Consigli su come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

Come Togliere Macchie di Acquerello

Consigli su come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

Oggi spieghiamo come togliere le macchie di acquerello.

Avere dei bambini piccoli in casa significa ritrovarsi, prima o poi, a dovere combattere con macchie che in un primo momento possono risultare impossibili. Tra queste vi sono le macchie di acquerello, che possono arrivare ad imbrattare abiti, divani, tappeti e molto altro ancora.

Come Togliere le Macchie di Acquerello dai Tessuti

Se dobbiamo rimuovere le macchie di acquerello da abiti, tovaglie e tappeti, è possibile orientarsi verso i rimedi fai da te.

Tra questi, la preparazione di una soluzione composta da un quarto di acqua calda, mezzo cucchiaino di detersivo liquido classico per piatti e un cucchiaio di ammoniaca che, a differenza della candeggina, non rischia di schiarire i tessuti.

Il capo macchiato va dunque immerso in questa soluzione e lasciato a bagno per almeno trenta minuti. Trascorso questo tempo, si può procedere a un lavaggio normale.

Nel caso questo tentativo non sia stato utile per fare sparire la macchia, si può provare a diluire in una bacinella un quarto di acqua tiepida ed un cucchiaio di aceto bianco, che ha un forte potere sgrassante e lucidante. I tessuti possono essere lasciati in ammollo per sessanta minuti al massimo. Subito dopo si dovrà passare al lavaggio finale con acqua tiepida.

Il detersivo per i piatti è un ottimo alleato per togliere le macchie di acquerello. Da preferire, se possibile, un detersivo al limone in quanto più acido rispetto agli altri prodotti. Basta attendere che la macchia si sia seccata per poi immergere tutto il capo in acqua tiepida dove vi è il detersivo. Dopo circa un’ora, il capo va risciacquato per poi procedere al lavaggio abituale.

Un’altra soluzione è l’utilizzo di uno sgrassatore, meglio se al sapone di Marsiglia in quanto più delicato.

Per trattare le macchie di colore con lo sgrassatore, basta spruzzarne sulla zona colpita e strofinare con uno spazzolino.

A questo punto si lascerà riposare il capo ripiegato sulla macchia, in modo che lo sgrassatore non si asciughi, per alcune ore e se dovesse servire anche tutta la notte, e poi procedere con il lavaggio in lavatrice.

Per togliere macchie di acquerello da tessuti delicati come il lino ci si può affidare al latte freddo unito a del succo di limone.

Ecco la procedura, immergere il capo in una bacinella di latte per almeno trenta minuti e poi strofinare la macchia con una spugnetta imbevuta di succo di limone.

Se la macchia di colore non dovesse sparire con il primo tentativo, occorre ripetere il procedimento e poi lavare il capo in lavatrice.

Come Togliere le Macchie di Acquerello dai Grembiuli di Scuola

Ammettiamolo, è impossibile salvare i vestiti dei più piccoli da qualsiasi traccia di sporco. A questo proposito, non esiste al mondo un grembiule di scuola senza macchie di tempere ed acquarelli. Ma niente paura, fortunatamente qualsiasi mamma può rimediare, tra le pareti di casa e in poco tempo, a questo inconveniente provocato dai piccoli artisti in famiglia.

Il primo suggerimento, forse il più prezioso, è quello di usare sempre acqua fredda o al massimo tiepida e di evitare l’acqua calda che potrebbe fissare di più la macchia sul tessuto.

Il secondo consiglio riguarda l’acqua e l’ammoniaca, ovvero i due elementi perfetti per far splendere nuovamente un grembiulino, insieme a un lavaggio con sapone di Marsiglia che toglierà tutti gli aloni e i residui ancora presenti.

Nel caso il grembiule fosse bianco, è possibile affidarsi anche alla candeggina delicata, tamponare la macchia di acquerello con un panno e poi risciacquare il capo per dire addio per sempre al problema.

Come Togliere le Macchie di Acquerello da Tende e Tappezzeria

Se scopriamo macchie di acquerello su tende e tappezzeria e non ci è possibile procedere a un lavaggio in lavatrice, vi sono metodi alternativi altrettanto facili e risolutori.

Basta inumidire un panno bianco pulito con alcool etilico per strofinarlo delicatamente sulla macchia. L’alcool inizierà così a portare la macchia in superficie.

In un secondo momento occorre tamponare la macchia con un tovagliolo di carta e ripetere questa operazione fino a quando la macchia non risulterà sparita del tutto.

Come Togliere le Macchie di Acquerello dal Legno

Per rimuovere macchie di acquerello fresche da una superficie di legno occorre preparare una soluzione con acqua calda e detersivo, detergere la zona interessata con una spugna e poi risciacquare con abbondante acqua ed asciugare.

Nel caso in cui, invece, le macchie siano più vecchie, occorrerà munirsi di un vecchio spazzolino da denti e, dopo averlo immerso nel bicarbonato di sodio, strofinare per bene la superficie ed eliminare ogni residuo di colore penetrato nelle venature.

L’operazione andrà ripetuta fino a quando la macchia non risulterà andata via del tutto.

Источник: https://casalingaperfetta.com/come-togliere-macchie-di-acquerello

5 trucchi per eliminare le macchie di pittura dai vestiti

Consigli su come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

Ogni mamma è felice di far giocare i propri figli con le tempere. È un ottimo modo per permettere ai bambini di sviluppare le proprie capacità artistiche.

  Tuttavia, ogni mamma cambia radicalmente espressione quando scopre che quell’indumento tanto carino è  pieno di macchie di tutti i colori. State tranquille, mamme.

In questo articolo vi sveleremo alcuni trucchi per eliminare le macchie di pittura dai vestiti dei bambini.

È vero, è molto bello offrire ai bambini le tempere per farli colorare e divertire. È una bella scena anche vedere i piccoli aiutare i genitori a dipingere una staccionata o  un muro del cortile. Tuttavia, queste attività possono provocare problemi… irreparabili? Come eliminare le macchie di pittura dai vestiti?

5 trucchi per eliminare le macchie di pittura dai vestiti dei bambini

Non appena vi accorgete che i vestiti di vostro figlio si sono macchiati di pittura, metteteli subito in ammollo in acqua fredda. In questo modo eviterete che la pittura penetri  troppo all’interno della stoffa.

Se avete qualche prodotto antimacchia, non abbiate paura di usarlo. Infine, non appena riuscite, lavate i vestiti con un po’ di detersivo e lasciateli asciugare al sole.  Seguendo questi semplici passi, vi risparmierete una fatica maggiore dopo. E forse avrete anche salvato i vestiti.

2. Aceto di vino bianco

Uno degli stratagemmi  intramontabili per pulire i vestiti. L’aceto di vino bianco può salvarvi anche in queste situazioni. Come? Se avete un indumento con macchie di pittura vecchie, versate un po’ di aceto sulla macchia e sfregate con uno spazzolino da denti o un spazzola simile purché abbia le setole morbide.

Inoltre, se la pittura si è già seccata, è consigliabile cercare di staccarne il più possibile con una spatolina di plastica. Per agevolare l’operazione, in questi casi potete ricorrere anche all’uso di solventi. Una volta ottenuto il risultato desiderato, immergete l’indumento in acqua tiepida e dopo alcune ore, fatelo asciugare, come sempre, al sole.

3. Solvente per unghie

Sì, sembra un’opzione azzardata, e lo è. Tuttavia, può rivelarsi davvero efficace per macchie resistenti presenti sull’indumento già da un po’. Per utilizzare questo prodotto a questo scopo, dovrete semplicemente versare qualche goccia di solvente per unghie  sulla macchia e sfregare con forza. Quindi, lavate l’indumento in acqua fredda e fatelo asciugare al sole.

Magari la prima volta riuscirete solo a scolorire un po’ la macchia. Considerate che quelle che penetrano in profondità nei tessuti richiederanno uno sforzo maggiore.  In questo caso, ripetete l’operazione tante volte quanto è necessario. 

“Non appena vi accorgete che i vestiti di vostro figlio si sono macchiati di pittura, metteteli subito in ammollo in acqua fredda. ”

4. Detersivo per lavastoviglie

Anche questo può esservi utile per smacchiare i vestiti.  Per cominciare, mescolate in un bicchiere parti uguali di detersivo per lavastoviglie e acqua. Quindi bagnate il tessuto con la miscela ottenuta, ma dal lato  non macchiato di tempera. In questo modo il colore si staccherà con maggiore facilità.

Quindi, sfregate con uno spazzolino ed eliminate la macchia poco a poco. Ripetete l’operazione fino a che la macchia non sarà sparita. Come ultima cosa mettete l’indumento in lavatrice. Un consiglio importante per eliminare le macchie di pittura dai vestiti: quando la macchia comincia a venire via, fate attenzione che non sporchi il resto dell’indumento.

5. Acquaragia

Finora abbiamo preso in esame i modi per eliminare le macchie provocate dalla pittura a base d’acqua. Queste sono quelle che vengono utilizzate per le varie attività. Tuttavia, se vostro figlio ha aiutato a dipingere un murale o la parete di una cosa con colori a olio,  che in genere sono quelli utilizzati per gli esterni, dovrete adottare misure più drastiche.

Ci riferiamo a prodotti industriali come i solventi. Il loro principale svantaggio è che praticamente decolorano l’indumento. Ma di certo aiuteranno a eliminare le macchie di pittura dai vestiti dei bambini. Tra questi prodotti, il più “delicato” è l’acquaragia. Ricordate: va usata in ambienti ventilati e facendo molta attenzione, perché è tossica.

In questo senso, non è esagerato usare guanti e mascherina. Analogamente, questo metodo non è consigliabile per chi ha problemi di asma o allergia. I passi da seguire per eliminare le macchie con l’acquaragia sono:

  1. Con una spugnetta applicate un po’ di acquaragia sulla macchia. Lasciate agire per 10-15 minuti.
  2. Grattate con uno spazzolino o un coltello l’area della macchia fino a rimuoverla, almeno in parte.
  3. Applicate un po’di detersivo e sfregate delicatamente per togliere la macchia. Se non va via, lasciate il capo in ammollo in acqua fredda.
  4. Infine, sciacquatelo in lavatrice e fate asciugare al sole. 

Per concludere, due raccomandazioni generali che possono sembrare ovvie ma sulle quali forse avete sorvolato. È sempre consigliabile far indossare ai bambini dei vestiti vecchi o un grembiule protettivo quando usano tempere e vernice. Allo stesso modo, non dimenticatevi di leggere bene le istruzioni sul vasetto. Magari è indicato il modo ideale per togliere le macchie.

Источник: https://siamomamme.it/bambini/5-trucchi-per-eliminare-le-macchie-di-pittura-dai-vestiti/

Come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

Consigli su come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

Come togliere le macchie da grembiuli e vestiti? Trucchi e stratagemmi

Che disperazione quelle macchie sul grembiulino o sui vestitini del bimbo che entusiasta rientra dalla scuola o dall'asilo tutto sporco.

Le macchie, di tempera, acquerelli, pittura, pennarelli o cibo sono tra i principali nemici delle mamme.

Siamo sicure di sapere tutto su come togliere le macchie dai vestiti dei bambini e dai grembiuli, soprattutto senza arrecare danni irreparabili ai tessuti? Ecco qualche consiglio pratico.

vai alla gallery

Qualche consiglio di economia domestica per tutte le mamme che devono smacchiare i vestiti dei loro bambini

Come togliere le macchie pittura dai vestiti

Ogni giorno, a scuola o all'asilo, i bambini si impegnano in attività creative che richiedono l'utilizzo di pennarelli, tempere, pitture e pennarelli. E spesso amano mettere a frutto la loro arte creativa anche il pomeriggio e nel tempo libero.

Se a casa abbiamo la possibilità di scegliere solo colori a misura di bambino, super lavabili, che vanno via con la semplice acqua o un lavaggio normale in lavatrice, a scuola o ai laboratori può capitare che i prodotti non siano facili da smacchiare.

E allora ecco qualche consiglio per togliere le macchie di colore da vestiti e grembiuli.

  • Colori a tempera ed acquerelli: per eliminare queste sostanze, sia su tessuti bianchi che su tessuti colorati, possiamo lavare il capo di abbigliamento con soluzione di acqua e ammoniaca
  • Colori a olio: se ad aver fatto la macchia sono invece i colori ad olio, si può intervenire in due maniere differenti a seconda del tipo di macchia. Se la macchia è fresca basterà strofinare con un po' di acquaragia, mentre se la macchia è ormai asciutta o comunque vecchia, bisognerà ammorbidire con burro e dopo alcune ore strofinare con benzina sottoposta a rettificazione (benzina Super) o essenza di acquaragia. Se nonostante tutto la macchia persiste, usare una soluzione di essenza di acquaragia e ammoniaca al 50%
  • Inchiostro: utilizziamo acquaragia o acetone sulla macchia di inchiostro quindi sciacquiamo. Su tessuti delicati, al rovescio, tamponiamo con alcool o acquaragia senza dimenticare di mettere sotto la macchia un foglio di carta assorbente, quindi risciacquiamo
  • Pennarelli: maglie, grembiule e quant'altro son sempre sporchi di macchie di pennarelli? Per eliminare le macchie passiamo qualche goccia di limone o alcool e poi sciacquare. Sul cotone tamponare con alcol denaturato, poi lavare con sapone. Sui delicati passare con sapone e glicerina, quindi con alcol denaturato
  • Colla: se il problema è la colla, proviamo a lavare l'indumento e se la macchia persiste strofiniamo con una spazzola bagnata in acqua tiepida o con dell'aceto distillato. Sul cotone si può provare ad eliminare la macchia con un batuffolo di cotone imbevuto di aceto, per poi sciacquare in acqua fredda con qualche goccia di ammoniaca, oppure tamponare con alcol in cui è stato sciolto sapone di Marsiglia grattugiato e sciacquare. Per la colla vinilica basta l'acqua tiepida
  • Adesivi: strofinare delicatamente con solvente per unghie non oleoso (acetone) dopo aver asportato con un coltellino le incrostazioni.

Come togliere le macchie dai vestiti dei bambini

I bambini, si sa, si sporcano facilmente. Giocano all'aria aperta, si ruzzolano a terra, corrono e cadono, mangiano e si macchiano i vestiti. Provare a prevenire le macchie è una guerra persa, ma certamente possiamo sperimentare alcuni trucchi e stratagemmi per eliminare le macchie più comuni e più ostinate.

  • Sangue:per eliminare le macchie di sangue, causate, magari, da una sbucciatura al ginocchio, laviamo con acqua fredda e sapone mentre sulle fibre sintetiche usiamo l'acqua ossigenata
  • Erba: il piccolo si è rotolato nel prato e i pantaloni sono tutti macchiati? Su tessuti bianchi o colorati dovremo strofinare con una pezza imbevuta di acqua bollente, acqua salata oppure con aceto bianco. In alternativa tamponare con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool a 90° (sconsigliato sulla seta). Se la macchia persiste pulire delicatamente l'area interessata con una stoffa intrisa di aceto distillato oppure mettere sotto la macchia un panno ripiegato e strofinare energicamente prima con glicerina e poi con alcool puro. Su tessuti sintetici o delicati, tamponare con acqua e ammoniaca preparando una soluzione con 1 litro di acqua per 1 cucchiaio di ammoniaca per poi risciacquare e tamponare con acqua e aceto. Negli indumenti particolarmente delicati si può utilizzare l'acqua ossigenata al posto dell'ammoniaca, diluita in un bicchiere d'acqua per procedere come prima. Sulla lana la soluzione da preparare è composta da 3 parti di acqua tiepida, 2 parti di alcool e 1 parte di ammoniaca, per strofinare e risciacquare con acqua e aceto. Su tessuti non lavabili pulire con qualche goccia di ammoniaca o alcool puro a 90°
  • Frutta: la merenda più che finire nel pancino è finita nel grembiule che ora è pieno di macchie. Se la macchia è fresca mettiamo l'indumento in frigorifero per poi lavarlo dopo qualche ora oppure avvolgiamo un cubetto di ghiaccio in un pezzo di plastica e passiamolo sulla macchia per poi sciacquare. Se la macchia è vecchia e resistente, raschiamo con una lama e tamponiamo con dell'aceto bianco o strofiniamo qualche goccia di limone per poi sciacquare
  • Fango: soprattutto in autunno è bello correre e saltellare nelle pozzanghere peccato che il fango macchi! Se la macchia è fresca lasciamo che si asciughi, poi spazzoliamo e laviamo con acqua fredda o con acqua e aceto. Se resiste smacchiamo con acquaragia o benzina super
  • Chewing gum: la 'macchia' più odiata e temuta si è appiccicata proprio nel suo grembiulino! Come toglierla? Mettiamo l'indumento nel freezer e lasciamolo per qualche ora al fresco, dopo potremo staccare facilmente la gomma ormai secca. Se rimane l'alone tamponiamo con benzene puro e la macchia dovrebbe scomparire
  • Cioccolata: se la macchia di cioccolata è fresca laviamo con acqua calda oppure, dopo avere leggermente inumidito la zona macchiata, strofiniamo del sapone bianco (marsiglia) quindi sciacquiamo. Se la macchia è resistente sciogliamo 1 cucchiaino di borace in una tazza di acqua tiepida, strofiniamo con uno straccio, sciacquiamo e laviamo con acqua e varecchina per poi risciacquare nuovamente. In alternativa ammorbidire la macchia con glicerina e smacchiare con alcool puro, per ultimo sciacquare
  • Gelato: sui tessuti bianchi e colorati strofiniamo con un pò di seltz (digestivo) o acqua frizzante, e poi laviamo con detersivo. Sulla lana tamponiamo delicatamente con acquaragia o benzina super
  • Pomodoro: per le macchie di passata di pomodoro usate acqua e ammoniaca. Per le macchie di pomodoro lavate con acqua fredda e poi ricoprite di talco. Spazzolate dopo aver atteso qualche minuto. Ammorbidite la macchia con acqua saponata tiepida, quindi risciacquate con acqua fresca.
  • Urina: sul cotone tamponare con acqua e poche gocce di acqua ossigenata o di ammoniaca; se il tessuto lo consente, acqua calda e candeggina. Sui delicati tamponare con una soluzione di acqua tiepida, perborato e qualche goccia di ammoniaca. In alternativa usare succo di limone
  • Uovo: sul cotone raschiare la superficie della macchia, cospargere di sale inumidito con acqua e spazzolare dopo circa 10 minuti. Sui delicati usare acqua leggermente tiepida addizionata con uno o due cucchiai per litro d'ammoniaca
  • Resina: sul cotone bianco strofinare con un batuffolo di cotone imbevuto di acquaragia o essenza di trementina, oppure con alcol a 90°, sul cotone colorato insaponare da rovescio e applicare una miscela di un quarto di essenza di trementina con tre quarti di alcol e sciacquare dopo un quarto d'ora. Sulla lana tamponare con essenza di trementina e poi sgrassare con benzina
  • Latte: sul cotone se la macchia è fresca si toglie con semplice acqua tiepida
  • Bruciature: sul cotone strofinare il tessuto sotto l'acqua fredda poi applicare detergente non diluito e lasciarlo agire per circa cinque minuti, lavare e se necessario candeggiare. Sulla lana usare ammoniaca e acqua ossigenata diluita. Alternativa bio: strofinare delicatamente una zolletta di zucchero, oppure intervenire con acqua ossigenata
  • Coca cola: sul cotone tamponare con acqua o glicerina
  • Grasso: sul cotone raschiare il grasso rimasto in superficie, cospargere con polvere assorbente e dopo dieci minuti spazzolare. Se necessario, ripetere l'operazione. Sui delicati e sulla lana tamponare le macchie con trielina o benzina
  • Brodo: sul cotone acqua tiepida e sapone, dopo aver tamponato con acqua assorbente. Togliere l'alone con saponeria, far agire e spazzolare. Se occorre, lavate, il capo dopo aver passato la parte con sapone di Marsiglia inumidito
  • Bevande analcoliche: sul cotone le macchie fresche si tolgono con l'acqua fredda mentre quelle secche con una soluzione di aceto bianco e detersivo liquido in parti uguali. Sui delicati, su lana e velluto si può usare acqua con etere.

gpt inread-altre-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/il-bambino/igiene/macchie-su-grembiule-e-vestiti-come-toglierle-bene.html

Come eliminare le macchie di colore: da trasferimento e tempera ma non solo

Consigli su come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

Quante volte sarà successo di trovarsi a dover rimuovere dai vestiti delle macchie di colore che non sappiamo come sono arrivate fino a lì e che non vogliono in nessun modo andare via.

Possono essere macchie lasciate da altri vestiti, dalle stampe degli accessori come le borse o anche macchie di tempera finite addosso chissà come, magari dopo aver giocato con i bambini o essersi dedicati alle decorazioni in casa.

Un altro classico sono le camicie macchiate dal contatto con jeans o pantaloni colorati, per non parlare dei grembiuli o dei vestiti indossati dai bambini a scuola. Il comune denominatore di tutte queste macchie è che non importa cosa facciamo per mandarle via, loro restano lì, lavaggio dopo lavaggio, spesso rendendo i vestiti inutilizzabili.

Qui però abbiamo una buona notizia: praticamente tutte le macchie di colore rimaste sui vestiti possono essere rimosse, restituendo ai capi il loro aspetto pulito.

L’importante è sapere come fare per andare ad attaccare ogni macchia e nel giro di poco tempo si riuscirà a mandarla via senza che lasci tracce.

Non importa se la chiazza colorata sia di tempera, passata da un capo scuro su uno chiaro, da una stampa oppure dall’erba: per ognuna di queste macchie c’è una soluzione in grado di sconfiggerla.

Passiamo ai fatti e vediamo quali sono i metodi e le tecniche da usare per dire addio alle preoccupazioni di vedere i propri vestiti rovinati ed avere sempre un bucato perfetto indipendentemente da con cosa lo abbiamo macchiato.

La precedenza viene data ovviamente ad i metodi naturali, che richiedono agenti per il lavaggio come il sapone di Marsiglia e l’aceto anche se sarà utile tenere a portata di mano anche il detersivo per i piatti ed una bottiglia di ammoniaca.

Come togliere le macchie di colore a tempera: il detersivo per i piatti (che funziona anche contro le macchie grasse)

Il primo metodo per rimuovere i colori dai vestiti, soprattutto quelli di tempera molto comuni sui vestiti dei bambini, consiste nell’utilizzare il detersivo per i piatti. L’ideale sarebbe un detersivo al limone, che è più acido, ma si può anche acidificare un qualunque altro prodotto con qualche goccia di succo di limone.

L’efficacia di questo metodo è data dal fatto che il detersivo per i piatti è studiato per sciogliere i grassi, uno dei componenti principali dei colori a tempera e responsabile del fatto che non spesso con il lavaggio normale i colori non spariscano. Proprio per questo aumentare l’acidità del prodotto dà una mano nella rimozione dei colori.

Il procedimento è abbastanza semplice, è sufficiente attendere che la macchia si sia seccata. Dopodiché si usa il detersivo come un prodotto per il pre-trattamento delle macchie, si cosparge la zona interessata con un po’ di prodotto e poi si immerge tutto il capo in acqua tiepida dove avremo sciolto un po’ di detersivo.

Dopo circa un’ora possiamo togliere il capo e risciacquarlo, prima di procedere con il lavaggio abituale. Con questo metodo si riescono a togliere gran parte delle macchie di colori a tempera,acquerelli ed altri colori normalmente usati dai bambini.

Come eliminare le macchie da trasferimento di colore: lo sgrassatore per le macchie difficili

Il secondo metodo proposto prevede l’uso di un prodotto per la pulizia della casa che si trova in tutte le cucine: lo sgrassatore, meglio se al sapone di Marsiglia per la sua natura più delicata.

Se il detersivo per piatti non dovesse essere sufficiente e dopo il lavaggio ci fossero ancora aloni di colore, oppure se si tratta di colori trasferiti ad esempio dalle stampe delle borse in tela che vanno di moda alle fiere ed alle mostre o da capi colorati a contatto con capi bianchi, lo sgrassatore è il prodotto perfetto per risolvere il problema.

Il prodotto riesce a togliere anche macchie difficili come la ruggine che a volte macchia i vestiti che sono stati a contatto con il metallo ed è perfetto per pretrattare i collettied i polsini delle camicie che tendono, soprattutto quando fa caldo, a sporcarsi in fretta.

Per trattare le macchie di colore con lo sgrassatore, bisogna spruzzarne un po’ sulla zona dei vestiti interessata e strofinare con uno spazzolino per vestiti. Fatto questo si lascia riposare il capo ripiegato sulla macchia, in modo che lo sgrassatore non si asciughi, per alcune ore, anche tutta la notte e si procede con il lavaggio abituale.

Le macchie diventeranno solo un ricordo!

Acqua e ammoniaca contro lo sporco difficile

Nel caso si riesca ad intervenire su una macchia ancora umida, ad esempio di tempera, oppure la traccia di colore sia stata lasciata dall’erba si può ricorrere a questo terzo metodo che consiste nel preparare una soluzione di acqua fredda ed ammoniaca, nella proporzione di sei parti di acqua ed una di ammoniaca.

Questa soluzione è da usarsi su tessuti non troppo delicati come ad esempio i jeans oppure sulla lana. Sarebbe sempre bene fare una prova su una parte del capo non in vista prima di procedere all’utilizzo.

Oltre alle macchie di colori e di erba, questa soluzione è in grado di trattare sporco ostinato e difficile da rimuovere come ad esempio la cioccolata, il fango o anche gli aloni gialli lasciati dal sudore.

Per trattare la macchia bisogna armarsi di straccio o spugnetta e strofinare il capo con la soluzione di acqua ed ammoniaca fino a che la maglia non sarà scomparsa. Soprattutto nei casi di macchie di erba può essere utile rifinire con acqua ed aceto, prima di mettere il capo in lavatrice per procedere con il lavaggio abituale.

Latte freddo e limone per togliere le macchie di colore dai tessuti delicati

Se abbiamo a che fare con macchie su tessuti delicati come il lino, una soluzione valida e disponibile in ogni momento è data dal latte freddo unito al succo di limone. Può sembrare una combinazione strana ma questo mix del tutto naturale è perfetto per le macchie di colore trasferite da altri vestiti ed anche da quelle lasciate dall’erba.

La procedura da usare è molto semplice: basta immergere il capo in una bacinella di latte per almeno trenta minuti e poi strofinare la macchia con una spugnetta imbevuta di succo di limone.

Se la macchia di colore non dovesse sparire con un solo passaggio, ripetere il procedimento fino alla scomparsa della macchia. Come sempre, provvedere poi a sciacquare e lavare in lavatrice come di consueto.

Sapone di Marsiglia ed acqua bollente: la soluzione definitiva per le macchie di colore più ostinate

L’ultimo metodo presentato per i problemi con le macchie di colore è il classico sapone di Marsiglia ma usato in modo un po’ diverso dal solito.

Questo metodo è perfetto in caso che gli altri non siano stati in grado di rimuovere le macchie ma va usato solo su tessuti resistenti che possono essere lavati a temperature alte.

Le macchie che si possono trattare con questo metodo sono un po’ tutte quelle elencate fino ad adesso, dalla tempera, ai colori trasferiti o quelle colorate causate da erba, cioccolata o fango.

Il procedimento consiste nel far bollire una buona quantità di sapone in una pentola per qualche minuto. Dopo aver fatto bollire, bisogna travasare il liquido in una bacinella dove si immerge il capo macchiato dopo aver atteso qualche minuto per fare raffreddare leggermente l’acqua che deve essere comunque molto calda.

Bisogna poi aspettare circa un’ora prima di togliere i vestiti dalla bacinella, sciacquarlo e procedere con il lavaggio abituale. Le macchie di colore spariscono senza lasciare più ricordi!

Ultimi accorgimenti per rifinire il lavoro

Con questi metodi tempere, macchie da trasferimento di colore e qualunque macchia colorata in generale non ha speranze! È importante dopo aver applicato questi metodi, lavare sempre i capi in modo da rimuovere ogni traccia delle sostanze usate. Per una pulizia ottimale è bene che la lavatrice sia sempre pulita in tutti i suoi componenti in modo da lavare perfettamente e restituirci i capi, che potevano sembrare rovinati dai colori in modo irrimediabile, come se fossero nuovi.

Un ultimo trucco da tenere a mente dopo aver provveduto a rimuovere le macchie è quello di far asciugare i capi all’ombra: dopo il primo lavaggio infatti potrebbero esserci delle tracce invisibili dei prodotti usati per la pulizia che se fatti asciugare al sole potrebbero causare aloni antiestetici e che sarebbero veramente difficili da rimuovere.

La prossima volta che il colore vi farà pensare di avere i capi rovinati, non disperate e seguite questa guida, i risultati sono garantiti ed i vostri capi torneranno come appena comprati!

Источник: https://casinamia.com/come-eliminare-le-macchie-di-colore-da-trasferimento-e-tempera-ma-non-solo/

Rientro a scuola: 4 trucchi per pulire il grembiule

Consigli su come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

  • Igiene e Disinfettanti
    • Mascherine
    • Gel e Disinfettanti
    • Altri Dispositivi
    • Sicura Protection
    • Glenova
  • Illuminazione
  • Articoli Per Fumatori
  • Sexy Shop
  • Materiale Elettrico
  • Elettronica di Consumo
  • Batterie e Caricabatterie
  • Cialde e Capsule Caffè
  • Alimentari Lunga Conservazione
  • Batterie Apparecchi Acustici
  • Vernici e Fai da Te
  • Idee Casa e Tempo Libero
  • Proteine e Integratori
  • Prodotti Monouso
  • Cura della Persona
  • Pet Food
    • Snack per Gatti
    • Cibo per Cani
    • Cibo per Gatti
    • Igiene per Cani
  • Detersivi e Pulizia Casa
  • Cura del Bimbo
  • Ottica
  • Brand Partner per la Spesa
  • Novità
  • Offerte Speciali
  • Premi Omaggio

Pubblicato: 03/09/2018 16:00:00
Categoria: Profumo di Pulito

Pulire il grembiule dei bambini è un’attività che svolgiamo in maniera più o meno quotidiana.

I bimbi, specialmente quelli della scuola materna o dei primi anni di scuola elementare, sono particolarmente scatenati e amanti dei giochi in cui vince chi riesce a sporcarsi maggiormente.

Ed ecco allora che accogliamo i nostri piccoli con macchie di tempera sul grembiule, terra e vermi dentro le tasche e murales improvvisati nello schienale del povero grembiule.

Niente paura: gli indumenti scolastici dei nostri bimbi sono più resistenti di quanto pensiate, ed è facile pulire i grembiuli seguendo questi 4 semplici trucchi.

Come pulire il grembiule sporco di terra

Quante volte i nostri bambini ritornano da scuola con il grembiule completamente coperto di fango?

Se la scuola dispone di un giardino, è infatti probabile che qualche inevitabile macchia di terriccio lasci un ricordo sulla stoffa immacolata.

Per pulire un grembiule sporco di terra, il primo consiglio che vogliamo dare è quello di NON lavare la macchia.

Utilizzando l’acqua la terra penetrerà più in profondità nelle fibre, contribuendo a fissare ulteriormente lo sporco sui tessuti.

Anche se può sembrare strano, prendete un phon e passate immediatamente un getto d’aria calda sul fango, fino a seccarlo completamente.

A questo punto potrete rimuovere velocemente la macchia con l’aiuto di una spazzola a setole dure, fino ad eliminare completamente qualsiasi residuo di sporco.

Una volta rimosso lo strato di terra rimarrà un piccolo alone giallo sul tessuto, che potrà essere smacchiato utilizzando uno smacchiatore professionale (come il Vanish).

Come pulire il grembiule sporco di tempera

I bambini sono piccoli artisti, che amano giocare con colori e acquerelli.

Molto spesso sono così entusiasti che macchiano anche le maniche del grembiule, ritrovandosi un vestito multicolor.

In questo caso premunitevi di ammoniaca, perché è il rimedio più efficace per eliminare in poco tempo le macchie di colore dai grembiuli dei nostri piccoli pittori.

La proporzione da ricordare è 6:1, ovvero 6 cucchiai di acqua fredda e 1 cucchiaio di ammoniaca.

Mescolate bene i due liquidi, quindi intingete un pezzo di stoffa nel composto e cominciate a strofinarlo con decisione sulle macchie di tempera, fino ad eliminarle completamente.

Dopo aver ripulito la macchia sciacquate accuratamente la zona con acqua pulita e un po’ di sapone di Marsiglia, eliminando qualsiasi residuo di ammoniaca (estremamente tossico per i nostri bimbi).

Come pulire il grembiule sporco di urina

Purtroppo capita: i bimbi hanno già imparato ad usare il water, ma non sempre ce la fanno a coordinarsi con gli strati di vestiti che hanno addosso.

E così capita di avere a che fare con piccole macchie di urina. Niente di grave, questo problema si può risolvere facilmente.

Se il grembiule è di un maschietto (e quindi di colore scuro) il problema è facilmente risolvibile: basta tamponare la macchia con acqua fredda e metterla subito in lavatrice, aggiungendo un additivo o un detersivo igienizzante.

Se invece ci troviamo di fronte il grembiule di una bimba, (generalmente bianco o rosa) dovremo avere qualche accortezza in più.

Preparate una soluzione composta da 1 cucchiaio di acqua ossigenata a 12 volumi disciolti in 6 cucchiai di acqua fredda, tamponando per bene la macchia prima di metterla in lavatrice.

Oppure pre-trattate la macchia con uno smacchiatore sbiancante, perfetto per eliminare una volta per tutte gli aloni gialli dell’urina.

Come pulire il grembiule sporco di colla

I bambini amano giocare con la colla, e molti dei loro “lavoretti” sono realizzati utilizzando colla vinilica o colla in stick.

Non è raro quindi cercare una soluzione per pulire il grembiule sporco di colla e residui di carta.

Per prima cosa dovremo capire di che tipo di colla si tratta, visto che non tutte sono uguali: generalmente i bambini utilizzano colla in stick o colla vinilica, le meno tossiche in commercio.

Fortunatamente sono anche le più facili da pulire, quindi non preoccupatevi di lasciare odiosi residui sui grembiuli dei vostri bimbi.

Generalmente un lavaggio in lavatrice è sufficiente a rimuovere i residui di colla, ma se la macchia dovesse essere troppo estesa procedete a un pre-lavaggio.

Per prima cosa raschiate via con un coltello la maggiore quantità di colla possibile, lasciando solamente quella attaccata alle fibre.

Quindi sciogliete in un po’ di alcool delle scaglie di sapone di marsiglia, formando un impasto dalla consistenza cremosa.

Strofinate delicatamente con un panno questa crema, facendola penetrare a fondo nella macchia, quindi procedete al lavaggio come di consueto.

Vedrete che le macchie e i residui di colla spariranno dai grembiuli senza lasciare traccia!

Condividi l'articolo

Источник: https://www.eurocali.it/blog/pulire-il-grembiule-n415

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: