Come scegliere il vasino e dove comprarlo

▷ Migliori vasini 2021 (top 5)

Come scegliere il vasino e dove comprarlo

Il momento di transizione dal pannolino all’uso del WC è senza dubbio un passo importante per ogni bambino, una tappa della sua crescita che lo renderà più autonomo e indipendente.

Data la delicatezza di questo passaggio, al genitore spetta affrontarlo in modo adeguato, con pazienzarispetto e, soprattutto, senza pressioni. Per questo si è soliti dividerlo in fasi, partendo dall’educazione all’uso del vasino per poi passare all’utilizzo del WC “da grandi”.

Come si può immaginare, a decidere che è arrivato il momento di imparare ad utilizzare il vasino sono principalmente i genitori, che hanno il compito di educare il piccolo e renderlo autonomo nella gestione dei propri bisogni.

Trattandosi di un passaggio fondamentale ma anche delicato, prima di acquistare il vasino è bene informarsi sulle tipologie a disposizione, per scegliere la più adeguata alle proprie esigenze e a quelle del proprio bimbo. Qui di seguito vi illustriamo le caratteristiche principali dei modelli in commercio, per aiutarvi nella scelta del tipo di vasino più adatto.

1. Tipologia

In commercio si possono acquistare vasini dalle forme e dai colori diversi oppure optare per tipologie che si discostano maggiormente da quello che possiamo considerare il modello di vasino standard. In questa pagina abbiamo racchiuso le principali opzioni che un genitore ha a disposizione, per offrire una panoramica completa delle soluzioni possibili.

Vasino classico

Questa tipologia è quella più conosciuta, nonché la più essenziale.

Si tratta del classico vasino in plastica da posizionare sul pavimento, possibilmente in bagno, e caratterizzato da una forma anatomica a sedile, dove il piccolo può sedersi con facilità anche quando è ancora piccolino.

La tipologia classica è la soluzione più economica e pratica in commercio in quanto facile da lavare e adatta per dimensioni ai bimbi più piccoli che hanno appena iniziato a stare senza pannolino.

All’interno di questa tipologia troviamo modelli che variano fondamentalmente per colore e forma ed eventuali elementi extra, come schienale e vaschetta estraibile, che andremo ad analizzare più avanti. La fascia di prezzo va da un minimo di 10 € ad un massimo di 40 € circa.

Vasino rialzato

Abbiamo raggruppato in questa tipologia tutti quei vasini che per forme e dimensioni si discostano da quelli classici.

Parliamo in particolare dei modelli rialzati somiglianti al WC degli adulti in quanto provvisti di elementi che li rendono realistici e incoraggiano il piccolo ad imitare il genitore nei vari passaggi di utilizzo della toilette, dalla carta igienica allo sciacquone. Questi modelli hanno in generale dimensioni maggiori e per questo possono risultare meno pratici da spostare e lavare ma sicuramente più attraenti per il piccolo. Date le dimensioni e il maggior numero di componenti, il prezzo è solitamente superiore rispetto a quello delle altre tipologie e può arrivare anche a costare più di 50 €.

Riduttore WC

Il riduttore non è propriamente un vasino ma, come possiamo intuire dal nome, serve a ridurre le dimensioni della tavoletta del WC del proprio bagno per consentire e facilitare l’uso dello stesso da parte del bambino.

Si tratta di una soluzione utile e che di recente viene preferita dai genitori in quanto porta il bambino ad utilizzare fin da subito i sanitari, saltando così la fase intermedia del vasino vero e proprio e rendendo più immediato il passaggio all’uso del WC.

Questa tipologia è senza dubbio quella ideale quando la prima fase di adattamento al vasino viene superata e il bambino desidera utilizzare il bagno come mamma e papà.
I riduttori in commercio sono in plastica e vanno appoggiati sopra la tavoletta del WC.

Esistono anche in questo caso forme e colori differenti, nonché accessori ed elementi extra che rendono il riduttore accessibile anche ai bambini più piccoli, come la scaletta, il poggiapiedi e i braccioli laterali.

Quando si opta per questa soluzione, è importante verificare la compatibilità del riduttore con la forma del proprio WC, per assicurarsi che si adatti ad essa e rimanga stabile una volta appoggiato sopra. Quando dotato di accessori, il suo prezzo si aggira attorno ai 30 €.

Portatile

Quando parliamo di vasini portatili ci riferiamo a riduttori o anche semplici vasini standard che possono essere ripiegati su se stessi per poter essere messi in borsa, portati con sé e utilizzati fuori casa.

I modelli più pratici sono i riduttori portatili in plastica che, come si può vedere nell’immagine qui sotto, possono raggiungere dimensioni notevolmente ridotte una volta richiusi.

Una volta aperti, vanno appoggiati sopra la tavoletta del WC in modo tale che il bambino vi si possa comodamente sedere sopra e possa utilizzare il bagno pubblico in tutta sicurezza.

In alternativa, esistono in commercio modelli in cartoncino monouso, che una volta aperti sono simili per forma e dimensioni ai vasini classici e possono essere appoggiati sul pavimento.

Data l’essenzialità e i materiali utilizzati, il vasino o riduttore portatile appartiene ad una fascia di prezzo bassa che varia dai 10 ai 20 €.
Per una comparazione più immediata, vi riportiamo qui di seguito una tabella riassuntiva che evidenzia i pro e i contro che caratterizzano ciascuna tipologia.

 PROCONTRO
Vasino classicoOccupa poco spazioFacile da pulire e igienizzareIdeale nella prima fase dello spannolinamentoUtilizzabile solo per pochi mesiRichiede svuotamento e pulizia manuale
Realistico, con seduta rialzataStimola l'emulazioneIgienicoAdatto anche a bambini più grandiNon sempre pratico da pulireIngombro maggiore
RiduttoreIngombro ridottoFacile da pulireNon richiede pulizia manualeIdeale dopo la prima fase dello spannolinamentoNon adatto ai bimbi più piccoliTiene occupato il WC degli adulti
PortatileIdeale in viaggio e nei bagni pubbliciRichiede l'aiuto di un genitore

2. Materiali

Come per tutti i prodotti per l’infanzia realizzati in plastica, anche per i vasini è possibile optare per modelli privi di sostanze nocive, come il BPA.

  Inoltre è importante che i materiali utilizzati siano confortevoli a contatto con la pelle, che il vasino abbia bordi smussati e che il sedile sia rivestito con materiali morbidi, in modo tale che il bambino lo trovi il più comodo possibile, considerando che a volte i tempi di utilizzo si allungano.

3. Età

La prima fase dello spannolinamento e il vero e proprio uso del vasino può avvenire già prima del compimento del secondo anno dalla nascita. Tra il primo e il secondo anno d’età il modello ideale è il vasino classico.

Accessibile e comodo per il piccolo, consente di iniziare a familiarizzare con questo oggetto nuovo, che entrerà presto a far parte della sua routine quotidiana.
Superata la prima fase dello spannolinamento si può passare ai riduttori, per consentire una passaggio più immediato all’uso del WC.

In questa fase, il bambino sarà già in grado di arrangiarsi, eventualmente con l’ausilio della scaletta o di uno sgabello da acquistare a parte.

In generale non c’è un’età precisa in cui effettuare il passaggio da una fase all’altra: l’importante rimane scegliere un modello che sia accessibile al piccolo, che abbia dimensioni adeguate e che lo metta a suo agio. È consigliato in ogni caso controllare l’età e il peso raccomandati dal produttore in quanto alcuni modelli sono pensati per diverse fasce d’età.

4. Praticità d’uso e comfort

Il fattore relativo alla praticità d’uso e al comfort riguarda sia il bambino sia i genitori.

Per il bambino

Per il piccolo è infatti molto importante scegliere un vasino che sia comodo e confortevole.

Per quanto riguarda i vasini classici e quelli rialzati, da preferire sono i modelli dotati di schienale e braccioli laterali; per i riduttori, è consigliabile optare per quelli provvisti di seduta morbida, eventualmente imbottita.

Come anticipato, vasino o riduttore devono essere accessibili al bambino; nel caso dei riduttori è bene dunque munirsi di un modello dotato di scaletta oppure acquistare uno sgabello separatamente, che aiuti il bimbo a sedersi con facilità.

Un altro aspetto di cui tenere conto è l’altezza della seduta: i vasini troppo bassi rischiano di forzare il piccolo a tenere le gambe in una posizione scomoda, causando formicolii e dolore. L’ideale è che vi sia una distanza sufficiente da terra da permettere al bambino di tenere le gambe rilassate. Per i riduttori, viceversa, la presenza di un poggiapiedi consente al piccolo di appoggiare i piedini e adottare una posizione più comoda e stabile.

Per i genitori

Per i genitori, praticità e comodità riguardano principalmente igiene, pulizia e ingombro.

Gli elementi da considerare sono, in primis, la presenza di bordi rialzati, che proteggano da eventuali fuoriuscite, e un rialzo nella parte davanti della seduta che previene piccoli disastri quando a sedersi per la pipì è un maschietto.

I vasini classici dotati di vaschetta interna estraibile sono inoltre più comodi da svuotare e da pulire dopo l’utilizzo.
Un ultimo aspetto da tenere in considerazione è l’ingombro: meglio evitare modelli realistici se non avete molto spazio in bagno e optare invece per un vasino classico oppure direttamente per un riduttore.

Alcuni modelli di vasino, specialmente quelli rialzati, sono accompagnati da alcuni accessori ed elementi extra pensati per rendere il vasino simile a quello utilizzato da mamma e papà.

  L’aggiunta di un vano per le salviette o del porta carta igienica e della finta maniglia dello sciacquone, con tanto di suono, possono diventare accessori utili per incoraggiare l’uso del vasino, per educare il piccolo ai vari passaggi da effettuare e per rendere questo momento il più naturale possibile.
Sconsigliamo tuttavia di esagerare con colori, suoni e canzoncine annesse di cui alcuni modelli sono corredati. Il vasino è uno strumento che può essere divertente e giocoso ma non deve essere un giocattolo: al bambino deve risultare chiaro che l’andare al bagno non è un momento di gioco.

Quando si può cominciare ad utilizzare il vasino?

Quando iniziare a proporre al proprio bimbo l’uso del vasino è una domanda ricorrente per i genitori.

Non c’è in realtà un’età precisa per iniziare: è possibile introdurre il vasino già dopo il primo anno di vita, senza forzature o costrizioni spesso controproducenti, ma ad esempio solo per far conoscere al piccolo questo oggetto e mostrare come funziona.

Il momento giusto per l’abbandono del pannolino e il passaggio al controllo dei propri bisogni e all’uso del vasino avviene più o meno quando il bambino è in grado di capire cosa significa andare in bagno ed è in grado di comunicarlo a mamma e papà e questo avviene solitamente attorno ai due anni/due anni e mezzo. In questo modo, al compimento dei tre, il piccolo sarà sufficientemente indipendente per affrontare la scuola materna senza preoccupazioni.

Come insegnare ad usare il vasino?

Come per la maggior parte delle azioni quotidiane che il piccolo acquisisce in tenera età, anche l’uso del vasino avviene per imitazione. L’ideale è dunque offrire al piccolo l’occasione di capire come questa abitudine faccia parte della quotidianità invitandolo all’emulazione di chi gli sta vicino.

L’approccio dei genitori è sempre personale e soggettivo e ogni bambino ha tempi e ritmi differenti; tuttavia, ripetiamo che è importante per mamma e papà affrontare questa fase muniti di pazienza.

Non rimproverare mai se non sempre tutto fila liscio e non avere fretta di bruciare le tappe sono alcuni dei segreti per la buona riuscita di questa operazione.
In generale, il primo passo è quello della familiarizzazione con l’assenza del pannolino e con l’uso del bagno quando necessario.

Il periodo estivo è ad esempio il momento migliore per lasciare il piccolo senza pannolino. In questi mesi si potrà introdurre questa nuova routine, facendo sedere il piccolo sul vasino ogni sera e ogni mattina.

Quando il bambino infine avrà compreso l’uso del vasino, si potrà iniziare a fargli indossare le mutandine oppure i pannolini pull-up, facilmente reperibili in commercio, ideali per portare il bambino ad abituarsi alla mutandina e al contempo evitare che si bagni.

Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Источник: https://www.qualescegliere.it/vasino/

I migliori vasini per bambini: guida all’acquisto

Come scegliere il vasino e dove comprarlo

Togliere il pannolino a un figlio rappresenta un momento di crescita delicato e il vasino per bambini li aiuta a imparare ad utilizzare il WC con più tranquillità. È lo strumento ideale per familiarizzare con un servizio igienico ancora troppo grande.

Ne esistono diverse tipologie con le forme e i colori più disparati. Potete scegliere tra un modello classico o rialzato, più simile a un WC.

Sono disponibili anche in versione da viaggio oppure musicale, capace di riprodurre suoni e rumori per rendere il momento più divertente. Alcuni modelli possono anche diventare dei comodi riduttori per il WC da far utilizzare al bambino quando sarà più grande.

È importante che il vasino sia sicuro, comodo e garantisca la stabilità necessaria mentre il piccolo è seduto.

I bambini cominciano a togliere il pannolino intorno ai due anni ed è quindi importante scegliere un vasino che sia pratico e conforme all'altezza del piccolo, oltre che facile da pulire.

Molti brand ormai arricchiscono il vasino con degli accessori extra per renderlo più reale e simile al water, aggiungendo elementi come il porta carta igienica e la maniglia dello sciacquone. Vi suggeriamo di orientarvi verso le marche più affermate come Fisher Price e Chicco per acquistarne uno.

Scopriamo insieme quali sono i migliori vasini per bambini reperibili online.

I 6 migliori vasini per bambini

Assicurarsi che i vostri figli si abituino all'uso del WC attraverso il vasino è importante.

I tanti modelli presenti in commercio potrebbero disorientarvi, per cui abbiamo stilato una classifica dei 6 migliori vasini per bambini disponibili su Amazon.

Abbiamo tenuto conto delle tipologie, della sicurezza, degli accessori extra e dei pareri degli utenti.

Il vasino di Fisher Price è uno dei più apprezzati su Amazon perché è realistico e allegro grazie al disegno della faccia sorridente. Ha la forma di un classico WC con un porta carta igienica e una maniglia per lo sciacquone che riproduce un clic simpatico se si preme.

La bacinella è estraibile e facile da pulire. È presente un paraschizzi per i maschi. Inoltre, è possibile ascoltare 5 frasi e 2 canzoni che incoraggiano il bambino con l'uso di 3 pile stilo AA. Infine, si trasforma anche in un comodo riduttore, ottimo per i bambini più grandi.

Chicco Vasino Anatomico

Chicco presenta il suo vasino per bambini realizzato in plastica di qualità. Chicco presenta un vasino classico dal design ergonomico che rende la struttura comoda sia per la seduta a cavalcioni che la postura grazie allo schienale ampio.

È stabile e sicuro, impedendo eventuali cadute del bambino, mentre la presenza del paraspruzzi è ideale per i maschietti. Disponibile in tre colori, è molto pratico sia da pulire che da riporre in un angolo visto che è poco ingombrante.

Da non sottovalutare per il buon rapporto qualità-prezzo.

-11% Chicco Vasino Anatomico, Colori Assortiti

Ok Baby 3891

Il vasino per bambini di Ok Baby è gradito per il suo design ergonomico e robusto. Si presenta come un modello classico leggermente rialzato con uno schienale ampio e anatomico che rende la seduta del piccolo comoda.

 La forma del prodotto ha una buona aderenza al pavimento, impedendo eventuali cadute. È facilissimo da pulire grazie al vano estraibile.

Potrete ricevere il vasino in diverse tonalità di colore, rendendo questo momento più allegro per i vostri piccoli.

Kindsgut

Un altro prodotto da non lasciarsi scappare è il simpaticissimo vasino per bambini di Kindsgut. Ha la forma di una balena e la coda funge da comodo schienale d'appoggio combinando la funzionalità all'elemento ludico.

I materiali utilizzati per la sua realizzazione sono ecologici e privi di sostanze nocive. Il brand è stato attento anche al fattore sicurezza: la base è antiscivolo così che il bambino non possa ribaltarsi.

Potete acquistare il vasino in diversi colori dalle tonalità tenui a seconda dei vostri gusti.

Kindsgut vasino, wc per bambini, acquamarina

Keeeper Adam Minnie

Il vasino per bambini proposto da Keeeper è decorato con i personaggi dei cartoni animati. Questo che vi presentiamo è a tema Minnie e avvolto in femminile color rosa.

Si tratta di una tipologia classica leggermente rialzata e attenta alla sicurezza: sono presenti infatti dei piedini in gomma antiscivolo. Lo schienale largo rende il suo utilizzo confortevole. Pulirlo sarà facilissimo grazie alla plastica priva di BPA e al paraschizzi igienico.

L'utilizzo è indicato ai piccoli dai 18 mesi ai 3 anni, mentre il peso massimo sopportabile è di 15 kg.

Tyry.Hu Potty

Il marchio Tyry.Hu presenta un vasino portatile molto comodo per i genitori in viaggio. Realizzato in plastica priva di BPA, la bacinella interna si può estrarre e piegare. Risulta facile da pulire grazie anche alla presenza della protezione antispruzzo.

Funge anche da riduttore per aiutare il vostro bambino ad utilizzare il WC degli adulti con minore sforzo. È sicuro da usare grazie ai piedi in gomma antiscivolo che impediscono al piccolo di cadere. Ciò che rende speciale questo prodotto è la praticità: le dimensioni compatte lo rendono poco ingombrante e potrete sfruttare lo spazio che avanza con ciò che preferite.

Inoltre, ha in dotazione anche dei comodi sacchetti usa e getta da utilizzare quando si è in giro.

Come scegliere il vasino per bambini

Il passaggio dal pannolino al vasino è importante sia per il bambino che per i genitori. Scegliere quello giusto che risponda alle esigenze della famiglia però può risultare snervante. In commercio esistono ormai tantissime proposte di vasini che potrebbero solo disorientarvi.

Prima di acquistarne uno verificate la tipologia e il grado di sicurezza. Assicuratevi che sia comodo, praticoconforme sia all'età che alla statura del vostro piccolo. Prestate attenzione ai materiali, alle dimensioni e all'ingombro.

Non sottovalutate accessori e design, pulizia, marca e prezzo.

Tipologia

Esistono diverse tipologie di vasini. Per scegliere quella più adatta al vostro bambino, basterà capire verso che modello volete orientarvi, se più classico o a sfondo ludico.

  • Classico: si tratta del modello più diffuso. Pratico ed economico, ricrea la forma anatomica per agevolare la seduta del bambino. Semplice e leggero, si pulisce facilmente e si adatta a bambini piccoli che hanno da poco iniziato lo spannolinamento. I modelli prodotti negli ultimi anni possono presentare una bacinella di raccolta estraibile, uno schienale ampio e un paraspruzzi.
  • Rialzato: si distingue per la sua somiglianza realistica a un WC. Si tratta di un modello più grande e meno pratico da trasportare. Si presenta anche con la forma di un animale, un'auto o qualsiasi altro elemento ludico. È dotato di vari accessori extra per rendere l'esperienza autentica, rendendo però questo modello più costoso.
  • Portatile o da viaggio: è comodissimo da trasportare durante un viaggio, alcuni modelli si possono anche piegare e riporre in borsa. Si tratta spesso di piccoli vasini o riduttori che vanno poggiati sulla tavoletta del water per ridurne le dimensioni. Si puliscono facilmente altrimenti potete usare i sacchetti in plastica usa e getta al posto della bacinella di raccolta. Esistono anche modelli monouso in cartone low cost.
  • Musicale: è un vasino normale arricchito da programmi per far divertire il bambino. Riproduce frasi e canzoncine per incitare il piccolo, unendo l'utile al dilettevole. Si presenta spesso con un design colorato, simpatico ed ergonomico.

Sicurezza

Un aspetto fondamentale da tenere in considerazione quando si è in cerca del miglior vasino per bambini è la sicurezza. Assicuratevi che la struttura sia abbastanza stabile da evitare eventuali cadute.

La presenza di una base antiscivolo rende il modello ben piantato a terra, scongiurando il rischio di spiacevoli incidenti.

Ricordate: acquistare un vasino economico non significa sempre scegliere un prodotto di bassa qualità o pericoloso per vostro figlio.

Comfort e praticità

Un buon vasino per bambini deve essere comodo. Deve avere un design ergonomico che renda la seduta a calvalcioni del piccolo confortevole.

Anche la presenza di uno schienale ampio contribuisce a rendere l'esperienza positiva sul vasino. Bisogna scegliere poi un modello pratico anche per i genitori.

Deve essere facile da posizionare in bagno e da spostare all'occorrenza.

Età e altezza

I bambini cominciano ad usare il vasino tra il primo e il secondo anno. Inizialmente preferite una tipologia classica perché più semplice e pratica.

Una volta acquisita la giusta confidenza, potrete proporre a vostro figlio altri modelli di vasino, per poi passare ai riduttori dopo i 3-4 anni.

In ogni caso, vi consigliamo sempre di seguire le inclinazioni naturali del vostro bambino con pazienza per capire quando si sentirà pronto a compiere questo passo.

Un altro fattore da non sottovalutare è l'altezza del vasino, la quale deve essere conforme a quella del bambino. In caso di seduta troppo bassa le gambe del piccolo potrebbero restare troppo a lungo piegate, provocando dolore e formicolii. Verificate che l'altezza della seduta sia quindi adatta per vostro figlio.

Materiali

Il vasino è uno prodotto dedicato alla prima infanzia utilizzato dai bambini, per cui è necessario che i materiali adoperati per la sua realizzazione siano di qualità.

Viene in genere realizzato in plastica priva di BPA e altre sostanze nocive. Occorre che i materiali siano delicati per rendere più confortevole la seduta.

La forma dovrebbe seguire delle linee curve così da non ferire il bambino con angoli spigolosi.

Dimensioni e ingombro

Le dimensioni del vasino non vanno sottovalutate. In base a quanto è grande il vostro bambino, potrete acquistare un modello dalle dimensioni più o meno ridotte. I vasini classici sono più piccoli e meno ingombranti. Quelli rialzati tendono invece ad occupare più spazio poiché sono composti da più parti. Verificare qual è la dimensione massima a cui potete aspirare è importante.

Accessori e Design

I modelli di vasino rialzati tendono a essere realistici e seguono dunque le stesse caratteristiche di un WC tradizionale. Ciò comporta l'aggiunta di accessori extra che sono superflui al bambino, ma al contempo gli insegnano ad avere familiarità con lo strumento.

Sono spesso presenti porta carta igienica o una finta maniglia per lo sciacquone accompagnata da note musicali che incitano il piccolo a usare il vasino.

Alcuni modelli presentano anche degli scomparti dove riporre le salviette.

Inoltre, si possono trovare vasini per bambini in qualsiasi colore per rendere questo strumento più simpatico e gioioso. Sono presenti spesso anche disegni di animali o personaggi dei cartoni animati per avvicinare il piccolo con più serenità.

Pulizia

È opportuno che il vasino sia facile da pulire per i genitori. Elementi come un paraspruzzi e i bordi rialzati evitano eventuali fuoriuscite, impedendo degli incidenti spiacevoli, mentre una bacinella interna estraibile potrà essere svuotata in modo veloce ed efficace.

Marca

Acquistare un vasino per il vostro bambino è una scelta importante in quanto sarà uno strumento che utilizzerà spesso. Per scegliere il miglior vasino vi consigliamo di affidarvi alle marche più affermate come Fisher Price, Chicco e Ok Baby, sebbene in commercio esistano ormai tanti modelli proposti da diverse aziende.

Prezzo

È facile trovare vasini per tutte le tasche. Il loro prezzo dipende dalla tipologia, dagli accessori extra e dal brand. I modelli classici costano anche meno di 10 euro, mentre in media il prezzo si aggira intorno ai 20. Se invece preferite regalare a vostro figlio anche un elemento ludico potreste spendere anche più di 50 euro.

Источник: https://donna.fanpage.it/i-migliori-vasini-per-bambini-guida-allacquisto/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: