Gli Hobby delle mamme

Sai perché ti serve un hobby?

Gli Hobby delle mamme

Molte donne che oggi sono mamme sbarreranno gli occhi alla sola lettura della parola hobby. Nella vita di una mamma esiste il tempo per dedicarsi a hobby? No ed è proprio uno dei motivi per cui ci serve tanto averne uno.

Pensavate di aver lasciato la parola hobby nei meandri dell’adolescenza? E’ ora di riaprire vecchi cassetti e tirare fuori le passioni.

Se negli anni i vostri gusti sono cambiati, ecco una lista di hobby tra cui scegliere in base a ciò che vi piace.

Perché serve un hobby?

Cosa si consiglia a chi sta per andare in pensione? Di trovarvi un hobby! Cosa si suggerisce all’adolescente che guarda la tv tutto il giorno? Di trovarsi un hobby! Cosa hanno in comune questi due casi? Tanto tempo libero che non sanno come occupare. Sicuramente non è il caso di una mamma, meno ancora di una mamma che lavora.

C’è un altro aspetto importante: un hobby sposta il pensionato e l’adolescente dei nostri esempi da una quotidianità che non piace.

Eccoci! E’ il nostro obiettivo: dedicarci a un hobby per scaricare lo stress, rilassarci e non passare le notti a guardare il soffitto per i troppi pensieri, avere obiettivi diversi in cui impegnare la mente, trovare soddisfazione in qualcosa che non sia accudire la casa o i figli. In breve, un hobby serve per:

  • imparare di nuovo a prenderci del tempo per noi
  • esercitare la mente
  • dare sfogo alla nostra creatività
  • scoprire nuovi interessi
  • trovare soddisfazione in attività facilmente controllabili
  • qualche volta un hobby diventa anche una nuova professione.

Hobby che ci portano all’aria aperta

Lava, stira, cucina, riordina, fai fare i compiti, lavora. Il tempo per stare all’aperto diventa inesistente.

Le donne hanno bisogno di luce e aria aperta esattamente come i bambini, come quei neonati che portavamo a passeggio per mezz’ora ogni in carrozzina per farli crescere bene.

E’ il nostro momento per stare all’aria aperta e se non riusciamo ad andarci per i troppi impegni, prendiamo l’obiettivo di curare un hobby per riuscire finalmente a farlo. Alcuni hobby che ci portano fuori casa sono:

  • giardinaggio: iniziate dalle semplici piante aromatiche sul balcone di cui prendervi cura ogni giorno, per arrivare a impegni maggiori come collezionare piante da frutto, affittare un piccolo orto di cui prendervi cura o inventarlo sul balcone di casa;
  • attività sportive semplici: camminare, andare in bicicletta non sono propriamente un hobby ma possono diventare un occupazione da fare con impegno e costanza;
  • creare piccoli giardini sospesi da vendere ai mercatini creativi o da regalare agli amici.

Hobby creativi

Librerie ed edicole sono invase di libri da colorare e riviste con attività creative da copiare. Se vi piace la maglia o l’uncinetto, non farete fatica a trovare nuove idee su cui concentrarvi. Potete realizzare regali, oggetti da rivendere o con cui decorare la vostra casa. Le tecniche sono tante:

  • maglia
  • uncinetto
  • ricamo
  • taglio e cucito
  • decupage
  • lavorazione del feltro e della lana cotta
  • pittura (acquerello, olio, su vetro, su ceramica)
  • lavorazione della creta
  • riciclo creativo di oggetti comuni per fare lampade, borse o accessori di uso quotidiano
  • bigiotteria

Hobby legati alla cucina

A molte persone piace cucinare, ma non ne fanno un hobby perché tutto il loro impegno si concentra sulla preparazione dei pasti o di dolci per le grandi occasioni. In cucina si possono inventare tanti hobby stimolanti che coinvolgeranno anche il resto della famiglia:

  • imparare le ricette di un altro paese
  • scoprire come fare in casa i prodotti più comprati: la ricotta, la marmellata, il dado vegetale, ecc.
  • essiccare frutta e verdura per creare ricette nuove
  • imparare i segreti della panificazione (seguire i ritmi della pasta madre è un hobby che dà molte soddisfazioni)

Hobby legati ai viaggi

Ho sempre pensato che la parte più bella di un viaggio fosse la preparazione: studiare gli itinerari, cercare libri e curiosità su paese che si va a visitare ecc. Spesso si torna a casa da un viaggio con una nuova idea per un hobby conosciuto durante la vacanza, ma se pensiamo alla preparazione possiamo:

  • imparare a fare belle fotografie
  • studiare tutorial per disegnare paesaggi
  • creare album dove conservare ritagli, biglietti e ricordi di viaggio.

Hobby che riscoprono le tradizioni

In alcune località la conservazione della cultura tradizionale è un hobby che spesso diventa un modo per conoscere altre persone e organizzare eventi.

Ci sono scuole di merletto, di balli popolari, di intreccio dei cesti o canti tradizionali (bande musicali e cori).

Sono simpatiche le rievocazioni storiche che come organizzazione coinvolgono per molti mesi durante l’anno con tutta la parte dedicata alla preparazione.

Hobby per conoscere nuove persone

Iscriversi a un corso per imparare una tecnica è un primo passo per imparare un hobby e fare nuove amicizie.

Alcuni esempi sono: i corsi di fotografia, di degustazione (vino, olio, caffè), di storia del cinema (spesso organizzati nei piccoli cinema), di recitazione.

Alcuni hobby legati al gioco portano inevitabilmente a frequentare altre persone come le partite a carte, ma anche il ballo da sala.

In alcune librerie e biblioteche anche i libri diventano un modo per fare amicizia perché si organizzano piccoli club di lettura in si commenta un titolo scelto in precedenza.

Nella mia zona ci sono diversi gruppi di camminata: sono attività organizzate dalle associazioni sportive che fissano un giorno in cui gli interessati si trovano al parco e camminano insieme. I gruppi sono differenziati per età: mamme con passeggino, anziani e misto.

Correlati

Источник: https://scuolainsoffitta.com/2017/05/25/sai-perche-ti-serve-un-hobby/

Come si fa a mantenere un hobby quando si diventa mamme?

Gli Hobby delle mamme

Qualche anno fa, prima di sposarmi, prima di avere una figlia, prima ancora di avere una casa da gestire, ho iniziato un corso di teatro.

Non era difficile uscire la sera e tornare a casa all’una.

Non c’erano problemi se avevo il sabato e la domenica interamente occupati.

Mi piaceva, lo avevo desiderato per moltissimi anni, e l’ho fatto.

Poi sono iniziati i primi lavoretti e la sveglia suonava troppo presto.

Ma ho continuato ad andare.

Poi è arrivata la casa e il matrimonio.

Ma ho continuato ad andare.

Poi sono rimasta incinta.

Ma ho continuato ad andare.

Poi ho avuto una bambina.

“E lì ti sei fermata” – direte voi.

No, ho continuato ad andare.

All’inizio è un miraggio anche solo l’idea di farsi una doccia, me lo ricordo bene!

Ma i mesi passano, e per sopravvivere all’uragano che ha sconvolto la tua vita, devi aggrapparti a qualcosa di solido.

Altrimenti te ne vai alla deriva, ti perdi.

C’è stata una fase in cui ero talmente immersa nel ruolo di mamma che non mi riconoscevo più.

Ero diventata una Marta sbiadita, annacquata, inconsistente.

La stanchezza mi mangiava pezzettino a pezzettino.

E lì ho capito che era il momento giusto per tornare a teatro.

In primo luogo perché volevo davvero tantissimo farlo.

Mi mancavano le prove, gli spettacoli e la mia compagnia.

In secondo luogo perché mi serviva uscire di casa.

Staccare la testa, ignorare i piatti da lavare, le lavatrici da fare, i ciucci da sterilizzare, i pianti da calmare.

I pianti

Eccolo l’unico vero grande ostacolo.

Non è stata l’organizzazione generale (anche se mentirei se dicessi che è stato semplice), non è stato neanche mio marito, molto disponibile invece a lasciarmi il mio spazio.

Non sono state neanche le mille e mille critiche che mi sono sentita rivolgere, del tipo:

“Un hobby?? Ma sei mamma! Non ti basta?”

“E la lasci sola con il padre?”

“Hai del tempo libero? E non lo passi con tua figlia?”

Sono stati i pianti l’unico vero scoglio su cui all’inizio continuavo a sbattere.

Lei piangeva quando andavo via. E io piangevo più di lei. Poi mi facevo forza e uscivo. E continuavo a piangere in macchina.

Sensi di colpa?

Impossibile non averne.

Anche perché, a differenza del lavoro, sai che è solo una tua scelta.

Che potresti rientrare in casa, metterle il pigiama e farla addormentare tra le tue braccia.

Ma non potevo e non volevo farmi travolgere.

Ci sono le altre sere della settimana per coccolarla.

E poi non è sola, è con il papà.

Che le vuole altrettanto bene.

Comunque, dopo le prime volte, non ha pianto più, quindi, a posteriori, posso dire che è servito a prepararci per distacchi più lunghi.

Ora è cresciuta e sa che quando mamma esce la sera va a “teato”.

Non sa cosa sia, ma lo accetta come parte integrante della routine settimanale.

Quali che siano i nostri “hobby” (uno sport, la palestra, dipingere, recitare, suonare uno strumento ecc.), chi dice che dobbiamo smettere solo perché siamo mamme?

La fatica è tantissima.

Il tempo libero, se non esiste, va creato e per crearlo a volte c’è un unico – crudele – sistema.

Sacrificare (ancora di più) le ore di sonno.

E poi essere sempre pronti a cogliere le occasioni… Per me, ad esempio, significa studiare il copione nei momenti e nei posti più impensati…fuori la scuola, mentre si prepara la cena, durante una qualsiasi fila (alla posta, al supermercato, dalla pediatra).

E di notte, ovviamente.

Ripetere le battute in macchina mentre guido.

Provare i movimenti mentre vado dalla camera da letto al salone.

Con buona pace di mio marito che ormai è abituato a vedermi compiere strane giravolte in casa brandendo oggetti immaginari.

O sentirmi dare risposte insensate.

“Amore, che facciamo stasera?”

“La nostra roba è qui”

“Quale roba? No, io dicevo per cena. Che facciamo?”

“Eccole le sardine”

“Le sardine?? Per cena?? ma non le voglio!”

“Ma è la polizia? vuoi che la polizia venga qui e mi trovi in mutande?” (cit. Rumori fuori scena, di M. Frayn)

“Ah, ho capito. Il copione. Va bene, ordino dal cinese pure stasera.”

Insomma, vale sempre il detto che se vuoi, puoi.

Personalmente, non vedo l’ora di scoprire quale sarà la grande passione di mia figlia e di supportarla in tutti i modi possibili.

Anche dandole l’esempio che con forza di volontà (e tanta organizzazione!) potrà fare ed essere tutto ciò che vorrà.

Источник: https://preferivofareluovo.it/2017/12/28/mamme_hobby/

Come scegliere un hobby: idee di hobby da provare

Gli Hobby delle mamme

Il tempo libero è un bene sempre più raro e prezioso, per questo va ottimizzato (e non sprecato).

Come goderne al meglio è presto detto: basta trovare un hobby, ovvero un'attività che esuli completamente da obblighi, impegni e schemi della quotidianità – famiglia, lavoro, scuola, amicizie, etc.

– che sia in grado di proiettarci in una dimensione più intima e privata, fatta solo di gioie e soddisfazioni.

Chi ha già trovato il suo hobby sa bene cosa voglia dire dedicarsi al suo passatempo e quali siano i benefici.

Suonare uno strumento musicale, per esempio, ti permette di sviluppare creatività, coordinazione , concentrazione e autodisciplina, oltre ad essere un rifugio dove dare voce alle emozioni.

C'è chi ha l'hobby del ballo o del canto, chi ama leggere, chi ama dipingere e chi fare sport. L'hobby scelto segue un po' le proprie inclinazioni ma cosa ne dici di cominciare a sperimentare qualcosa di nuovo?

I benefici di avere un hobby

Dedicarsi a un hobby apporta benefici alla salute: molte ricerche mediche e psicologiche hanno infatti dimostrato che avere un hobby:

  • migliora lo stato emotivo,
  • aiuta a superare i crolli psicologici,
  • offre occasioni di divertimento, svago e relax,
  • offre l'opportunità di fare una pausa mentale, pur rimanendo in attività.

Inoltre, coltivare un hobby consente di cimentarsi in nuove sfide e libera dallo stress negativo, alleggerendo la mente da paure, preoccupazioni e tensioni.

La sola (apparente) difficoltà consiste nel trovare l'hobby giusto. E l'unico modo è sperimentare, provare nuove cose, mantenere la mente aperta a tutte le possibilità.

Questo è il momento migliore per cominciare la ricerca! A consigliarvi dieci (nuovi) hobbies e a suggerirvi le ragioni per cui potrebbe davvero valere la pena di provarli, ci pensiamo noi.

E a voi non resterà che scegliere quello che fa per voi!

Cake design

Tra gli hobby più golosi e appetitosi, il cake design è diventato una vera e propria mania.

Gli amanti delle torte creative non aspettano certo le feste per mettersi all’opera: il piacere di assaggiare e gustare si unisce a quello di vedere la propria ispirazione trasformata in una dolce torta originale.

I cake designer, ispirandosi all'arte, alla natura, al design, allo sport e alle fiabe preparano torte favolose, cupcakes, minicake, cookies dalle forme e decorazioni più varie e curiose.

Nordic Walking

La camminata nordica – nordic walking in inglese – è l’hobby perfetto per chi è alla ricerca di un’attività capace di regalare benefici sia psichici sia fisici.

Praticata a diversi livelli, la camminata con bastoni offre agli amanti della natura la possibilità di trascorrere ore di libertà all’aria aperta, alla scoperta di scenari paesaggistici inediti, con il vantaggio di allenare tutti i muscoli del corpo senza troppo sforzo e senza stress. Il concetto generale del nordic walking è stato sviluppato sulla base dell’allenamento dello sci di fondo. Si pratica utilizzando bastoni appositamente studiati e rispetto alla normale camminata l’uso dei bastoni determina il coinvolgimento di tutti i gruppi muscolari, tra cui torace, dorsali, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali.

Rock painting

Gli inglesi la chiamano «rock painting art», in Spagna si dice «piedras pintadas», in Francia «galets peintes».

Nella preistoria era nota come pittura rupestre, ma oggi la pittura dei sassi è un hobby che appassiona molte persone, una forma d'arte nuova e antica al tempo stesso.

L'aspetto curioso e più divertente di dipingere i sassi è la possibilità di creare oggetti che sono sia un dipinto che delle sculture, e che diventano poi anche molto utili per decorare la casa.

La struttura tridimensionale del supporto, il sasso, consente infatti di dipingere a «tutto tondo» e rende l'esperienza artistica davvero unica. Cosa serve per cominciare: i sassi, naturalmente, colori acrilici (non sono tossici, posso essere diluiti con l'acqua e asciugano in fretta), dei buoni pennelli e tanta voglia di sperimentare una cosa nuova.

Dalla decorazione dei sassi a quella del legno, del sughero o del cuoio il passaggio è breve: cambia il supporto, ma la dose di creatività richiesta e il divertimento rimangono gli stessi.

Chi ha già scoperto l'hobby della pirografia su legno, sughero o cuoio sa bene quante soddisfazioni questa attività possa dare (basta avere un po' di pazienza e manualità).

Da forma d'arte tribale, un tempo utilizzata per la decorazione di strumenti musicali, utensili da cucina e altri oggetti  di uso quotidiano, oggi tutti possono creare utilizzando moderni pirografi, che funzionano come semplici matite e sono facilmente reperibili in commercio a poco prezzo.

Fare una pirografia su legno è semplice: su un foglio di carta si traccia il disegno che andrà trasferito sul legno con la carta carbone e con il pirografo caldo si ricalcano le linee del disegno, utilizzando punte di dimensione diversa a seconda dell'effetto che si vuole ottenere.

Uncinetto

Lavorare all'uncinetto non è solo un'arte che viene tramandata dalle nonne, è anche un passatempo molto rilassante, a patto che si metta in conto che serve una buona dose di pazienza per imparare e per affinare la tecnica.

L’uncinetto, infatti, è un hobby che si impara solo lavorando e provando! Ma la soddisfazione di poter creare qualcosa con le proprie mani è davvero grande. Inoltre è difficile annoiarsi con l’uncinetto: ci sono uncinetti di tutte le misure e infiniti filati che si possono utilizzare.

Per non parlare, poi, della lista di cose che, catenella dopo catenella, si possono realizzare solo mediante l’ausilio di uncinetto e filato!  

Scrapbooking

Per chi è alla ricerca di un hobby di tendenza, lo scrapbooking è l’attività giusta. Ma cos’è lo scrapbooking? Il termine scrapbooking è nato dalla fusione delle parole inglesi «scrap», che significa pezzetto o ritaglio, e «book», libro.

Questo hobby consiste nell'organizzare e rimaneggiare nuove e vecchie fotografie in modo originale: si possono incollare sulle pagine di un album insieme a frasi, perline, bottoni, Swarovski, pezzi di tessuto, fiori secchi e così via.

Non c’è limite alla fantasia di uno scrapbooker.

Oltre agli album, si possono utilizzare altri supporti come quaderni, cornici, scatole e insieme alle foto, poi, si possono incollare anche altri ricordi, come biglietti di vario genere, piccoli oggetti e tutto ciò che l’immaginazione suggerisce!

Riciclo creativo

Oltre a fare bene all'ambiente e a sollevare la coscienza, il riciclo creativo, nelle sue svariate forme, è un hobby che stimola la fantasia.

Va bene, infatti, la raccolta differenziata, ma a volte certi rifiuti possono rinascere come oggetti nuovi, utili e belli, e l’arte di trasformarli può diventare un passatempo davvero utile e stimolante. Basta trovare l’idea giusta e il modo di ingegnarsi per realizzarla.

Si possono creare oggetti fashion da indossare come borse e gioielli, complementi d'arredo, oggetti di utilizzo quotidiano e molto altro.

Collezionismo d'epoca

Il (piccolo) collezionismo d'epoca è un hobby molto cool, soprattutto in tempi di crisi: permette di togliersi qualche sfizio, di scoprire e di divertirsi a costi non proibitivi.

E' l'attività perfetta per gli amanti del passato e i nostalgici, per cacciatori di curiosità d'antan, gli appassionati di storia e per i vintage addicted. Il collezionismo «bric à brac» ha origini lontane e si sviluppò tra i nobili benestanti che un tempo usavano avere la passione di collezionare oggetti.

Oggi, in tutte le città, nei borghi e nei paesini di provincia impazzano i mercatini di antiquariato e le rassegne dedicate.

L'hobby di collezionare ha in sé anche una componente d’avventura: spesso, infatti, gli oggetti più rari e preziosi vanno cercati nei magazzini dei rigattieri, nelle vecchie botteghe, in soffitta e negli scantinati sotto mucchi di polvere e tra mille cianfrusaglie. E allora, buona fortuna a tutti i collezionisti!

Non particolarmente innovativo come hobby, ma se riesce ad appassionarti può dare molte soddisfazioni. Puoi cominciare facendo un piccolo corso (anche online) e poi capire fin dove puoi spingerti.

In più oggi come oggi le tue foto non devono rimanere in un cassetto: aprire un profilo Instagram tematico è facilissimo, ed è un buon modo per mostrare a tutti i tuoi lavori.

L'hobby della fotografia poi può diventare un ottimo motivo per riscoprire la tua città e guardarla con nuovi occhi.

Nail art

Insieme a moda, makeup e trattamenti benessere, l’universo femminile si è recentemente arricchito di una nuova passione: la nail art, o decorazione sulle unghie.

E visto che ormai è diventata una vera e propria tendenza, se oltre a rimanere un vizio (o vezzo) irrinunciabile per molte donne, diventasse un hobby? Tutti gli attrezzi del mestiere sono facilmente reperibili in commercio e una miriade di tutorial online vi insegnerà passo a passo l’arte fai-da-te di decorare le vostre unghie (e quelle delle vostre amiche) con smalti magnetici, crack o glitter super scintillanti.

Se vuoi dare un'occhiata alle ultime tendenze, ecco un articolo sulle Tendenze nail art: le ispirazioni più cool viste su Instagram

Источник: https://www.donnamoderna.com/benessere-mente/hobby-da-iniziare-hobbies-nuovi-da-provare

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: