Come passare tempo di qualità in casa con i bambini

Contents
  1. Genitori e figli: l’importanza di passare insieme un tempo di qualità
  2. Il tempo di qualità e il tempo di quantità
  3. Che cosa significa passare del tempo di qualità con i propri figli?
  4. L’educazione di qualità
  5. Passare il tempo con i figli: consigli e idee
  6. Lavoro e famiglia: come trovare il tempo di cui ho bisogno?
  7. Ordinare e pulire la casa ed avere il tempo per mio figlio: come fare?
  8. Piccoli ritagli di tempo insieme: come utilizzare al meglio questi momenti con i figli?
  9. Orari che non coincidono: come essere presente?
  10. Passare del tempo di qualità con mio figlio: cosa scegliere di fare?
  11. 5 consigli per trascorrere al meglio del tempo con i bambini
  12. Creare un momento speciale
  13. Prendetevi una pausa
  14. Coinvolgeteli quando preparate la cena
  15. Leggete una fiaba della buonanotte
  16. Come passare più tempo con i tuoi bambini
  17. Come passare più tempo con i propri bambini
  18. Prova con la meditazione
  19. Pizza time!
  20. Passeggiate in pigiama!
  21. Non guidare ovunque
  22. Gioca ai loro giochi
  23. La fantasia non ha limiti: 10 idee creative per passare il tempo in casa con i bambini
  24. Passare il tempo in casa con 10 attività da fare con i bimbi
  25. 1. Ballo e canto
  26. 2. Caccia al tesoro
  27. 3. Coloriamo con gli stampini
  28. 4. Creiamo le ombre cinesi: c’era una volta…
  29. 5. W il risparmio: come costruire un salvadanaio
  30. 6. E’ tempo di riciclare: nuova vita ai giocattoli vecchi
  31. 7. Un pensiero per te: regali per tutta la famiglia
  32. 8. Che ore sono? Costruiamo un orologio
  33. 9. Indovina! Il gioco dei mimi
  34. 10. Decoriamo la cameretta
  35. La fantasia non ha limiti neanche in casa

Genitori e figli: l’importanza di passare insieme un tempo di qualità

Come passare tempo di qualità in casa con i bambini

Tuttavia, grazie alle numerose ricerche e agli studi fatti dagli esperti del settore, i genitori sono sempre più chiamati a rendersi partecipi e a diventare attivi in quel processo chiamato educazione.

I bambini sono individui estremamente empatici e attenti all’umore e alle esigenze altrui, specialmente se questi altri sono la mamma e il papà.

Spesso, già da piccoli, cercano di far loro capire come abbiano bisogno di passare del tempo di qualità, seppur poco al giorno. Se i genitori non sono abbastanza attenti e non sanno rispondere in modo esaustivo al bisogno di affetto fisico ed emotivo del piccolo,  il bambino, una volta cresciuto, potrebbe mostrare i tipici segnali di “adolescente ribelle” e “difficile da gestire”.

Studi recenti vengono in aiuto dimostrando che si iniziano a perdere i figli non in strada, frequentando le cosiddette cattive compagnie, bensì in casa, nel momento in cui il figlio adolescente capirà che non esiste, o peggio ancora, che non c’è mai stata una collaborazione e un dialogo possibile con i propri genitori.

Il tempo di qualità e il tempo di quantità

Le mamme e i papà di oggi sono esortati il più possibile a passare del tempo di qualità con i propri figli, sin da quando sono piccoli. Questo concetto può far storcere il naso ai più, poiché il lavoro, la gestione della casa e i numerosi impegni possono scoraggiare la voglia di sedersi alla sera e iniziare un gioco fatto di fantasia o leggere un libro con i propri figli.

Se entro i tre anni di età per lo sviluppo e l’autonomia del bambino conta la quantità e la qualità del tempo che si passa insieme, dopo questa età, ed entro i dodici anni, la quantità non ha più alcuna importanza.

Il fatto che è davvero rilevante è la qualità del tempo che si passa con i propri figli (4-12 anni). Dopo quest’età, la quantità e la qualità vanno nuovamente di pari passo, anzi, gli adolescenti che passano più tempo con i propri genitori sono quelli che hanno anche meno problemi con i guai e la giustizia.

Che cosa significa passare del tempo di qualità con i propri figli?

Questo fattore è determinato dall’essere totalmente presenti e partecipi nell’attività che si sta svolgendo con il proprio bambino o con quello che il proprio figlio sta raccontando alla mamma o al papà.

In poche parole significa che bisogna lasciar stare telefoni, lavoro o televisione per potersi dedicare completamente al rapporto genitore-figlio quando il nucleo famigliare è in casa.

Se si riflette attentamente, questo impegno giornaliero non è poi una cosa così impossibile: ai bambini è sufficiente poter raccontare la loro giornata ai genitori oppure apprezzano moltissimo che la mamma o il papà raccontino loro una storia o leggano un libro prima di andare a dormire.

Questo, anche se è reputato poco tempo al giorno, viene considerato del tempo di qualità in cui il bambino sa di poter contare sull’attenzione esclusiva che l’adulto gli riserva.

Se si instaurano questi rituali, una volta diventato adolescente, il proprio figlio saprà di poter contare sempre sulle figure genitoriali di riferimento e sarà al corrente di avere un solido sostegno famigliare alle spalle.

L’educazione di qualità

Un’educazione di qualità fonda le sue radici nella prima infanzia.

Molti genitori di adolescenti ribelli e difficili da gestire non riescono a comprendere le motivazioni che sono alla base di questi comportamenti.

Bisogna sottolineare quindi che i genitori devono essere in grado di intuire le emozioni dei propri figli, aiutandoli a gestire i momenti di stress e frustrazione sin da quando sono piccoli, senza delegare ad altre figure esterne alla famiglia il compito (per esempio insegnanti, tate, baby sitter).

Di conseguenza è importante sottolineare come una sana educazione non permette di assecondare tutti i capricci e i vizi del bambino. Tutti i piccoli hanno bisogno di sentirsi dire dei no quando è necessario, così come hanno sempre bisogno di sentirsi spiegare la motivazione del rifiuto.

Agendo in questo modo è molto probabile che i bambini, una volta divenuti adolescenti, non andranno a cercare fuori dall’ambiente famigliare, o nelle compagnie sbagliate, quello che gli è mancato in casa per tutti quegli anni.

Ovviamente potranno passare momenti più difficili e di leggera crisi, ma se i genitori sono riusciti a creare fin dalla nascita del piccolo un rapporto solido, aperto alla comunicazione e al rispetto, allora il figlio saprà rivolgersi ai genitori come risorsa e come guida, orientandosi sulla giusta strada da seguire per il suo futuro.

Dr. Roberto Prattichizzo              

Psicologo Clinico – Psicoterapeuta

Dr. Simone Ferrazzo

Psicologo Clinico

Источник: https://www.centropsy.it/psicologia-clinica/psicologia-clinica-famiglia/genitori-e-tempo-di-qualita-con-i-figli/

Passare il tempo con i figli: consigli e idee

Come passare tempo di qualità in casa con i bambini

Anche se non sempre è possibile, passare il tempo con il proprio figlio, per giocare insieme o semplicemente per fare una passeggiata, è importante e dovrebbe essere un appuntamento fisso, piuttosto che un episodio saltuario.

Essere genitore non è semplice. Dal momento che si ha un figlio, infatti, occorre avere tutto il tempo necessario per seguirlo nella crescita, per controllare la sua salute, per farlo giocare e naturalmente per garantirgli il giusto stile di vita. Purtroppo però gli impegni di lavoro e quelli necessari per l’ordinaria gestione familiare di tempo ne lasciano davvero poco.

Se sei un genitore probabilmente anche per te non è sempre facile riuscire a passare delle piacevoli ore spensierate insieme a tuo figlio. Se vuoi provare a riuscire in quella che potrebbe sembrare talvolta un’impresa, allora inizia a ottimizzare le ore che hai a disposizione all’infuori naturalmente di quelle dell’orario di lavoro.

Fare questo rappresenta solo un primo passo e perciò con molta probabilità avrai bisogno di fare anche qualche mossa utile al fine di trovare più facilmente il tempo di cui hai bisogno. A volte, può bastare un semplice gesto, come cercare un paio di ore libere e segnare sul calendario un vero e proprio appuntamento con tuo figlio.

Altre volte, invece, si tratta di organizzare l’intera settimana lavorativa e riuscire a conciliare gli impegni di lavoro e quelli familiari.

Ad ogni modo, se vuoi essere più presente nella vita dei tuoi bambini o ragazzi cerca di raggiungere quello che deve essere considerato un obiettivo e vedrai che riuscirai di certo a passare il tempo con i figli: consigli e idee sia per riuscire a valorizzare i piccoli momenti della giornata che hai a disposizione, sia per trovarne altri unici e speciali.

Lavoro e famiglia: come trovare il tempo di cui ho bisogno?

A volte riuscire a passare anche poco tempo insieme ai figli è un’impresa molto difficile e il più delle volte questo accade a causa degli impegni di lavoro. Se anche per te questo è il problema valuta allora delle possibilità per risolverlo, almeno in parte.

Se hai un lavoro full-time da dipendente ad esempio, renditi sempre disponibile qualora ci fosse bisogno di una tua presenza extra, ma non temere di chiedere un permesso quando hai bisogno di assentarti.

Ad esempio, se tuo figlio ha la febbre o deve essere accompagnato ad una visita medica, passare del tempo con lui è in questi casi molto importante.

Se invece il tuo lavoro è scandito da dei turni, magari diversi all’interno della settimana o del mese, accordati con un tuo collega che ha le tue stesse esigenze per poter gestire nel migliore dei modi l’orario di lavoro.

Se per il tuo datore di lavoro non ci sono problemi, potresti riuscire così ad accompagnare sempre tuo figlio, ad esempio, a fare le sue attività sportive oppure andare a riprenderlo all’uscita da scuola.

Se in famiglia non ci sono particolari condizioni economiche sfavorevoli valuta l’idea di fare un lavoro da casa part-time, soprattutto se sei una mamma.

Potresti scegliere di lavorare la mattina sfruttando le opportunità di lavoro online, così da poter riuscire a conciliare anche qualche lavoro domestico, approfittando naturalmente dell’assenza dei figli che in queste ore si trovano a scuola.

Se, invece, sei un professionista considera la possibilità di ricavare in casa uno studio o un ufficio oppure di prenderne uno in affitto a pochi passi dalla tua abitazione. Anche il solo tempo risparmiato da quello che si passa in automobile per gli spostamenti è tempo prezioso da mettere da parte per i propri figli.

Leggi anche: Posso assentarmi dal lavoro se mio figlio è malato?

Ordinare e pulire la casa ed avere il tempo per mio figlio: come fare?

Se il tempo da passare in casa non ti manca, probabilmente ti sarai accorto che gran parte di esso viene impiegato per mantenere puliti e ordinati gli ambienti domestici.

Ma è possibile ricavare del tempo togliendolo da queste attività? Probabilmente sì, attraverso la collaborazione dell’intera famiglia e anche con una buona ottimizzazione della gestione della casa.

In primo luogo, occorre che tutta la famiglia sia operativa e che si dia da fare per far sì che non ci siano troppe cose in disordine. A tal fine, anche i più piccoli devono essere collaborativi ed imparare ad essere più autonomi, aiutando ad apparecchiare, a portare la biancheria sporca al suo posto e a mettere quella pulita nei cassetti.

Ognuno deve avere un compito e le attività devono essere divise e soprattutto svolte con rigore. Anche se a parole può sembrare tutto molto semplice, probabilmente in termini pratici non sai nemmeno da dove iniziare.

Lasciati ispirare allora dal famoso metodo giapponese chiamato “konmari” ideato dall’autrice Marie Condo.

Acquistando il suo libro “Il magico potere del riordino” scoprirai quanto tempo è possibile ricavare da quello che solitamente viene impiegato per avere uno spazio pulito, ordinato e piacevole da vivere.

Piccoli ritagli di tempo insieme: come utilizzare al meglio questi momenti con i figli?

Forse nella tua vita il tempo che passi con tuo figlio non è così poco.

Se infatti consideri quello che hai a disposizione durante il pranzo o la cena, quello che condividete in auto nell’andare a scuola, dal dentista o ad esempio, a lezione di nuoto, in realtà ti renderai conto che il tempo non manca, ma che si tratta di avere solo dei piccoli frammenti di tempo all’interno di un’intera giornata.

Fermati allora a riflettere su come passi questo tempo. Anche se esso non ti è sufficiente per fare lunghe attività insieme è opportuno che tu riesca a sfruttarlo al massimo. Coinvolgilo allora quanto più ti è possibile in quella che è la vostra vita insieme.

Ad esempio, quando sei con lui non dimenticarti mai di chiedergli cosa sta imparando a scuola, se ha difficoltà con i compiti che gli vengono assegnati oppure semplicemente quale vorrebbe che fosse il menù della cena o del giorno successivo.

Dal canto tuo raccontagli aneddoti divertenti o che riguardano la tua giornata.

Quando passate del tempo insieme in auto, crea l’abitudine di un rituale. Facendogli degli indovinelli di logica o raccontandogli barzellette il tempo insieme sarà di certo più piacevole.

Anche se questi potrebbero sembrarti espedienti irrilevanti, soprattutto se non sei abituato ad avere una buona comunicazione con tuo figlio, in realtà ciò rappresenta la base per passare del buon tempo insieme, anche quando si tratta di poche decine di minuti.

Al contrario, evita di portare in questi brevi ritagli di tempo gli impegni di lavoro, i problemi e le preoccupazioni. La tua assenza, anche se è solamente mentale, si noterà con forza e tuo figlio si sentirà escluso, anche se in quel momento state passando del tempo insieme.

Orari che non coincidono: come essere presente?

Iniziare la giornata insieme ai propri figli è fondamentale. Specialmente durante la colazione è importante per un bambino o un adolescente essere insieme all’intera famiglia. Probabilmente questa è un’impresa a dir poco titanica soprattutto se ogni membro della famiglia ha esigenze diverse in termini di orari scolastici e lavorativi.

Se quindi anche tu non riesci ad esserci in questo momento, perché magari il tuo bambino sta ancora dormendo, lascia almeno una traccia di te. Può bastare un foglietto con un disegno oppure un messaggio che lo farà felice.

Ad esempio potresti scrivergli che al tuo ritorno vedrete insieme il suo cartone animato preferito oppure che quando tornerai avrai con te una sorpresa che potrebbe essere un pacchetto delle sue figurine preferite o delle caramelle.

Ricorda che se sei assente fino a sera è opportuno che tu possa recuperare il tempo perso al tuo ritorno. Se ti è possibile allora fai in modo che sia tu il genitore che tutte le sere lo accompagna a letto e magari leggigli prima una favola, se l’età naturalmente è quella adatta.

Passa con lui in esclusiva almeno mezzora, chiedigli sempre com’è andata la giornata e naturalmente raccontagli come è andata la tua.

Se il tuo lavoro però è così impegnativo da farti essere assente sia la mattina che la sera, non sottovalutare la possibilità di portare, una volta ogni tanto, tuo figlio con te al lavoro, soprattutto se egli ha più di 12 anni e se hai una tua attività propria.

Se sei un lavoratore dipendente invece considera questa possibilità dopo averne parlato con il tuo datore di lavoro con il quale magari, anche se solo per qualche volta al mese, potresti accordarti tranquillamente, senza dare fastidio o creare disagio a nessuno.

Leggi anche: Se mio figlio minorenne mi dà una mano al lavoro che rischio?

Passare del tempo di qualità con mio figlio: cosa scegliere di fare?

Se il tempo da passare con tuo figlio è davvero molto limitato, di certo ti sarà utile scegliere con molta cura cosa fare quando potrai finalmente stare un po’ con lui.

Per farlo è necessario far coincidere i tuoi giorni di riposo mensili con quelli che devono essere dei giorni dedicati esclusivamente a tuo figlio.

Se non hai un’intera giornata impegnati almeno nel trovare almeno 6 ore durante la settimana.

Segna sul calendario questi appuntamenti ed accertati che tu abbia a disposizione almeno due o tre ore consecutive da dedicare ad un’attività da condividere, senza che nessuno ti disturbi e perciò come prima cosa imponiti di utilizzare il telefono solo per questioni importanti.

Per passare del tempo significativo con lui scegli delle cose da fare che siano fuori dall’ordinario. Puoi anche valutare l’idea di rimanere a casa, ma nel caso elimina ogni elemento di distrazione o che possa lasciare il segno di una routine quotidiana. Spegni perciò la tv e se ti è possibile evita che chiunque possa disturbarti.

Cerca insieme a lui un’attività che di solito non vi è possibile fare e che, nei limiti del possibile, riesca ad unire al divertimento anche un aspetto didattico che influisca positivamente all’arricchimento culturale o cognitivo di tuo figlio. In base all’età scegli dunque un gioco di società o un’attività creativa che magari preveda il riciclo di oggetti che avete in casa.

Se è una bella giornata preferisci invece un’attività all’aperto come una passeggiata a piedi al parco oppure in bicicletta. Considera l’idea di visitare una riserva naturale della tua regione o una di quelle dove sono presenti aree espositive adatte anche per i bambini, come quelle del WWF.

Anche la visita di un museo archeologico può essere molto interessante per i bambini e per i ragazzi, come quelli dove ad esempio sono presenti le ricostruzioni dei dinosauri. Forse ti sembrerà strano portare un bambino ad una mostra d’arte, ma i più piccoli adorano i colori e le rappresentazioni non convenzionali.

Inoltre, ricorda che qualsiasi cosa tu decida di fare insieme a tuo figlio non deve mai mancare l’entusiasmo di farlo insieme perché solo in questo modo gli trasmetterai la felicità e gli insegnerai ad essere felice e questo è di certo la cosa migliore che puoi fare quando passi del tempo con lui.

Leggi anche:Come educare i bambini alla felicità

Di Laura Lamoratta

Источник: https://www.laleggepertutti.it/273699_passare-il-tempo-con-i-figli-consigli-e-idee

5 consigli per trascorrere al meglio del tempo con i bambini

Come passare tempo di qualità in casa con i bambini

Il tempo è un bene prezioso che spesso però ci sfugge di mano. Pensiamo ai genitori che lavorano tutto il giorno e che quando tornano a casa hanno ancora numerose faccende da sbrigare. Purtroppo a causa dei numerosi impegni quotidiani, il tempo da trascorrere con i bambini si riduce.

Dato che si tratta di un problema comune a molte persone, possiamo riflettere insieme su questo argomento e individuare delle strategie che ci permettano di trascorrere al meglio il tempo che abbiamo a disposizione con i bambini. Chi ha dei figli o dei nipoti sa bene quanto sia importante trascorrere del tempo insieme dal punto di vista educativo e degli affetti.

Quando abbiamo davvero poco tempo a disposizione, possiamo provare a puntare sulla qualità del tempo trascorso con i bambini invece che sulla quantità. Sono tante le situazioni che possono tenere un genitore lontano dai figli per gran parte della giornata e nessuno ha il diritto di giudicare la vita altrui.

Ogni genitore vorrebbe avere più tempo a disposizione da dedicare ai figli e passare poco tempo con loro, a causa di diverse circostanze, non significa amarli di meno. Ecco allora che trascorrere del tempo “di qualità” in compagnia dei bambini diventa davvero importante, in modo che i piccoli sappiano che vogliamo davvero che siano felici.

Creare un momento speciale

Per trascorrere dei momenti davvero speciali con i figli quando si ha poco tempo a volte serve un pizzico di organizzazione. Potrete decidere, ad esempio, di fare qualcosa di nuovo o di diverso con i vostri bambini una volta alla settimana.

Se nel weekend siete più liberi, organizzatevi per trascorrere del tempo in famiglia. Scegliete le attività che vi sembrano più adatte dai svolgere con i vostri figli o nipoti e che li possano divertire. Sia il divertimento che il relax sono molto importanti per tutta la famiglia.

Potete alternare questi diversi momenti a seconda delle preferenze dei più piccoli e delle vostre esigenze.

Prendetevi una pausa

In alcuni casi prendersi una pausa appositamente per trascorrere del tempo con i figli può risultare davvero risolutivo. Staccare dal lavoro un po’ prima per organizzare una sorpresa ai bambini sarà di certo un esperimento gradito. Provate a gestire meglio il tempo da trascorrere con i vostri figli.

Il suggerimento è utile soprattutto a chi ha più bimbi che richiedono attenzioni singolarmente. Fate in modo di dedicare la stessa quantità di tempo ad ogni bambino. Non dimenticare di ascoltare separatamente le confidenze e i segreti che i vostri figli vogliono rivelarvi.

Così ognuno di loro sarà felice di avere a disposizione un momento speciale tutto suo.

Potete fare sentire la vostra vicinanza ai figli anche quando siete lontani. Pensiamo alla classica situazione in cui i bambini sono a scuola mentre i genitori lavorano. La famiglia si riunirà soltanto alla sera e anche in questo caso, tra i compiti e la stanchezza, forse ci sarà poco tempo per parlare o per giocare.

Quindi come fare? Ecco una piccola soluzione per trasmettere ai figli il vostro affetto anche quando siete lontani e non potete essere presenti vicino a loro. Lasciate un biglietto di saluto tutto per loro o un disegno nello zaino o vicino alla tazza della colazione.

Quando siete lontani per qualche giorno, filmate un video per raccontare ciò che state facendo. Lo potrete guardare tutti insieme quando tornerete a casa.

Coinvolgeteli quando preparate la cena

Quando si avvicina l’ora di cena, ecco che gli adulti si trovano ai fornelli mentre i bambini stanno guardando la tv o sono impegnati con i videogiochi. Per guadagnare un po’ di tempo da trascorrere insieme, provate a coinvolgere i bambini fin da piccoli nel momento di preparare la cena.

Alcuni bambini mostrano una passione naturale per la cucina e sono curiosi di scoprire e di assaggiare gli ingredienti che utilizzate per preparare i vostri piatti. Cucinare insieme e apparecchiare la tavola, in un’ottica di collaborazione, può diventare un momento davvero speciale. Provate a chiedere il loro aiuto.

Dopo cena avranno di nuovo tempo per tornare ai loro giochi.

Leggete una fiaba della buonanotte

Può sembrare scontato ma il momento della fiaba della buonanotte è fondamentale per creare un rapporto ancora più affettuoso con i propri figli, oltre che per aiutare i bambini a dormire meglio.

Il vostro momento speciale da trascorrere con i bambini potrebbe coincidere proprio con la buonanotte e con la magia di inventare una storia da raccontare o di sfogliare insieme le pagine di un libro ricco di colori e di illustrazioni. Il racconto delle fiabe aiuta i bambini a sviluppare la fantasia.

Le sfide che i protagonisti della fiabe devono affrontare sono una metafora della vita e aiutano i bambini ad immedesimarsi in situazioni che richiedono coraggio e voglia di fare. Senza dimenticare che le fiabe sono uno strumento speciale per avvicinare i bambini al mondo della lettura.

Il momento della fiaba della buonanotte sarà probabilmente il più amato dai vostri figli. Forse lo è stato anche per voi quando eravate bambini, lo ricordate?

Quali sono i vostri consigli per trascorrere al meglio il tempo con i bambini?

Marta Albè

Fonte foto: Lakatong

Leggi anche:

Источник: https://www.greenme.it/vivere/speciale-bambini/consigli-passatempo-bambini/

Come passare più tempo con i tuoi bambini

Come passare tempo di qualità in casa con i bambini
PinterestLinkedInWhatsApp

Anche se i giorni con i bambini piccoli sembrano lunghi, gli anni passano. Usa questo momento della loro vita per assaporare i momenti che hai insieme ai tuoi piccolini al meglio!

Come passare più tempo con i propri bambini

Il notiziario delle otto non è nemmeno iniziato, ma sei troppo sfinita per guardarlo … chi può restare sveglio fino a quell’ora, con i ritmi frenetici dei bambini? Scuola, sport, sacchetti per il pranzo, attività doposcuola, cena, compiti, bagnetto, l’ora di andare a dormire. Hai appena abbastanza energia per trascinarti a letto, così puoi svegliarti presto e ricominciare da capo la routine. Ogni giorno con i bambini piccoli si sente come una settimana intera, ogni settimana come un mese. Ma questo di certo non rende meno piacevoli le cose, no?

Eppure, mentre passa il compleanno, l’estate, Natale e Pasqua gli anni sembrano correre sempre di più. I bambini di cinque mesi diventano bambini di 5 anni in un batter d’occhio, e poi i quindicenni.

Questa marcia inesorabile del tempo che trasforma i bambini in “bambini grandi” è l’orologio biologico che ha aiutato a crescere noi, e che lo farà anche con il nostro bambino.

Ogni giorno porta nuova crescita, nuove pietre miliari e nuove meraviglie, ma le difficoltà di destreggiarsi tra le nostre vite adulte spesso ci impediscono di apprezzare appieno le delicate sfumature dell’infanzia.

Quindi, una cosa è più che certa: tuoi figli hanno bisogno di passare del tempo di qualità con te. Hanno bisogno di vedere chi sei e come vivi la tua vita. E in cambio, ti aiuteranno a vedere meglio chi sei e chi sono loro.

Quando si sommano tutto il tempo che i tuoi figli trascorrono a scuola, a dormire, a casa di amici, con babysitter, al campo, o comunque occupati con attività che non ti includono, i momenti rimanenti diventano particolarmente preziosi.

Ci sono solo 940 sabati tra la nascita di un bambino e la sua partenza per l’università! Può sembrare molto, ma quanti ne hai già consumati? Se il tuo bambino ha 5 anni, 260 sabati sono spariti. Puf! E più i tuoi figli diventano grandi, i loro sabato sono più impegnati con gli amici e le attività. Idem domenica.

E i giorni della settimana? A seconda dell’età dei tuoi figli e del fatto che lavori fuori casa, ci possono essere solo una o due ore al giorno durante la settimana per te da spendere con loro.

Tuttavia, invece di preoccuparti di quanti minuti puoi trascorrere con i tuoi figli ogni giorno, concentrati sul trasformare quei minuti in momenti memorabili.

I genitori spesso compensano questa necessità per avere una quantità di tempo così piccola programmando “tempo di qualità”. Due ore al parco giochi. Un pomeriggio al cinema. Cena in un ristorante.

Ma la verità è che il tempo di qualità può accadere quando meno te lo aspetti, sì, nella riserva naturale, ma anche nella macchina sulla strada per portare tua figlia alla scuola di danza.

Non tutti i giorni con i tuoi figli saranno perfetti, ma si spera che un giorno saluterai la loro partenza con un profondo senso di soddisfazione perché hai dato loro ciò di cui hanno bisogno per avere successo e dato anche a te stesso ciò di cui hai bisogno per sentirti un genitore di successo. Anche se non so come rallentare il tempo, ho alcune idee su come ottimizzare il tempo che trascorri con i tuoi figli, mentre sono ancora nascosti nei loro letti, dove puoi sbirciarli prima di andare a dormire.

Prova con la meditazione

Quando sei sopraffatto dalle tue responsabilità, è facile passare al pilota automatico con i tuoi figli.

Ma se la tua mente è altrove durante i preziosi momenti che hai lavorato duramente per preservare, hai perso l’infanzia dei tuoi figli con la stessa sicurezza che non avresti mai trascorso il tempo con loro.

Invece, cerca di rimanere nel momento con una “meditazione genitoriale”, in cui ti concentri sul vedere i tuoi figli, ascoltarli, comprenderli, ed essere davvero meravigliato da ciò che hai creato – vivendo, respirando miracoli della natura che stanno imparando come spugne e crescendo come le erbacce.

Pizza time!

La cena a casa con tutta la famiglia è speciale già di per sé, ma i tuoi figli saranno ancora più desiderosi di sedersi insieme quando il tuo pasto avrà un tema.

Puoi fare quindi un pizza day, un Nutella day, un panino day o qualsiasi altro cibo preferiscano i tuoi bambini (attenti alla linea, però!). Trasforma la tua cucina in un sushi bar o in un bistrot francese una volta alla settimana. Magari giocate fingendo di stare al ristorante.

Quando i bambini sono eccitati e si divertono, sono stimolati nella loro conversazione e condividono le loro notizie al tavolo.

Le serate con cena speciale sono anche un’opportunità unica per aumentare il coinvolgimento dei bambini nella cucina con voi. Quando ci sono temi ricorrenti per la cena, possono assumere un ruolo più importante nel portare il cibo al tavolo perché ricorderanno la routine dall’ultima volta.

Mentre stanno lavando le verdure, impilando le tortillas, mescolando la salsa, grattando il formaggio, potrebbero spettegolare su quello che succede a scuola. Quando usciranno di casa la mattina, ricordati di ricordare loro: “Oggi è la serata della pizza!”. Vedrai, attenderanno tutto il giorno per stare con te.

Passeggiate in pigiama!

L’ora prima di coricarsi può essere un po’ caotica con i bambini piccoli. Una delle nostre tecniche preferite per aiutarli a calmarsi quando il tempo lo permette è una passeggiata in pigiama serale. Non solo darà ai tuoi figli un po’ di tempo per rilassarsi, ma ti darà anche momenti speciali con loro che altrimenti potrebbero essere stati persi con la TV.

La chiave per le passeggiate in pigiama è proprio il pigiama. Prendi i bambini completamente pronti per andare a dormire. Poi mettili nel loro passeggino, o sul loro triciclo, o nelle loro scarpe da ginnastica, e avanza lentamente nel quartiere (se il vicinato lo consente e, ci raccomandiamo, mai troppo tardi la sera!).

Nessuno snack in viaggio (i loro denti sono già stati stati lavati!); non portare un pallone da calcio lungo la strada; rimandare le conversazioni più animate fino a domani.

Potrebbero volerci un paio di giri, ma quando arriverai a casa, i tuoi figli saranno rilassati e stanchi grazie all’aria aperta e pronti per andare a letto.

Non guidare ovunque

I minuti che “risparmiamo” portando in auto i nostri bambini a breve distanza dal parco del quartiere o dalla casa di un amico sono in realtà momenti impagabili che perdiamo in nome della convenienza. La prossima volta che dovrai portare i tuoi bambini da qualche parte nelle vicinanze, prova ad arrivare a piedi.

Camminare con i tuoi bambini è un ottimo modo per rallentare il ritmo delle vostre vite e avere più momenti da passare con loro. Parla di dove stai andando, cosa stai pensando, cosa stanno pensando, cosa vedi e chi ha detto cosa a scuola oggi.

Se li porti da qualche parte (a giocare a calcio con gli amichetti, ad una lezione di piano o una lezione di karate, ad esempio) e normalmente andrai via e tornerai più tardi, prendi uno zaino con il tuo materiale da lavoro o un buon libro e trova un posto tranquillo dove aspettare che siano finiti.

L’ora o due che hai da sola in un bar o sotto un albero ombreggiato ti aiuteranno a rallentare e rimanere sana di mente. Quindi prendi tuo figlio e torna a casa insieme.

Gioca ai loro giochi

Se decidi di portare i videogiochi nella tua casa, fai del tuo meglio per controllarli e persino imparare come giocarci in modo da poter provare questa parte del mondo dei tuoi figli.

Perché? In primo luogo, i tuoi figli “ti prenderanno a calci”, per usare il loro fraseggio; questa è un’attività in cui non dovrai mai lasciarli vincere, ed è una buona cosa che i bambini vedano occasionalmente i loro genitori come umani e vincenti.

Secondo, l’ilarità sarà garantita per la tua mancanza di destrezza, il che porterà una buona dose di buonumore in casa.

Infine, alcuni giochi hanno in qualche modo riscattato la realtà virtuale, perché imitano le attività del mondo reale come il ping pong, il bowling, il baseball, lo sci e il ballo (che sono sicuramente molto meglio dei giochi in cui ci si fa saltare l’un l’altro). Ma imposta i limiti di tempo, affinché le loro realtà virtuali non subentrino nella realtà.

PinterestLinkedInWhatsApp

Источник: https://www.mammastobene.com/passare-tempo-con-bambini/

La fantasia non ha limiti: 10 idee creative per passare il tempo in casa con i bambini

Come passare tempo di qualità in casa con i bambini

In ogni caso la creatività può e deve essere allenata, creando un ambiente intorno ai bambini che gli permetta di sperimentare diverse forme di espressione. Incentivare la fantasia dei propri figli deve essere parte integrante di un’educazione sana ed equilibrata.

I bambini imparano in questo modo ad occupare il tempo rifugiandosi nella loro creatività, trasformando anche la loro cameretta in un luogo pronto ad accogliere attività sempre diverse, vere e proprie avventure da vivere ogni giorno.

Passare il tempo in casa, infatti, può essere l’occasione migliore per aiutare i bambini a viaggiare con la fantasia e per vivere più serenamente i momenti tra le mura domestiche insieme a tutta la famiglia.

I giochi da fare in casa con i bambini possono essere tanti e diversi, l’importante è tenere conto della personalità dei propri bambini, abituarli ad inventare cose nuove da fare.

La casa non deve essere visto come un limite, una costrizione per i bambini ma deve essere un modo diverso per trascorrere il tempo in maniera divertente. 

Ecco qualche suggerimento per idee creative da realizzare stando casa con i tuoi bimbi.

Passare il tempo in casa con 10 attività da fare con i bimbi

Stare a casa con i bambini non è sempre semplice e gestire la loro vivacità può essere davvero impegnativo per i genitori. La soluzione certamente non è quella di contrastare la voglia di fare dei bambini ma cercare di incanalarla in maniera costruttiva e stimolante. 

1. Ballo e canto

Il ballo e il canto fa bene ai bambini e aiuta a rilassare tutti, adulti compresi.

Ballare e cantare può essere un’attività del tutto naturale per i bambini che li divertente tantissimo! Alcuni studi hanno dimostrato, anzi, che i bambini già nel pancione riescono a riconoscere i suoni.

  Inoltre nei primi mesi e anni di vita, i bambini sono attratti dalla musica quasi in maniera ipnotica.

Da genitore sei consapevole del potere che hanno filastrocche e canzoncine nel divertire i tuoi bambini, soprattutto quando ti tocca ascoltarle a ripetizione. Senza dubbio passare il tempo in casa cantando e ballando è un ottimo modo per intrattenerli e movimentare un pomeriggio monotono. 

Un’idea può essere quella di inventare una piccola coreografia con la canzoncina preferita dei tuoi figli. Il divertimento è assicurato e fa bene anche a mamma e papà.

2. Caccia al tesoro

Stimolante e avventurosa, la caccia al tesoro è uno dei giochi preferiti dai bambini, ideale da fare anche in casa. Con un po’ di creatività, è possibile inventare tante e avventurose cacce al tesoro per i tuoi bimbi.

Esistono molte soluzioni diverse per organizzare la caccia al tesoro perfetta in base alle varie età e per passare il tempo in casa divertendosi. Certamente se si tratta di bambini ancora piccoli, si può realizzare un piccolo percorso di indizi da seguire per arrivare al premio che può consistere, ad esempio, nel loro pupazzo o giocattolo preferito.

Per i più grandi (tra 6-10 anni) puoi decidere di realizzare una mappa del tesoro con indizi da seguire e semplici indovinelli da risolvere. Ovviamente puoi elaborare un gioco più complesso se i tuoi figli sono ormai ragazzi.

3. Coloriamo con gli stampini

Gli stampini possono essere davvero un modo piacevole per realizzare simpatiche decorazioni. Per creare gli stampini o timbri si possono usare diverse idee creative che possono essere anche un ottimo modo per riciclare.

Per esempio:

  • Metà patata può essere intagliata in modo da realizzare tantissime forme e figure;
  • I tappi di sughero intagliati possono trasformarsi in simpatici timbri. 

In generale queste tecniche possono essere un’ottima soluzione per creare fantastiche soluzioni fai da te anche per decorare la tua casa.

4. Creiamo le ombre cinesi: c’era una volta…

I bambini sono incuriositi ed attratti dalle ombre, quindi per passare il tempo in casa le ombre cinesi sono un’idea semplice ma che stimola la fantasia non solo dei più piccoli. Per i bambini più grandi creare da soli (con l’aiuto di mamma e papà) delle ombre sempre nuove, semplicemente cambiando le posizioni delle dita, può essere davvero entusiasmante.

I bambini piccoli, invece, si divertono un mondo guardando le ombre create dai grandi e ad ascoltare le storie inventate da mamma e papà. Inoltre questo gioco permette ai bambini di familiarizzare con il buio che per molti rappresenta fonte di ansia. 

I genitori più creativi possono cimentarsi nella realizzazione di un vero e proprio teatro delle ombre, su internet è facile trovare idee creative per realizzarlo.

5. W il risparmio: come costruire un salvadanaio

E’ importante educare i propri figli al risparmio, fin da bambini ma ancora di più quando diventano grandi. E’ fondamentale che essi diano il giusto valore ai soldi, imparino ad utilizzare con parsimonia i soldi raccolti con le paghette dei genitori e grazie alla generosità dei nonni.

Per passare il tempo in casa in maniera costruttiva e risparmiando, puoi coinvolgere i tuoi figli nella costruzione di uno “scrigno” per conservare il loro piccolo tesoro: il salvadanaio.

Non avrai nessuna difficoltà nel trovare l’idea più adatta e da realizzare con i tuoi figli, anche sulla base di quello che hai a disposizione in casa.

Una soluzione semplicissima prevede l’utilizzo del barattolo di cioccolata. Una volta lavato per bene, per rimuovere tutti i residui, e asciugato, realizza una fessura sul tappo di plastica del barattolo, da dove saranno inserite le monete. 

Terminata questa operazione, lascia totale libertà ai bambini e ragazzi di decorare il loro portamonete come meglio desiderano.

Anche il cartone da latte, per esempio, può trasformarsi in un simpatico salvadanaio. Basta chiudere il tappo con il nastro adesivo ed operare una fessura sulla parte alta del cartone che consentirà di inserire le monete. 

Anche in questo caso la fantasia non ha limiti per decorare il salvadanaio!

6. E’ tempo di riciclare: nuova vita ai giocattoli vecchi

Dobbiamo essere onesti, i bambini di oggi hanno veramente troppi giocattoli, a volte difficili da gestire in casa in termini di spazio, soprattutto quando crescono e perdono interesse. Certamente è consigliabile non gettare mai via dei vecchi giocattoli, ma invece darli a bambini che ne hanno bisogno.

Se invece desideri conservare alcuni giocattoli dei tuoi figli, un ottimo gioco creativo da fare tutti insieme, per passare il tempo in casa, è quello di trasformare i giocattoli in qualcosa di nuovo.

Se i tuoi figli sono ormai grandi e non giocano più, i vecchi giocattoli possono mantenere il loro posto nella cameretta ma sotto altre vesti, diventando dei veri e propri oggetti di design

Le vecchie macchinine possono essere ideali per creare una bella composizione a parete se incollate su una superficie da appendere. Tutti gli animaletti di plastica si possono trasformare in porta spazzolini, porta penne e se divisi anche in reggilibri. Se dai un’occhiata in rete, troverai tanti modi diversi per riciclare i vecchi giocattoli.

Se ovviamente i bambini più piccoli necessitano della tua guida nel trasformare i giocattoli, per i ragazzi cerca di dargli solo alcuni suggerimenti ma lascia pieno spazio alla loro creatività e personalità.

7. Un pensiero per te: regali per tutta la famiglia

Chi dice che i regali si fanno solo per i compleanni, natale e ricorrenze annesse? In verità ogni giorno è un buon momento per fare regali soprattutto alla propria famiglia.

Infatti basta solo un piccolo gesto per dimostrare l’affetto alle persone care. 

Abituare i bambini ad essere generosi e i ragazzi a non pensare esclusivamente ai loro drammi adolescenziali, è un buon modo per educarli.

Nel passare il tempo in casa puoi proporre ai tuoi figli di realizzare dei piccoli regalini da scambiarsi dopo cena.

Puoi aiutare i più piccoli a fare dei lavoretti facili, ad esempio un disegno per ogni membro della famiglia, mentre ai più grandi scrivere dei brevi pensieri.

Senza dubbio è importante assecondare le capacità e gli interessi dei tuoi figli.

Insomma tutto va bene purché sia fatto con tanto cuore e creatività.

8. Che ore sono? Costruiamo un orologio

Imparare a leggere le lancette dell’orologio è tra le tante attività che fanno parte dell’educazione dei bambini. In casa di certo non mancano orologi alle pareti, ma perché non crearne uno per i tuoi bimbi?

Scegli tra i tanti tutorial che sono presenti su internet e divertiti con i tuoi bambini a realizzare un orologio personalizzato per arredare una cameretta di tendenza.

Anche i ragazzi possono creare da soli un orologio per decorare la loro stanza, ispirandosi a tematiche o personaggi che più gli piacciono.

9. Indovina! Il gioco dei mimi

Se sei alla ricerca di un gioco piacevole da fare con i tuoi figli per passare il tempo in casa, il gioco dei mimi è quello giusto. Questa attività, oltre ad essere divertente per tutti, abitua i bambini e anche i ragazzi a prestare attenzione al linguaggio del proprio corpo e a quello degli altri.

Una variante al classico gioco dei mimi, ideale sia per bambini che per ragazzi, prevede di far mimare l’azione a un giocatore, ad esempio tu mimi di accarezzare un gatto. I tuoi bambini, come chiunque altro che decide di partecipare al gioco, dovrà ripetere l’azione ma senza sapere di cosa si tratta.

Al termine si chiederà ad ognuno cosa sta rappresentando, rivelando solo alla fine quale azione fosse. Ti possiamo assicurare che non tutti, pur imitando perfettamente l’atto, gli attribuiscono lo stesso significato.

10. Decoriamo la cameretta

La cameretta dei bambini rappresenta per eccellenza l’ambiente più vivace di tutta la casa. Per questo motivo è importante decorare le pareti della cameretta, scegliere con attenzione l’arredamento e ogni dettaglio che serve a creare una cameretta allegra e divertente.

Premesso che è consigliabile arredare la cameretta preferendo mobili di qualità e soluzioni sicure, nulla esclude che per passare il tempo in casa puoi cimentarti in piccole decorazioni insieme ai tuoi bambini per dare quel tocco finale del tutto personale.

Ad esempio il modo più semplice per dare un po’ di vivacità è quello di decorare le pareti della cameretta, applicando stickers e adesivi murali.

Per una famiglia che ha una spiccata vena artistica, invece, un’attività divertente è creare dei murales a parete.

Per questa soluzione la fantasia e la creatività non devono avere limiti.

La fantasia non ha limiti neanche in casa

Quando si diventa adulti ci si dimentica di quando da piccoli si poteva immaginare, pensare e creare qualsiasi cosa con la fantasia. Diventare genitori sicuramente carica di molte responsabilità ed ansie ma ricorda anche il bello di essere bambini.

La creatività non ha limiti quando si è piccoli e per questo è importante stimolare l’immaginazione e lasciare liberi i propri figli di esprimersi come vogliono, supportandoli e guidandoli per farlo al meglio.

Inventare, giocare, creare con i tuoi figli non vuol dire solo trovare un intrattenimento per passare il tempo in casa ma è un ottimo modo per divertirsi insieme, facendolo in maniera costruttiva ed educativa. I bambini adorano qualsiasi cosa possa stimolare la loro creatività e si stupiscono anche con le idee più semplici.

E’ importante coinvolgere i bambini anche nel creare i giochi e spingerli a proporne altrettanti, magari provando a trasformare le loro idee in attività entusiasmanti da fare. Altre volte, invece, potrai stupirli tu creando per loro un teatro delle ombre o un caccia al tesoro avventurosa.

In ogni caso, stimolare la creatività dei bambini vuol dire anche realizzare attività che rispecchiano la loro personalità ed interessi.

Ricorda che l’importante è non frenare mai la fantasia dei tuoi bambini e che la casa può diventare il vostro speciale laboratorio di idee!

Источник: https://blog.moretticompact.it/idee-creative-casa-bambini

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: