Gita fuoriporta: il look giusto per i bambini

Gite fuori porta con bambini piccoli: prepariamo la valigia!

Gita fuoriporta: il look giusto per i bambini

Ci sono molte famiglie che evitano le gite fuori porta con bambini piccoli non tanto perché sono pigre ma perché pensano che con i neonati abbiano bisogno di portare molte cose. Quando usciamo di casa con un bambino, in effetti, tendiamo a portare tutto: cose necessarie e cose che occorrono solo “nel caso in cui”.

È vero che potresti aver bisogno di più cose rispetto a quando viaggiavi in coppia, ma è anche vero che con la pratica ti rendi conto che ci sono molte cose superflue nella valigia del piccolo viaggiatore.

Al momento di fare la valigia per il nostro bambino, dobbiamo essere sicuri di ciò che è veramente necessario. Ecco alcuni suggerimenti e trucchi per preparare la sua valigia!

Non è un trasloco

Pensa a mente fredda e affidati al buon senso, ci sono cose veramente essenziali e cose che non puoi trovare a destinazione. Quando si viaggia in aereo, ad esempio, siamo più consapevoli del fatto che non possiamo portare la casa con noi.

Se viaggiamo in auto, possiamo concederci uno strappo alla regola, ma pensa anche che dovrai trasportare tutte le valigie da casa alla macchina e dalla macchina alla sistemazione.

Credi davvero che tutto – proprio tutto – sia necessario e non possa farne a meno?

Fai una lista di ciò che devi portare

Se lo visualizzi in una lista, puoi vedere ciò di cui hai veramente bisogno e puoi anche vedere cosa puoi lasciare a casa: se scrivi assolutamente tutto ciò che ti viene in mente, vedrai che non avrai bisogno di una o due valigie, ma molte di più… Fai una lista e comincia a depennare il superfluo. Inoltre, con una lista, eviterete che qualcosa di veramente importante possa essere dimenticata.

Abbigliamento & Co

Sebbene i bambini siano molto più inclini alle macchie degli adulti, non è necessario portare 10 cambi al giorno.

Nel nostro caso, in viaggi brevi di tre o quattro giorni, quello che facciamo è portare in ogni caso un cambio al giorno e un paio di cambi extra.

Per una gita fuori porta di un weekend (venerdì-sabato-domenica) ti basteranno: un look per l’andata, uno per il ritorno, uno per il sabato e un cambio in più.

Nel caso di una vacanza di due settimane, puoi programmare vestiti per circa una settimana. Se hai bisogno di più vestiti perché si sporcano, puoi sempre lavare qualcosa al volo (con un po’ di sapone o con il servizio lavanderia dell’hotel).

Fai in modo che i baby outfit che porti possano combinarsi tra loro, così che se un pezzo si macchia, l’altro può essere riutilizzato con qualcos’altro.

Non dimenticare un bavaglino grande in plastica, di quelli che coprono i bambini per bene per il pranzo, con cui eviti di dover lavare più del necessario durante il viaggio. Inoltre, essendo di plastica, quando finisci il pasto puoi pulirlo con l’acqua o con una salvietta e sarà di nuovo pulito, quindi eviterai di portare un carico di bavaglini.

Per quanto riguarda le scarpe, per brevi gite fuori porta, basta un paio di scarpe. È essenziale non solo che siano comode, ma anche che si abbinino a tutti gli outfit. Per le vacanze più lunghe, occorrono più scarpe, inclusi sandali o infradito per la spiaggia o la piscina.

Non c’è bisogno che lo dica: per l’intimo considera sempre un cambio al giorno!

Il doudou e i giocattoli

Quello che non puoi lasciare a casa è il suo gioco preferito, il suo doudou. Se è morbido, meglio ancora, perché troverà facile posto nella valigia. Non solo servirà per intrattenerlo lungo il percorso, ma può essere il suo compagno di giochi durante le vacanze.

Il kit di intrattenimento – tablet, libri da colorare, fogli per disegnare… – ci accompagna solo nei lunghi viaggi, perché nelle gite fuori porta più brevi spesso basta davvero poco per divertirsi (inoltre è anche l’occasione per stare all’aria aperta e staccarsi dalla tecnologia).

Il beauty del baby

Anche per gite fuori porta, per i bambini, consiglio di portare i prodotti beauty abituali. Puoi sempre chiedere alcuni campioni del suo solito gel / shampoo / crema che puoi portare con te senza occupare molto spazio nella valigia. Consiglio di portarli perché la pelle dei piccoli è solitamente più delicata e cambiare prodotto può causare fastidì alla pelle.

Foto by Cecilia Viganò

La farmacia

Trasportiamo sempre un piccolo kit con i prodotti che usiamo abitualmente a casa per il primo soccorso. Naturalmente, se il tuo viaggio prevede un volo e un bagaglio a mano, assicurati che i contenitori non superino i 100 ml.

Snack e latte

Ci piace sempre portare qualche spuntino per il viaggio: un succo di frutta o frullato, alcune gallette di mais, che in realtà sono cose di cui potremmo fare a meno, perché possono essere acquistate a destinazione, ma si sa in viaggio ci si intrattiene anche sgranocchiando una galletta!

Il latte in polvere esiste ovunque, piuttosto puoi preoccuparti di portare il suo biberon preferito (e non dimenticare il ciuccio!).

Una lunga lista di cose inutili per le gite fuori porta

Lascia a casa tutti i “se per caso”!

L’elenco di oggetti inutili brevemente comprende: il lettino da viaggio (tutti gli hotel ne forniscono uno ma…scommettiamo che dormirete in tre nel lettone?!), la vaschetta da bagno gonfiabile, lo sterilizzatore (puoi sterilizzare nel microoonde)… se sei abituata a una buona fascia o marsupio, puoi valutare anche di lasciare a casa il passeggino e affittarne poi uno a destinazione!

Insomma, bando alle esitazioni e corri a programmare la tua prossima gita fuori porta con i bambini piccoli!

Paola Agostini

Источник: https://livingsuavinex.it/gite-fuori-porta-con-bambini-piccoli-prepariamo-la-valigia/

Le mie 10 mete preferite vicino a Milano per la gita della domenica con i bambini

Gita fuoriporta: il look giusto per i bambini

La domenica appena ci svegliamo diamo un’occhiata dalla finestra: se il sole brilla nel cielo allora organizziamo subito una gita. Non amiamo restare chiusi in casa e approfittiamo dei giorni di festa per visitare e cercare nuove mete non troppo lontane da casa.

Abitiamo in provincia di Milano e le 10 mete per la gita della domenica con i bambini che ho scelto di segnalarvi sono tutte a un’ora, o al massimo due da casa. Naturalmente sono perfette per una passeggiata primaverile o estiva, ma anche in una splendida giornata d’autunno o d’inverno non ci tiriamo indietro.

Muoversi con i bambini in giornata so che può essere particolarmente faticoso: che sia per poche ore o per diversi giorni è sempre necessario portare con sé cambi, pannolini, viveri, giochi e molto altro, per cui è facile scoraggiarsi ancora prima di scegliere la meta.

Ma vedrete che sarete presto ripagati dalla bellezza di laghi, montagne ed esperienze speciali da vivere con i bambini.

Isola Comacina

La prima volta che l’abbiamo scoperta è stata in concomitanza con la Sagra di San Giovanni a fine giugno, quando si festeggia l’inizio della stagione estiva con i fuochi d’artificio e il simbolico incendio dell’isola.

Tutto il cielo sopra il lago di Como si illumina di meravigliosi luci e richiama persone da tutta la regione. Per raggiungere l’Isola Comacina ci si imbarca sulle acque del Lario, un’avventura per i più piccoli, attraversando la cosiddetta Zoca de l’oli.

Qui la natura è lussureggiante e si possono visitare la chiesa di San Giovanni e diversi siti archeologici.

Lago di Varese

È molto vicino a casa nostra, ecco perché in tutte le stagioni amiamo passeggiare o fare un giro in bici sulla ciclabile che ne percorre tutto il perimetro. Si trovano diversi punti in cui è possibile fermarsi per un gelato per esempio – come alla Schiranna – oppure per un pranzo.

Se i bimbi hanno voglia di vedere gli animali e voi di una sosta culinaria, potete scegliere la Fattoria Gaggio. La domenica solitamente propongono un menù fisso, ma è possibile anche acquistare prodotti, accarezzare gli animali e giocare nel prato proprio davanti al lago.

Passeggiata al Rifugio Riella

È stata una meravigliosa scoperta quella del Rifugio Riella. Avevamo voglia di un trekking di un giorno senza andare troppo lontano e abbiamo così raggiunto il versante ovest del Monte Palanzone: da Lecco si prende la provinciale in direzione Erba e quindi Albavilla.

Da qui si seguono le indicazioni per l’Alpe del Vicerè, dove è possibile parcheggiare, ma anche godersi una sosta per un pic nic o una grigliata, se non si ha voglia di camminare. Percorrendo poi la stradina asfaltata si arriva dopo pochissimo al Rifugio Cacciatori e successivamente, in un’oretta circa, alla Capanna Mara.

Da qui la strada diventa sterrata: il primo tratto è un po’ ripido, poi invece più piacevole, tra faggi e betulle. Il dislivello è di 225 metri, quindi si incontrano facilmente famiglie con bimbi anche piccoli nello zaino da trekking. Dalla Capanna Mara si prosegue per altri 50 minuti con vista panoramica su Lago di Como e sulle Prealpi Lombarde per raggiungere il Rifugio Riella.

Dopo aver pranzato qui al sole, ci siamo fermati per un pisolino in un prato al fresco di un albero. Una giornata davvero splendida.

Santa Maria Maggiore

Una gita in giornata in montagna nel periodo estivo per scappare dal caldo della città è perfetta, lo stesso vale però in inverno, quando si ha voglia di neve e magari non si è proprio degli esperti sciatori. Noi ad esempio preferiamo il bob! Santa Maria Maggiore è una meta semplice è relativamente vicina da Milano.

In estate ci andiamo a raccogliere i mirtilli e a rilassarci. Ci sono diversi trekking che partono da qui, ma se non siete dei camminatori potete semplicemente godervi il fresco, pranzare all’aperto e lasciare liberi i bimbi di giocare.

In inverno si ricopre di un manto bianco meraviglioso e ci si può rifocillare con salumi tipici, polenta e deliziosi sughi di selvaggina.

Castelveccana

È stata una piacevolissima scoperta. Incontrato per caso, Castelveccana è un paesino affacciato sul versante lombardo del Lago Maggiore. Si trova qui una piccola spiaggetta e una piazza dove pranzare in un ristorante all’aperto.

Portate con voi un telo, un costume da bagno e magari per i bambini qualche gioco da spiaggia: sarà la meta perfetta per il relax della domenica.

E se avete voglia di visitare qualcosa, a 20 minuti si trova la residenza FAI Villa Della Porta Bozzolo, dimora di campagna nel Cinquecento, diventata poi fastosa residenza estiva della ricca famiglia lombarda nel Settecento. Oggi, oltre al giardino all’italiana, si possono visitare i saloni affrescati in stile rococò.

Castello di Somasca

Dopo una passeggiata sul lungolago di Lecco e una tappa a lanciare sassolini nell’acqua, abbiamo scoperto il castello dell’Innominato di Manzoni, ovvero il Castello di Vercurago di Somasca, il luogo di prigionia di Lucia.

Siamo saliti a piedi ai resti della fortezza, oggi rimangono soltanto il muro perimetrale, una parte dei bastioni difensivi e alcune torri, mentre il resto è stato danneggiato nel 1799, quando gli austro-russi hanno sparato cannonate ai francesi che erano nascosti nella fortezza.

Per raggiungere il castello c’è una lunga scalinata: anche in questo caso dunque è meglio evitare il passeggino e optare piuttosto per un marsupio.

Montorfano

È un piccolissimo borgo che si trova abbracciato dal Lago di Mergozzo, dal Lago Maggiore e dal Fiume Toce.

Davvero speciale in autunno, quando le foglie si colorano di rosso e giallo e trasformano le piccole strade non trafficate in un tripudio di tonalità, è speciale anche d’estate, per i grandi prati dove fare un pic nic o per una sosta nella minuscola trattoria di fianco al mulino. Sembra che qui il tempo si sia fermato ed è davvero rilassante. Da Montorfano partono diverse passeggiate e trekking.

Camogli

Camogli è una delle mie località preferite della Liguria. Veloce da raggiungere da Milano, perché una dei paesini più vicini a Genova, è davvero caratteristica.

Di solito inauguriamo sempre la stagione estiva con una toccata e fuga in giornata a Camogli: togliersi finalmente le scarpe, immergere i piedi tra i sassolini e l’acqua fresca della spiaggetta del borgo è uno dei riti che amo di più.

Non solo, mangiare focaccia o pasta al pesto con vista sulla chiesetta e sul piccolo porticciolo circondato di case colorate in pieno stile ligure è sempre un piacere, persino in inverno. Se potete, fermatevi fino al tramonto.

Villa Taranto

L’abbiamo scoperta per caso durante un tour del Lago Maggiore la scorsa estate. Ne avevamo già sentito parlare, ma non l’avevamo mai visitata.

Villa Taranto e i suoi giardini sono davvero uno spettacolo di colori e specie diverse di fiori e piante che la rendono unica. La vista sul lago blu contrasta con le nuance accese dei giardini.

Attenzione però, Villa Taranto è aperta soltanto in alcuni periodi dell’anno. Piacevole anche il pranzo nel ristorante all’aperto all’ingresso della Villa.

Villa Annoni e l’Osteria del Ponte di Cuggiono

Vicinissime a casa nostra, vere e proprie mete del mio cuore. Sono i luoghi di quando ero piccola, che mi regalano subito relax.

Parlo dell’Osteria del Ponte a Castelletto Cuggiono, nel Parco del Ticino, sulle rive del fiume, dove si pranza all’aperto in estate sotto le foglie di vite e vicino al camino nei saloni interni in inverno.

Ma anche della Villa Annoni, villa storica ottocentesca con un grande parco che la circonda (anche set di Bake Off Italia).

Источник: https://www.viaggiareconibambini.com/in-italia/2020/mete-domenica-vicino-milano-bambini/

10 gite fuori porta a un’ora da Milano con bambini

Gita fuoriporta: il look giusto per i bambini

  1. Parco di Monza(Mb)
  2. Parco di Montevecchia e della Valle del Curone (Lc)
  3. Laghetto di Sartirana (Lc)
  4. Oasi di Baggero (Co)
  5. Ciclopedonale dei laghi di Garlate e Olginate (Lc)
  6. Ciclopedonale del lago di Oggiono (Lc)
  7. Lago del Segrino (Co)
  8. Pian Sciresa (Lc)
  9. Spiaggia di Abbadia Lariana (Lc)
  10. Passeggiata a Villa Olmo, Como (Co)

Siete alla ricerca di idee su come trascorrere il weekend vicino a Milano? Siete nel posto giusto! Il blog BimbInLombardia è stracolmo di idee su cosa fare nel weekend vicino a Milano. Trekking in montagna, passeggiate lungolago, ciclabili, relax in spiaggia.. Scoprite le nostre proposte per una gita fuori porta a un’ora da Milano!

Oasi di Baggero

1. Il Parco di Monza

Il Parco di Monza è il parco recintato più grande d’Europa. Un’oasi verdi alle porte di Milano, raggiungibile comodamente anche in treno, con una passeggiata attraverso il centro di Monza.

È la meta perfetta come gita fuori porta da Milano con i bambini, perché trovate tante aree giochi e picnic, una fattoria, un percorso sugli alberi, il circuito di Formula 1, il trenino per fare il giro dei punti più importanti o il noleggio delle biciclette; tantissimi gli eventi che vengono organizzati durante tutto l’anno.

Leggete i nostri itinerari Tra ville immerse nel verde, tra giochi e fattoria, il roseto della Villa Reale e la visita di Monza con i bambini.

Parco di Monza, la Sedia dello Scrittore

2. Parco di Montevecchia e della Valle del Curone

La Brianza lecchese è dominata da Montevecchia, la collina più romantica vicino a Milano. Il Parco che si estende ai piedi della collina offre tantissimi itinerari per una gita fuori porta da Milano con bambini.

Potete fare passeggiate nella natura, rilassarvi presso il pratone di Ca’ Soldato, passeggiare accanto alle viti e ai rosmarini (le coltivazioni tipiche), gustare un buon gelato artigianale.

Le nostre camminate preferite sono il trekking da Missaglia a Ca’ Soldato, il Sentiero dei Proverbi a Lissolo, la visita a Montevecchia Alta.

Parco del Curone

3. Il laghetto di Sartirana

A Merate (Lc) trovate una piccola riserva naturale, frequentata dagli amanti della pesca e del bird watching. Il laghetto offre una piccola area picnic, una passeggiata adatta anche ai più piccoli e una bella vista sulle montagne lecchesi.

Se volete allungare la passeggiata, dal laghetto di Sartirana potete arrivare fino al centro di Merata: una bella gita fuori porta da Milano con bambini! L’itinerario è percorribile anche in passeggino e i bambini si divertiranno a guardare le immagini degli animali rappresentati sui pannelli didattici lungo il percorso.

Attenzione: a maggio 2021 il laghetto di Sartirana risulta chiuso. Si può percorrere il nuovo sentiero dalla Torre al lago.

Lago di Sartirana

4. Oasi di Baggero

Se siete alla ricerca di un posto dove poter fare un picnic vicino a Milano, valutate l’Oasi di Baggero! Una riserva naturale creata recuperando un sito per estrazioni minerarie, ora ospita un semplice trekking attorno ai laghetti, un bel punto giochi, qualche tavolo per pic nic e un prato dove giocare. Nelle giornate limpide, splendida la vista sull’Alta Brianza dal punto panoramico poco oltre la cascatella. L’Oasi di Baggero si collega con la ciclovia Monza / Erba, nel Parco Valle del Lambro.

Attenzione: causa covid il percorso potrebbe essere chiuso. Si può accedere alla ciclovia.

Oasi di Baggero

Tra i nostri itinerari preferiti, da percorrere sia a piedi che in bicicletta, vi consigliamo la Ciclopedonale dei laghi di Garlate e Olginate. Di incomparabile bellezza, passa attraverso i luoghi descritti dal Manzoni ne ‘I promessi sposi’.

Offre molti parchi giochi, una spiaggetta per rilassarsi e tanti ristorantini molto carini. Scoprite tutte le info sulla Ciclopedonale dei laghi di Garlate e Olginate.

Dalla ciclopedonale vi potete collegare alla ciclopedonale dell’Adda, che vi conduce verso altri luoghi speciali, come il Traghetto di Leonardo a Imbersago e la centrale di Trezzo.

Pescarenico, Ciclopedonale dei laghi di Garlate e Olginate

La Ciclopedonale del lago di Oggiono è un percorso che costeggia l’omonimo lago, regalando scorci molto belli sulle montagne lecchesi.

Lungo il sentiero trovate un pratone dove rilassarvi, la bellissima penisola di Isella, un punto di osservazione della flora e della fauna, alcune fattorie e il Campo dei Fiori.

Questo itinerario è perfetto da percorrere in tutte le stagioni ed è comodamente raggiungibile da Milano. Maggiori info sulla Ciclopedonale del lago di Oggiono.

Ciclopedonale lago di Oggiono e Annone

Il lago del Segrino si trova tra i comuni di Eupilio, Longone al Segrino e Canzo. Definito il lago più pulito d’Europa, è circondato da un bel percorso ciclopedonale, trovate anche un lido attrezzato, un bel punto giochi e una vista unica sul Cornizzolo.

Perfetto per una gita fuori porta da Milano, vi regalerà una passeggiata tranquilla e una giornata in mezzo alla natura. Maggiori info lago del Segrino.

Nei pressi, potete raggiungere Caglio, sopra Canzo, dove il Percorso Segantini vi regala un bellissimo percorso tra arte e natura, alla scoperta delle opere del Pittore della Montagna.

Lago del Segrino

Se siete alla ricerca di un trekking per bambini vicino a Milano, non perdetevi Pian Sciresa! Nonostante la passeggiata sia molto breve partendo da Malgrate, vi regalerà uno scorcio unico sul lago di Como.

Potrete rilassarvi nel grande pratone o gustare piatti tipici nella baita. Un percorso da non perdere! Maggiori info Pian Sciresa.

Se siete appassionati di trekking panoramici, non perdetevi la raccolta delle più belle escursioni nel lecchese, con panorama mozzafiato sul lago di Como.

Pian Sciresa

In Lombardia non abbiamo il mare, ma possiamo rilassarci e rinfrescarci sulle spiaggette del lago di Como. Tra le tante possibilità, vi invitiamo a scoprire la spiaggia di Abbadia Lariana, la più vicina a Milano.

Trovate un bel lido attrezzato, una piccola passeggiata lungo lago, dei giochi per bambini. Proseguendo lungo il ramo orientale del Lario, incontriamo la spiaggia di Riva Bianca a Lierna, splendida, nei pressi del bellissimo Castello.

Maggiori info spiagge Abbadia e Lierna.

Riva Bianca Lierna

Dal centro di Como, raggiungibile comodamente anche in treno, parte un bellissimo itinerario che conduce a Villa Olmo. Dapprima si costeggia il lungolago, poi ci si ricongiunge con la pedonale Lino Gelpi, che in primavera è arricchita dalla bellezza del glicine fiorito.

Scoprite le info della passeggiata a Villa Olmo. Un’alternativa, è raggiungere la funicolare di Brunate, passando dal lungolago.

Raggiunto Brunate, con una breve passeggiata, raggiungerete il punto panoramico presso il Faro di Volta, dove trovate tre croci che dominano il lago.

Passeggiata Lino Gelpi verso Villa Olmo, Como

Источник: https://bimbinlombardia.com/10-gite-fuori-porta-milano-con-bambini/

Come vestirsi per una gita fuori porta? Idee e consigli

Gita fuoriporta: il look giusto per i bambini

In questo marzo così insolito, con l’Italia divisa a metà – a Nord piogge e a Sud sole – ,  più che mai abbiamo bisogno di primavera, spazi aperti, piccole gite, anche sotto casa.

L’obiettivo è vivere la nostra città, ma l’inverno non è ancora terminato e la primavera ancora non vuole arrivare, come vestirsi? Bel dilemma. Ma vista l’indecisione perchè non cogliere l’occasione? Il cambio stagione è una scusa perfetta per rinnovare l’abbigliamento.

Non trovate? E allora oggi ci divertiamo a darvi qualche idea e consiglio su come vestirsi per una gita fuori porta?

Come vestirsi per una gita fuori porta: idee per le mamme

E partiam oda una scoperta: vogliamo consigliarvi un sito di abbigliamento per adulti, dove acquistano già molte donne (anche mamme, di tutte le età) e dove ci sono tutti i vestiti di marca più alla moda del momento. Il sito si chiama Goccia.

clothing, ancora non è molto conosciuto perchè è nato da pochi anni ma sta diventando velocemente sempre più forte in Italia e anche all’estero. Su Goccia.

clothing potete trovare vestiti casual e sportivi per gite all’aperto in ogni stagione, borse capienti e comode, scarpe da ginnastica e sneakers, valigie e tanto altro.

Il sito ha anche vestiti eleganti e casual per la vita quotidiana… un’amica ce  l’ha consigliato  per le gonne in velo e tulle, ma piano piano lo abbiamo esplorato, trovando tantissime idee e occasioni.

Il punto forte di Goccia.clothing è l’assistenza clienti, composta da un team specializzato che assiste ogni cliente in ogni momento, sono facilissimi da contattare e ti risolvono qualsiasi problema in pochissimo tempo, cosa che non è assolutamente da sottovalutare visto il servizio degli altri siti!

Gite fuori porta, come vestirsi: comodità, praticità e gusto

Se vi state chiedendo come vestirsi per una gita fuori porta, è presto detto: alcune “regole” di buon senso che valgono per i bambini valgono anche per gli adulti, quindi le parole chiave sono comodità, praticità e gusto.

I bambini ovviamente non sono attenti alle mode come gli adulti, ma hanno comunque un loro spirito critico che gli fa scegliere quello che gli piace in modi che a volte non ci è dato comprendere! Questo è un buon punto di partenza per decidere cosa indossare, ma a grandi linee per una gita fuori porta all’aperto possiamo indossare gonne e pantaloni indistintamente, tutto dipende da quello che vogliamo!

Come vestirsi per una gita fuori porta all’aperto

Pic-nic in vista, domenica di braciolata con gli amici di famiglia in mezzo al bosco, in montagna o in campagna, proprio come succedeva quando eravamo piccoli… che bei tempi! Oggi queste giornate sono molto più rare, ma quando si fanno sono una gioia per tutti! Stare all’aria aperta è molto importante, ed oggi tutti noi ci stiamo davvero poco.

Ma cosa indossare per una gita all’aperto? La prima cosa che mi viene in mente è lo zaino: invece della borsa è bene portare con sé uno zaino pratico e capiente che possa contenere acqua, giacchetti, ombrelli (non si sa’ mai) e tutto quello che serve per la famiglia.

Scegliere lo zaino giusto non è facile, anche perchè è bene che sia comodo ma anche bello! Io scelgo gli zaini grandi di marca perchè so’ che posso contare sulla buona qualità dei tessuti e delle cuciture e so’ che non si rompono. Inoltre scelgo sempre quelli con i manici larghi, altrimenti il peso farà in modo che i manici stretti siano taglienti sulle spalle e la gita non sarà molto gradevole.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, vi consiglio le tute da ginnastica: non pensate male, alcune tute sono veramente bellissime e alla super moda, ad esempio ci sono dei completi formati da giacchetto con zip e pantalone slim dell’Adidas che ultimamente stanno letteralmente spopolando e le tute Gioselin, meno conosciute ma bellissime!

Le scarpe da abbinare con le tute sono le sneakers: che siano le famosissime Stan Smith bianche dell’Adidas, le sneakers di tessuto Gioselin (che sono comodissime e molto carine, disponibili in tanti colori ed anche con le borchie) o le sneakers Fila, l’importante è che ci stiate comode! La scelta del modello è fondamentale se volete un outfit alla moda ed un look di tendenza!

Cosa indossare per visitare una città?

L’outfit per visitare una città può essere meno “drastico” rispetto a quello per andare in gita, nel senso che possiamo scegliere più volentieri le gonne, le scarpe con qualche centimetro di tacco e le nostre maglie preferite. Anche in questi casi bisogna portare con sé tutto quello che ci serve, quindi io scelgo sempre e comunque lo zaino o, al massimo, una shopping bag capiente, che diventano fondamentali.

Come pantaloni vi consiglio i jeans skinny elasticizzati, che sono pratici, comodi e ci si cammina facilmente; quando si viaggia bisogna vestirsi a strati (ma senza esagerare), quindi via libera alle maglie a maniche corte da indossare sotto ad un giacchettino o ad una felpa, anche con il cappuccio.

Se siete amanti delle gonne, vi consiglio di indossare quelle morbide e di lunghezza media, diciamo dal ginocchio a metà polpaccio: le gonne troppo corte non sono indicate perchè bisogna sedersi in giro e si possono rischiare delle irritazioni se la pelle delle cosce viene a contatto diretto con sedie, panchine e via dicendo… a me è successo e vi posso garantire che non è una bella sensazione! Non sono ideali neanche le gonne lunghe perchè si rischia di inciampare molto facilmente.

Come vestirsi per una gita fuori porta? Spero di esservi stata utile e di avervi dato qualche dritta per affrontare al meglio le gite fuori porta… rilassatevi e godetevi il weekend all’aria aperta con i vostri figli… in questo periodo ne abbiamo tutti un gran bisogno!

* Post in collaborazione con Goccia Clothing

Источник: https://www.viaggiapiccoli.com/come-vestirsi-per-una-gita-fuori-porta-idee-e-consigli/

Come vestirsi per una vacanza in montagna

Gita fuoriporta: il look giusto per i bambini

Ecco i nostri suggerimenti per l'abbigliamento da avere per una gita invernale in montagna o in campagna

Chi l'ha detto che in inverno si sta sempre in casa? Le vacanze invernali, da Natale all'Epifania, offrono l'occasione di weekend e gite fuori porta, spesso in montagna o in campagna, che offrono relax e aria sana. E le vacanze brevi d'inverno non finiscono qui: si potrebbe sempre organizzare una fuga romantica per San Valentino, o per qualche altra occasione speciale.

Con queste pause gradite viene però il problema di come vestirsi. Qual è l'abbigliamento pratico e comodo, ma soprattutto caldo e utile, da avere durante i weekend lontani dalla città? Ecco di seguito i nostri suggerimenti con gli essenziali da guardaroba.

Vedi anche

Per una gita fuori porta al riparo da malanni, i maglioni di lana, le felpe e le camicie sono ovviamente un must. Spesso una felpa di pile è abbastanza calda, e pratica, da fare al caso tuo.

In montagna poi puoi provare un abbinamento classico: maglione di lana e camicia di flanella o di cotone spesso.

Metti in valigia anche qualche sottomaglia di tessuto isolante e traspirante, che aiuta a mantenere una temperatura costante in qualunque situazione.

© Lazzari

Per le gonne e i pantaloni ideali da portare con sé in una breve vacanza invernale, il discorso non cambia. Prediligi tessuti caldi e forme comode.

I pantaloni di velluto a coste, o di lana, sono la scelta migliore, ma anche le gonne di lana, ampie e lunghe, sono ottime per le tue esigenze. Se le occasioni richiedono anche momenti di eleganza, puoi scegliere dei pantaloni a sigaretta di lana, o una gonna a portafoglio.

Ultimamente, si trovano in giro anche molte gonne scamosciate, pensaci, potrebbero piacerti!

© Lazzari

Scarponcini e stivaletti

Qualunque sia il tuo tipo di weekend fuori porta, in inverno è sempre meglio portarsi dietro degli scarponcini.

Anche se non devi andare in montagna, dove servirebbero più dei doposci, gli scarponcini con la suola adatta (carrarmato o antiscivolo) sono la soluzione migliore.

Ne esistono di tutti i tipi e colori, e se proprio non vuoi indossarli, per te c'è l'alternativa degli stivaletti.

© Lumberjack

Sciarpe, cappellini e calzettoni… tutti gli accessori immancabili!

E veniamo a tutti gli accessori che, nel caso di una gita invernale, non sono propriamente orpelli e dettagli, ma piccole necessità.

Come fare a meno di una bella sciarpa calda, o dei guanti, o di un berretto di lana, durante le scampagnate e le passeggiate al freddo di montagna? Qui di seguito troverai delle sciarpe oversize, vera tendenza tra le sciarpe dell'autunno inverno 2015 2016, e poi ancora guanti, calzettoni e berretti… per aiutarti a non dimenticare nulla quando farai la valigia!

© Lazzari

Il capospalla più pratico per le tue gite fuori porta, in montagna o ovunque tu vada, è il parka.

Il tessuto che lo riveste, spesso idrorepellente e traspirante, ti proteggerà da vento e umidità, e l'imbottitura interna, di lana, piume o altro materiale, ti terrà al caldo senza sbalzi di temperatura.

Qui sotto puoi trovare i parka invernali tra cui scegliere, da non confondere con i parka più leggeri, adatti al primo fresco d'autunno.

© Asos

Le alternative a parka e cappotti..

Se in montagna o comunque fuori città non vuoi indossare parka e cappotti, hai due soluzioni alternative davanti a te, da scegliere secondo la situazione in cui ti troverai.

Se l'occasione è più importante, e richiede una certa eleganza, puoi optare per una pelliccia, magari ecologica. Se invece hai bisogno di praticità estrema, puoi scegliere di indossare un piumino.

Le collezioni di capispalla per l'autunno inverno 2015 2016 sono ricche sia di piumini che di pellicce ecologiche, e puoi scoprirle negli album qui sotto, ricchi di immagini e di spunti!

Capospalla pratico? Scopri 50 piumini dell'autunno inverno 2015 2016!

Guarda anche:
5 idee belle e facili per i tuoi look invernali
Non c'è inverno senza tartan. Scopri 50 look e 50 capi con le stampe più amate della moda!
Sciarpe per l'autunno inverno: scopri le 3 tendenze più seguite e i look più belli
5 tendenze per l'inverno. Scopri cosa non dovrebbe mancare adesso nel tuo armadio

Scopri le nostre newsletters!

Abbiamo tanto da dirti: news, tendenze e promozioni esclusive di ogni genere.

Mi iscrivo

Источник: https://www.alfemminile.com/consigli-moda-look/come-vestirsi-per-una-vacanza-in-montagna-s1667903.html

Look per tutta la famiglia per la tua gita fuori porta Berton Magazzini

Gita fuoriporta: il look giusto per i bambini

La stagione dei weekend fuori porta è arrivata! Le giornate si sono allungate e il clima è decisamente più gradevole per trascorrere qualche fine settimana in totale relax a visitare una città d’arte o per fare una scampagnata al mare.

Ma la questione cruciale rimane sempre una: quali sono i look più adatti da sfoggiare quando si fanno queste gite?Ecco i consigli di Berton per tutta la famiglia, ed essere così perfetti in ogni occasione!

Quando arriva maggio si avverte come non mai il profumo dell’estate e si cominciano a pregustare le vacanze organizzando di tanto in tanto delle gite per staccare la spina.

La prima cosa da tenere in considerazione per decidere l’abbigliamento ideale è la meta prescelta: ecco i nostri suggerimenti fashion per lei, luie i più piccoli a seconda che abbiate optato per un pic-nic al parco, un giro in moto o una giornata in città.

Weekend in città: l'outfit trendy!

Le città d’arte sono una meta ideale per chi vuole coniugare cultura a sano divertimento: durante il giorno si sta in versione comfy per visitare musei e palazzi storici e di notte ci si trasforma in divi per vivere appieno la nightlife.

LEI.

Per il giorno è opportuno scegliere sneakers versatili, jeans skinny o tempo permettendo shorts o minigonna in jeans, borsa a tracolla super pratica e t-shirt semplicissima.

Ricordate che camminare a lungo può diventare complicato senza il giusto equipaggiamento.

Ogni grande città ospita club e locali dove trascorrere la nottata, in questo caso per fare un figurone è sufficiente un black dress abbinato ad una giacca di pelle e ad un paio di sandali neri.

LUI.

Chi l’ha detto che per essere comodi bisogna rinunciare alla ricercatezza? Un esempio di look informale ma ricercato per camminare in lungo e in largo per una città è composto da pantalone nero cargo in tessuto morbido ed elasticizzato, sneakers e t-shirt bianca con stampa: questo outfit si adatta ad ogni tipologia di fisico ed è valido tanto per una passeggiata pomeridiana che per una serata in un locale alla moda.

BAMBINO.

Portare i più piccoli a fare una mini vacanza culturale è di grande giovamento; in tutte le città ci sono mostre adatte anche a un pubblico di bambini! L’importante è avere in valigia un abbigliamento consono e pratico, perché no anche sportivo: vi suggeriamo, quindi, di mettere nella borsa dei figli dei pantaloni della tuta (lunghi e corti sarà da decidere in base al clima e alle temperature), e una felpa abbinata. Per la sera, invece, tutti in versione chic ed elegante: le femminucce con un abito e un cardigan floreale, i maschietti con camicetta e denim.

Un look per il pic-nic al parco

Programmi per la domenica? Il brunch si organizza al parco! I cari vecchi pic-nic sono tornati in voga: tovaglia a quadretti, cestino in vimini, vivande deliziose e amici con cui divertirsi.

Il look per il pic-nic deve essere comodo, visto che deve essere indossato per tutta la giornata, ma anche trendy.

LEI.

Le alternative sono due, quella più bon ton, che ricorda un po’ i film italiani anni 50: gonna ampia color pastello o in fantasia, ballerina con cinturino e camicetta bianca da infilare dentro. Per le ragazze dall’animo più rock nulla di più azzeccato di un paio di shorts di jeans, t-shirt bianca e ankle boots.

LUI.

Se durante il picnic avete previsto di giocare a calcio o fare un po’ di sport, allora optate per una tuta comoda, ma rigorosamente dai colori eccentrici, tanto lo sportswear è sempre una certezza! Se invece desiderate rilassarvi leggendo un libro indossate un outfit più sofisticato con polo bianca e blu e dei pantaloni blu: un colore neutro come il bianco accostato al classico e sempre elegante blu è un binomio perfetto per creare un look da uomo chic durante la bella stagione.

BAMBINO.

Una giornata al parco è sinonimo di pomeriggio di corse e giochi. Evitate indumenti bianchi, che quasi di sicuro si coloreranno di verde, piuttosto optate per dei pantaloncini corti della tuta per muoversi in totale libertà e una t-shirt colorata. Mai dimenticare un cappellino per proteggere il piccolo dai raggi solari!

Uscita primaverile in moto: bikermania

Una gita fuori porta in sella ad una moto è sicuramente un ottimo modo per rilassarsi nel week end e godersi la primavera.

LEI.

Abolite gonne e vestitini, meglio virare su un bel paio di jeans stretti neri comunque sexy e in grado di far risaltare le forme. Meglio vestirsi a cipolla perché in moto l’aria è sempre frizzantina, ma una volta scesi il sole scotta: quindi canotta di cotone, maglioncino girocollo con i profili in contrasto e giacca in pelle. Farete un figurone e monterete in sella più cool che mai!

LUI.

Gli uomini bikers hanno sempre un fascino particolare, certo se si gira in moto occasionalmente non è necessario prendere l’equipaggiamento ad hoc, però vi suggeriamo di indossare indumenti comodi, sicuri e mai dai colori troppo scuri, perché con i raggi del sole rischiate di prendere una bella insolazione! Pantaloni lunghi, felpa con cerniera e sopra giubbino tecnicoo giubbotto in pelle a seconda dei gusti ed il gioco è fatto!

Siete pronti a partire per un weekend fuori porta?Le idee di look ideali non mancano! Vi aspettiamo da Berton Magazzini e online su bertonshop.com. Buono shopping!

Источник: https://www.bertonshop.com/it_it/blog/post/look-per-tutta-la-famiglia:-oggi-gita-fuori-porta

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: