Gli sport più amati dai bambini e dalle bambine

Idee sportive per bambini

Gli sport più amati dai bambini e dalle bambine

Praticato regolarmente, lo sport è un prezioso aiuto per il corretto sviluppo fisico e psicologico di ogni bambino. Per godere di tutti i benefici dello sport, i bambini devono farlo fin dalla più tenera età. Ma dai 7 ai 12 anni, quali sono gli sport più adatti a loro?

Scegliere la giusta attività sportiva in base alle caratteristiche del carattere di ogni bambino

Quando si tratta di scegliere il proprio sport, i desideri sono molto importanti. Ma non solo quello! Affinché lo sport abbia un impatto reale sia sul benessere psicologico che sulla condizione fisica dei bambini, deve essere scelto con cura. Lo sport da praticare deve dipendere dalle caratteristiche caratteriali di ogni bambino.

Per i bambini timidi e i bambini con poca fiducia in se stessi, sono più consigliati gli sport da combattimento e la pallamano. I genitori con figli iperattivi e generalmente sono sempre in movimento dovrebbero concentrarsi sugli sport individuali come il nuoto o l'atletica, ad esempio.

Inoltre, il tennis è un'attività sportiva individuale adatta a bambini molto riservati.

Sport individuali da privilegiare

Tra i 7 e i 12 anni, i bambini possono partecipare a tutti i tipi di sport individuali. Oltre a stimolare la loro iniziativa, queste attività rafforzano anche la loro fiducia in se stessi. Le competizioni offrono loro anche l'opportunità di superare se stessi e di mettere in risalto il colore della loro squadra e del loro club.

Le arti marziali sono tra gli sport individuali più popolari per i bambini. Consentono loro di armonizzare il corpo e la mente, senza che se ne rendano conto necessariamente.

Fare questo tipo di attività li aiuta a canalizzare meglio la loro energia e a distinguere più facilmente le nozioni di bene e di male. Nelle arti marziali, i bambini possono scegliere tra diverse discipline come il judo e il karate – i più praticati – così come il kung fu, l'aikido e la capoeira.

La danza, che è una disciplina regina per le bambine, permette uno sviluppo muscolare armonioso. Se in passato gli allenamenti erano particolarmente rigidi, oggi, il lato evolutivo dei giovani ballerini è più accentuato.

Se vuoi che il tuo bambino faccia la danza, prendi in considerazione la possibilità di iscriverlo in laboratori di apprendimento a partire dai 4 anni. Solo all'età di 7 anni potranno iscriversi a vere e proprie scuole di danza.

La ginnastica è essenziale per lo sviluppo armonioso del corpo. Contrariamente alla credenza popolare, la ginnastica non è un'attività riservata alle ragazze. Anche i maschietti possono esercitarsi.

Per le ragazze è opportuno privilegiare discipline che permettono di ottenere flessibilità ed eleganza, come la ginnastica ritmica e sportiva e la ginnastica sportiva con barre asimmetriche, esercizi con musica e salto cavallo.

Per i ragazzi sono consigliate attività come anelli, barra orizzontale, barre parallele, salto cavallo e cavallo con maniglie. Il nuoto è anche uno degli sport individuali preferiti dei bambini.

Questa attività sportiva introduce principalmente alla nozione di sopravvivenza. Ha anche il vantaggio di rafforzare la colonna vertebrale di coloro che la praticano regolarmente.

Per bambini, che stanno ancora crescendo, il nuoto aiuta anche a sviluppare le capacità cardiovascolari e polmonari del loro organismo. Affinché sia benefico, i bambini devono variare lo stile di nuoto che praticano.

La Rana con le gambe che formando un cerchio, il Crawl e il Delfino si dovranno quindi alternare ad ogni sessione.

Atletica, scherma, arrampicata, pattinaggio sul ghiaccio e tennis sono tutti sport individuali che i ragazzi possono perfettamente praticare.

Gli sport di squadra da provare

Gli sport di squadra sono utilizzati principalmente per sviluppare lo spirito di squadra dei bambini. Sia nella pratica di uno sport che nella vita in generale, i bambini che praticano regolarmente sport di squadra sono più aperti e collaborano più facilmente con gli altri.

Ancora non molto popolare, il canottaggio permette ai bambini di divertirsi e fare esercizio fisico.

Praticato sempre all'aperto, in acqua calma, questa attività sportiva non solo sviluppa la loro resistenza, ma anche la loro forza muscolare e capacità di coordinazione. Questo sport richiede un elevato dispendio energetico.

La pallacanestro è anche un ottimo sport di squadra. A lungo riservato ai più grandi, la pallacanestro può ora essere giocata da tutti i bambini, indipendentemente dalle loro dimensioni, a partire dai 5 anni.

Il calcio è lo sport più popolare in Italia. Sia i giovani che gli adulti amano questa attività fisica in particolare. Oltre a promuovere lo spirito di gruppo, questo sport permette ai bambini di utilizzare le loro qualità individuali, come i riflessi veloci, la resistenza e l'abilità.

Il fatto di essere nominati capitano di squadra offre loro anche l'opportunità di sviluppare le loro capacità di leadership. Generalmente, le regole, le dimensioni dei campi, la durata del gioco e il peso della palla vengono modificati in base alle capacità fisiche dei bambini.

Un tempo riservato ai maschi, il calcio è ora uno sport misto. La pallavolo è anche uno sport di squadra che i bambini possono giocare regolarmente.

Nei club a loro dedicati, l'altezza della rete, le dimensioni del campo e il peso della palla sono generalmente modificati per adattarsi maggiormente alle dimensioni e alle capacità fisiche dei giovani atleti.

Pallamano, nuoto sincronizzato e pallanuoto sono altri esempi di sport di squadra che anche i bambini possono praticare.

Fare sport è una buona cosa! Tuttavia, per i bambini, è importante limitarne la durata. Per i bambini al di sotto degli 8 anni, ad esempio, sono più che sufficienti diverse sedute da 4.00 a 6.00 ore, a settimana. Per i ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 12 anni, lo sport deve essere praticato per una durata settimanale di 6 – 8 ore.

Источник: http://www.foriri.it/article/9258-idee-sportive-per-bambini

Sport per bambini: come scegliere quello adatto

Gli sport più amati dai bambini e dalle bambine

Sport per bambini: necessario, irrinunciabile. Niente più dello sport aiuta infatti i bambini a mantenersi attivi.

Insegna loro a stare in gruppo e li prepara ad affrontare nel modo giusto le sfide della vita.

Per questo l’attività fisica è un ottimo alleato per scaricarsi e rigenerarsi, soprattutto nei momenti per loro più impegnativi oppure carichi di cambiamenti e di novità.

E’ importante, quindi, invogliare il bambino a scegliere uno sport che lo aiuti a distrarsi, a ritagliarsi dei momenti per sé e a fare nuove amicizie, insegnandogli anche a dosare i tempi di studio e di svago.

Non tutti gli sport sono adatti a tutti! Per scegliere quello giusto bisogna tenere conto di tanti fattori: età, corporatura, indole e, ovviamente, preferenze personali del bambino.

Se tuo figlio adora il tennis, è probabile che non si appassionerà se lo costringerai a fare una lezione dinuoto alla settimana! Allo stesso modo, se tuo figlio è un po’ pigro, niente lo allontanerà di più dallo sport che iscriverlo ad un corso che non gli piace!

Tieni conto delle sue passioni e lo farai felice. Melarossa ha preparato per te una scheda che ti guiderà nella scelta dello sport più adatto a lui!

Lo sport per bambini per lo spirito

Lo sport non è solo movimenti, ma offre  anche una formazione mentale. Un esercizio fisico, individuale o di gruppo, aiuta tuo figlio a confrontarsi con gli altri e gli insegna a perseverare, a superare se stesso… In funzione della sua personalità e dell’attività scelta.

Lo sport insegna la padronanza di sé ai bambini scatenati, la fiducia ai timidi, il coraggio e la risolutezza ai timorosi, lo spirito di squadra agli individualisti.
La scelta si deve fare in funzione del carattere del bambino, con l’obiettivo di aiutarlo a superare le sue difficoltà.

  • Sport collettivi, o di contatto, sono adatti ai bambini timorosi e che non hanno fiducia in se stessi.
  • Sport individuali sono raccomandati ai bambini che non stanno mai fermi.
  • Sport tecnici (tennis…) permettono ai bambini introversi di esprimersi.

Ecco una piccola tabella degli sport più diffusi che ti aiuterà ad orientarti meglio nella tua scelta.
Clicca per ingrandire l’immagine!

Benefici degli sport per bambini

E’ ormai risaputo che lo sport fa bene al bambino. Gli aspetti positivi sono numerosi.

Sul piano fisico aiuta lo sviluppo muscolare e cardiaco mentre  sul piano psicologico sviluppa il controllo, la fiducia e l’autonomia ma anche la socievolezza e lo spirito di squadra.

Le controindicazioni sono pochissime e anche i bambini asmatici o diabetici possono praticare un’attività sportiva regolare.

Sport per bambini: come scegliere

Che sia praticato come hobby o in agonistica, lo sport deve rimanere un piacere per i bambini.

E’ quindi essenziale scegliere un’attività che piaccia al bambino e che sia adatta alla sua personalità e alle sue capacità.

Se il tuo bambino è timido, uno sport come il judo o il karatè può aiutarlo ad avere più fiducia in se stesso.

Se hai un figlio molto indipendente, puoi proporgli un’attività come la ginnasticascherma, nuoto o equitazione.

 E’ iperattivo? scegli attività come il ciclismo, il judo o l’atletica. Uno sport di squadra invece gli insegnerà il rispetto dei suoi compagni e dei suoi avversari.

In ogni caso è molto importante lasciare a tuo figlio la scelta dello sport che vuole praticare.

Sport per bambini: a che età iniziare

Anche se esistono corsi come il baby nuoto, la pratica dello sport inizia verso i 6 anni.

Sport per bambini tra i 6 e gli 8 anni: i bambini possono iniziare un’attività individuale come la ginnastica, il nuoto, lo sci o la danza.

Sport per bambini dagli 8 anni in su:  a questa età i bambini possono praticare sport di squadra (football, basket, pallamano, rugby..) e discipline che richiedono la coordinazione, come il tennis o il judo.

Ma è tra gli 8 e i 13 anni che i bambini hanno le più grandi capacità per imparare. Non solo possono sviluppare l’elasticità e il senso dell’equilibrio, ma anche la resistenza.

Quali precauzioni

Anche se lo sport è importante per il bambino, è bene evitare il sovra-allenamento e privilegiare attività controllate, per esempio quelle praticate nei club sportivi.

E’ consigliabile limitare la durata dell’attività tra le 4 e le 6 ore a settimana per i bambini di 8 anni e tra le 6 e le 8 ore per i bambini di 12 anni. Per non stancarli, può essere utile alternare sport individuali e sport di squadra.

Bisogna imporre l’attività sportiva ai propri bambini

I genitori non devono mai imporre uno sport al loro bambino. Se lo costringono, c’è il rischio che cominci a odiare lo sport.

Come aiutarlo a scegliere l’attività

Tra i 5 e i 10 anni, i bambini sono molto versatili, quindi bisogna lasciarli provare secondo il loro desiderio.

Ad esempio, dopo la coppa del mondo, tutti i maschietti sognano di diventare calciatori ed è bene assecondarli.

L’importante è che, una volta che il bambino ha scelto il suo sport, sia pronto ad impegnarsi per impararlo, passo dopo passo. Non si nasce campioni, ma con costanza, procedendo per gradi, si può diventarlo!

Quale criterio è il più importante

Il bambino deve poter assaporare il successo nello sport perché ha solo un’idea in testa: vincere! Che sia contro i suoi genitori o contro i suoi amici, è pronto a tutto pur di vincere, anche a barare! Tieni a mente questa regola quando lo indirizzi verso l’uno o l’altro sport.

Se tuo figlio è in sovrappeso e pratica calcio o atletica sarà sempre l’ultimo, sarà mal visto dai compagni oppure vivrà male il tempo che dedica allo sport. Se invece fa nuoto, potrebbe essere il più veloce! Aiutalo a scegliere uno sport in cui possa sentirsi vincente!

Se il tuo bambino è timido, privilegia uno sport di squadra. E’ più facile digerire una sconfitta insieme a tutta la squadra piuttosto che da soli.

Insomma, guida tuo figlio verso lo sport più giusto per lui, quello più in linea con i suoi gusti e il suo temperamento e in grado di valorizzare al meglio le sue potenzialità!

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo su Pinterest.

Источник: https://www.melarossa.it/fitness/sport-benessere/sport-per-bambini-a-ciascuno-il-suo/

Sport consigliati per bambini

Gli sport più amati dai bambini e dalle bambine

Quali sono gli sport per bambini e bambine consigliati dai pediatri?  Quale sport far fare ai bambini? Quali sono gli sport di squadra per maschi e femmine?

I nostri bambini, durante il loro sviluppopsicomotorio, devono essere seguiti con molta attenzione: scelte sbagliate durante la sua crescita, potrebbero compromettere il futuro dei nostri figli.
E’ risaputo che lo sport è uno strumento fondamentale per la crescita e lo sviluppo dei piccoli ma non tutte le discipline sportive sono indicate nei primi anni di vita, vediamo insieme quali sono gli sport consigliati e che età è possibili iniziare a seguirli.

Ecco alcuni sport consigliati sia per i bambini che per le bambine: quest’anno si svolgeranno a Londra le Olimpiadi, un bel momento per far conoscere ai vostri figli alcune discipline meno famose del calcio.

Per anni sono stati considerati sport maschili ma, sopratutto negli ultimi anni, le scuole di arti marziali vedono cimentarsi negli esercizi anche tante ragazze e bambine.

Queste discipline mirano a un controllo totale del nostro corpo e dei nostri movimenti, dando sicurezza ai bambini e sviluppando la disciplina: i maestri sono molto rigidi sull’uso delle arti marziali e sui loro scopi puramente difensivi e non aggressivi.

Come per il basket anche le arti marziali vengono consigliate dai 7 anni.

Leggi anche: Coronavirus, #iorestoacasa: cosa fare e non fare fino al 3 aprile

Pallavolo e Basket

Sport completi a livello di sviluppo, in quanto permettono esercizi che vanno a far lavorare la muscolature su tutto il corpo, sono anche sport di squadra, elemento da non sottovalutare .

In questo caso l’eta consigliata dai medici per iniziare l’attività è quella dei 7 anni: prima i bambini non sono ancora in grado di coordinarsi nei difficili gesti atletici di questi due sport e, allo stesso tempo, non sarebbero in grado di capire appieno le regole.

A differenza del calcio o delle arti marziali, queste due discpline aiutano l’allungamento della colonna vertebrale aiutando lo sviluppo in altezza dei piccoli atleti.

Calcio per bambini e bambine 

In Italia è sicuramente uno degli sport più amati dai bambini (e dai papà): uno dei consigli più frequenti che possiamo trovare nei pediatri, è quello di non iniziare questo sport prima dei 6/7 anni, età in cui il bambino inizia a comprendere in modo più chiaro le regole, regole fondamentali per poter giocare in modo corretto.

Essendo un sport che predilige lo sviluppo dei muscoli delle gambe (escluso il ruolo del portiere), è consigliato praticare un’altro sport oltre al calcio che vada a rinforzare anche il tronco, come ad esempio il nuoto o altre discipline complementari.

Potrebbe interessarti: Tale e Quale Show 2020: i nomi dei concorrenti

In questo caso va fatta una raccomandazione ai genitori: lasciate che i bambini apprezzino questo sport come un gioco, non trasformatelo in una gara prettamente agonistica incitandoli o caricandoli di troppe responsabilità

Rugby per bambini e bambine

Considerato da molti come sport violento è il caso di sfatare subito un mito: pur essendo un gioco di contatto il rugby, sopratutto se vissuto da  bambini, non è assolutamente uno sport pericoloso.

Oltre a sviluppare una grandissima concezione dello sport di squadra, il rugby sviluppa una psicomotricità completa che prevede uso dei muscoli non solo delle gambe (come il calcio) ma anche del tronco e delle braccia.

Il Mini rugby inizia all’età di 5 anni e non prevede distinzione tra maschi e femmine, mischiando i due sessi.

Ginnastica artistica

Disciplina principe per le bambine, la ginnastica artistica: disciplina che offre tantissimi vantaggi ai piccoli.
Sport completo, permette alle ginnaste di eseguire tantissimi esercizi con salti, capriole, corse e aiuta il coordinamento fin da subito.

Oltre a tutto questo, la ginnastica artistica aiuta la disciplina: essendo uno sport individuale, ogni movimento e ogni gesto sono scadenzati e misurati, obbligando le atlete a rispettare le indicazioni ricevute

Questo sport può essere praticato fin dai 4 anni di età.

Источник: https://www.solodonna.it/mamma/sport-consigliati-per-i-bambini.php

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: