Casa Sollievo Bimbi Vidas: i vip tornano bambini per solidarietà

Intesa Sanpaolo con Vidas, al via il crowdfunding per la Casa Sollievo Bimbi

Casa Sollievo Bimbi Vidas: i vip tornano bambini per solidarietà

In vista dell’apertura della Casa Sollievo Bimbi di Vidas a Milano, la nuova struttura destinata a bambini con malattie gravi e alle loro famiglie che aprirà in primavera 2019, Intesa Sanpaolo sostiene la realizzazione di tre mini appartamenti nella struttura specializzata in cure palliative pediatriche e mette a disposizione la sua piattaforma crowdfundingFor Funding (http://www.forfunding.it) per sostenere la campagna di raccolta fondi da destinare all’allestimento di aree e spazi giochi nell’edificio in corso di ultimazione.

In Italia i bambini con malattie inguaribili e bisogni assistenziali complessi sono oltre 30mila e soltanto il 15% di loro riceve le cure palliative pediatriche cui avrebbe diritto. La Casa Sollievo Bimbi di Milano, primo hospice in Lombardia, sarà il quinto ad aprire in Italia.

Casa Sollievo Bimbi: la raccolta fondi per 40.000 euro

Per la realizzazione di aree gioco e movimento nella Casa Sollievo Bimbi, per le quali ora si richiede il contributo dell’intera comunità civile, servono adesso ulteriori 40mila euro. A tale scopo, per sostenere la raccolta fondi Intesa Sanpaolo mette a disposizione la piattaforma di crowdfunding del Gruppo, For Funding.

Il progetto è stato presentato oggi nella sede di Intesa Sanpaolo in via Verdi a Milano insieme a Ferruccio De Bortoli, Presidente dell'Associazione Vidas, Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali, Salute, Diritti del Comune di Milano, Elena Jacobs, Responsabile Valorizzazione del Sociale e Relazioni con le Università di Intesa Sanpaolo, Andrea Lecce, Responsabile Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa San Paolo e Linus, Direttore Artistico di Radio Deejay, in qualità di testimonial di Vidas.

Elena Jacobs, Responsabile Valorizzazione del Sociale e Relazioni con le Università di Intesa Sanpaolo, ha spiegato ad Affaritaliani.it che “Intesa Sanpaolo si è posta l'obiettivo di essere la prima impact bank a livello europeo”.

Dopo il finanziamento per la realizzazione dell'hospice Casa Vidas, sottolinea Jacobs, “non ci siamo accontentati e abbiamo detto: buttiamo il cuore oltre l'ostacolo.

Quindi dei sei mini-appartamenti destinati all'accoglienza dei bambini lungo degenti e di fatto gravemente malati, abbiamo deciso di allestirne tre. Questi appartamenti ci consentono di accogliere in un anno più di 2.

500 persone, perché il bambino ammalato può essere accompagnato e accolto con i suoi genitori. Questo rientra pienamente in quelli che sono i nostri obiettivi. Ci vogliamo occupare delle persone che hanno bisogno”.

VIDEO – Elena Jacobs, Intesa Sanpaolo: vogliamo essere la prima “impact bank” in Europa

La piattaforma For Funding permette di effettuare donazioni online tramite carta di credito, bonifici o nelle filiali Intesa Sanpaolo senza commissioni a carico del donatore o del beneficiario, e consente ai donatori di consultare in tempo reale l’andamento della raccolta e la progressiva realizzazione del progetto.

 Per l’occasione sono stati mobilitati gli 850 ‘Ambasciatori del Sociale’, dipendenti delle filiali Intesa Sanpaolo diffusi sul territorio italiano dedicati a illustrare il progetto.

Ai donatori sarà omaggiata una card di ingresso alle Gallerie d’Italia, il polo museale di Intesa Sanpaolo con sedi a Milano, Napoli e Vicenza.

Andrea Lecce, Responsabile Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa San Paolo, ha aggiunto: “Alla piattaforma For Funding possono accedere diverse iniziative.

Nel corso dell'ultimo tempo sono state circa una decina con ottimi risultati di raccolta e di donazioni da parte di clienti e non clienti”.

Non è mancato il sostegno sociale di Intesa Sanpaolo anche in seguito al crollo del Ponte Morandi di Genova, ha ricordato Lecce: “Nel caso del Ponte di Genova abbiamo estinto il debito integralmente per le famiglie che avevano contratto con noi un mutuo e avevano la casa nella “zona rossa”, così come siamo intervenuti anche nei confronti degli orfani ai quali abbiamo dato una polizza assicurativa che concederà un certo ammontare al compimento della maggiore età o al completamento del ciclo universitario”.

VIDEO – Andrea Lecce, Intesa Sanpaolo: ottimi risultati di raccolta sulla nostra piattaforma For Funding

Casa Sollievo Bimbi: l'intervista a Giorgio Troisi, direttore generale di Vidas

Casa Sollievo Bimbi verrà inaugurata nella primavera 2019. La costruzione, attigua all’hospice per adulti Casa Vidas a Milano, in via Ojetti 66, si sviluppa su sei piani per un totale di 6.

440 metri quadrati e prevede un’area dedicata alla degenza pediatrica, dove saranno ricavati sei mini appartamenti per l’accoglienza dei minori malati con i loro familiari, e un Day care pediatrico, con attività riabilitative, di supporto psicologico e segretariato sociale, per i piccoli degenti in day hospital.

La Casa Sollievo risponde al forte bisogno di cure palliative per bambini in Italia. Lo conferma Giorgio Troisi, direttore generale dell'Associazione Vidas, in un'intervista ad Affaritaliani.

it: “Le cure palliative hanno fatto passi importanti di crescita sul territorio nazionale, ma soprattutto per quanto riguarda gli adulti; per i bambini non c'è quasi niente. Si stima che siano circa 30.000 i bambini in condizioni di inguaribilità e di grave disabilità che hanno bisogno di assistenza e che non la ricevono.

Vidas ha iniziato nel 2015 questo progetto, con l'assistenza domiciliare. Ad oggi, abbiamo assistito 50 bambini a domicilio”.

 Diventava, dunque, sempre più forte la necessità di costruire una vera e propria struttura, come la Casa Sollievo Bimbi, “dove i bimbi potranno essere ricoverati, ma insieme ai propri genitori, con ampi spazi per la convivialità e per il gioco, dove quindi possano stare anche i fratellini”. Anche il nome della Casa – spiega Troisi – “nasce proprio dal fatto che non vuole essere uno spazio di tipo ospedaliero, ma vuole essere la casa per chi in quel momento non può stare a casa”.

VIDEO – Troisi di Associazione Vidas: costruiamo una Casa Sollievo per bimbi che non possono stare a casa

Le aree gioco e intrattenimento sorgeranno al terzo e quarto piano della struttura, per rispondere ai fondamentali bisogni di gioco, ricreazione e creatività non solo dei piccoli malati, ma anche di fratelli, sorelle e amici che li accompagnano.

Le aree saranno attrezzate separatamente per le diverse età. Per i minori malati, anche se limitati nella loro possibilità di gioco e interazione, la vicinanza degli altri bambini e ragazzi è già di per sé motivo di maggiore serenità.

Luce, colori (parquet chiaro su tutta la pavimentazione) e arredi con tappeti colorati, una piscina con palline per i più piccoli, divani, poltrone, librerie e uno spazio con giochi elettronici per i più grandi, renderanno le aree accoglienti e luminose favorendo momenti di distrazione e relax anche per i genitori.

Intesa Sanpaolo ha sostenuto il progetto sin dalle prime sue fasi con un finanziamento di 10 milioni da parte di Banca Prossima, la banca del Gruppo dedicata al Terzo Settore, e un contributo per l’allestimento di tre mini appartamenti destinati ai piccoli pazienti in Casa Sollievo Bimbi di Vidas. Questa iniziativa rientra nel progetto Sistema di Solidarietà nazionale dell’accoglienza promosso nell’ambito del Piano d’Impresa 2018-2021 di Intesa Sanpaolo.

Источник: https://www.affaritaliani.it/economia/intesa-sanpaolo-con-vidas-al-via-il-crowdfunding-per-la-casa-sollievo-bimbi-562678.html

Casa Sollievo Bimbi Vidas

Casa Sollievo Bimbi Vidas: i vip tornano bambini per solidarietà

E’ una mobilitazione commossa ed entusiasta quella che Vidas è riuscita ad innescare per sostenere un grande progetto destinato ai bambini inguaribili: una Casa per il Sollievo Pediatrico. Tantissimi i testimonial coinvolti: da Silvio Muccino a Linus, da Vittoria Belvedere a Debora Villa, da Dolce&Gabbana a J-AX e tantissimi altri vip. Li abbiamo incontrati

Parlare e sentir parlare di certi argomenti per noi mamme è davvero difficile. Uno di questi è sicuramente quello dell’assistenza ai bambini malati terminali e inguaribili. Ecco perché il nostro incontro con Vidas si è rivelato un momento davvero duro e intenso.

Come molti sanno questa associazione, nata da una illuminata intuizione di Giovanna Cavazzoni, si occupa da oltre trent’anni di assistenza completa e gratuita ai malati terminali.

Se finora questo ha significato per Vidas dedicarsi soprattutto agli anziani, con il nuovo progetto della Casa per il sollievo pediatrico vorrà dire anche fare un passo importante nella direzione dei più piccoli.

Una gara di solidarietà

La struttura Casa Sollievo Bimbi sorgerà vicino all’attuale Hospice di Vidas, situato a Bonola (Milano) e per la sua realizzazione è iniziata già da qualche tempo una vera e propria gara di solidarietà che ha coinvolto anche tantissimi vip.

Uno dei primi ad aderire è stato Silvio Muccino “illuminato dall’incontro con la signora Cavazzoni”, come lui stesso ci ha raccontato nel corso della presentazione della campagna stampa, realizzata gratuitamente dall’agenzia Armando Testa di Milano.

“Il suo amore per la vita è sconcertante”, ha detto il regista che ha firmato lo spot on air in questi giorni,

Ho capito che Vidas, anche di fronte a persone che stanno nella’ultima fase della loro esistenza, pone sempre l’accento sulla vita. E questo vale sia per gli adulti che per i bambini

“Tutti siamo stati bambini. Non dimentichiamolo”

Nello spot tv, ambientato su una giostra carosello, Muccino ha diretto altri testimonial dell’iniziativa, quali Linus, Ale e Franz, Teresa Mannino e Vittoria Belvedere.

In un emozionante rallenty tutti loro salgono su questa giostra, guardandosi intorno con occhi pieni di stupore ed eccitazione, mentre una voce fuori campo recita lo slogan “Tutti siamo stati bambini. Non dimentichiamolo.” Entusiasta del progetto, Muccino ha commentato: “Per me è stato un onore partecipare.

Il lavoro di squadra che abbiamo fatto è stato raccontate il progetto Vidas come un grande inno alla vita.” Al regista abbiamo voluto chiedere quale sia il rapporto con suo bambino interiore:

Altalenante. Non è facile avere un rapporto con quel bambino. Spesso e volentieri crescendo si tende a razionalizzare e si chiede al bambino di stare buono in un angolo e di non disturbare l’adulto che vive e lavora.

Nel mio percorso, grazie al lavoro che faccio, mi rendo conto che la sensibilità e la percezione più autentica delle emozioni nasce proprio da lui.

È un rapporto che ho imparato a coltivare e a riprendere in mano negli anni.

Sulla possibilità di diventare padre ha ammesso: “Sì, mi piacerebbe… Al momento in via teorica, perché non sono fidanzato, ma prima o poi vorrei avere una famiglia mia.”

I testimonial: “impossibile dire no a questo progetto”

Inutile dire che le più emozionate durante la presentazione erano due mamme: Vittoria Belvedere e Debora Villa, che hanno ammesso di essere state toccate personalmente proprio come mamme da questa iniziativa.

“Io non sono una che ama esporsi nella beneficenza, perché sono molto timida e chiusa”, ha ammesso la Belvedere, “In questo caso però mi sono sentita chiamata in causa come mamma. Ho tre bambini e non potevo rifiutare questo progetto che mi ha davvero coinvolta e travolta.

” Senza perdere il suo naturale sense of humor Debora Villa ha raccontato:

Io conosco Vidas da qualche tempo e ho partecipato ad alcune iniziative con loro. Il tempo non è mai abbastanza e si vorrebbe sempre fare di più… Anch’io ho una figlia che mi reclama a casa, però l’iniziativa di Vidas è una cosa che credo abbia commosso un po’ tutti.

Come si fa a dire di no a una cosa del genere? In genere anche a me non piace prestare il volto per queste cose, ma preferisco farle come una normale cittadina, per restituire alla società quello che la società mi ha dato, visto che mi reputo una donna molto fortunata, perché faccio un lavoro che amo e ho amici meravigliosi

Presente all’incontro anche un altro dei testimonial che hanno aderito, Linus, che ha spiegato la sua scelta con grande schiettezza: “Nel mondo dello spettacolo prestare il volto per una campagna benefica è sempre imbarazzante, perché non ce n’è una che merita di più e una che merita di meno. Le problematiche sono tantissime, le emergenze anche e per questo è sempre difficile dire “a te sì, a te no”. Io di mestiere faccio lo stupido alla radio, quindi non posso passare il mio tempo a parlare di cose drammatiche e quindi sono costretto a fare delle scelte, che non sono legate alle emergenze, ma spesso alle persone che te lo chiedono. Le persone di Vidas che mi hanno contattato sono state talmente cariche e positive, ma invadenti al tempo stesso (ride ndr) che non ho potuto dire di no”.

A questo già nutrito parterre si sono uniti anche Fedez, J-Ax, Elio, il critico d'arte Philippe Daverio, gli stilisti Dolce&Gabbana, Lella Costa e il giornalista sportivo e telecronista Guido Meda.

Molti di loro hanno già posato per la campagna, che li vede immortalati con giocattoli vintage, provenienti dalla Collezione Privata del Museo del Cavallo Giocattolo.

Ecco allora Linus su un cavallino a dondolo, Silvio Muccino con un Pinocchio di legno e Dolce&Gabbana con bellissime Barbie d’epoca.

Casa Sollievo Bimbi: il progetto

Oltre a questi importanti contributi, volti a raccogliere i fondi necessari per finanziare il progetto, grande aiuto è arrivato in primis dal Comune di Milano che ha offerto lo spazio per la costruzione della struttura gratuitamente per 45 anni (con una ulteriore proroga già in fase di approvazione) e che sta agevolando attivamente il tutto. Il cantiere dovrebbe aprire a settembre e chiudere entro marzo 2018, regalando alla città di Milano e a tutti coloro che ne avranno bisogno un luogo dove poter dare sollievo a bambini e adolescenti inguaribili in fase avanzata della malattia e alle loro famiglie. Oltre alle stanze per il ricovero, ci saranno servizi di day hospital, durante i quali formare i famigliari su come assistere al meglio i figli, ambulatori, studi medici, palestra, una piccola piscina e spazi per attività di svago e gioco.

Per contribuire alla realizzazione del progetto di VIDAS e saperne di più: http://www.vidas.it/

Armando Testa e Vidas non dimenticano l'infanzia che soffre

gpt inread-altre-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/il-bambino/malattie/casa-sollievo-bimbi-vidas-vip.html

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: