Gite in Piemonte con i bambini, dalle città alle valli

La montagna da vivere con i bambini in Piemonte: Valle Vigezzo

Gite in Piemonte con i bambini, dalle città alle valli

Home » Italia » Piemonte » La montagna da vivere con i bambini in Piemonte: Valle Vigezzo

Dove andare in montagna con i bambini in tutta serenità? Vi consigliamo Valle Vigezzo, in Piemonte facilmente raggiungibile dalle grandi città del Nord Italia.

La montagna in sicurezza

“La montagna alla giusta distanza” è lo slogan che accompagna un’importante campagna promozionale della Valle Vigezzo e dei suoi borghi storici.

Destinazione turistica tra le più amate delle Alpi Piemontesi, la Valle Vigezzo e i borghi Bandiera Arancione del Touring Club Italiano di Santa Maria Maggiore e Malesco, si stanno preparando ad accogliere nuovamente i turisti, in un ambiente sereno con la garanzia della massima sicurezza in ogni aspetto.

La Valle Vigezzo è raggiungibile comodamente anche a bordo dei trenini bianchi e blu della Ferrovia VigezzinaCentovalli, una delle 10 linee ferroviarie più belle del mondo secondo Lonely Planet. Un viaggio slow e ecosostenibile in sicurezza e nel rispetto delle indicazioni governative vigenti in Italia e Svizzera per il trasporto su rotaia.

Una valle alla giusta distanza dalle grandi metropoli, dunque, in grado di offrire anche ampi spazi naturali che consentono di rispettare le nuove regole per il tempo libero in questa estate così diversa.

Il viaggio di scoperta a passo lento parte dai suoi piccoli e affascinanti borghi: Santa Maria Maggiore, centro principale della valle, Craveggia, Druogno, Malesco, Re, Toceno e Villette offrono cultura alpina, perle architettoniche e sapori autentici.

Ingredienti che, abbinati ad attività outdoor per tutti i gusti delle famiglie ed eventi fruibili in sicurezza nel cuore dell’alto Piemonte, tra Italia e Svizzera, tra il Lago Maggiore e le Alpi, assicurano una vacanza indimenticabile, a misura di famiglia.

Pinete secolari, sentieri panoramici e attività open air

Alle famiglie in cerca di una vacanza attiva e green, la Valle Vigezzo permette di praticare le attività outdoor preferite in ambienti naturali dalla bellezza incontaminata. Attraverso la Val Loana la Val Vigezzo rappresenta una delle porte d’accesso privilegiate al Parco Nazionale della Val Grande, 15.

000 ettari di territorio incontaminato: da sempre meta prediletta di escursionisti esperti che ne scoprono a passo lento il cuore selvaggio, oggi diventa anche luogo di richiamo per chi vuole avvicinarsi, con rispetto e un contatto autentico, a una natura intatta nei suoi luoghi più marginali e accessibili.

La Val Vigezzo offre decine di sentieri per escursionisti più o meno esperti: un ventaglio di proposte adatte a tutti, dai percorsi più semplici alle cime più impegnative, raggiungibili anche attraverso la moderna cabinovia della Piana di Vigezzo, in ambienti caratterizzati da una ricca flora e fauna alpina.

Proprio ai 1700 metri della Piana di Vigezzo verranno organizzate escursioni con guide certificate a piedi, in mountain bike o e-bike, oltre ad appuntamenti speciali – a partecipazione limitata e con le cautele necessarie – come “L’alba al Trubbio”, che prevede cena tipica, falò, musica, notte in tenda e un’escursione guidata ai duemila metri della Cima Trubbio per ammirare il sorgere del sole.

Da non perdere la gita all’Oasi naturale del WWF Pian dei Sali, area umida dove si possono osservare anfibi e rettili, mentre la pineta di abeti rossi, ideale per una passeggiata rigenerante, è il luogo perfetto per un’esperienza totalizzante di “Forest Therapy”.

L’area ospita inoltre un parco avventura, campi da tennis, minigolf, un parco gioco en plein air per bambini, uno dedicato all’educazione stradale, spazi per il tiro con l’arco, piscina, maneggi, un moderno campo da golf e una splendida pista ciclo-pedonale di 15 km.

Piccoli musei, percorsi sanificati e opere d’arte en plein air

La Valle Vigezzo racchiude alcune realtà museali uniche in Italia che offrono la possibilità di scoprire, in completa sicurezza, la cultura locale: preziose testimonianze artistiche, genialità imprenditoriale e “storie nere” da non dimenticare.

Dalla Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini”, l’unica, con il suo patrimonio artistico, ancora attiva su tutto l’arco alpino, all’inestimabile Tesoro di Craveggia custodito all’interno della Chiesa Parrocchiale; dalla Casa del Profumo Feminis-Farina, il cui percorso multisensoriale nel centro storico di Santa Maria Maggiore celebra la nascita e la vera storia dell’Acqua di Colonia, all’Ecomuseo di Malesco dedicato alla pietra ollare e agli scalpellini e al Museo Universicà di Druogno, che narra i mestieri e le tradizioni della valle; ancora, la Cà di Feman d’la Piazza a Villette, che offre una visione completa sulla cultura contadina e il Museo dello Spazzacamino di Santa Maria Maggiore, fortemente emozionale, legato alla memoria di questo antico mestiere, di cui la Val Vigezzo è la culla antica.

Boschi di faggi, alpeggi, laghetti e cime maestose fanno da silenziosa cornice alle unicità culturali, artistiche e architettoniche della Valle dei pittori: testimonianze religiose, case affrescate, splendide meridiane, tipiche baite in pietra immerse nel verde, scorci che profumano di storia.

Tre percorsi diventano occasioni di scoperta del territorio e delle testimonianze artistiche e culturali. A partire dal tour Sentieri e Pensieri, tra il borgo e le frazioni di Santa Maria Maggiore, per esplorare facilmente, anche grazie alla loro geolocalizzazione, oltre venti splendidi attrattori.

A proposito di tour tra natura e cultura, non si può non segnalare l’antica Via del Mercato (percorribile anche grazie ad una APP) che collega Italia e Svizzera lungo mulattiere percorse dal Medioevo al XIX secolo da emigranti, pellegrini e mercanti.

E infine, a Malesco, “Facciamo rivivere il paese”, un percorso nel centro storico di Malesco alla scoperta della vita di un tempo.

Un’estate di eventi diffusi, fluidi, contingentati

La programmazione di eventi dei vari centri della Valle Vigezzo risentirà certo delle restrizioni governative, ma non per questo il calendario di appuntamenti sarà meno coinvolgente.

A partire dalle mostre, che saranno allestite all’aria aperta per favorirne la fruizione in totale sicurezza: saranno visitabili di giorno, di sera, la mattina all’alba o dopo il tramonto.

Fluidità e fruibilità sono i cardini su cui sarà basata la loro organizzazione, la capienza delle sale e delle piazze in cui saranno organizzate le manifestazioni verrà rimodulata, ma non per questo sarà ridotta la possibilità di parteciparvi.

Gli appuntamenti infatti saranno replicati in punti diversi dei paesi, anche in luoghi circoscritti come giardini e piccoli cortili. Infine, nell’ottica di rendere la fruizione più sicura, chiunque – vicino o lontano che sia – potrà essere spettatore di alcuni eventi grazie alla trasmissione in streaming sulle piattaforme web e sui canali social di Santa Maria Maggiore e della Valle Vigezzo.

Leggi anche la nostra guida family del Piemonte

Piemonte a misura di bambino

Источник: https://kidpass.it/valle-vigezzo-piemonte-montagna-bambini-famiglie/

Vacanze in Piemonte

Gite in Piemonte con i bambini, dalle città alle valli

Bellezza inalterata e montagne imponenti, vallate a perdita d’occhio e animali selvatici da avvistare, il Piemonte è una delle destinazioni migliori per apprezzare e vivere la natura montana in famiglia.

Dalla Valle di Susa al Parco Nazionale del Gran Paradiso, dal Monte Rosa alle Valli di Lanzo alla Val Vigezzo (per citare solo alcune eccellenze), sono tantissime le esperienze da inserire nell’agenda di viaggio della prossima estate.

Tutte vacanze in Piemonte kids-friendly, ovviamente.

Lanzo Torinese, porta d’accesso per le Valli omonime 

Lanzo è un borgo affascinante, a pochi chilometri da Torino, il cui centro storico è magicamente costruito sul Monte Buriasco.

Abitato sin dai tempi dei Romani, Lanzo Torinese racchiude al suo interno, o nelle immediate vicinanze, piccoli gioielli da scoprire lentamente, assaporando la pace e il relax dell’ambiente montano.

Una delle icone del borgo è senza dubbio l’Abbadia di Loreto, costruita nel ‘600, che ospita la famosa Madonna nera, donata da Margherita di Savoia. Piccola, ma molto bella, l’architettura esterna è semplice e quasi scarna, mentre al suo interno si trova un tripudio di affreschi, ex-voto e la statua della Vergine Nera.

Nei dintorni di Lanzo

Poco distante dal centro del paese, poi, merita una sosta il famigerato Ponte del Diavolo: costruito nel XIV secolo, la leggenda racconta che per ben due volte gli abitanti di Lanzo avessero tentato di costruire un passaggio sopra il fiume Stura, sempre senza successo.

L’impresa riuscì solo dopo aver stretto un patto con il Diavolo, che in cambio chiese l’anima del primo essere vivente a transitare sul ponte. Gli abitanti, più astuti del demonio, fecero passare un cagnolino.

Il Diavolo, adirato per essere stato giocato, sbatté le zampe sulle rocce lasciando così un segno del suo passaggio: le Marmitte dei Giganti.

Tra le escursioni da mettere in agenda, c’è senza dubbio quella che dà voce alla gastronomia locale. Ecco dunque che si può partire alla volta delle Valli di Lanzo, tra boschi incontaminati e prati verdeggianti, portando con sé (a scelta) tre diversi cestini per un picnic gourmet preparati dai ristoratori locali.

Si va infatti dal Cestino Valligiano, a base di formaggi, salumi e pane di montagna, al Light Lunch, a base di piatto caldo e dolce, fino al Royal Menu, adatto per i più golosi, che includerà prelibatezze dall’antipasto al dessert.

Un’idea carina per far stare i bambini in mezzo alla natura, ma senza rinunciare al gusto.

Per visitare questi luoghi c’è un buon B&B in zona. Si tratta del B&B LeTerrazze Boutique Hotel a Ciriè. Dispone di un grande appartamento per accogliere anche le famiglie e perfetto per le vacanze in Piemonte.

Val Vigezzo, natura ed emozioni in tutta sicurezza

Per le famiglie che cercano una vacanza attiva, immersi nella natura, la Val Vigezzo è una delle scelte migliori.

Capace di combinare offerte di attività outdoor come trekking, golf, e-bike ed equitazione, a natura incontaminata, questa valle è la porta d’accesso privilegiata al Parco Nazionale della Val Grande che, con i suoi infiniti spazi e panorami mozzafiato, consente di stare a contatto con l’ambiente, evitando però gli assembramenti.

Panorama in Val Vigezzo

Grazie a diverse tipologie di sentieri escursionistici (dai più facili a quelli un po’ più complicati), le famiglie con bambini troveranno una soluzione adatta alle loro esigenze.

Passeggiando tra boschi di querce, aceri e faggi, si potranno anche scorgere i tanti animali che abitano questa valle, come camosci, cervi e caprioli, tra gli altri.

Un’idea da valutare è, infine, l’evento L’alba al Trubbio che, con le dovute cautele, su prenotazione e a partecipazione limitata, prevede una gustosa cena tipica, suggestivi falò, musica e notte in tenda, oltre ad un’escursione guidata alla Cima Trubbio, dalla quale ammirare la magia del sorgere del sole.

Il centro di Santa Maria Maggiore

La base da scegliere, per vivere la Val Vigezzo, è Santa Maria Maggiore, piccolo comune ricchissimo di tradizioni e cultura.

Bandiera arancione del TCI, il piccolo borgo montano custodisce segreti da scoprire, come il Museo Internazionale dello Spazzacamino, la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini in attività dal 1869 che, ancora oggi, offre corsi di pittura e intagli del legno, fino alla Casa del Profumo Feminis-Farina, che celebra l’Acqua di Colonia, nata proprio qui: vacanze in Piemonte profumate!

A Santa Maria del Borgo si può alloggiare con i bambini alla Guest House Le Vie del Borgo. Un’abitazione tipica e accogliente dove fare base per qualche giorno di vacanza.

Parco Nazionale del Gran Paradiso, dimora degli stambecchi – Vacanze in Piemonte

È il parco nazionale più antico d’Italia e si estende a cavallo tra Piemonte e Valle d’Aosta.

Istituito per salvaguardare i suoi abitanti principali, gli stambecchi alpini, che venivano cacciati indiscriminatamente e per svariati motivi, il Parco Nazionale del Gran Paradiso è diventato, nel tempo, un’area protetta non solo per le specie animali, ma anche per la flora e i suoi stupendi paesaggi incontaminati. Laghi montani, vette imponenti, pittoresche cascate, ma anche animali che rischiavano l’estinzione come, per citarne alcuni, l’aquila reale, gli astori e le volpi.

Tra le innumerevoli proposte per le vacanze in Piemonte, un paio di idee piaceranno molto ai bimbi di tutte le età.

Come quella del Centro Educazione Ambientale di Noasca, in Valle Orco, che propone tanti percorsi, tutti all’aria aperta, per imparare a scoprire nel migliore dei modi la natura, tra soggiorni didattici e corsi per tutte le esigenze e le età.

Ai bambini piacerà molto passeggiare tra campi profumati, boschi centenari e costeggiare il torrente Orco, in grado di formare cascate scintillanti e magiche, vicino alle quali sarà d’obbligo scattare una foto.

Stambecchi sul Gran Sasso ©renzo_guglielmetti archivio PNGP

L’arrivo delle escursioni è previsto nel piccolo borgo di Ceresole Reale, piccolo scrigno che custodisce monumenti e luoghi interessanti come il Vallo Alpino, il Museo Homo et Ibex, una ferriera medievale e tanto altro ancora. E se poi, persino Giosuè Carducci (che soggiorno qui a fine ‘800) le ha dedicato un’ode, ciò significa che Ceresole Reale merita senza dubbio una sosta. 

In alternativa, si può scegliere di ammirare la Valle Soana, partendo da Ronco Canavese, minuscolo borgo di appena 300 abitanti, con le sue chiesette medievali e la famosa fucina risalente al XVII secolo che ospita oggi l’Ecomuseo del Rame. Dal paesino, si dipanano diversi sentieri che serpeggiano lungo il Parco Nazionale del Gran Paradiso, con focus non solo su flora e fauna, ma anche su borgate storiche oramai pressoché abbandonate.

Valle di Susa, tra castelli e fortificazioni, trekking e percorsi in e-bike per le vacanze in Piemonte

Una delle valli più grandi del Piemonte, la Valsusa è una destinazione adatta a tutti, anche alle famiglie che viaggiano con bimbi molto piccoli. Il suo territorio, infatti, è accogliente e semplice da percorrere, sia a piedi che a bordo di comode e-bike.

Tra i punti di partenza (e ritorno) per una vacanza tranquilla e rilassante, si può scegliere tra Avigliana, impreziosita dal Parco Naturale dei Laghi, Sant’Ambrogio di Susa, con la sua meravigliosa Sacra di San Michele, o ancora Villar Focchiardo, anticamera dello stupendo Parco Naturale Orsiera-Rocciavrè.

Siccome le proposte attive sono davvero moltissime, abbiamo selezionato quelle che, secondo noi, sono le migliori da vivere con bambini al seguito. 

Per famiglie con figli adolescenti, un’ottima proposta è il Giro dell’Orsiera, che dura 6 giorni e si sviluppa all’interno del parco omonimo. Un trekking che unisce pianura a montagna, tra paesaggi di rara bellezza, boschi, natura incontaminata e panorami mozzafiato su Superga e Torino, Rocca di Cavour e Monviso. 

La Valle di Susa

Durante la camminata, si passa attraverso tappe molto importanti, anche a livello storico: fortificazione e abbazie, certose medievali e miniere di talco, incisioni rupestri e mulattiere. Ogni notte, poi, si trascorre in un rifugio diverso in cui si viene accolti da prelibatezze tipiche della zona.

Per chi invece viaggia con bimbi piccoli, dai 3 ai 6 anni, si consiglia di affittare una comoda e-bike e partire alla volta del tour cicloturistico “Paludi e Archeologia Industriale”.

Dalla città di Avigliana, lungo un tragitto di circa 14 chilometri (per un tempo di percorrenza che varia da 3 a 5 ore, a seconda del numero di soste che si desidera fare), ci si muove alla scoperta delle paludi dei Mareschi di Avigliana, ammirando la flora e la fauna tipica di questi ambienti, come i falchi e gli aironi, le rane e i cinghiali, per poi proseguire alla volta della vecchia zona industriale con la visita dell’Ecomuseo del Dinamitificio, e proseguendo verso la Chiesa romanica gotica di San Pietro, dove si ammirerà anche la porta medievale e il piccolo cimitero monumentale. Per concludere in bellezza l’escursione, è altamente consigliato portare con sé un cesto con prelibatezze locali da consumarsi presso il suggestivo punto panoramico sul Lago Grande.

Il Forte di Exilles

Infine, alcuni monumenti che piaceranno a grandi e piccoli, sono il Castello Arduinico di Avigliana e il Forte di Exilles.

Il maniero, che sorge nei pressi del monte Pezzulano, venne costruito in epoca medievale per proteggere la valle dai frequenti attacchi dei saraceni. Ad oggi, ciò che ne rimane sono le mura esterne perimetrali e qualche torre di guardia.

Nonostante sia in completo disuso, il castello mantiene però inalterata la sua austera bellezza e l’aura mitica che lo circonda. Il castello è sempre aperto e visitabile, in completa autonomia.

Il Forte di Exilles, invece, maestoso e dalla posizione strategica, si trova nel comune omonimo e racconta di un passato difensivo glorioso.

Usato sia dai Savoia che dai francesi, la struttura ha pianta quadrangolare con tante torri e la sua posizione lo rende uno dei gioielli difensivi più belli del Piemonte.

Storia a parte, questo forte è famoso anche per le innumerevoli leggende che lo circondano, come quella che racconta che vi fu rinchiuso niente meno che la Maschera di Ferro. Aperto da giugno a settembre, il costo del biglietto di ingresso che comprende la visita guidata è di 10 € per gli adulti e 8 € per i bambini.

Bussoleno è la località perfetta dove alloggiare per le vacanze in Piemonte in Valle di Susa. Il Mulino di Mattie è una piccola ma accogliente struttura dove fare base con la famiglia per scoprire le bellezze di questa valle.

Il Mulino di Mattie

Vacanze in Piemonte – Foto in evidenza sopra di Elio Pallard CC BY

Источник: https://www.bambiniconlavaligia.com/vacanze-in-piemonte/

Gite in Piemonte con i bambini

Gite in Piemonte con i bambini, dalle città alle valli

Il Piemonte è una regione tutta da scoprire e piena di bellezze naturali e storiche. Ecco la nostra guida alle gite in Piemonte con i bambini

Quando si riesce a strappare un po' di tempo libero a questa vita frenetica, una domanda si ripete insistentemente nelle nostre case: dove andiamo? La soluzione più facile sarebbe quella di chiudersi in un centro commerciale ma si potrebbe anche approfittare delle belle giornate per respirare aria buona e scoprire che a pochi km da casa ci sono posti baby friendy, bellissimi ed anche sorprendenti. Eccone alcune idee per fare delle gite in Piemonte con i bambini.

La montagna in estate

Innanzitutto se volete godere di questi meravigliosi luoghi vi consigliamo di pianificare un tour tra quelli proposti nell'ambito dei “percorsi famiglia” del Distretto Turistico dei Laghi.

L'elenco degli itinerari dello Slow Trekking per famiglie è consultabile direttamente sul sito.

Qualche idea?

  • A fine estate ed inizio autunno non perdete l'itinerario che dall’Alpe Devero porta al piccolo Lago delle Streghe, un luogo magico caratterizzato dai colori tipici dell'autunno dove si possono anche incontrare i cervi.
  • E quando fa caldo potreste godere della frescura del bosco che si trova nei pressi del Lago di Antrona, dove potrete anche rinfrescarvi in un torrente vicino.

Ma in estate sono perfetti anche i diversi parchi acquatici che animano la montagna piemontese (ad esempio il Parco acquatico le Cupole a Cavallermaggiore, con grandi piscine e scivoli), oppure le località che offrono la possibilità di fare escursioni, trekking o biking, come Bardonecchia.

Lago Maggiore e dintorni

Destinazione perfetta per chi vuole staccare la spina ed allontanarsi dallo stress cittadino raggiungendo una località che offre davvero molto per i turisti di ogni età.

  • Le cascate del Toce: con il suo salto d'acqua di 143 metri è forse la più bella delle cascate delle Alpi.

    La cascata è visibile solo per brevi periodi l'anno e in determinate fasce orarie per cui, se desiderate effettuare quest'escursione, vi consigliamo di informarvi anticipatamente.

  • Safari Park di Pombia: nello zoo gli animali sono in libertà o quasi e si visita a bordo della propria auto o di un trenino con partenza a orari prestabiliti.

    La corsa termina in prossimità della fattoria tattile, dove sono raccolti vari animali da cortile come mucche, asini, oche e maiali, c'è anche un maneggio con diversi pony e chi lo desidera può far fare un giro al proprio bambino. Naturalmente queste sono solo una parte delle attrazioni del parco.

Cuneo e le sue Valli

Chi sceglie questa zona per le proprie vacanze ama la montagna, le passeggiate nei parchi e la vita all'aria aperta. Ecco solo alcune delle attività che le famiglie possono svolgere a Cuneo ed in provincia.

  • A Savigliano c'è il Museo ferroviario, dove i bambini potranno ammirare delle belle locomotive, ancora funzionanti e che vengono, in alcune occasioni, utilizzate per brevi tragitti.

    Purtroppo non è permesso salire sui treni è possibile invece ammirare i modellini di locomotive a vapore, carri merci, carrozze, viaggiatori postali e plastici;

  • le Terme di Vinadio: tra le terme più antiche del Nord Italia, attualmente sono in fase di ristrutturazione, ma riapriranno presto;
  • il parco safari delle Langhe a Murrazzano che si sviluppa in una spettacolare area di oltre 70 ettari su cui si dislocano i diversi ambienti destinati agli animali, in un contesto immerso nella natura delle valli;
  • il Museo della stampa a Mondovì la più completa raccolta pubblica di macchine per la stampa esistente in Italia in un'ambientazione d'altri tempi.

Torino e provincia

A Torino ci sono molti musei che sicuramente potrebbero interessare i vostri bambini eccone due:

  • Il museo Egizio, che raccoglie una vastissima raccolta di reperti archeologici di straordinaria bellezza, secondo solo a quello del Cairo.
  • Il museo Nazionale del Cinema, che ha sede nella Mole Antonelliana e che raccoglie una vasta collezione di attrezzature cinematografiche, da quelle dei primi esperimenti alle recenti macchine da presa, poi manifesti, riproduzioni di set famosi e le fotografie dei numerosi artisti italiani, insomma una raccolta completa di come sia cresciuto il cinema nella storia e nel nostro paese. E' possibile iscrivere i bambini ad uno dei tanti laboratori che vengono organizzati regolarmente.
  • Museo dell'Automobile: con tantissime vetture in esposizione per ripercorrere la storia dell'automobile. Tanti gli eventi e i laboratori organizzati per i più piccoli.

Parchi per famiglie in Piemonte

In questo elenco troverete una selezione di parchi naturalistici dove trascorrere una giornata immersi nella natura, respirando aria buona e andando alla ricerca di animali e vegetazioni straordinari, ma il Piemonte è pienissimo anche di parchi acquatici, divertimento ed avventura che faranno felici i bambini (e anche i genitori).

  • Parco faunistico la Torbiera: la Torbiera di Agrate Conturbia è un centro per la riproduzione e la conservazione delle specie animali in pericolo di estinzione all'interno di un’area circondata da un bosco planiziale di ontani, farnie, betulle, castagni e salici.

    Una meravigliosa passeggiata immersi nella natura alla scoperta di animali e laghetti.

  • Nel parco di Villa Pallavicino a Stresa, sul lago Maggiore: nel parco i vostri bimbi troveranno moltissimi animali, molti dei quali potranno essere accarezzati e osservati da vicino, potranno passeggiare per i viali della villa e godere di una vista impareggiabile sul Lago Maggiore.
  • Il Parco del Valentino, il famoso parco pubblico di Torino. All'interno del parco c'è la riproduzione di un borgo del ‘400 con tanto di castelletto, ponte levatoio, botteghe artigiane e vengono organizzati spesso eventi per bambini.

Gite di un giorno

Fra gianduiotti e bagna cauda, Il Piemonte ha moltissimi luoghi, manifestazioni e bellezze naturali tutti da scoprire. Ecco alcuni consigli per una gita domenicale in Piemonte.

  • Santuario di San Magno, si trova ai piedi del monte Tibert ed è circondato da pascoli, dai quali partono diverse passeggiate panoramiche alcune delle quali adattissime ai bambini.

    Al ritorno si può fare una sosta a Pradlevles, una celebre località turistica della Valle Grana che ha anche un parco giochi.

  • Castello di Racconigi e museo ferroviario di Savigliano: una giornata perfetta da trascorrere visitando il meraviglioso castello e il suo grande parco (con sosta alla Margaria, una fattoria in stile neogotico romantico posta all'estremità opposta del castello) e da concludere con una visita al museo ferroviario dove è possibile ammirare i modellini di locomotive a vapore, carri merci, carrozze viaggiatori postali e trenini oltre che dei bei plastici.
  • Val Vermegnana: da visitare partendo da Limonetto dove ci sono le cascate per proseguire fino al colle di Tenda, quasi al confine francese. Lì c'è un rifugio dal quale si parte per traversare l'antica via del sale e i resti diroccati di alcuni fortini. Arrivati in cima verrete ripagati dalla meravigliosa vista sulla valle.

Pic nic con i bambini in Piemonte

Nel sue valli, i parchi e la natura che domina incontrastata in moltissimi luoghi, il Piemonte si presta perfettamente all'organizzazione di giornate all'aperto e pic nic in famiglia. Qualche dritta sulle aree migliori.

  • Val di Pesio: in prossimità del rifugio Pian delle Gorre, in provincia di Cuneo e comodamente raggiungibile in auto, si trova una bella area attrezzata per i pic nic e da li partono tanti sentieri, alcuni adatti per una passeggiata in famiglia; i sentieri sono ben indicati e di diverso grado di difficoltà;
  • Il parco naturale dei Ciciu de Villar a Villar San Costanzo: questo parco è nato per salvaguardare il fenomeno delle piramidi di terra o funghi d'erosione. Nel parco troverete un'area attrezzata con panchine e tavoli da pic nic oltre che un parco giochi; proseguendo è possibile, con un semplice itinerario, vedere i famosi Ciciu che in dialetto locale significa Fantocci.

Attrazioni per bambini in Piemonte

Dove portare i bambini se si desidera stupirli e passare con loro una giornata divertente per tutti?

  • Parco della fantasia Rodari a Omegna: è un luogo magico per grandi e piccoli ubicato al centro di Omegna (VB) sulle sponde del canale Nigoglia.

    All'interno del parco ci sono tantissime attività e diversi laboratori per i bambini, nonché mostre permanenti che incuriosiranno i grandi;

  • Bioparco Zoom di Cumiana: tantissimi gli eventi e i programmi per bambini, ma soprattutto sarà meraviglioso passeggiare in un vero e proprio arcipelago di isolette immerse in una giungla per andare alla scoperta degli abitanti del parco;
  • Parco Acquatico Atlantis e Parco Dinosauri Lost World: un luogo fantastico per trascorrere una giornata diversa dal solito, con un parco acquatico e il Parco della preistoria Lost World: oltre 20.000 mq di bosco secolare con veri dinosauri a grandezza naturale;
  • Venaria Reale: a pochi chilometri da Torino si trovano il borgo e la sua famosa reggia. Per raggiungerla c'è un autobus chiamato Venaria Express. Per i bambini sarà una gita davvero magica: saloni per le feste delle principesse, sfilate di carrozze, opere d'arte e spesso i bambini vengono coinvolti in laboratori, giochi e cacce al tesoro. Nel giardino della reggia c'è la zona chiamata il Fantacasino, con tantissimi giochi per bambini di tutte le età. Inoltre confinanti con i giardini reali c'è il Parco della Mandria;
  • Castello di Rivoli: un tempo era la dimora dei Savoia oggi è patrimonio dell’Unesco ed ospita un museo davvero speciale per i bambini e le famiglie perché propone diversi percorsi per le famiglie dal Museo d’Arte Contemporanea.

Eventi per bambini

Da Torino alle valli, fino ai museo e ai parchi naturalistici, il Piemonte è ricchissimo di eventi per grandi e piccoli. Vediamone qualcuno.

  • Gita in mongolfiera: nel Giardino del Cardinale Pellegrino, in Piazza Borgo Dora, si trova il più grande aerostato frenato del mondo.

    Sarà un'emozione grandissima ammirare la città dall'alto;

  • Emozioni nel Parco Fluviale del Po e dell’Orba: in questa area naturalistica vengono regolarmente organizzati numerosi eventi per i più piccoli, dalla Passeggiata con la Terra, che consente di sperimentare la ricchezza e le meraviglie del mondo naturale usando i cinque sensi, al Nel bosco delle storie, passeggiata animata da letture con attività sensoriali, fino a I Guardiani della notte, un’escursione serale per scoprire il mondo del fiume dopo il tramonto. Info sul sito

Per essere aggiornati sul calendario degli eventi per bambini in Piemonte vi consigliamo di visitare il sito Langhe.net oppure l'agenda online di Torino Bimbi.

5 luoghi da visitare in Piemonte

Impossibile ridurre a cinque i luoghi che si devono assolutamente visitare in Piemonte (guardate quanti ne abbiamo selezionati fino a questo momento!), tuttavia eccone 5 che valgono il viaggio.

  1. Le grotte della Bossea, nel comune di Frabosa Soprana: una tra le più importanti grotte italiane.

    Dopo la visita chi lo desidera può fare un salto a Frabolandia, un parco divertimenti per tutta la famiglia;

  2. Il castello della Manta, nei pressi di Saluzzo: uno tra i più bei castelli piemontesi che sicuramente affascinerà i vostri bambini.

    Spesso si tengono tra le sue mura eventi a loro dedicati;

  3. Castello di Racconigi e il suo parco: difficile pensare di girare tutto il parco a piedi data la sua vastità, ma c'è un servizio di carrozze che permette di fare un giro all'aria aperta.

    Il parco è stato scelto dalle cicogne che proprio qui vengono a nidificare e c'è anche un centro cicogne che in alcuni giorni può essere visitato.

    Nel parco c'è il meraviglioso Castello che merita assolutamente una visita;

  4. Sestriere e dintorni: in inverno a Sestriere i numerosi centri di Sleddog presenti organizzano gite in slitta trainata dagli husky per scoprire le meraviglie della natura;
  5. La Grotta dei Dossi, a Villanova Mondovì (CN): è la grotta di origine carsica più colorata d’Italia, dove scoprire un incredibile mondo sotterraneo.

gpt inread-altre-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/il-bambino/trasporto-e-viaggi/gite-con-i-bambini-piemonte-e-dintorni.html

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: