Giornata mondiale della Terra: che cosa fare con i bambini?

La giornata mondiale della terra spiegata ai bambini

Giornata mondiale della Terra: che cosa fare con i bambini?

Ogni anno, dal 1969, il 22 Aprile viene celebrata la Giornata Mondiale della Terra, un giornata dedicata alla sua salvaguardia
Quest’anno L’Earth Day è dedicato al tema della perdita della diversità biologica e dell’estinzione delle specie.

Gli obiettivi dell’iniziativa sono infatti:

  • informare e sensibilizzare i cittadini sull’accelerazione del tasso di estinzione di milioni di specie e sulle cause e le conseguenze di questo fenomeno;
  • raggiungere importanti risultati politici in termini di protezione di ampi gruppi di specie, nonché di singole specie e dei loro habitat;
  • costruire e attivare un movimento globale che abbracci la tutela della natura e dei suoi valori;
  • incoraggiare azioni individuali, come l’adozione di una dieta sostenibile, basata su alimenti ottenuti senza l’uso di antiparassitari, insetticidi ed erbicidi. ( fonte ispra.it )

Storia e ambientalismo

Una grande fuoriuscita di greggio, della Union Oi al largo di Santa Barbara, in California, nel 1969, che uccise decine di migliaia di uccelli, delfini e leoni marini, sta alla base della nascita dell’Earth Day / la giornata mondiale della Terra, fortemente voluta dal senatore democratico del Wisconsin, Gaylord Nelson

“Tutte le persone, a prescindere dall’etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile”

Ma possiamo fare un passo indietro perché nel 1962 viene infatti pubblicato il libro manifesto ambientalista, Primavera silenziosa, della biologa statunitense Rachel Carson.

Tra il 1962 e il 1969 l’opinione pubblica iniziò a interrogarsi anche sugli effetti dei pesticidi e quindi delle relative malattie causate dall’inquinamento.
Il 22 aprile 1970, ispirandosi a questo principio, 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra.

I gruppi che singolarmente avevano combattuto contro l’inquinamento da combustibili fossili, contro l’inquinamento delle fabbriche e delle centrali elettriche, i rifiuti tossici, i pesticidi, la progressiva desertificazione e l’estinzione della fauna selvatica, improvvisamente compresero di condividere valori comuni.

Migliaia di college e università organizzarono proteste contro il degrado ambientale: da allora il 22 aprile prese il nome di Earth Day, la Giornata della Terra. ( fonte earthdayitalia.org )

Cosa possiamo fare per il pianeta

Alla domanda cosa posso fare per il pianeta, è possibile dare una risposta davvero semplice: promuovi e sii promotore un comportamento rispettoso nei confronti dell’ambiente che ti circonda.

Sono davvero semplici i gesti da fare, e le abitudini da cambiare, ma una volta attuato il cambiamento il nostro stile di vita sarà d’esempio e normalità anche per i più piccoli.

Ecco alcuni esempi di quello che ciascuno di noi può fare:

Rispetto per la natura

Getta i rifiuti negli appositi contenitori che tu sia in città o in campagna.
Prenditi cura di ciò che ti sta intorno, che sia la tua casa, il giardino, il quartiere, il bosco o il mare dove vai in vacanza

Riciclo

Si parla di raccolta differenziata in Italia da circa mezzo secolo ma ad oggi la percentuale di rifiuti differenziati rispetto al totale si attesta ancora intorno al 55,5%. Le percentuali di raccolta differenziata in Italia dovevano infatti aver già raggiunto il 65% sul totale, come imponeva anche la normativa. [fonte istat]Dobbiamo fare di più e meglio!

Mezzi di trasporto

Per i piccoli spostamenti scegliamo la bici o una bella passeggiata.
Se la scuola non è lontana, usiamo il monopattino o la bicicletta e, se non è presente, facciamo la richiesta alla scuola per avere una rastrelliera o un posteggio monopattini.

Risparmiare energia

Il risparmio energetico spesso passa da un gesto facile facile, come cliccare un bottone!
Che sia della luce di casa, della presa, del telecomando o del computer

Come Spiegare ai Bambini

Come spiegare ai Bambini la Giornata della Terra? una giornata dedicata al nostro pianeta non sembrerà un evento isolato se il nostro comportamento di tutela e salvaguardia sarà giornaliero e costante.
Ma visto che è bellissimo poter festeggiare e giocare, allora facciamo festa tutti insieme il 22 APRILE

Video

UNA MARATONA MULTIMEDIALE PER CELEBRARE L’EARTH DAY DELLE NAZIONI UNITE13 ORE DI CONTENUTI LIVE

dalle 7:30 alle 20:30 su RaiPlay

I film che possiamo vedere

Ponyo sulla scogliera, Regia Hayao Miyazaki
Sosuke, un bimbo di cinque anni, vive in cima a una scogliera. Una mattina, giocando sulla spiaggia sotto casa, trova Ponyo, una pesciolina rossa con la testa incastrata in un barattolo di marmellata. Sosuke la salva e la mette in un secchio di plastica verde.

Tra i due nasce subito un legame forte e Sosuke promette a Ponyo che si prenderà cura di lei. Ma il padre di Ponyo, una volta umano e ora stregone che abita i fondali marini, la obbliga a tornare con lui nelle profondità dell’oceano. Ma Ponyo vuole diventare umana ed è così determinata da tentare la fuga.

Prima di farlo, però, versa nell’oceano l’Acqua della Vita, la preziosa riserva dell’elisir magico di Fujimoto.L’acqua del mare si alza. Le sorelle di Ponyo sono trasformate in enormi onde dalla forma di pesce che si arrampicano alte fino alla scogliera dove si trova la casa di Sosuke.

Il caos sprigionato dall’oceano avvolge il villaggio di Sosuke che affonda sotto i flutti marini. Riusciranno un bimbo e una bimba, con amore e responsabilità, a salvare il mare e la vita stessa

La gang del bosco
La gang del bosco (Over the Hedge) è un film d’animazione in CGI del 2006, diretto da Tim Johnson e Karey Kirkpatrick e basato sulla striscia a fumetti statunitense di Michael Fry e T. Lewis.

Laboratori teatrali e spettacoli da non perdere

Vi consiglio di seguire l’autore, attore, scenografo Luigi D’elia
Studia e ricerca sui temi dell’incontro libero tra natura e infanzia e lavora da oltre quindici anni in progetti con bambini, ragazzi e formatori.

E’ promotore e coordinatore di un Tavolo docenti sui diversi linguaggi per l’educazione ambientale.

Ha fatto nascere dai suoi spettacoli il progetto di forestazione partecipata “Un bosco in paradiso” attualmente attivo con due boschi che crescono con la collaborazione delle comunità locali.

Proprio il 22 Aprile Susi Danesin legge “La Natura” di Emma AdBåge

Laura

Источник: https://www.mammachilegge.it/blog/giornata-mondiale-terra/

La Giornata Mondiale della Terra spiegata ai bambini e alle bambine

Giornata mondiale della Terra: che cosa fare con i bambini?

ogni anno il 22 aprile si celebra la Giornata Mondiale della Terra (in inglese Earth Day).

Nel 2020 è stato davvero un anniversario importante, perché si è trattato del 50° compleanno di questa giornata.

I movimenti ambientalisti del secolo scorso

Infatti, questa giornata venne istituita proprio nel 1970. In quegli anni stavano nascendo molti movimenti ambientalisti: mai prima di allora c’erano state tante persone (soprattutto giovani) che si preoccupavano del futuro del nostro pianeta, sempre più popolato, sempre più sfruttato e sempre più inquinato.

Molti di essi, già 50 anni fa dicevano le cose di cui parlano i movimenti ambientalisti di oggi, come quello creato dalla ragazzina svedese Greta Thunberg. Si parlava già di cambiamenti climatici, di crisi idrica (cioè dell’acqua), di deforestazione, di troppa plastica, ecc.

Per esempio, già negli anni Sessanta del secolo scorso erano nati negli Stati Uniti d’America molti gruppi di giovani che si definivano Figli dei Fiori e che valutavano molto importante occuparsi dell’ambiente e tornare a uno stile di vita più vicino alla natura.

Anche molti scienziati cominciavano a far conoscere alla gente i pericoli dell’inquinamento, dovuto soprattutto a uno sviluppo industriale che sfruttava le risorse del pianeta (acqua, aria, minerali, foreste, suolo, ec.) senza preoccuparsi degli effetti negativi che ne sarebbero seguiti.

Oggi ben conosciamo questi pericoli, anche se ancora moltissimi problemi non sono stati risolti.

Ma negli anni che seguirono la seconda guerra mondiale la maggior parte delle persone non credeva che il mondo potesse peggiorare: erano certi che le risorse non si sarebbero mai esaurite, che il futuro sarebbe stato sempre più industrializzato e luminoso, che la scienza avrebbe risolto ogni possibile problema.

Nel 1969, le coste della California, lo Stato americano affacciato sull’Oceano Pacifico, furono invase dal petrolio uscito per un incidente dai pozzi petroliferi in alto mare (chiamati in inglese pozzi off shore). Questo aveva mobilitato l’opinione pubblica, cioè il pensiero di molta gente, che prima non si era mai occupata di questi problemi.

Così, nel 1970 milioni di persone si riunirono attorno a un senatore del Parlamento americano chiedendo più attenzione al nostro pianeta. Il movimento si allargò poi anche ad altri Paesi e l’ONU (l’Organizzazione delle Nazioni Unite, che raggruppa praticamente tutti gli Stati del mondo) decise perciò di creare la Giornata Mondiale della Terra.

Come possiamo oggi aiutare la Terra?

Oggi siamo tutti più consapevoli del fatto che il futuro è anche nelle nostre mani e sappiamo che dobbiamo agire per aver cura del nostro pianeta e dei suoi abitanti, animali e piante compresi.

Anche voi potete fare la differenza. Per esempio dovete:

  • riciclare, facendo la raccolta differenziata,
  • non sprecare l’acqua,
  • usare meno oggetti di plastica (come i giocattoli), preferendo quelli di legno o di altri materiali naturali,
  • mangiare il più possibile alimenti a km 0, cioè prodotti vicino a te, evitando così di inquinare con i trasporti,
  • utilizzare la bici e i mezzi pubblici invece dell’automobile,
  • usare prodotti ecologici per la pulizia della casa e della vostra persona,
  • parlare di questi argomenti in famiglia e con gli amici.

L’importanza delle api

Quest’anno Google, il più grande motore di ricerca per Internet, ha scelto di festeggiare la Giornata della Terra con un’ape come simbolo.

Vuole infatti dare importanza a questi piccoli insetti che contribuiscono a mantenere in vita due terzi delle colture del pianeta e, grazie al loro lavoro di impollinazione, garantiscono un terzo della produzione mondiale di cibo.

Questo è il link per giocare con la piccola apina di Google.

In questo articolo puoi leggere l’impegno dell’ONU per il pianeta attraverso gli Obiettivi dell’Agenda 2030.

In questo post, in particolare, si parla dell’Obiettivo 15 dell’Agenda 2030: proteggere la vita dellaTerra e la biodiversità.

Questo il post che parla di ‘Possiamo cambiare il mondo’, un libro per raccontare l’Agenda 2030.

Qui invece un calendario per le Giornate Mondiali.

Источник: https://progettoipazia.com/2020/04/22/la-giornata-mondiale-della-terra-spiegata-ai-bambini/

22 APRILE: GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Giornata mondiale della Terra: che cosa fare con i bambini?

La Giornata Mondiale della Terra (Earth Day) è la più grande manifestazione ambientale dedicata al Pianeta e si celebra ogni anno dal 1970. Anche nelle nostre scuole si sono attivate proposte e progetti per sensibilizzare gli alunni sull’importanza della conservazione delle risorse naturali della Terra. Ecco una carrellata di iniziative svolte da diverse classi.

Sembra un giorno come un altro, ma non è solo una mattina di primavera, è la Giornata mondiale della Terra e lo sanno anche i nostri alunni di classe quarta e quinta.

Da un paio di giorni ci stanno riflettendo e stanno preparando un cartellone, mettendo in campo il loro lato artistico.

Oggi si esce, simbolicamente, in una fila ordinata dalla scuola al portico del Municipio per manifestare la propria consapevolezza e sensibilizzare i concittadini di Borgolavezzaro appendendo il cartellone realizzato.

È così che, nell’ambito del progetto interdisciplinare di didattica all’aperto, i nostri adulti di domani hanno fatto, sicuri che ciascuno di noi può contribuire con piccoli gesti quotidiani a rendere migliore il Pianeta Terra. Il cartellone invita a tenere dieci comportamenti virtuosi che i bambini stessi hanno individuato.

Poi si procede con la visita alla piattaforma ecologica del Comune che tutti hanno visto usufruire dai genitori. Eh sì, perché i nostri piccoli gesti non cadono nel vuoto, ma sono parte integrante di un percorso responsabile nella tutela dell’ambiente.

In classe poi ancora altro: raccolta differenziata, riciclo, Clil in lingua Inglese e anche il canto “Aria, terra, acqua e fuoco”, i quattro elementi origine di tutto e tesoro prezioso da conservare.

Marta Mortarino

CIVUOLEUNFIORE

In occasione della Giornata Mondiale della Terra, le classi 2A e 2B coordinate dalle insegnanti Marangon Sara e Bandi Sara, hanno voluto dare un loro “piccolo grande” segno di apprezzamento e rispetto verso il mondo naturale, che ognuno di noi è chiamato a tutelare e a salvaguardare.

Per proteggere la Terra non servono eroi, ma persone di buona volontà che nei gesti quotidiani dimostrino di amare e rispettare il nostro pianeta, come lo sono stati i nostri alunni che, con un gesto semplice ma dal valore educativo incisivo, hanno compiuto un’esperienza di amore verso la natura attraverso la piantumazione e la cura di coloratissimi fiori nel nostro parco comunale “Peter Pan”.

Questa attività, facente parte anche del progetto “Outdoor”, ha permesso ai nostri allievi di stare per qualche ora all’aperto a contatto con la natura e di cimentarsi con guanti, sacchi di terriccio, palette, rastrelli e annaffiatoi nel ruolo di piccoli floricoltori.

Sotto la guida attenta delle insegnanti, ogni alunno con grande euforia ha lavorato il terriccio e scavato piccole buche per interrare la propria piantina colorata.

Il risultato finale è stato apprezzato da tutti: una coloratissima aiuola, di cui i bambini si stanno prendendo cura quotidianamente con grande senso di responsabilità verso ciò che loro sono riusciti a creare con le proprie mani!

Il 22 Aprile è stata pertanto una ulteriore occasione per ricordare ai nostri scolari che FIN DA PICCOLI LA TERRA E’ LA NOSTRA CASA E DOBBIAMO IMPARARE AD AMARLA, RISPETTARLA E A PRENDERCENE CURA OGNI GIORNO.

Classe 2C

Durante questa giornata, i bambini di 2C sono stati accompagnati dalle loro maestre in un percorso di sensibilizzazione e rispetto per la Terra.Lo scopo era quello di incentivare azioni e stili di vita che salvaguardano il nostro pianeta.

Tenendo conto della grandissima curiosità dimostrata dagli alunni durante il precedente esperimento della “semina del fagiolo”, la maestra Monica ha quindi proposto di piantumare al nostro parco le piantine di fagioli nate dalla semina e, su richiesta dei bambino, anche dei fiori.

Come piccoli giardinieri, gli alunni hanno provato il piacere di toccare con le mani il terreno, dissodarlo, rigirarlo con strumenti adeguati per renderlo soffice ed infine “piantare il proprio fiore”.

I colori dell’aiuola creata hanno d’incanto rallegrato il nostro parco.

I bambini in classe si sono confrontati sui vari modi per salvare il nostro pianeta. Ed infine hanno messo per iscritto il loro amore per il pianeta.
Con la maestra Monica e Marisa ora cercheranno di “amare e prendersi cura” della Terra, così come Essa, ogni giorno, ‘ama e si prende cura” di noi.

Classe 3A

La nostra classe ha realizzato dei lapbook per ricordare che bisogna salvaguardare la natura e il nostro Pianeta.

Manuela Gambarana

Classe 3B

Ecco i lavori svolti dalla classe 3B sull’importanza dell’acqua.

Classe 4A

Anche i bambini della 4A hanno ricordato la Giornata Mondiale della Terra con alcune iniziative. Hanno guardato un video, in cui venivano dispensati consigli su come salvaguardare la salute del nostro Pianeta, per rispettarlo e mantenerlo pulito, con buone azioni quotidiane. Alla visione è seguita un’ampia e approfondita discussione in classe.

I nostri alunni sono stati abituati a riflettere sulle problematiche legate all’ambiente e a comprendere la necessità di ridurre i rischi di inquinamento, partecipando in passato a varie iniziative sull’educazione ambientale. In questo periodo, in particolare, hanno cominciato a realizzare “Il giardino a scuola”.

All’interno del Parco Peter Pan l’Amministrazione Comunale ha riservato una parte interrata, in cui c’era solo dell’erba, per la piantumazione di alcuni fiori da parte delle classi quarte della nostra scuola primaria.

I bambini, attrezzati con guanti ed arnesi da giardino, hanno dapprima preparato il terreno e strappato le erbacce, per poi distribuire i semi di calendula e annaffiare ben bene la terra. Ognuna di queste attività è stata poi registrata in classe.

Lo scopo di queste attività è di far prendere coscienza ai cittadini di domani del valore del nostro territorio, considerando il luogo comune come risorsa per l’apprendimento e l’accrescimento, come spazio da rispettare e prendersene cura. La speranza è che questi cittadini del domani sappiano prendersi cura del nostro mondo, meglio di come hanno fatto i loro predecessori.

Classe 4C

La classe 4° C, nell’ambito del progetto “Outdoor Education”, ha svolto lezioni all’aperto dedicate alla preparazione del terreno per la semina nel parco comunale che quest’anno è stato dato dal Comune di Cerano in uso esclusivo alla scuola primaria.

In occasione della giornata mondiale della terra, il 22 aprile, i bambini hanno seminato fiori di calendula.

A seguire è stato letto il libro “Julia e la sequoia” ispirato alla storia vera di Julia Hill che nel 1997 riuscì ad impedire il taglio di una grande foresta di sequoie in California rimanendo per 738 giorni arrampicata tra i rami di una sequoia. Un messaggio di speranza rivolto a tutti i bambini futuri custodi del pianeta.

Silvia Canelli

  • Preparazione del terreno 1
  • Preparazione del terreno 2
  • Preparazione del terreno3
  • Preparazione del terreno 4
  • Preparazione del terreno 5
  • Misurazioni
  • Ritrovamento di una larva
  • Ritrovamento di un lombrico
  • Concimazione del terreno
  • I semi
  • InserimentobBastoncini di bambù
  • Filo per uccelli
  • Ascoltiamo gli alberi 1
  • Ascoltiamo gli alberi 2
  • Ascoltiamo gli alberi 3

Scuola dell’Infanzia di Tornaco

In occasione della giornata mondiale della Terra, il 22 aprile le insegnanti hanno coinvolto i bambini sensibilizzandoli sul valore dell’ambiente e della salvaguardia del nostro pianeta con una serie di attività didattiche e attraverso la visione di alcuni filmati.

L’obiettivo è quello di fargli capire che ognuno nel suo piccolo può fare la sua parte. Ci siamo sdraiati in giardino e e abbiamo utilizzato i cinque sensi per sentire le emozioni che la terra ci dona: il vento, il sole, l’erba sotto le nostre mani e il profumo dei fiori .

E’ nostro dovere curare il nostro ambiente circostante . Abbiamo realizzato un cartellone: un enorme disegno della terra con braccia gambe, occhi, naso e bocca come lavoro di gruppo.

Ogni bambino ha realizzato un elaborato disegnando il Pianeta Terra che si guarda allo specchio.

Ippolita Andreula

Источник: https://www.ramati.edu.it/2021/05/02/22-aprile-giornata-mondiale-della-terra/

Giornata Mondiale della Terra: cosa potete fare nel vostro piccolo

Giornata mondiale della Terra: che cosa fare con i bambini?

Il 22 aprile tanti europei festeggiano non solo la Pasquetta, ma anche la Giornata della Terra (Earth Day).

Cos'è la Giornata Mondiale della Terra

Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l'equinozio di primavera, il 22 aprile. La ricorrenza viene marcata da diversi eventi in tutto il pianeta per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.

Una rete internazionale, Earth Day Network, coordina gli sforzi a livello centrale e lavora tutto l'anno per cercare di trovare soluzioni al cambiamento climatico, al problema dell'inquinamento plastico, della protezione delle specie in via di estinzioni e incoraggiare una maggiore sensibilità ecologica.

Come si legge sul sito italiano, l'Earth Day prese definitivamente forma nel 1969 a seguito del disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oi al largo di Santa Barbara, in California.

Fu allora che l'attivista per la pace John McConnell portò alla Conferenza Unesco di San Francisco la proposta di una Giornata della Terra. Il suo obiettivo era quello di onorare il pianeta su cui viviamo e trascorrere una giornata di pace.

Negli Stati Uniti si è festeggiata per la prima volta il 21 marzo 1970, il primo giorno di primavera nell'emisfero boreale.

Il mese dopo, in seguito all'incidente petrolifero al largo di Santa Barbara, il senatore Gaylord Nelson istituì l'Earth Day. Nonostante si tratti in origine di un'iniziativa americana, il concetto è diventato internazionale nel 1990 quando si tennero eventi in 141 Paesi.

Quali sono gli eventi in Europa

Le differenti istituzioni statali ed europee celebrano la ricorrenza con diverse iniziative. La Scuola Internazionale di Ginevra, in Svizzera, ha lanciato una “vendita verde” per trovare fondi e piantare nuovi alberi sui terreni appartenenti alla scuola.

A Chisinau, in Moldavia, il Gutta-Club – un'organizzazione che si occupa principalmente di educazione, energia, clima e sviluppo sostenibile – ospita una serie di eventi per la Giornata della Terra, tra cui la pulizia di 30 villaggi, la piantagione di alberi e la costruzione di cassette in cui gli uccelli possano fare il nido.

L'ECO-UNESCO di Dublino ha organizzato l'annuale ECO-Explorer Camp per bambini dai 5 ai 12 anni, dove i bambini dai 5 ai 12 anni possono esplorare l'ecologia urbana locale, effettuare misurazioni del tempo, conoscere meglio la fauna selvatica e scoprire gli spazi verdi della città.

In Spagna, Greenpeace ha colto l'occasione dell'ultima settimana di campagna elettorale per piazzare dei grandi manifesti fuori dallo studio televisivo dell'emittente nazionale dove lunedì si terrà il dibattito tra i quattro candidati principali alla Moncloa. “A quando la crisi del clima? Il vostro silenzio sta costando la vita e il pianeta”, si legge.

A Roma, sulla Terrazza del Pincio, si tiene il Concerto per la Terra e dal 25 al 29 aprile apre i battenti a Villa Borghese un Villaggio per la Terra con spettacoli, attiviàt per bambini, incontri e approfondimenti.

Guida per salvare il mondo ad uso dei pigri

Le Nazioni Unite hanno pubblicato la “Guida ai pigri per salvare il mondo” in cui elencano le azioni che tutte le persone possono intraprendere ogni giorno per contribuire al benessere del pianeta, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

L'organizzazione ha classificato i suggerimenti in livelli dall'1 al 4, a seconda che si tratti di compiti a casa, al lavoro o nel quartiere. Ecco alcuni suggerimenti da tutti e quattro i livelli:

  • Risparmiare energia elettrica collegando gli elettrodomestici a una ciabatta elettrica e spegnendoli completamente quando non sono in uso, compreso il computer;
  • Interrompere gli estratti conto cartacei e pagare le fatture online o tramite cellulare;
  • Acquistare merci con imballaggi minimi;
  • Acquistare un tappeto: mantengono la casa calda e il termostato a livelli bassi;
  • Fare docce brevi: le vasche da bagno richiedono molti litri d'acqua in più rispetto a docce brevi da 5-10 minuti;
  • Gettare i rifiuti alimentari nel compost: riduce l'impatto climatico e permette di riciclare i nutrienti;
  • Lasciate asciugare i capelli e i vostri vestiti in maniera naturale invece di usare un elettrodomestico; se fate partire la lavatrice, assicuratevi che sia a pieno carico;
  • Mangiate meno carne, pollame e pesce;
  • Pianificate i pasti con liste della spesa ed evitate gli acquisti d'impulso: non soccombete ai trucchi del marketing che portano a comprare più cibo del necessario, in particolare per gli articoli deperibili;
  • Muovetevi in bicicletta, a piedi o con i mezzi pubblici: usate la macchina solamente quando siete in tanti;
  • Utilizzate una bottiglia d'acqua ricaricabile e una tazza di caffè da riempire di volta in volta.

Источник: https://it.euronews.com/2019/04/22/cos-e-la-giornata-mondiale-della-terra-e-cosa-potete-fare-nel-vostro-piccolo

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: