Carta SIA: il sostegno per le famiglie con difficoltà economiche

Carta SIA La carta di pagamento elettronica per le famiglie che beneficiano del Sostegno per l’inclusione attiva (SIA)

Carta SIA: il sostegno per le famiglie con difficoltà economiche
Come previsto dalla normativa vigente, dal 1° novembre 2017 la domanda per il SIA non può più essere presentata. Tuttavia, per coloro che ancora hanno somme disponibili la Carta continua a essere utlizzabile.

Per ulteriori informazioni sulla fruizione del beneficio visitare il sito dedicato del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

La Carta SIA è una Carta di pagamento elettronica concessa alle famiglie in difficoltà economica che beneficiano del Sostegno per l’inclusione Attiva (SIA).

La Carta è utilizzabile per prelevare contante, effettuare acquisti negli esercizi abilitati al circuito Mastercard e per pagare le bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali. La Carta viene caricata automaticamente dallo Stato con un importo che varia in base al reddito e alle caratteristiche della famiglia.

Come funziona

Che cos'è Cosa puoi fare A chi è rivolta

La Carta consente di:

  • prelevare denaro contante entro un limite di 240 euro al mese (da gennaio 2018);
  • effettuare acquisti nei negozi alimentari, nelle farmacie e nelle parafarmacie abilitate al circuito Mastercard; gli esercizi commerciali che espongono il marchio del Carrello offriranno, inoltre, sconti aggiuntivi alle normali promozioni;
  • pagare le bollette elettriche e di fornitura gas presso gli uffici postali; sarà inoltre possibile accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.

Per i pagamenti effettuati presso i negozi convenzionati Maestro non si applica alcuna commissione. Per i prelievi di denaro contante si applica una commissione di 1 euro se effettuati presso gli ATM Postamat e di 1,75 euro se effettuati negli altri circuiti bancari.

Come previsto dalla normativa vigente, da dicembre 2017 la domanda per il SIA non può più essere presentata. Per ulteriori informazioni sulla fruizione del beneficio visitare il sito dedicato del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

SERVIZIO COMUNICAZIONE E SALDO

Il servizio di comunicazione del saldo della Carta tramite SMS è attivabile gratuitamente dal numero verde 800.666.8881 esclusivamente per chiamate da telefono fisso. Per le chiamate a pagamento da telefono mobile è a disposizione il numero telefonico 199.100.8881 che prevede l'addebito del costo della comunicazione al chiamante.

Per conoscere il dettaglio dei costi addebitati occorre contattare il proprio gestore telefonico.

In entrambi i casi, seguendo le istruzioni della voce guida puoi registrare un tuo numero di cellulare, sul quale, da quel momento, saranno inviati SMS che ti comunicheranno l'importo di ogni nuovo accredito o di ogni acquisto effettuato con la carta, con relativo saldo disponibile, ed eventuali altre informazioni relative alla Carta.

Inoltre, chiamando gratuitamente il numero verde 800.130.6401, dal numero di cellulare registrato, riceverai un SMS che ti comunicherà immediatamente il saldo disponibile sulla tua Carta. Il servizio di lettura telefonica del saldo è disponibile al numero verde 800.666.8881 gratuitamente solo per chiamate da telefono fisso.

Per chiamate da telefono mobile è a disposizione il numero telefonico 199.100.8881 che prevede l’addebito del costo della comunicazione al chiamante. Per conoscere il dettaglio dei costi addebitati occorre contattare il proprio gestore telefonico.

1 Servizio erogato tramite messaggi preregistrati.

REGOLE PER UN CORRETTO USO DELLA CARTA

  • La Carta ha una validità di 36 mesi che decorrono a partire dalla data in cui ti viene consegnata dall’ufficio postale.
  • Se dopo il rilascio della Carta, l’INPS verifica che i requisiti non corrispondono più a quelli richiesti, può sospenderla o disattivarla.
  • La Carta deve essere usata solo dal titolare. Firmala nello spazio sul retro e non cederla ad altri.
  • Ogni Carta ha un codice personale, il PIN, necessario per effettuare pagamenti e prelievi con la Carta.
  • Assicurati che il PIN rimanga segreto, non scriverlo sulla Carta e non conservarlo insieme ai tuoi documenti o alla Carta stessa.
  • Se usi la Carta nei terminali POS o negli ATM Postamat devi digitare il codice PIN, che costituisce l'unico strumento di identificazione. Nei negozi alimentari abilitati al circuito Mastercard, invece, devi firmare la ricevuta del POS e, se richiesto, mostrare un documento di riconoscimento.
  • Presso gli ATM Postamat è possibile controllare il saldo e la lista movimenti.
  • In caso di smarrimento o furto, chiedi il blocco della Carta telefonando al numero verde gratuito 800.902.122 (se sei in Italia) o al numero +39.049.21.00.149 (se sei all'estero). L'operatore ti comunicherà il “numero di blocco”. In seguito dovrai fare una denuncia all'Autorità Giudiziaria o di pubblica sicurezza e, entro due giorni lavorativi bancari dalla telefonata, dovrai rivolgerti ad un ufficio postale fornendo il “numero di blocco” e una copia della denuncia. Presso lo stesso ufficio potrai richiedere una nuova Carta su cui troverai il saldo della Carta bloccata.
  • In caso di Carta smagnetizzata o difettosa rivolgiti presso gli uffici postali abilitati.

Chiamaci Scrivici Vieni in Poste

© Poste Italiane 2021 – Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina

Источник: https://www.poste.it/carta-sia.html

Carta Sia, un sostegno per le famiglie in difficoltà

Carta SIA: il sostegno per le famiglie con difficoltà economiche

Un beneficio economico alle famiglie in condizione economiche disagiate, con almeno al loro interno un minorenne, un figlio disabile o una donna incinta. Dal 2 settembre i cittadini con i requisiti possono presentare richiesta per la Carta Sia. In che cosa consiste e come funziona.

Un sostegno economico alle famiglie in difficoltà. Si chiama Carta Sia (Sostegno per l'Inclusione Attiva) e dal 2 settembre 2016 è possibile fare richiesta, nel caso fossero presenti i requisiti.

L'erogazione del contributo è riservata a famiglie che rispondono a determinati requisiti (sotto, nell'articolo, i requisiti richiesti). I nuclei familiari devono inoltra accettare un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, sostenuto dai servizi sociali del Comune.

Ecco in che cosa consiste e che cosa fare.

Come funziona la Carta Sia

Il beneficio economico viene versato ogni due mesi attraverso Carta data da Poste italiane (Carta Sia).

Con questa Carta si possono effettuare acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitate al circuito Mastercard. Si può anche utilizzare per pagare le bollette elettriche e dà diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati in negozi e farmacie convenzionati.

Con la Carta, si può anche accedere in modo diretto alla tariffa elettrica agevolata, a condizione di aver compilato l'apposita sezione presente nel modulo.

La Carta può essere usata solo dal titolare e ha un suo PIN (codice) personale.

A quanto ammonta il beneficio?

Il beneficio mensile, ammonta a:

1 membro: 80 € ​2 membri: ​160 € ​3 membri: ​240 €​ ​4 membri: 320 €

​5 o più membri: ​400 €

Dopo il rilascio, Poste italiane esegue gli accrediti bimestralmente.

Come si richiede la Carta Sia

Per richiedere il beneficio, un componente del nucleo familiare deve compilare questo modulo e presentarlo al proprio Comune di residenza. Oltre a richiedere il beneficio, si dichiara di avere i requisiti per accedere. Bisogna anche presentare il proprio ISS in corso di validità.

Requisiti per accedere ai benefici

I requisiti richiesti sono:

  • essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • essere residente in Italia da almeno 2 anni;

Requisiti familiari: presenza di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata (in questo ultimo caso la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica);

Requisiti economici: ISEE inferiore o uguale a 3mila euro;

Non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti: il valore complessivo di altri trattamenti economici eventualmente percepiti deve essere inferiore a euro 600 mensili;

Non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati: non può accedere al SIA chi è già beneficiario della NASPI, dell'ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati;

Assenza di beni durevoli di valore: nessun componente deve possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda;

Valutazione multidimensionale del bisogno: per accedere al beneficio il nucleo familiare del richiedente dovrà ottenere un punteggio relativo alla valutazione multidimensionale del bisogno uguale o superiore a 45 punti.

La valutazione tiene conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa.

Sono favoriti i nuclei con il maggior numero di figli minorenni, specie se piccoli (età 0-3); in cui vi è un genitore solo; in cui sono presenti persone con disabilità grave o non autosufficienti.

L'iter della richiesta

Entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione delle domande, i Comuni inviano all'Inps le richieste di beneficio in ordine cronologico.

Entro i successivi 10 giorni, l'Inps controlla i requisiti, attribuisce i punteggi relativi e trasmette ai Comuni l'elenco dei beneficiari. A Poste italiane (gestore del servizio Carta Sia) invia invece le disposizioni per l'erogazione del beneficio, riferite al binomio successivo a quello della presentazione della domanda.

Poste italiane invierà tramite raccomandata le comunicazioni ai cittadini per il ritiro della Carta Sia. Il PIN per poterla usare, verrà mandato da Poste direttamente a casa al suo beneficiario.

Entro 60 giorni dall'accreditamento i Comuni predisporranno il progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa con l'obiettivo di migliorare le competenze, potenziare le capacità e favorire l'occupabilità dei soggetti coinvolti.

Per maggiori informazioni, Carta Sia su lavoro.gov.it

ISTRUZIONI INPS

Circolare n. 133 del 19 luglio 2016 – Avvio del Sostegno per l'inclusione attiva
Messaggio n. 3322 del 05 agosto 2016 – Modulo di domanda SIA e tracciato informatico per l’invio delle domande SIA da parte dei Comuni
Messaggio n. 3451 del 30 agosto 2016 – Modalità per l'invio delle domande SIA da parte dei Comuni

APPROFONDIMENTI E STRUMENTI​

Comunicato stampa del 1 settembre 2016
Vai al video della Conferenza Stampa​ di lancio del 19 luglio Vai all'intervista al Ministro Poletti

Vai al tutorial​ sul SIA​

Leggi il vademecum completo sul “Funzionamento del SIA”
Leggi il documento su “Le altre iniziative del Piano Povertà​”​

Источник: https://www.nostrofiglio.it/famiglia/bonus/carta-sia-un-sostegno-per-le-famiglie-in-difficolta

Come richiedere la carta Sia

Carta SIA: il sostegno per le famiglie con difficoltà economiche

Come richiedere la Carta SIA, il Sostegno per l'Inclusione Attiva, destinata alle famiglie italiane in condizioni economiche disagiate

Dal 2 settembre 2016 le famiglie italiane in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna incinta possono fare richiesta di una nuova carta acquisti, la SIA (Il Sostegno per l'Inclusione Attiva). Una misura contro la povertà, la dispersione scolastica e l'esclusione sociale proposta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed inserita nell'ultima legge di stabilità (decreto interministeriale del 26 maggio 2016).

L'erogazione del contributo è riservata alle famiglie che rispondono a determinati requisiti e inoltre è subordinata all'accettazione di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, sostenuto dai servizi sociali del Comune e del territorio.

Il Sostegno per l'Inclusione Attiva, come leggiamo sul sito del Ministero del Lavoro, è stato già sperimentato nelle città più grandi del Paese, è stato completamente ridisegnato ed esteso a tutto il territorio nazionale.

Dal 2 settembre 2016 i cittadini in possesso dei requisiti possono presentare la richiesta per il SIA.

Requisiti di Accesso

  • Essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
  • Essere residente in Italia da almeno 2 anni
  • Presenza di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso sia l'unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica)

Requisiti economici

  • Isee inferiore o uguale a 3mila euro
  • Se si percepiscono altri benefici di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale il valore complessivo deve essere inferiore a 600 euro mensili
  • Non si può fare richiesta al SIA se si è già beneficiari della NASPI, dell'ASDI e altri strumenti di sostegno al reddito per disoccupati
  • Assenza di beni durevoli di valore, come autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti alla domanda

Altri requisti

  • Una volta presentata la domanda ci sarà una valutazione del bisogno che deve essere uguale o superiore a 45 punti. L'analisi terrà conto dei carichi familiari, della situazione economica e lavorativa.

    Saranno favoriti i nuclei con il maggior numero di figli minorenni, se vi è un genitore solo, se sono presenti persone con disabilità grave o non autosufficienti.

  • La carta SIA ha il compito di sostenere le famiglie in stato di povertà a riconquistare gradualmente l'autonomia.

    Per questo tra i requisiti necessari per ottenere il beneficio c'è l'accettazione da parte del richiedente di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa che verrà costruito insieme al nucleo familiare e attivato dai Comuni entro 60 giorni dall'accreditamento del primo bimestre. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di un impiego, l'adesione a progetti di formazione, la frequenza della scuola, la prevenzione e tutela della salute etc. L'obiettivo è di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà in autonomia. Qualora non venga sottoscritto o rispettato il progetto, i Comuni possono stabilire la revoca o l'esclusione dal beneficio.

Come presentare la domanda

La richiesta va effettuata da un componente del nucleo familiare al Comune compilando un modulo (predisposto dall'Inps) con il quale oltre a fare domanda per il SIA si dichiara anche il possesso di alcuni requisiti necessari. E' importante essere in possesso dell'attestazione ISEE in corso di validità per poter presentare la domanda.

Erogazione del beneficio

Se una famiglia è in possesso dei requisiti riceverà il beneficio entro due mesi. Entro 60 giorni dall'accreditamento del primo bimestre (90 giorni per le richieste presentate fino al 31 ottobre 2016) devono essere attivati i progetti personalizzati.

Beneficio

Il sostegno economico sarà erogato ogni due mesi attraverso una Carta di pagamento elettronico (carta SIA) rilasciata dalle Poste con la quale si possono effettuare acquisti in supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard.

La Carta può essere anche utilizzata presso gli uffici postali per pagare le bollette e dà diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l'eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket. Con la Carta, inoltre, si può accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata, a condizione di aver compilato l'apposita sezione presente nel modulo di domanda. Non è possibile prelevare contanti o ricaricare la Carta.

L'ammontare del beneficio dipende dal numero dei componenti del nucleo familiare.

1 componente: 80 euro 2 componenti: 160 euro a famiglie monogenitoriali con 1 figlio minore a carico; 3 componenti: 240 euro alle Famiglie monogenitoriali con 2 figli minori a carico, o famiglie con 2 genitori e 1 figlio minore a carico; 4 componenti: 320 euro alle Famiglie monogenitoriali con 3 figli minori, o famiglie con 2 figli; 5 componenti o più: 400 euro alle Famiglie monogenitoriali con 4 o più figli, o famiglie con 3 o più figli minori a carico.

Per maggiori informazioni

gpt inread-altre-0

Источник: https://www.pianetamamma.it/la-famiglia/il-bimbo-nella-societa/come-richiedere-carta-sia.html

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: