziano Le Voglie Di Gravidanza?
  19. Quanto Durano Le Voglie Di Gravidanza?
  20. Voglie Di Gravidanza Comuni:
  21. 1. Cibi Salati:
  22. 2. Voglie Dolci:
  23. 3. Cibi Piccanti E Caldi:
  24. 4. Combinazioni Uniche E Strane Che Desiderano:
  25. 5. Voglie Di Cibi Citrici:
  26. 6. Brama Di Cibi Non Alimentari:
  27. 7. Voglie Malsane:
  28. 8. Voglie Salutari:
  29. Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza E Previsione Di Genere:
  30. Dolci e ragazze:
  31. Salato, acido e ragazzi:
  32. Prendere in considerazione:
  33. Come Controllare Le Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza?
  34. Voglie Di Gravidanza E Rischi Associati Per Madre E Bambino:
  35. Voglia di prodotti non alimentari (Pica)
  36. Voglia di cibi ipercalorici
  37. Cosa mangiare in gravidanza
  38. Cosa mangiare in gravidanza: la dieta
  39. Cosa mangiare in gravidanza nei primi mesi
  40. Cosa mangiare in gravidanza per non ingrassare
  41. Cosa mangiare in gravidanza: la toxoplasmosi
  42. Schema dell'alimentazione in gravidanza
  43. Fonti

Cibo spazzatura in gravidanza, rischi

In gravidanza mangi cibo spazzatura? Anche tuo figlio lo mangerà

In gravidanza è molto importante seguire una alimentazione sana ed evitare il più possibile il cosiddetto cibo spazzatura, per garantire una crescita sana al nostro bambino

Durante la gravidanza è molto importante seguire una sana alimentazione, sia per noi stesse, in modo da non aumentare troppo di peso durante i nove mesi, che per il nostro bambino, che così potrà crescere regolarmente.

Ed è importante anche per non trasmettere cattive abitudini alimentari al bambino.

Pare infatti che le mamme che mangiano il cosiddetto “cibo spazzatura” in gravidanza, riescano a passare questa voglia ai bambini, che, quando saranno più grandi, inizieranno a chiedere tutti quei cibi non proprio salutari.

Uno studio della School of Agriculture Food and Wine dell'Università di Adelaide, in Australia, dimostrava infatti che la voglia di cibo spazzatura è direttamente proporzionata a quello che ogni mamma ha mangiato durante la gravidanza. Quindi più mangiate schifezze nei 9 mesi e può vostro figlio o vostra figlia avrà voglia di mangiarne appena sarà in grado di chiederle.

In generale comunque, durante la gravidanza, sarebbe meglio evitare il cibo spazzatura per l'alto contenuto di grassi e di zucchero, che poi passano al bambino attraverso il cordone ombelicale.

Il bambino potrebbe infatti sviluppare una sorta di dipendenza dallo zucchero e dai grassi, che potrà venire fuori già dai primi anni di vita.

Inoltre gli alti livelli di zucchero nel sangue possono influenzare i percorsi cerebrali fetali ed alterare le preferenze alimentari.

Cosa non mangiare in gravidanza

C'è chi vi dirà che in gravidanza si può mangiare di tutto o che dovete mangiare per due per far crescere il bambino. Non è così. Non c'è assolutamente bisogno di mangiare di più.

E bisogna anche fare attenzione ad alcune cose per quello che si mangia. Ovviamente la prima regola è quella di seguire un regime alimentare sano ed equilibrato.

Meglio evitare i cibi troppo calorici oppure quelli troppo grassi o dolci.

Se si hanno problemi di glicemia, anche se non si è sviluppato il diabete gestazionale, bisogna fare attenzione e non esagerare col pane o con la pasta. Anche la pizza bisognerebbe evitarla, perché fa salire molto la glicemia. Stesso discorso per i dolci: meglio non abusarne.

Se dalle analisi non si risulta immuni alla toxoplasmosi, allora non si deve mangiare la carne cruda. Vietati anche gli affettati (gli unici affettati permessi sono il prosciutto cotto e la mortadella).

E bisogna fare attenzione alle verdure crude e alla frutta, che devono essere lavati accuratamente, prima di essere mangiati.

Altri alimenti da evitare sono le uova crude o poco cotte, perché si rischia di contrarre la salmonella.

Il latte non pastorizzato, che può causare l'Escherichia coli (per consumarlo in questo caso è bene farlo bollire).

Il pesce crudo ed i frutti di mare, che possono causare numerosi problemi per l'infezione da Listeria monocytogenes. Inoltre meglio evitare gli alcolici di ogni tipo per evitare rischi inutili nella crescita del bambino.

Alimenti sani in gravidanza

L'alimentazione in gravidanza deve essere equilibrata. E la cosa più importante è che sia sana.

Per questo bisogna cercare di mangiare un po' di tutto durante il giorno, sempre seguendo un adeguato regime alimentare.

Durante la gravidanza bisogna assumere regolarmente proteine, carboidrati, verdure, grassi, acqua, vitamine e minerali. Tutte sostanze che possiamo prendere quotidianamente dagli alimenti che mangiano, senza esagerare.

Ricordatevi di prediligere sempre i cibi sani. Le proteine, ad esempio, si possono assumere dalla carne (meglio se magra), il pesce, le uova, i legumi ed i latticini.

La verdura deve essere assunta ogni giorno. Se si hanno problemi con la glicemia, meglio prediligere le verdure a foglia larga e verde.

E non dimenticatevi di bere: l'acqua è fondamentale durante i 9 mesi e bisognerebbe berne almeno 2/3 litri al giorno.

Cosa mangiare in gravidanza

Se non avete problemi di peso, durante la gravidanza potete continuare a seguire una normale alimentazione, facendo attenzione a tutti quegli alimenti che sarebbe meglio evitare.

Se invece partite da un sovrappeso, sarà invece utile seguire una dieta per evitare di prendere troppo peso e rischiare complicazioni. Ovviamente la giusta dieta da seguire in gravidanza deve essere data da un medico e non fatta seguendo consigli delle amiche o diete trovate online.

Spesso è lo stesso ginecologo che dà le giuste indicazioni sulla dieta da seguire. Altrimenti può essere utile rivolgersi a un nutrizionista o un dietologo.

In generale bisognerebbe assumere almeno di porzioni da 125 gr di latte e yogurt al giorno, per assumere la giusta quantità di calcio.

In ogni pasto ci deve essere una fonte di carboidrati (più ridotta se si hanno problemi di glicemia): pane, pasta, riso, cereali, biscotti secchi o fette biscottate.

Le proteine non devono mancare, sia a pranzo che a cena, alternando i vari alimenti (carni magre, pesce bianco e azzurro, uova, prosciutto cotto, formaggi e legumi).

Ogni giorno è bene assumere circa 300 gr di verdure, scegliendo tra verdure crude e cotte, che ci permettono di assumere l'acido folico. Ricordatevi però di non esagerare con il condimento (soprattutto olio e sale). Per quanto riguarda la frutta, il consiglio è di assumere ogni giorno circa 300/450 gr di frutta fresca e 15 gr di frutta secca.

Alimentazione in gravidanza

Dal momento in cui scopriamo di aspettare un bambino, dobbiamo renderci conto che dentro di noi c'è un piccolo esserino e dobbiamo nutrirlo nel migliore dei modi. Per questo, anche se dobbiamo rinunciare per qualche mese, a mangiare qualche alimento, non dobbiamo viverlo come un sacrificio, ma come un gesto d'amore nei confronti del nostro bambino.

Durante la gravidanza è importante fare 3 pasti principali (colazione, pranzo e cena) e almeno due spuntini durante la giornata. La colazione dovrebbe essere sempre ricca, in modo da darci la giusta carica per affrontare la giornata.

Al contrario la cena dovrebbe essere leggera, soprattutto perché con il procedere della gravidanza si potrebbero avere dei problemi di digestione ed è meglio andare a letto più leggeri, per riuscire a dormire più tranquillamente.

E fate sempre attenzione al peso, per non ingrassare troppo, perché un aumento esagerato di peso può causare complicazioni da non sottovalutare.

gpt inread-gravidanza-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/gravidanza/mangiare-in-gravidanza/in-gravidanza-mangi-cibo-spazzatura-anche-tuo-figlio-lo-mangera.html

COSA MANGIARE IN GRAVIDANZA? Tutto sulla salute della mamma e del bambino

In gravidanza mangi cibo spazzatura? Anche tuo figlio lo mangerà

Cosa devo mangiare ora che sono incinta?

Una sola domanda che racchiude in sé la ragione profonda per cui ho deciso di specializzarmi in questo ambito come professionista del settore alimentare. Oggi chiunque si erge a paladino della sana alimentazione, dandoci consigli a volte nemmeno richiesti. Ma quanto ne sappiamo veramente di alimentazione in gravidanza?

Le mamme si domandano come cambierà la loro alimentazione adesso che il loro corpo si prepara ad accogliere e creare la vita. Spesso però le risposte che si ottengono (in rete e persino dai propri medici) sono vaghe e non soddisfacenti.

Ma perché è così importante parlarne?

In gravidanza gettiamo le basi per quella che sarà la salute del nostro bambino

Molti studi oramai dimostrano come già durante la gravidanza la carenza di alcuni nutrienti, il peso corporeo materno, una dieta sbilanciata o ricca di sostanze tossiche, incidano negativamente sulla salute del bambino, ancora prima che venga al mondo.

Gli esempi che possiamo fare sono incredibili.

Pensate a tutti i bambini che potevano nascere perfettamente sani, e che invece nascono affetti da cretinismo endemico (per carenza di iodio, come spiego in questo articolo).

Oppure pensiamo alla spina bifida, una condizione molto diffusa negli anni passati dovuta alla carenza di acido folico (ne parlo in questo articolo) oggi per fortuna molto rara grazie all’integrazione di questo prezioso minerale prescritta dai ginecologi già dai primissimi mesi della gravidanza.

Ecco perché nessunamamma dovrebbe tralasciare il ruolo della dieta in gravidanza, al paridelle visite ginecologiche ed ecografiche, per intenderci.

Ma passiamo ora alle cose fondamentali da ricordare per la dieta in gravidanza.

I CARBOIDRATI

A volte le mie pazienti in gravidanza midicono:

La paura è lecita, ma la mia risposta èsempre:

Bisognerebbe un attimo riabilitare icarboidrati, soprattutto in gravidanza. Il fabbisogno di carboidrati ingravidanza dovrebbe rappresentare il 45-60% dell’energia giornaliera, ciò sucui si deve puntare è come sempre la qualità. Sì, dunque, a cibi integrali,come pasta e pane, cereali come farro, orzo etc, tuberi come patate e patatedolci.

Bisogna prestare invece molta attenzione agli zuccheri semplici e in generale agli alimenti troppo zuccherini, che vanno evitati.

LE PROTEINE

Guardatevi allo specchio. I muscoli, la struttura che vi tiene in piedi. Niente sarebbe come lo vedete se non fosse grazie alle proteine. Sono i mattoncini che costituiscono il nostro corpo e quindi anche quello del bambino che nascerà.

Ecco perché il loro fabbisogno in gravidanza aumenta! Una carenza proteica in gravidanza può determinare ritardi di crescita o arresto della crescita intrauterina. Ricordo quando una mia giovane amica, in lacrime, mi raccontò che il suo bambino non cresceva più bene (era intorno al sesto mese di gravidanza).

Il suo medico fu bravo a comprendere che la mia amica, vegetariana, non stava assumendo adeguatamente le proteine (parlo delle proteine in gravidanza in questo articolo)

Vuoi saperne di più sull’alimentazione in gravidanza? Iscriviti al nostro gruppo segreto su , dove ogni giorno, con altre mamme, parliamo di sana alimentazione.

I GRASSI

Per molto tempo sono andate dimoda le diete povere di grassi, ma è un errore. I grassi nella giusta quantità,sono amici della salute. Soprattutto in gravidanza. La qualità dei grassi assunticon la dieta è fondamentale per garantire il corretto sviluppo e la crescitadurante tutta l’età evolutiva, a partire dal periodo prenatale fino ai primimesi di vita1.

Certamente esistono grassi di qualità diversa (scopri tutto sui grassi in questo articolo!), e parlare dei benefici dei grassi non significa che si possa mangiare liberamente formaggi e patatine fritte.

In studio, quando parlo alle mie pazienti di quanto siano importanti i grassi nella dieta, mi chiedono se dunque potranno friggere le loro amate scaloppine del burro.

Ricordate: la qualità prima di tutto! In gravidanza più che mai si consiglia di limitare i grassi animali, cibi fritti, dolci e cibi industriali in cui ci sono notevoli quantità di oli e grassi di bassa qualità.

Bisogna favorire invece: olio extravergine di oliva, oli e semi di lino, noci e altra frutta oleosa, avocado, pesce.

In gravidanza infatti diventa importantissimo assumere omega tre (qui per scoprire cosa sono e cosa fanno!), importanti per la formazione di nuovi tessuti, coinvolti nello sviluppo del sistema nervoso, della retina etc. Pensate a cosa accadrebbe se una mamma seguisse diete troppo povere (o troppo ricche di grassi) in questo importante periodo della gravidanza. Ecco perché è importante conoscere come i cibi interagiscono con la nostra salute.

I FABBISOGNI IN MICRONUTRIENTI

Quando chiedo alle mie pazientise pensano di assumere abbastanza vitamine e Sali minerali, quasi sempre midicono . Purtroppoquesto non basta, bisogna conoscere cosa si mangia e cosa contiene! Imicronutrienti sono così preziosi che ne bastano piccolissime quantità perfarci stare benissimo: energici, giovani, dalla mente lucida.

In gravidanza più che in altrimomenti della vita, i fabbisogni di alcuni micronutrienti possono aumentare. Imicronutrienti più importanti in gravidanza (e persino prima della gravidanza,in fase di programmazione!) da tenere sempre sotto controllo sono:

Acido Folico. Pensate che si consiglia di assumere acido folico a cominciare da un mese prima del concepimento e fino a tre mesi dopo! (Parlo dell’acido folico qui!)

Ferro. In gravidanza può essere frequente la presenza di anemia, occorre tenere sotto controllo il valore del ferro e dell’emoglobina per evitare trasfusioni e complicanze al parto. A volte, in gravidanza, può essere necessaria una integrazione di ferro. Ne parlo in questo articolo!

Calcio. Il calcio è il minerale maggiormente presente nell’organismo umano, nel quale si trova per il 99% nello scheletro e nei denti. In gravidanza il calcio è fondamentale per lo sviluppo del bambino, e se la mamma non lo assume, sapete cosa succede? Viene sottratto calcio dallo scheletro materno. Scopri tutto sul calcio in gravidanza qui.

Vitamina D. La vitamina D è una preziosissima alleata in tutte le fasi della vita, non solo durante la gravidanza, vale sempre la pena monitorarla.

Iodio. Prezioso componente degli ormoni della tiroide. In gravidanza, la carenza di iodio può causare aborto, rischio di anomalie congenite e disturbi del neuro-sviluppo, come il cretinismo, o malattie tiroidee nel bambino. (Parlo dello iodio qui!)

Fibra. Molte donne in gravidanza soffrono di stitichezza, problematica molto fastidiosa che spesso fa sentire sgradevolmente gonfie. In questa fase il fabbisogno di fibra è di circa 28 gr die, il consiglio è che provengano da fonti come frutta fresca, ortaggi, cereali e cereali integrali.

Esistono diversi rimedi naturali per combattere la stitichezza: qui te ne propongo alcuni!

NO AL CIBO SPAZZATURA!

Non è vero che in gravidanza occorre mangiare per due, anzi. Il fabbisogno calorico aumenta relativamente poco nelle prime fasi della gravidanza, mentre risulta notevolmente superiore durante l’allattamento.

State lontane, quindi, dalle tentazioni: dolci, fritture, prodotti industriali possono essere consumati a piccole dosi, come per chiunque altro.

No anche all’alcol, ai cibi troppo raffinati, limitate il più possibile lo zucchero e riducete la caffeina.

Il consiglio in più: controllare il peso corporeo

Infine non dimenticate di monitorare il peso corporeo, perché può dirci molte cose sulla salute fetale e materna e, soprattutto, incide molto con il buon andamento del parto.

Parlo in questo articolo di quanti kg prendere e dell’importanza del peso corporeo in gravidanza.

Quello dell’alimentazione in gravidanza è un campoestremamente ampio e composito, ma importantissimo: siamo quello che mangiamo,è vero, ma soprattutto, quello che mangiamo saranno anche i nostri figli.

Ogni madre desidera proteggere i propri figli da ogni male dal primo giorno in cui vengono al mondo, ma perché non pensare al loro futuro e alla loro salute già dopo il concepimento?

Se vuoi iniziare il tuo percorso pensato al 100% per te, richiedi qui la tua dieta personalizzata per la gravidanza!

Dottoressa Deborah Fedele

Bibliografia

1(Koletzko B, et al. Perinatal Lipid IntakeWorking Group. Dietary fat intakes for pregnant and lactating women. Br J Nutr.2007; 98:873-7.

2Williamson CS. Nutrition in pregnancy.British Nutrition Foundation Nutrition Bulletin. 2006; 31: 28–59.

Источник: https://deborahfedele.it/cosa-mangiare-durante-la-gravidanza/

Quando Iniziano Le Voglie Di Cibo In Gravidanza E Cosa Indicano?

In gravidanza mangi cibo spazzatura? Anche tuo figlio lo mangerà

Formaggio spalmato sul pane? Sottaceti? O patatine direttamente dalla borsa? Nuovi gusti ogni giorno! Se sei incinta, è probabile che tu abbia voglie, che potresti non avere prima.

 Non solo hai voglia di un cibo in particolare, ma a volte vuoi anche provare alcune strane combinazioni di cibo.

 Qual è il motivo dietro a questi misteriosi gusti per il cibo? È sicuro o dannoso avere voglie di cibi specifici durante la gravidanza?

Facci capire tutto sulle voglie di cibo durante la gravidanza qui, in questo post su MomJunction.

Cosa Significano Le Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza?

L’impulso improvviso, irresistibile e intenso di mangiare qualcosa di specifico è indicato come desiderio di cibo. Questa sensazione diventa intensa durante la gravidanza a causa dei cambiamenti ormonali (1) . Quando una madre in attesa desidera ardentemente, queste voglie possono variare dalla fame di prelibatezze dolci a cibi piccanti, salati o acidi.

Tuttavia, le voglie durante la gravidanza non sono limitate ai soli alimenti. A volte, potresti anche desiderare prodotti non alimentari, come polvere, sporcizia, argilla o terra ecc.,  (2) . Potrebbe essere la pica, un tipo di desiderio causato da carenza di ferro o malnutrizione generale (3) .

Le voglie durante la gravidanza non sono nuove e sono note per essere più comuni durante il primo e il secondo trimestre.

Che Cosa Causa Le Voglie Di Gravidanza?

Gli studi hanno scoperto che circa l’84% delle donne incinte in tutto il mondo ha voglia di cibo. Quindi, cos’è esattamente che ti fa sentire tutti deboli nelle ginocchia per inchinarti alle tue voglie? Ebbene, l’eziologia esatta delle voglie è ancora sconosciuta. Tuttavia, ci sono molte altre cause teoriche.

  • Carenza nutrizionale: si ritiene che, in generale, le voglie di cibo siano il simbolo di una carenza alimentare (4) . Ciò significa che quando il tuo corpo manca di un particolare elemento nutritivo, si manifesta come un desiderio.
  • Cambiamenti ormonali durante la gravidanza: diversi esperti ritengono che le voglie di gravidanza potrebbero essere il risultato di cambiamenti ormonali. Gli ormoni, estrogeni e progesterone, potrebbero essere le possibili cause di questi impulsi irresistibili. Questi ormoni possono potenzialmente portare a cambiamenti nei recettori della lingua, sviluppando voglie e / o avversioni per gli alimenti (5) .
  • Aumento dell’olfatto e del gusto: si ritiene inoltre che le fluttuazioni ormonali tendano ad aumentare l’olfatto e il gusto nelle donne in gravidanza, il che potrebbe essere un altro fattore che contribuisce alla voglia di cibo (6) .
  • Fattori psicosociali: in alcuni casi, è stato visto che le donne incinte potrebbero anche sviluppare determinate voglie di cibo a causa di alcuni fattori psicosociali (7) . Uno studio di ricerca ha dimostrato che la voglia di riso è più comune in Giappone che negli Stati Uniti, dove il cibo più desiderato tra le donne incinte è il cioccolato.

È Normale Non Avere Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza?

È perfettamente normale non avere voglie di cibo durante la gravidanza. Le voglie di cibo possono alterare il tuo apporto alimentare e possono influire sui tuoi livelli nutrizionali generali. Quindi, affrontare le voglie con saggezza è la chiave per gestire la tua salute in modo efficace.

Se le voglie di determinati cibi sono forti, è consigliabile consultare il proprio medico. Questo può aiutarti a prendere decisioni informate e anche ad agire prontamente sulle voglie che possono indicare un problema di salute sottostante, come la carenza di zinco caratterizzata da un senso dell’olfatto e del gusto alterato (5) .

Quando Iniziano Le Voglie Di Gravidanza?

Le voglie iniziano nel primo trimestre, si intensificano nel secondo e poi iniziano a diminuire nel terzo. Tuttavia, questo potrebbe non essere lo stesso per ogni donna incinta.

 In alcuni casi, alcune voglie di cibo continuano anche dopo il parto e talvolta potresti finire per mangiare cose strane per tutta la vita.

 Potresti anche provare voglie alternate, dove la tua scelta di cibi cambia costantemente.

Quanto Durano Le Voglie Di Gravidanza?

Alcune donne hanno voglie durante la gravidanza, alcune avranno per un periodo limitato e alcune non le avranno affatto. A volte, desideri solo un giorno, una settimana o un mese. Tutto dipende dal tuo sistema corporeo e, talvolta, dall’ambiente circostante.

Voglie Di Gravidanza Comuni:

Dolci, cibi salati e piccanti e cibi acidi sono le voglie più comuni durante la gravidanza.

1. Cibi Salati:

Un’ipotetica convinzione dice che se hai un basso livello di sodio nella tua dieta, potresti desiderare cibo salato e piccante durante la gravidanza.

 Diverse ricerche mostrano che ripetuti attacchi di deplezione di sodio potrebbero portare ad un aumento dell’assunzione di sodio (8) .

 Questa sembra essere una causa ed effetto plausibile poiché il volume del sangue aumenta durante la gravidanza (9) . Questo cambiamento richiede una corretta gestione dell’assunzione di sodio e potassio.

Alcuni degli alimenti che potresti desiderare in gravidanza sono patatine fritte, popcorn, salse diverse, noci miste e offerte di pollo con sale extra aggiunto.

2. Voglie Dolci:

Una donna incinta che desidera lo zucchero molto probabilmente mostrerà affinità con il cioccolato, gli zuccheri del gelato, i dolci zuccherati e le ciambelle.

 Uno studio di ricerca ha dimostrato che le donne incinte con diabete gestazionale mostrano più simpatia per i dolci rispetto alle madri senza diabete gestazionale.

 Questa preferenza verso i cibi dolci è legata all’aumento e alla diminuzione seriale degli ormoni della gravidanza (10) . Tuttavia, gli studi di ricerca a sostegno di questo ragionamento sono limitati.

3. Cibi Piccanti E Caldi:

Sebbene non sia popolare come le voglie dolci e salate, anche il cibo piccante è nell’elenco delle voglie. Potresti desiderare ali calde, curry e peperoni rossi. Alcuni racconti di vecchie mogli dicono che le donne che trasportano ragazzi bramano cibi piccanti, mentre quelle che trasportano ragazze bramano cibi dolci come il cioccolato.

4. Combinazioni Uniche E Strane Che Desiderano:

A volte, le donne incinte bramano anche alcune strane combinazioni di cibo come marmite sul gelato, sottaceti con gelato, pan di spagna con salsa di pomodoro, uova fritte con salsa alla menta, sottaceti con burro di arachidi o tonno con banane. Queste voglie sono altamente individuali e possono / non possono essere collegate a qualsiasi cambiamento fisiologico specifico che si verifica durante la gravidanza.

5. Voglie Di Cibi Citrici:

Limone, lime, aceto e sottaceti sono alcune delle voglie di cibo citrico. Il desiderio di cibi a base di acido citrico potrebbe essere un segno di bassi livelli di acidi nello stomaco.

 Gli acidi dello stomaco aiutano a sterilizzare il cibo scomponendolo in proteine. Il desiderio di agrumi può indicare il fabbisogno del tuo corpo di alcune vitamine, come la vitamina C, contenute in questi alimenti (5) .

 Tuttavia, non ci sono studi di ricerca che supportano la convinzione.

6. Brama Di Cibi Non Alimentari:

Alcune donne bramano gli articoli non alimentari. L’atto patologico di mangiare prodotti non alimentari è chiamato PICA. A causa dell’insolito appetito, è considerata una malattia pericolosa che rappresenta un rischio considerevole per la madre in attesa e il feto (11) . La pica durante la gravidanza potrebbe indicare carenza di ferro o malnutrizione (12) .

7. Voglie Malsane:

Il desiderio di cibi malsani durante la gravidanza è spesso legato a fattori psicologici. Uno studio di ricerca condotto presso l’Università di Albany ha dimostrato che questi alimenti sono desiderati durante la gravidanza poiché altrimenti sono proibiti (13) . Alcuni esempi sono caffè, alcol, pizza, patatine, fast food e altro ancora.

8. Voglie Salutari:

Alcune donne possono desiderare cibi sani.

 Gli alimenti che desideri maggiormente sono frutta (mele, anguria, pere, uva), verdure (verdure a foglia verde, legumi, aglio), carne (carne rossa, carne macinata magra), frutti di mare (granchio, pesce), succhi (arancia, pompelmo ) e latticini (latte, yogurt, formaggio). Durante la gravidanza, dovresti provare a includere più di questi alimenti nella tua dieta.

Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza E Previsione Di Genere:

Come accennato in precedenza, le storie delle vecchie mogli relative alle voglie di cibo aiutano le persone a indovinare il sesso del bambino. Tuttavia, non esiste alcun supporto scientifico per questo. È tecnicamente impossibile prevedere il sesso analizzando le tue voglie.

Dolci e ragazze:

Se una mamma incinta desidera ardentemente i dolci, come cioccolatini, caramelle, biscotti, gelati e altri prodotti zuccherini, è probabile che abbia una ragazza. Tuttavia, non ci sono prove a sostegno di questo. Ci sono ancora possibilità che tu abbia un maschio.

Salato, acido e ragazzi:

Si ritiene che le voglie di cibo differiscano durante la gravidanza di un maschio.

 Si ritiene comunemente che se una madre in attesa desidera ardentemente cibi salati, acidi, speziati o ricchi di proteine, potrebbe portare con sé un maschio.

 A loro piace mangiare sottaceti, succhiare limoni o sgranocchiare carne, anche se prima non gli piaceva. Tuttavia, non ci sono prove scientifiche a sostegno di questo.

Prendere in considerazione:

È possibile prevedere correttamente il sesso del bambino solo sottoponendosi a test ecografici prenatali dopo la 20a settimana di gravidanza. Verifica le implicazioni legali legate alla previsione di genere nel tuo paese prima di pianificare di eseguire un test di previsione di genere.

Come Controllare Le Voglie Di Cibo Durante La Gravidanza?

Il trucco finale per superare le voglie di cibo è superarle in astuzia. I seguenti suggerimenti ti aiuteranno a gestire e controllare le voglie di cibo durante la gravidanza (14) (15) .

  1. Non saltare la colazione: inizia la giornata con una corretta alimentazione in modo da avere abbastanza energia e non avere più morsi della fame in seguito.
  2. Mangia a intervalli regolari: non aspettare i morsi della fame. Pianifica piccoli pasti a intervalli regolari durante il giorno in modo da non abbuffarti di cibi spazzatura. Mangia da quattro a sei piccoli pasti al giorno.
  3. Fare esercizio regolarmente: l’attività fisica rilassa il corpo rilasciando endorfine. Questo ti metterebbe di buon umore e controllerebbe i tuoi livelli ormonali. Questo è un modo sorprendente per sconfiggere quelle voglie e frenare anche il mangiare emotivo.
  4. Controlla le porzioni di cibo: se non riesci a combattere la voglia di mangiare, prova a controllare l’assunzione di porzioni. Scegli un piccolo piatto di snack invece di mangiare l’intero pacchetto. Se hai voglia di cioccolato durante la gravidanza, prendine un pezzo invece di abbuffarti dell’intera barretta.
  5. Scegli spuntini sani: acquista snack sani, come frutta secca, frutta e altre prelibatezze nutrienti e tienili a portata di mano. Se hai fame, è molto probabile che tu li raggiunga.
  6. Bere molta acqua e altri liquidi: bere molta acqua ti mantiene idratato. Un’assunzione sufficiente di acqua ti manterrà fresco e luminoso e controllerà anche le smagliature e, soprattutto, le voglie. Questo perché a volte confondiamo la sete con la fame e quindi tendiamo a mangiare troppo.

Cerca di bere almeno 12 bicchieri d’acqua al giorno. Nei giorni in cui desideri qualcosa di più della semplice acqua, puoi anche provare ad avere molti altri liquidi come zuppe e acqua di cocco fresca.

  1. Tieni lontano il cibo spazzatura: il modo migliore per stare alla larga dal cibo spazzatura è tenerlo lontano dalla tua portata. È meno probabile che tu li mangi se non sono disponibili a casa. Anche se sono disponibili, cambiare la loro posizione potrebbe avere un grande impatto. Ad esempio, puoi tenere tutti i tuoi cioccolatini, gelati e caramelle all’estremità posteriore dell’armadio del frigorifero invece di tenerli nella parte anteriore. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore!
  2. Prova nuove ricette: rendi ogni pasto delizioso ed eccitante provando nuove ricette. Più ti piace il tuo cibo, meno ti sentirai affamato.
  3. Alternative salutari: assicurati di sostituire il più possibile il cibo malsano con opzioni salutari. Se hai voglia di dolci o torte, prendi un frutto. Quando hai voglia di bevande, bevi acqua fresca di lime o acqua di cocco invece di una bevanda contenente caffeina. Puoi scegliere il cioccolato fondente al posto del cioccolato al latte.
  4. Ottieni il tuo fabbisogno di acidi grassi essenziali: si ritiene che l’olio di lino o gli integratori di olio di pesce riducano significativamente le voglie di cibo.
  5. Distraiti: spesso è il modo migliore per affrontare una voglia di cibo. Assecondare le voglie potrebbe essere dannoso sia per te che per il tuo bambino (ad esempio, alcol, sigarette, ecc.).
  6. Tieni un diario delle voglie: prendi nota dei dettagli di tutte le tue voglie: cosa desideri, quando lo volevi e come l’hai affrontato. Questo diario personalizzato ti aiuterà a tenere sotto controllo te stesso ea tenere traccia delle tue voglie.

Voglie Di Gravidanza E Rischi Associati Per Madre E Bambino:

Mentre alcune voglie di gravidanza sono innocue, altre potrebbero rappresentare un rischio.

Voglia di prodotti non alimentari (Pica)

Lo sporco e l’argilla contengono piombo e il loro consumo potrebbe causare problemi di sviluppo, come problemi di udito, sviluppo delle capacità motorie e bassi punteggi di QI verbale. Potrebbero anche essere deboli nell’apprendimento e potrebbero avere un disturbo da deficit di attenzione.

Voglia di cibi ipercalorici

La voglia di dolci, cioccolatini e altri cibi ipercalorici potrebbe portare a un aumento di peso eccessivo nella madre. Se sei già a rischio di diabete gestazionale, l’assunzione di cibi ricchi di zuccheri potrebbe causare ulteriori complicazioni.

Ciò che mangi avrà un impatto sulla tua salute e sul tuo bambino. Dovresti provare a fare scelte più sane e mangiare i cibi migliori e nutrienti.

Hai avuto voglie mentre eri incinta? Condividi le tue esperienze e su come sei riuscito a controllare le tue voglie tipiche durante la gravidanza.

Источник: https://www.mammeblog.it/quando-iniziano-le-voglie-di-cibo-in-gravidanza-e-cosa-indicano/

Cosa mangiare in gravidanza

In gravidanza mangi cibo spazzatura? Anche tuo figlio lo mangerà

Cosa mangiare in gravidanza: la dieta e gli schemi di cosa mangiare in gravidanza per non ingrassare troppo e nei primi mesi

Una dieta sana in gravidanza è importante sia per la mamma che per il bambino, poiché sappiamo bene che i cibi assunti durante i nove mesi rappresentano anche la principale fonte di nutrimento del bambino nella pancia.

Gli esperti raccomandano che la dieta della futura mamma includa una varietà di cibi e bevande salutari per garantire sia all'organismo materno che a quello fetale tutti i nutrienti indispensabili.

E allora ecco cosa mangiare in gravidanza, quali cibi preferire e quali evitare.

Cosa mangiare in gravidanza: la dieta

Seguire uno schema alimentare sano è certamente il modo migliore per impostare la dieta della gravidanza: mangiare sano significa seguire un modello alimentare che comprenda una varietà di cibi e bevande nutrienti. In linea generale, quindi:

  • mangiare un'ampia varietà di verdure, frutta, cereali integrali, latticini senza grassi o a basso contenuto di grassi e cibi proteici;
  • scegliere cibi e bevande con meno zuccheri aggiunti, grassi saturi e sodio (sale);
  • limitare i cereali raffinati e gli amidi, che si trovano in alimenti come biscotti, pane bianco e alcuni snack;
  • privilegiare le proteine nobili, come quelle del pesce azzurro, dei legumi o della carne bianca;
  • attenzione anche alla qualità dei grassi: non tutti sono da evitare, ma sono da prediligere quelli buoni, come gli Omega 3, contenuti nel pesce o nella frutta secca.

E' importante anche scegliere spuntini e snack sani per soddisfare le improvvise voglie, tipiche della gravidanza, o il languorino difficile da gestire. Perfetti:

  • Yogurt magro o senza grassi con frutta
  • Cracker integrali con formaggio magro
  • Carote

Cosa mangiare in gravidanza nei primi mesi

Nei primi mesi l'alimentazione non dovrebbe essere molto diversa da quella abituale, a patto che sia sana ed equilibrata. Non bisogna aumentare l'apporto calorico, ma si deve prestare soprattutto attenzione ad assumere tutte le vitamine, i minerali e i nutrienti di cui abbiamo bisogno.

Particolare attenzione a tutti quei cibi che contengono acido folico, una sostanza fondamentale per prevenire le malformazioni del tubo neurale, come la spina bifida, ma anche agli alimenti che contengono:

  • ferro;
  • acidi grassi Omega-3;
  • calcio;
  • potassio;
  • proteine.

La lista degli alimenti da consumare soprattutto nel primo trimestre, ma in generale per tutta la gravidanza, include:

  • Arance,
  • banane,
  • albicocche,
  • fragole,
  • verdure a foglia verde,
  • fagioli,
  • noci,
  • cavolfiori,
  • barbabietole,
  • uova,
  • yogurt greco,
  • carne bianca ben cotta,
  • latte e derivati,
  • pesce azzurro.

Cosa mangiare in gravidanza per non ingrassare

La dott.ssa Valentina Chiozzi ha preparato un PDF della dieta in gravidanza che è possibile scaricare e stampare: nel menù non sono state indicate le quantità, perché dipendono molto dalla conformazione fisica della donna. Tutti i pasti devono cominciare con un pezzetto di frutta o verdura cruda per attivare il sistema immunitario.

  • Scarica il PDF della dieta in gravidanza

Cosa mangiare in gravidanza: la toxoplasmosi

La toxoplasmosi è un'infezione causata da un microrganismo chiamato Toxoplasma gondii. Non si manifesta con sintomi particolari e quindi potremmo averla avuta senza nemmeno essercene accorte.

Ma se questa infezione è normalmente innocua, in gravidanza è molto pericolosa e va evitata. E per questo che regolarmente viene seguito un esame del sangue che analizza l'eventuale presenza del Toxoplasma.

L'unico modo per prevenire la toxoplasmosi è evitare l'assunzione di alcuni alimenti che possono essere veicolo del microrganismo:

  • frutta e verdura non lavata;
  • carne cruda;
  • salumi e carne cruda.

Inoltre è una buona regola usare i guanti se si fa giardinaggio e lavare bene le mani dopo aver toccato terriccio o dopo aver lavato la frutta e la verdura.

Schema dell'alimentazione in gravidanza

Oltre a seguire una dieta sana è importante anche tener conto delle calorie assunte per non ingrassare troppo. Essere incinta non significa che bisogna mangiare per due, come si credeva un tempo. Vediamo una tabella delle calorie consigliate in base al periodo di gestazione:

  • Primo trimestre: la maggior parte delle donne non ha bisogno di calorie extra.
  • Secondo trimestre: è bene assumere circa 340 calorie in più al giorno.
  • Terzo trimestre: generalmente sono consigliate circa 450 calorie extra al giorno.

Ad ogni modo è molto importante chiedere al proprio ginecologo cosa mangiare e soprattutto in che quantità: la valutazione dipende anche dal peso di partenza.

Secondo le raccomandazioni dell'Institute of Medicine americano (oggi Health and Medicine Division delle accademie americane di scienze, tecnologia e medicina), l'aumento di peso complessivo consigliato è di:

  • 11,6-16 kg per le donne che iniziano la gravidanza con un peso normale; 
  • 12,5-18 kg per le donne che partono da una condizione di sottopeso;
  • 7-11,5 kg per le donne in sovrappeso (anche meno, cioè 5-9 kg, in caso di obesità).

Fonti

  • Womens health.gov
  • Ministero della Salute

Источник: https://www.nostrofiglio.it/gravidanza/salute-e-benessere/cosa-mangiare-in-gravidanza

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: