Cosa mettere nella valigia dei bambini per le vacanze

Cosa portare in vacanza con i bambini

Cosa mettere nella valigia dei bambini per le vacanze

Una lista utilissima di cosa portare in vacanza con i bambini, che si vada al mare oppure in montagna

Siete in procinto di organizzare una vacanza insieme ai bambini e già tremate al pensiero delle enormi e numerose valige che dovrete portare con voi? Ecco una serie di consigli su cosa portare in vacanza con i bambini, per un soggiorno al mare oppure in montagna.

Cosa portare per i bambini al mare

Al mare i bambini si sentono liberi, anche nell'abbigliamento. Se si ha in programma una vacanza in un villaggio potete mettere in valigia qualche vestito più carino per le serate e le cene al ristorante, ma se invece andate in una casa preferite soprattutto t -shirt e costumi, bermuda e canottiere perché alla fine saranno vestiti sempre così.

vai alla gallery

Libri da leggere in vacanza per bambini | Le più belle letture estive per i bambini. Libri da leggere sotto l'ombrellone o in vacanza

Ecco cosa mettere in valigia.

  • Abbigliamento intimo (calze, magliettine, body, mutandine)
  • Pigiamini leggeri
  • Pantaloni leggeri e pantaloncini, in lino o cotone (compresi jeans)
  • Qualche cambio più elegante per giorni di festa e occasioni speciali
  • Un maglioncino
  • Un k-way o giubbottino leggero
  • Costumi a volontà e copricostumi o simili
  • Braccioli, ciambelle, giochi gonfiabili vari
  • Cappellini preferibilmente a tesa larga
  • Scarpe da ginnastica, scarponcini per escursioni, sandali estivi e da mare
  • Cuffia per la piscina
  • Telo da mare, poncho in spugna o accappatoio
  • Secchiello, palette, formine, annaffiatoi, il tutto in una borsa o sacca in plastica
  • Occhiali da sole protettivi
  • Creme protettive contro i raggi UV e infrarossi
  • Burro cacao
  • Creme e lozioni contro gli insetti
  • I medicinali che usate abitualmente per piccoli malanni e fastidi: termometro, supposte di glicerina, medicine per febbre, influenza, otite, dentizione, un collirio per le congiuntiviti, flaconcini di fermenti lattici, pomate per ustioni
  • I giocattoli preferiti per i momenti di noia, le serate in casa o in albergo. Indispensabile il peluche con il quale dorme se ne ha uno, e i libri preferiti
  • Thermos con acqua fresca
  • Qualcosa per il mal d'auto e 'attrezzatura d'emergenza' come asciugamani, sacchetti e salviette umidificate
  • Borsa termica per portare spuntini e bibite in spiaggia

Cosa portare per i bambini in montagna

Quando si parte per la montagna si ha la tendenza a mettere in valigia un mare di vestiti, perché in effetti non si sa bene cosa potrà servire davvero. Farà caldo di giorno e freddo di sera? Alla fine la valigia si riempie di tutto un po', dai costumi per la piscina ai giubbini per la passeggiata serale. Ecco qualche suggerimento.

  • Abbigliamento intimo (calze, magliettine, body, mutandine a maniche lunghe)
  • Pigiamini
  • Pantaloni e un pantaloncino, jeans
  • Qualche cambio più elegante per giorni di festa e occasioni speciali
  • Maglioncini
  • Un k-way o e uno o più giubbottini
  • Un costumino
  • Cappellini e una sciarpina
  • Scarpe da ginnastica, scarponcini per escursioni, ciabattine
  • Cuffia per la piscina
  • Asciugamani e accappatoio
  • Giochi da usare sui prati (pallone, pattini, aquiloni etc.)
  • Occhiali da sole protettivi
  • Creme protettive contro i raggi UV e infrarossi
  • Burro cacao
  • Creme e lozioni contro gli insetti
  • I medicinali che usate abitualmente per piccoli malanni e fastidi: termometro, supposte di glicerina, medicine per febbre, influenza, otite, dentizione, un collirio per le congiuntiviti, flaconcini di fermenti lattici, pomate per ustioni
  • I suoi giocattoli preferiti per i momenti di noia, le serate in casa o in albergo. Indispensabile il peluche con il quale dorme se ne ha uno, e i libri preferiti
  • Thermos con acqua fresca
  • Qualcosa per il mal d'auto e 'attrezzatura d'emergenza' come asciugamani, sacchetti e salviette umidificate

Cosa portare in vacanza con un neonato

Quando si parte per le vacanze insieme ad un bambino molto piccolo si tende sempre a riempire la valigia di ogni oggetto che potrebbe rivelarsi utile, ecco un elenco di cose indispensabili.

  • Biberon
  • Scaldabiberon/omogeneizzati
  • Ciucci e tettarelle
  • Alimenti e latte formulato della marca che usate di solito se non allattate al seno (spesso nei luoghi di villeggiatura potreste non trovare i prodotti che usate abitualmente o trovarli a prezzi molto maggiorati)
  • Molti bavaglini o un pacco di quelli usa e getta o bavaglini in plastica
  • Pannolini, salviette umidificate, telo fasciatoio, creme per il cambio e batuffoli di cotone
  • Passeggino e marsupio
  • Seggiolino per la macchina
  • Lettino da campeggio
  • Seggiolone (vanno bene anche quelli da tavolo)
  • Vaschetta e spugna per il bagnetto
  • Prodotti per l'igiene personale compresi soluzione per la pulizia del nasino

gpt inread-altre-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/il-bambino/trasporto-e-viaggi/vacanze-cosa-mettere-nella-valigia-dei-bambini.html

Cosa portare in valigia se si viaggia con un neonato. Lista utile per partire in vacanza sereni

Cosa mettere nella valigia dei bambini per le vacanze

Che siate genitori zaino in spalla, che infilano due cose in un borsone e sono pronti per partire, o che siate di quelli che caricano l’intera casa sul bagagliaio della macchina, quel che è certo è che organizzare un viaggio con i bambini o con un neonato spesso ci sembra una mission impossible. Difficile infatti riuscire a fare i conti con tutte le cose di cui ha bisogno un bambino piccolo:  la maggior parte di noi, quando pianifica una vacanza con i figli, ha un incubo che ricorre per settimane prima della partenza: come farò a far stare tutto in valigia?
Ecco allora una serie di trucchi per non impazzire e, d’altra parte, una serie di oggetti che è praticamente indispensabile portare quando si viaggia con un neonato. Prendete nota, stiamo per svelarvi come preparare la perfetta valigia baby friendly.

Regola n.1: ordine!

La prima regola è essere metodici e organizzati. Inutile provare a improvvisare: di certo scoprireste strada facendo qualche dimenticanza imperdonabile.

Per fare le valigie quando si viaggia con i neonati, è importante pianificare, quindi fate una lista che tenga conto di ciò che vi serve e preparatevi il tutto quanto più possibile in anticipo, per non impazzire all’ultimo minuto.

 Di positivo c’è che i vestiti dei bambini occupano poco spazio: per questo, portare un body in più non sarà complicato. Approfittatene.

La trousse

La parte che riguarda l’igiene dei nostri piccolini è sempre quella più ingombrante quando si viaggia. Pannolini, fasciatoio, salviette, cremina idratante e via dicendo. Tutte cose di cui è difficile fare a meno, ma la possibilità di ridurre gli spazi esiste.

 Per cambiare il vostro bimbo, ad esempio, potete procurarvi una borsa da viaggio che si trasforma in un fasciatoio, in modo da avere una soluzione “tutto in uno” a portata di mano.

Per le mamme più attente all’ambiente (e dovremmo esserlo tutti) ci sono anche le soluzioni ecologiche, con salviette e pannolini biodegradabili.

Ricordatevi di portare sempre con voi la protezione solare, anche se non andate al mare: se avete in programma di stare molte ore in giro, è comunque importante che pensiate a proteggere la pelle dei vostri bambini. Se il viaggio dura più di qualche giorno, anche un kit per tagliare e limare le unghiette può evitarvi numerosi graffi sulla faccia.

I medicinali

Quando si viaggia è sempre bene portarsi dietro alcune medicine. È vero, le farmacie si trovano ovunque e a qualsiasi ora, ma nessuno ha voglia di dover correre nel cuore della notte a cercare il negozio di turno per un po’ di paracetamolo.

 Basta qualche cerottino per i bimbi più grandi, mentre per i neonati ricordatevi di portare sempre con voi un termometro: gli sbalzi di temperatura o il caldo estivo possono far venire un po’ di febbre ai vostri bambini in viaggio ed è meglio poter tenere la situazione sotto controllo. Oltre al già citato paracetamolo, può essere utile portare anche delle fiale di soluzione fisiologica per pulire il nasino dei bimbi, che in viaggio potrebbe sporcarsi di più rispetto alla normale routine quotidiana.

La pappa

Lo svezzamento è forse uno dei momenti che complica di più i genitori in viaggio. Se il latte è facile da trovare e le pappe solide si possono preparare ovunque, più complicata è la situazione quando i bambini mangiano passati di verdura fatti in casa. Non tutto è perduto, in ogni caso.

Uno strumento davvero indispensabile, sia che i vostri bimbi siano nell’età del biberon che in quella dello svezzamento, è un buon portabiberon e portavivande termico. Il materiale migliore è l’acciaio inossidabile, che non è troppo pesante e tiene la pappa (o il latte) caldo per diverse ore.

Trova e acquista i migliori porta pappa su Amazon…

Altro oggetto utilissimo per scaldare il latte durante i viaggi è lo scaldabiberon, che in pochissimi minuti vi aiuta a preparare il biberon per i vostri bambini. Trova e acquista i migliori scaldabiberon su Amazon…

Per i bimbi in fase di svezzamento serve anche un seggiolone.

E se esistono comodi seggioloni da viaggio che si attaccano direttamente al tavolo c’è una soluzione ancora più pratica, i seggiolini portatili in stoffa, in grado di trasformare qualsiasi sedia in un comodo e sicuro seggiolone.

Per esempio, ci sono i coloratissimi modelli di Totseat o il compattissimo Minichair di Minimonkey.
Trova e acquista i migliori seggioloni da viaggio su Amazon…

La nanna

Anche il momento nanna può non essere semplicissimo, se non c’è una culletta a disposizione e i genitori non vogliono (o non possono, perché magari c’è già un fratellino) tenere il pupo nel lettone.

Una soluzione semplice, leggera e colorata sono le cullette portatili, che si aprono e si chiudono in un attimo.

Se il bimbo è ancora piccolo, inoltre, la soluzione più semplice può essere preferire il trio a un comune passeggino, in modo che il bebé possa continuare a dormire nella sua navicella.

Il trasporto

Perché i bambini portino da soli la loro valigia senza fare tante storie c’è una soluzione praticissima: le valigie cavalcabili.

Ne esistono di tantissimi e coloratissimi modelli e sono facilissime da trasportare, visto che hanno le ruote. Quando il bambino si stanca di camminare, può salirci sopra e utilizzarla come un triciclo.

Trova e acquista le migliori valigie cavalcabili su Amazon…

Se c’è bisogno di un passeggino, è importante immaginare di averne con sé uno ultraleggero e davvero portatile.

Abbandonate pure a casa il trio, tanto valido per la città quanto scomodo per i viaggi, e optate per una soluzione più smart, come i modelli ultraleggeri (alcuni si trasformano addirittura in uno zaino). Trova e acquista i migliori passeggini leggeri su Amazon…

La soluzione più pratica resta sicuramente il marsupio. Se avete intenzione di macinare chilometri per la vostra vacanza, procuratevene uno da escursionisti. Trova e acquista i migliori marsupi per neonati su Amazon…

Insomma, le cose a cui pensare sono davvero molte ma, organizzandosi per bene, possiamo portarle tutte.

Oppure scegliere un family hotel o una struttura family friendly dove quasi tutto il necessario per i più piccoli (scaldabiberon, pappe, creme, giocattoli, spesso anche marsupi e passeggini) sono a disposizione dei clienti o facilmente acquistabili.

In ogni caso, prima di partire, una telefonata all’hotel o alla struttura ricettiva che abbiamo scelto può essere utile per capire quante delle cose che ci servono sono già disponibili e cosa è reperibile in loco.

Valigia per neonato – versione mare

Tranquille mamme, quel che vi possiamo garantire è che man mano che i bambini crescono, avranno bisogno di portare sempre meno cose con sé.

Quando sono neonati, però, in effetti ci sono una serie di oggetti davvero indispensabili da mettere in valigia. Il biberon, innanzitutto.

Ma non soltanto: per le mamme più attente, potrebbe essere utile anche uno sterilizzatore portatile, o magari un kit per lavare al meglio il biberon del vostro bambino.

Per la versione mare della valigia, poi, ci sono alcune cose che non si possono davvero dimenticare. Innanzitutto i medicinali: portate con voi una crema solare a massima protezione, perché con il sole non si scherza. E possono essere utili anche un antizanzare per bambini e una cremina per il post puntura di zanzare e insetti vari.

L’ideale, comunque, è attrezzare la sera la carrozzina e il lettino con una tendina antizanzare, per proteggere il vostro bambino da fastidiose punture.

Per la spiaggia, sarà utile avere con voi una piscinetta gonfiabile: l’acqua del mare può essere piuttosto fredda, ed è meglio tenerla al caldo qualche minuto prima di immergerci il bambino, magari comodamente piazzati all’ombra dell’ombrellone.

Nelle ore più calde, non dimenticate di far indossare ai vostri bambini le magliette anti UV mentre giocano al sole: la loro pelle è molto delicata, ed è importante tenerla al sicuro. Quanto al bagnetto, quando si tratta di neonati, sono effettivamente molto comodi i pannolini a mutandina, che permettono di fare il bagno senza sporcare ogni volta un costumino pulito.

Valigia per neonato – versione montagna

Le esigenze di un neonato sono più o meno le stesse anche in montagna: anche qui è utile il biberon (con scaldabiberon e accessori vari) e tutto ciò che serve alla loro protezione.

Anche in montagna, ad esempio, non si scherza con il sole: oltre alla crema solare, è bene pensare di portare con sé anche un paio di piccoli occhiali da sole, meglio se con l’elastichino, visto che difficilmente il bambino piccolo avrà pazienza di tenerli addosso.

Trova e acquista i migliori occhiali da sole per bimbi su Amazon…

Per portarli in giro con voi durante le giornate in montagna, in particolar modo d’estate, può inoltre essere utile un marsupio confortevole (vi abbiamo già parlato delle mille opzioni del baby wearing). Se invece si opta per la montagna d’inverno, è bene che andando in giro i bambini siano ben coperti, per esempio con una copertina in piumino da attaccare al passeggino.

Copyright: Familygo. Foto Pixabay.com; Erika Fasan

Источник: https://www.familygo.eu/vacanze-con-bambini/news/mondo/cosa-portare-in-valigia-vacanze-neonati/

Come preparare la valigia per i bambini: cinque tips

Cosa mettere nella valigia dei bambini per le vacanze

Diciamolo subito, ognuno ha il suo metodo per fare la valigia: c’è chi fa le liste e chi fa tutto all’ultimo momento. In ogni caso il giorno prima della partenza scatta il panico. Noi siamo abituati a fare e disfare i nostri bagagli e ormai abbiamo diverse tecniche. Cosa mettere nella valigia? Come sistemare tutto? Come preparare la valigia per i bambini perfetta?

Ecco cinque tips per preparare cinque valigie diverse e due regole d’oro:

1. Portate meno cose possibili (pensate alle lavatrici del rientro)

2.Portate sempre un libro, non sarà mai un peso inutile

In questo articolo su come preparara la valigia per i bambini troverai:

1. Come preparare la valigia per i bambini per il mare
2. Come preparare la valigia per i bambini per la montagna
3. Come preparare lo zaino per i bambini per viaggi itineranti
4.

Come preparare il bagaglio per l’aereo
5. Le medicine da mettere nella valigia per i bambini in viaggio
6. Come preparare la valigia per i bambini piccoli: 0-3 anni
7.

Valigia perfetta: 5 consigli finali ….

Come preparare la valigia per i bambini per il mare

Forse è la più semplice, ma ricordate:

Portate almeno due asciugamani (se non tre, visto che occupano molto spazio in genere noi ne portiamo uno bello ciccioso di spugna e due in microfibra), uno per il lettino, uno per asciugare il piccolo quando esce dall’acqua e uno per la doccia (senza acqua salata);

Costumi a go-go (noi usiamo delle bustine per dividere costumi asciutti da costumi bagnati), ma anche una camicia bianca. Siamo grandissimi consumatori di protezione solare, ma nel pomeriggio, dopo pranzo, quando i bambini sono stanchi di essere “impanati” con la crema, usiamo una camicia a maniche lunghe di cotone bianco per proteggerli dal sole;

Preferite abiti colorati, la macchia di gelato è sempre in agguato e i colorati sono più veloci da lavare.

E in genere quando andiamo al mare noi portiamo “abiti da casa” (completini pantaloncini e cannottiera), per tenerli in giardino o al mare e una serie di completini più eleganti per la sera.

In proporzione portiamo 80 per cento di completini freschi e comodi e 20 per cento di abiti eleganti.

Portate sempre una felpa leggera o un maglioncino. Noi usiamo molto le camicie, ottime anche per proteggersi dalle zanzare la sera (a proposito, non dimenticate i repellenti per le zanzare e la crema solare, ma questo credo faccia parte della borsa di ogni mamma da giugno a settembre);

Cappelli, bandane, foulard, parei e mussole. Io li uso in maniera intercambiabile, come coperte, scialli, protezione dal sole.

Per le scarpe è abbastanza semplice: noi portiamo un paio di infradito e un paio di scarpe fresche, ma il più possibile chiuse, se c’è spazio anche un paio di sandali ( tanto sono piccoli).

Nella valigia del mare non è molto importante come sistemate le cose (visto che una volta arrivati a destinazione si svuota tutto e sono tutti abiti molto pratici); in genere noi mettiamo sempre sopra la biancheria (può servire per un’ emergenza), i pigiami e le lenzuola (se andate in una casa), così appena arrivati prepariamo i letti.

  • Come regola generale, stendiamo tutto e poi riempiamo i lati con i sacchetti con la biancheria, le scarpe, il beauty.

SCARICA LA TUA LISTA PER LA VALIGIA PER IL MARE IN PDF

Come preparare la valigia per i bambini  per la montagna

Quando si prepara la valigia per i bambini per la montagna  le cose si complicano, perché la valigia è sempre quella, solo che devi portare abbigliamento molto più ingombrante. Ma non ci scoraggiamo:

Innanzitutto non fatevi prendere dal panico: “Oddio fa freddo”. Che sia estate o inverno non andiamo al Polo Nord;

Per la valigia della montagna è fondamentale la biancheria. Portate canottiere di varie pesantezze, mezza manica e manica lunga…. In caso di “grande freddo” le potete usare una sull’altra (anche per i body dei bimbi molto piccoli). Portate anche molte calze, lunghe e corte (in montagna sia d’estate nei fiumi, che d’inverno con la neve, è facile bagnarsi);

Non portate maglioni identici, cioè della stessa pesantezza…. Cercate di scegliere tre maglioni/ felpe: leggera, pesante e supercalda;

E, è vero che aniamo in montagna, ma non dimenticate qualcosa di leggero: al sole fa molto caldo d’estate, e d’inverno, quando si entra in un rifugio con il camino acceso, fa caldissimo, perciò più che riempire la valigia di maglioni portate magliette di cotone;
A parte sciarpe e cappelli, in montagna sono importanti le scarpe. Occupano spazio, ma portate sempre due paia di scarpe (quelle più ingombranti mettetele ai piedi dei bambini).

Noi chiudiamo tutto in sacchetti di tela divisi per maglioni/pantaloni/magliette. Mettiamo sotto i maglioni e sopra le camicie e le magliette.

Anche per le scarpe è complictao, perchè ci vogliono:   scarpe da trekking, scarpe da Ginnastica 8 o comunque un pio di scarpe da ricambio), dopo sci, ciabatte per la doccia.

Su come organizzare la Valigia per i bambini per quando si va in montagna d’Inverno abbiamo scritto un post approfondito: come preparare la valigia per la neve.

SCARICA LA TUA LISTA PER LA VALIGIA PER LA MONTAGNA IN PDF

Come preparare lo zaino per i bambini per viaggi itineranti

Questo è il nostro bagaglio preferito, quello che facciamo più spesso. La regola è una: “Si viaggia leggeri”. Detto questo, ecco quello che facciamo:

Dividiamo tutto in buste di plastica trasparenti (meno belle dei sacchetti di tessuto, ma ci permettono di vedere sempre cosa cerchiamo);

Per la biancheria, avendo due figli usiamo due sacchetti di tessuto di colore diverso (di tessuto e non di plastica perché sono più resistenti e sono quelli che si prendono e si cercano nello zaino continuamente);

Portiamo molta biancheria, e, invece, anche per viaggi lunghi (ad esempio tre settimane) al massimo sette cambi completi: maglia-pantalone/gonna (quando è tutto sporco si lava);

Anche se andiamo ai Tropici, portiamo sempre una maglia a maniche lunghe ed una felpa, per protezione contro l’aria condizionata o imprevisti di ogni genere (Cristina è una mamma freddolosa);

Per le scarpe, portiamo le ciabatte da doccia e un ricambio (scarpe da ginnastica);

Ovviamente essendo un viaggio itinerante portiamo anche asciugamani in microfibra e asciugacapelli e tutto per il beauty;

Portiamo sempre ago e filo e un coltellino (non siamo killer, ma arriva il momento in cui serve), oltre a sapone da bucato, filo e mollette (anche in albergo a cinque stelle!)

SCARICA LA TUA LISTA PEL LO ZAINO PER I VIAGGI ITINERANTI IN PDF

Come preparare il bagaglio per l’aereo

Il bagaglio per l’aereo fa storia a sé, perché va sempre preparato in un certo modo, a prescindere dalla destinazione del viaggio:

Fondamentale mettere nel bagaglio dell’aereo uno o due cambi completi (canottiera, mutandine, maglia, pantalone lungo e pantalone corto, calze, felpa), nel caso in cui si dovesse smarrire una valigia o il bambino dovesse sporcarsi;

Cavi per telefono, documenti, chiavi di casa (e per chi li usa anche occhiali e lenti a contatto, che in alcuni posti, come gli Stati Uniti, non si possono comprare liberamente);

Un libro per i grandi e uno per i bambini (da quest’anno, grazie al Kindle, anche di più!);

Se i bimbi sono piccoli, un sacchetto con i giochi, confidando comunque nel kit che molte compagnie aeree regalano per intrattenere i piccoli viaggiatori (colori e giochi da tavolo a seconda dell’età);

Fanno sempre comodo anche matite, penne, colori e fogli bianchi.

Buff emussole per l’aria condizionata e io, sinceramente porto sempre anche una felpina e calze antiscivolo.

Uno Snack. Non tutti gli aerei danno da mangiare e comunque a volte se prendono un capriccio, un dolcetto o un crackers possono aiutare.

Ipad e cuffie: no ntutti gli aerei hanno il monitor con i cartoni

Da portare anche caramellegomme e/o ciuccio: servono per la pressione dell’aria e per i fastidi all’orecchio.

E ovviamente le medicine d’emergenza.

Portate sempre un libro

SCARICA LA TUA LISTA PER LA VALIGIA PER I BAMBINI PER L’AEREO IN PDF

Le medicine da mettere nella valigia per i bambini in viaggio

Spesso viaggiamo all’estero, dove può essere difficile reperire medicinali. Su consiglio della mia pediatra, in ogni viaggio portiamo sempre, per i bambini e per noi

  • Cortisone in pillole
  • Tachipirina;
  • Antibiotico generico;
  • Gocce per le orecchie
  • Cortisone spray (per asma)
  • Gocce per i muchi nel naso;
  • Spray per mal di gola ai propoli
  • Antistaminico;
  • Termometro;
  • Cerotti;
  • Fermenti lattici;
  • Gentamicina crema, per bolle, infezioni, infiammazioni ustioni;
  • Nimesulide (per i mal di testa di mamma e papà);
  • Sapone super neutro per igiene intima;
  • Igienizzante mani.

SCARICA LA TUA LISTA DELLE MEDICINE DA PORTARE IN VIAGGIO

Come preparare la valigia per i bambini piccoli: 0-3 anni

I miei gemelli ormai hanno otto anni e credo di aver rimosso tutto quell oche serve a un neonato in viaggio, però Juna ci ha scritto un bellisismo articolo su tutti i tucchi per la valigia per bambini piccoli in viaggio.

Valigia perfetta: 5 consigli finali …

Portate sempre un sacco per la biancheria sporca, che altrimenti finisce chissà dove, e un paio di buste di plastica per le ciabatte della doccia;

Non dimenticate il sapone per lavare il bucato (non si sa mai) ed un filo con delle mollette (nota di Francesco: il bucato si fa benissimo, all’occorrenza, con il bagnoschiuma);

Per chi ha figli piccoli, fino a due anni, consigliamo di portare  sempre il minipimer (nella nostra esperienza, ha salvato decine di pranzi e cene, insieme al suo compagno ideale, il termos portapappa);

In tutte le valigie mettete sempre una camicia o un abito elegante se potere, può sempre servire;

Di solito, piuttosto che cercare confezioni piccole di dentifricio, shampoo e bagnoschiuma, conviene portare per tutta la famiglia un prodotto di dimensioni normali, che a fine viaggio è finisce sistematicamente.

Pronta la valigia alla fine si parte….

Liste, consigli e trucchetti a parte, il momento delle valigie è sempre un momento di caos, soprattutto se ci sono bambini in giro per casa, però pensate, che chiusa l’ultima valigia si parte…e se.

vi siete dimenticati qualcosa …la comprerete nel luogo di vacanza. perciò NO Panic e si parteeeeeee….. .

e speriamo che i nostri consigli su come preparare la valigia per i bambini e le nostre liste vi possan oessere utili, così magari in viaggio ci penserete un po’.

*Post scritto nel settembre 2018 e aggiornato nell’agosto 2020

Источник: https://www.viaggiapiccoli.com/valigia-consigli-viaggio-bambini/

Come fare le valigie per tutta la famiglia: 15 trucchi!

Cosa mettere nella valigia dei bambini per le vacanze

Home/Consigli e guide/Consigli per viaggiare/Come fare le valigie per tutta la famiglia: 15 trucchi!

Dopo anni di esperienza di viaggi in famiglia, ecco i nostri consigli per: piegare i vestiti, mantenere pulita la biancheria, preparare le liste per non dimenticare niente, ridurre l’ingombro con trucchi salvaspazio.

Se non avete un piano preciso su come fare le valigie con i bambini, mettendo dentro quello che capita, rischiate di viaggiare con troppi bagagli e dover pagare i supplementi con le compagnie aeree low cost.

Che poi non è detto che debbano farle sempre le donne, gli uomini potrebbero essere più bravi di noi.
Paolo ad esempio parte per una settimana con una borsetta che noi potremmo usare per andare a fare la spesa.

Ho appreso molto da lui e, viaggiando con i mezzi pubblici con i bimbi, è diventato necessario limitare al massimo i bagagli.

Per il nostro ultimo viaggio Interrail di 17 giorni a spasso per l’Europa, sono riuscita a far entrare tutto dentro a due trolley (quelli che vedete nella prima foto qui sotto scattata alla stazione di Copenaghen), più un paio di zainetti.

1) Liste da scaricare

Per non dimenticare niente è utile preparare una lista scritta con quello che pensate sia indispensabile per tutta la famiglia, oltre al normale vestiario. Cancellate ogni cosa man a mano che la mettete dentro alla valigia, così siete sicuri di averla inserita. Ecco le mie liste base da scaricare e stampare:

2) I medicinali

La tachipirina e il termometro se li infili in valigia non ti serviranno di sicuro, ma se li lasci a casa ti ritroverai alle tre di notte a mandare tuo marito alla farmacia di turno in taxi perché il bimbo ha un febbrone da cavallo e in hotel non hanno termometri. 

Tutto questo già provato per voi e il taxi ci è costato quanto una notte in albergo, visto che la farmacia di turno era nel paese vicino!

Le medicine sono abbastanza soggettive, dipende dalle vostre abitudini, dal bambino e dai disturbi di cui soffre di solito.Io non porto mai antibiotici e medicine importanti perché credo che quelle vadano prescritte solo dai medici.

In genere non lascio mai a casa: termometro, tachipirina, fermenti lattici, soluzione fisiologica e bentelan.

3) Asciugamani e detergenti

Seconda parentesi: di solito non porto asciugamani, bagnoschiuma, shampoo… oramai si trovano in tutti gli hotel e B&B.Ricordateli solo se andate in ostello perché lì gli asciugamani sono a pagamento, per la doccia invece potete usare il telo mare.

Negli appartamenti bisogna verificare caso per caso in fase di prenotazione perché non sempre sono presenti asciugamani e detergenti. In ogni caso una bottiglia di bagnoschiuma la compro sempre una volta arrivati a destinazione al supermercato perché la uso anche per lavare la biancheria.

4) Come piegare i vestiti

Radunate i vestiti e gli oggetti della lista sul letto della camera dei bambini se state facendo la valigia per loro, così avrete tutto a portata di mano. Piegate i pantaloni e le bermuda a metà, arrotolate le magliette come un salsicciotto molto stretto, fate palline di mutande, canottiere e calzini per infilarli negli spazi piccoli.

5) Organizer da valigia

Nel nostro ultimo Interrail ho sperimentato per la prima volta questi contenitori per gli abiti e l’ho trovata una soluzione molto pratica dal punto di vista dell’organizzazione del viaggio, specialmente se itinerante.

In realtà non si risparmia spazio rispetto ai sacchetti, ma la roba resta più facile da trovare e più ordinata, inoltre così si può dividere per ogni componente della famiglia. Ognuno avrà il suo pacchetto con le sue magliette e la sua biancheria pulita.Non è cosa da poco quando ti devi spostare in continuazione.

Io ho fatto comprato quelli più economici ma su Amazon ce ne sono di tantissimi tipi e secondo me vale la pena spendere un po’ di più per avere delle cerniere di qualità. Eccone alcuni tipi:

6) Buste per la biancheria intima

Per la biancheria intima trovo igieniche le buste di plastica piccole. Nell’ultimo viaggio ho usato i sacchetti quadrati per congelare dell’Ikea, quelli con la chiusura a pressione ma ci sono anche su Amazon in confezione risparmio.

Sono piccoli, resistenti e si possono utilizzare più volte. Tra l’altro io preferisco quelli piccoli perché riesco ad infilarli nei canali che si formano sul lato del trolley che contiene il manico estraibile. Avete capito, no cosa intendo?

Quelle due antipatiche fasce strette che si formano dove dietro scorre il manico, se non fate dei pacchettini molto piccoli sprecate un sacco di spazio!

7) Quanta roba portare

Per i weekend portate i cambi per i giorni esatti che state via, per i viaggi di almeno una settimana portate i cambi per la metà dei giorni, potete lavare a mano con il bagnoschiuma mutande, canottiere, calzini e magliette.

Esempio: quando partiamo per 10 giorni noi portiamo il necessario per 5 e poi la sera del 4° giorno dedichiamo un’oretta a fare il bucato, stendiamo tutto sul balcone o al limite nel bagno.
Male che vada un’asciugata con il phon per togliere l’umido la mattina dopo e sono pronti da indossare.

Ricordatevi di non strizzare le magliette altrimenti sembreranno carta straccia. Portate qualche molletta da bucato per stendere e se il filo non c’è. vi potete arrangiare con le sedie del balcone o con il tubo della doccia.

Nei viaggi lunghi invece andiamo nelle lavanderie a gettone a fare 2 lavatrici (una di scuri e una di bianchi) e poi tutto in asciugatrice per risparmiare tempo. Per viaggi lunghi meglio non portare colori come rosso, rosa, viola, verde che non potete lavare con gli altri.

8) Scarpe e calzini

Vanno messe una contro l’altra come nella seconda foto e riempite con le palline di calzini in modo da occupare uno spazio altrimenti inutilizzato, quindi infilatele nelle buste (io non le compro, uso quelle di stoffa delle borse oppure quelle di plastica già usate per gli indumenti troppe volte e in questo caso metto delle etichette per essere sicura di non metterci poi i vestiti).
Un paio solo a persona sarà sufficiente, quelle che resistono alla pioggia in valigia e quelle più leggere ai piedi se fa caldo.

9) Come formare gli strati

Mettete sotto le scarpe e le ciabatte, poi biancheria, pigiamini, magliette arrotolate, quindi pantaloncini corti e per ultimi i pantaloni lunghi ed eventuali camicie. A meno che non siate invitate a chissà quale evento elegante io eviterei di portarle perché si acciaccano troppo e occupano più spazio delle magliette (idem per le polo con il colletto).

10) Un trolley per gli oggetti con volumi diversi

Una buona idea è fare un trolley solo con le scarpe, detergenti, medicinali e tutti gli oggetti con volumi diversi come caricabatterie, cavalletti, adattatori, dai in modo da mettere i vestiti tutti insieme.

Io mi adeguo a seconda della meta e della durata del viaggio.

Spesso faccio un unico trolley grande con i vestiti di tutta la famiglia e uno con le scarpe, altrimenti un trolley per i bambini e uno per noi adulti con le relative scarpe.

11) Zaini con un cambio

Se i bambini sono abbastanza grandi, fategli portare un piccolo zaino con un cambio di emergenza, giochini, acqua e panini per loro. Tra l’altro lo zaino servirà per le escursioni in montagna o per i costumi e telo spiaggia per il mare (così non dovrete portare la sacca per il mare). Utile avere un cambio anche in aereo, nel caso vi perdano la valigia!

12) Tipi di valigie

Se viaggiate in treno, preferite i trolley, rigidi o di tela impermeabile, ma con le ruote. Non troppo grandi così riuscite a metterli nel vano portavaligie o i piccoli anche tra un sedile e l’altro.In automobile, può essere più comodo utilizzare i borsoni morbidi e di tela leggera che si adattano meglio al portabagagli.

Per l’aereo sempre valigie rigide perché le altre si rovinano.

13) Il pesavaligie

Un accessorio indispensabile per chi viaggia in aereo è il pesavaligie. Potete smetterla di tenere in bilico la valigia sulla bilancia pesapersone, ora con questo semplice aggeggio di pochi centimetri potete sapere se il peso della valigia rientra nei limiti della compagnia aerea.

14) Per non fa stropicciare le camicie

Se siete in vena di precisione, mettete la carta di giornale all’interno delle camicie per non farle spiegazzare, come fa Daniela Zepponi del blog C’era una mamma.
Io non lo faccio perché il giornale non è mai molto pulito, preferisco qualche piega e poi non porto mai le camicie!

15) Come piegare le felpe

Un ultimo consiglio è quello di piegare le felpe con il cappuccio come dei piccoli pacchetti, ho trovato su un tutorial fatto benissimo di una ragazza che spiega come far diventare le felpe con il cappuccio piccolissime (vedi foto sotto).
Lei è Simplynabiki ed è bravissima, la conoscete? Andate a vedere il suo video.

Se viaggiate con un neonato o un bimbo di pochi mesi potete leggere anche il nostro articolo La valigia per viaggiare con neonati e bambini piccoli. 

E voi, avete altri trucchetti su come fare al meglio le valigie per tutta la famiglia?

Come sempre le aspettiamo nei commenti. Se questo articolo vi è stato utile condividetelo con i vostri amici.

Quanto pagano i bambini in treno? Tre schemi facili e immediati per rispondere a questa domanda. Gli sconti sui treni nazionali di Trenitalia, su Italo treno e i prezzi dei biglietti sui regionali con le varie località che hanno regole diverse.

Источник: https://www.italiaconibimbi.it/come-fare-le-valigie/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: