Buoni vacanze per famiglie a basso reddito

Bonus famiglie a basso reddito Isee 2021: aiuti e novità, quali sono

Buoni vacanze per famiglie a basso reddito

Agevolazioni isee 2021 bonus famiglie a basso reddito ISEE.

 Quali sono gli aiuti per le famiglie a basso reddito, a chi spettano e come si possono richiedere sono le domande che sempre più famiglie si pongono, visto i continui cambiamenti che avvengono nel nostro paese, vedi per esempio il Fondo nuovi nati trasformato nel nuovo bonus bebè con nuove modalità di erogazione e nuovi incentivi.

A volte quindi, è molto difficile sapersi orientare e soprattutto venire a conoscenza di alcuni diritti e prestazioni che lo Stato garantisce a sostegno del reddito delle famiglie più disagiate o comunque con più esigenze.

Per questo motivo, abbiamo voluto fare un articolo che riassumesse i più importanti interventi a favore dei contribuenti ed in primis gli aiuti alla famiglia nel 2021 in modo da avere una guida ai bonus famiglie e figli 2021 semplice che descriva brevemente, non solo quali sono questi aiuti nel 2021 ma anche come fare per accedervi e come presentare la relativa domanda.

Vediamo quindi le novità bonus famiglie 2021, i cancellati e quali riconfermati

Bonus famiglie e figli 2021: quali sono?

Bonus famiglie e bonus figli in Legge di Bilancio 2021: il governo Conte ha provveduto ad approvare all'interno della nuova Legge di Bilancio 2020, l'assegno universale di natalità per i nuovi nati da gennaio 2021 poi arriverà il nuovo assegno universale per ciascun figlio a carico dalla nascita e fino a 21 anni.

Pertanto i bonus famiglia 2021 confermati dalla legge di Bilancio 2021 sono i seguenti:

  • bonus asilo nido fino a 3.000 euro per chi ha redditi fino a 25mila euro, al di sopra sarà di 1.500 euro;
  • il bonus bebè 2021 è pari a 80 euro, 120 euro e 160 euro a seconda del reddito ISEE;
  • il congedo paternità 2021 che diventa di 10 giorni;
  • il bonus mamma domani, premio di 800 euro per le mamme in gravidanza confluirà da luglio 2021 nell'Assegno Unico.
  • nella legge di bilancio 2021 viene finanziata a partire da luglio 2021 una grande riforma per le famiglie, che prevede l’introduzione dell’assegno unico esteso anche agli autonomi e agli incapienti.

Agevolazioni isee 2021, per chi ha un basso reddito:

Agevolazioni isee 2021, Bonus famiglie per chi ha un basso reddito:

Le agevolazioni ISEE famiglie a basso reddito sono:

  • Reddito di Cittadinanza per famiglie a basso reddito: il cd. reddito di inclusione che prevede un bonus in base al numero dei componenti del nucleo familiare è stato sostituito dal nuovo reddito di cittadinanza per chi è in età lavorativa e la pensione di cittadinanza per i pensionati over 67 a basso reddito ISEE.
  • Assegno di maternità 2021 dello Stato: La domanda va presentata per via telematica all'INPS entro 6 mesi dalla nascita del bambino o in caso di adozione o affidamento, dalla data di ingresso del minore in famiglia. Per maggiori informazioni leggi, assegno di maternità Stato-INPS e Comune.
  • Assegno di maternità 2021 dei Comuni va presentata al Comune di residenza entro 6 mesi dalla nascita del bimbo e dalla sua entrata in famiglia se adottato o preso in affido. il beneficio è riconosciuto anche alle mamme extracomunitarie che, entro 6 mesi dalla nascita del bambino, presentano la documentazione per la richiesta + permesso soggiorno.
  • Assegni familiari 2021: che spettano a lavoratori dipendenti e pensionati con un reddito ISEE che rientra in specifiche soglie e fasce reddituali agevolabili per legge.
  • Riduzione retta asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia e mense scolastiche;
  • Borse di studio e riduzioni delle tasse universitarie e del diritto allo studio.
  • Servizi socio-sanitari presso l'abitazione e domicilio.
  • Sconti telefono, luce, gas con il bonus luce e gas 2021, bonus acqua ed il bonus telefono 2021.
  • Bonus affitto 2021 per le famiglie in difficoltà economica. L'erogazione sarà previa domanda e graduatoria.

Agevolazioni ISEE 2021 famiglia e figli:

Quali sono i Bonus famiglia a basso reddito 2021?

I bonus famiglia e figli 2021 sono ogni anno confermati o modificati dallo Stato al fine di riconoscere alle famiglie una serie di agevolazioni, incentivi e bonus riservati al sostegno del reddito familiare.

Molti di questi aiuti, infatti, vengono riconfermati e aggiornanti in base alle risorse destinate ai Fondi per la famiglia dalla manovra finanziaria in questo caso la Legge di Bilancio, altri vengono modificati o cambiano semplicemente nome.

In questo periodo difficile di ristrettezza economica, tanta disoccupazione e il caro spesa, sapere quali interventi cui si ha diritto è molto importante, di certo non cambiano la vita ma sicuramente aiutano a sostenere il reddito familiare.

In questo articolo, quindi procederemo a descrivere gli aiuti 2021 alle famiglie sotto forma di bonus o di esenzione come quella prevista per l'esenzione ticket riservata però solo ad alcune specifiche categorie di cittadini che rientrano in determinate fasce di reddito ISEE e individuate da specifico codice esenzione, la richiesta va presentata attraverso il proprio medico curante.

Agevolazioni isee 2021: quali bonus sono?

Bonus famiglie e bonus figli 2021 a basso reddito: Per il 2021 il governo sta procedendo a confermare, aggiornare o modificare alcuni tipi di bonus che vengono riconosciuti ai contribuenti per sostenere il reddito familiare. Vediamo in dettaglio quali sono e come fare domanda:

  • Bonus bebè 2021 INPS: è un tipo di aiuto che il Governo ha voluto confermare anche per il 2021 alle neo mamme. Tale agevolazione, consiste in un assegno di 960,00 euro all'anno per ciascun figlio nato o adottato per la durata massima di 1 anno. Da quest'anno l'assegno natalità o bonus bebè è una sorta di Assegno Universale di Natalità che spetta a tutte le famiglie con nuovi nati, adottati o in affido a prescindere dal reddito ISEE. Per chi ha un reddito basso, l'importo dell'assegno mensile sarà di 160 euro, 120 euro per quelli medi fino a 40.000 euro e 80 euro per quelli più alti.
  • Detrazioni figli a carico: il limite di reddito per essere considerati figli a carico da quest'anno è pari a 4.000 euro fino a 24 anni e 2.840 euro per quelli con 25 anni di età. Da luglio 2021 con l'entrata in vigore dell'assegno unico, le detrazioni saranno sostituite con il nuovo bonus.
  • Per le famiglie con più di 3 figli c'è la possibilità di richiedere l'assegno terzo figlio, o meglio Assegno Nucleo Familiare concesso dal Comune ai nuclei familiari con 3 figli minorenni. Tale bonus, va richiesto tramite CAF o direttamente sul sito dell'INPS, ed è erogato direttamente dall'Istituto ma solo se la domanda è presentata entro il 31 gennaio dell'anno successivo per il quale viene richiesta l'agevolazione. Da luglio 2021 con l'entrata in vigore dell'assegno unico, l'assegno sarà sostituito con il nuovo bonus.
  • Bonus mamma domani 2021: il bonus da 800 euro per le future mamme incinte che entrano nel settimo mese di gravidanza, dovrebbe confluire nell'assegno unico universale. Da luglio 2021 con l'entrata in vigore dell'assegno unico, sarà sostituito con il nuovo bonus.
  • Bonus libri: è un'agevolazione per l'acquisto del materiale scolastico e di libri. Tale beneficio, è erogato e fissato su base regionale, per cui ogni Regione delibera ogni anno quali sono le condizioni e i requisiti di accesso da parte delle famiglie e soprattutto il limite di reddito ISEE.
  • Bonus asilo nido 2021 Inps: confermato il voucher asilo nido che spetta ai genitori quale contributo per la retta dell'asilo, sarà di 3.000 euro per le famiglie con redditi fino a 25.000 euro.
  • Nuovo congedo parentale: il CdM dell'11 luglio 2015 ha provveduto ad approvare i decreti definitivi del Jobs Act in merito alla conciliazione lavoro famiglia, estendendo il congedo parentale non retribuito dagli attuali 8 anni del figlio a 12 anni, e quello parzialmente retribuito al 30% da 0 a 3 anni fino ai 6 anni del figlio e a 8 anni per le famiglie a basso reddito
  • Congedo papà 2021 da 10 giorni.
  • Bonus figli da luglio 2021: Tra le tante novità annunciate dal governo giallorosso e poi rinviate, segnaliamo anche il bonus famiglie con almeno un figlio a carico che prevede un assegno universale al posto di tutte le 7-8 agevolazioni riservate alla famiglia, ossia, di un assegno figli a carico, che preveda il riconoscimento di un bonus fino a 240 euro.
  • Bonus nonni: il precedente governo non ha introdotto la nuova detrazione fiscale riservata ai nonni che pagano le spese sportive, universitarie, mediche o scolastiche, ecco a chi spetta il bonus nonni.

Bonus famiglie 2021: aiuti, sconti e riduzioni bolletta:

Sconti sulle bollette di casa 2021: sono agevolazioni fiscali previste per le famiglie a basso reddito che prevedono una riduzione o sconto in bolletta. I bonus confermati anche per il prossimo anno sono: bonus luce e gas.

Entrambi i bonus famiglie, vanno richiesti tramite CAF, il quale effettua invia per via telematica la domanda al distributore che dopo aver verificato il possesso dei requisiti di accesso, conferma tramite specifica comunicazione il riconoscimento del bonus e lo sconto in bolletta per 1 anno.

Il limite di reddito ISEE per accedere al contributo è pari a 8.103,5 euro e non superiore a 20.000 euro per le famiglie numerose con più di 3 figli a carico.

  • Riduzione e esenzione Canone Telefonico: Per le famiglie a basso reddito è inoltre possibile richiedere sconti sul canone telefonico Telecom o addirittura l'esenzione: Abbonamento mensile ridotto al 50% per chi ha un reddito familiare non superiore a 6.713,94 € e con una persona a l'interno del nucleo famigliare titolare di pensione di invalidità civile o assegno sociale, oppure, con più di 75 anni. Agevolazione per titolari social card riduzione del costo di abbonamento mensile della linea telefonica. Vedi anche il bonus telefono Tim.
  • Riduzione Canone RAI: dopo l'entrata in vigore del provvedimento che ha portato il canone RAI ad essere addebitato direttamente sulla bolletta della luce, in Premier Gentiloni ha firmato in data 19 febbraio 2018, il nuovo decreto Mef-Mise canone Rai che modifica il limite di reddito per chi ha più di 75 anni per poter essere esentati dal pagamento. Il nuovo limite di reddito esenzione canone RAI over 75.
  • Carta acquisti 2021 per cittadini sopra i 65 anni e bimbi sotto i 3 anni.
  • Spese detraibili affitto: è un'agevolazione che consente di detrarre dalla dichiarazione dei redditi con modello 730 o Unico per le spese di locazione dell'abitazione principale. Tale detrazione spese affitto famiglie a reddito basso consiste nel poter scaricare dalle tasse 300 euro per chi ha un reddito complessivo fino a 15.493,71 euro e 150 euro per chi è tra i 15.493,71 euro e 30.987,41 euro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Источник: https://www.theitaliantimes.it/2021/01/24/famiglie-basso-reddito-bonus-contributi-sostegno/

Proroga bonus vacanze 2021: come funziona e le strutture aderenti

Buoni vacanze per famiglie a basso reddito

Il recente Decreto Milleproroghe ha prorogato l'utilizzo del bonus vacanze fino al 31 dicembre 2021, ma solo per coloro che lo avevano richiestodal 1 luglio al 31 dicembre 2020, senza poi utilizzarlo.

Uno slittamente di sei mesi rispetto alla scadenza prevista nel novembre scorso dal Decreto Ristori: il 30 giugno 2020. Al momento, quindi, non è possibile fare domanda per usufruirne.

Il bonus vacanze, previsto dal Decreto Rilancio di maggio 2020, è una misura a sostegno del settore turistico e pensata per incentivare gli italiani a passare le ferie nel nostro Paese.

Ammonta a un massimo di 500 euro, è stato possibile richiederlo nel 2020 attraverso l'app Io Italia, e si articola in importi variabili a seconda di chi l'ha richiesto: single, coppie o famiglie. Sarà possibile spenderlo in strutture ricettive aderenti come alberghi, campeggi, villaggi, bed and breakfast, alcune delle quali consultabili sul sito Italyhotels.it. Vediamo come funziona l'incentivo e come spenderlo.

Al momento non è possibile fare domanda per ottenere il bonus vacanze. Il recente Decreto Milleproroghe ne ha prorogato l'utilizzo fino al 31 dicembre 2021 solo per coloro che lo avevano richiesto dal 1 luglio al 31 dicembre 2020, senza però utilizzarlo.

Come indicato nel decreto 34/2020 all'articolo 176 (contenuto nel Capitolo VIII Capo 1 “Misure per il turismo e la cultura”), il bonus vacanze è un credito utilizzabile in ambito nazionale – quindi solo per le vacanze in Italia – presso le imprese turistico-ricettive in possesso dei titoli prescritti dalla normativa nazionale e regionale per l'esercizio di questa attività. Non consiste in un buono spesa, ma in un rimborso: l'80% dell'importo del bonus sarà uno sconto effettivo sulla fattura, il restante 20% viene applicato sull'imposta sul reddito del cittadino che utilizza l'incentivo.

Nel 2020, hanno potuto richiedere il bonus vacanze i nuclei familiari con un reddito ISEE inferiore a 40mila euro (per il calcolo dell'ISEE è necessaria la DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica), e il suo importo massimo è di 500 euro:

  1. Fino a 150 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona;
  2. Fino a 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone;
  3. Fino a 500 euro per i nuclei familiari composti da tre o più persone.

Era possibile richiedere il bonus vacanze dal 1 luglio al 31 dicembre 2020. Coloro che ne avevano fatto domanda nel 2020 senza però utilizzarlo, potranno effettuare il soggiorno presso una struttura ricettiva fino al 31 dicembre 2021. Sarà inoltre necessario soddisfare questi criteri:

  • le spese dovranno essere sostenute in un'unica soluzione a favore dell'impresa turistico-ricettiva scelta;
  • il totale del corrispettivo dovrà essere documentato mediante fattura elettronica o documento commerciale;
  • il pagamento del servizio andrà corrisposto senza l'intermediazione di tour operator o piattaforme di prenotazione (come Booking o Airbnb).

Dove si può spendere il bonus vacanze: le strutture aderenti

Il bonus vacanze potrà essere speso presso tutti gli hotel, villaggi, campeggi, agriturismi e bed and breakfast che siano certificati come tali in base alla normativa del Governo e delle Regioni.

L'importante è che i pagamenti siano sostenuti in un'unica soluzione: ciò significa che una famiglia che desidera passare le vacanze estive in riva al mare e che ha diritto al bonus, dovrà scegliere un unico albergo o bed&breakfast dove trascorrere le ferie e pagare il conto in una sola rata.

Il totale del corrispettivo andrà documentato tramite una fattura elettronica o un documento commerciale nel quale andrà riportato il codice fiscale della persona che intende beneficiare del credito.

Per le strutture aderenti, lo sconto applicato ai cittadini verrà rimborsato sotto forma di credito d'imposta che può essere utilizzato mediante il modello F24. Sul sito italyhotels.it è possibile trovare l'elenco delle strutture aderenti al bonus vacanze tra quelle facenti parte di Federalberghi.

Nel motore di ricerca del sito, bisognerà inserire la destinazione, il tipo di albergo e le date in cui si desidera soggiornare; una volta effettuata la ricerca, sarà possibile filtrare i risultati per strutture che accettano il bonus vacanze.

In percentuale, per ora risulta esiguo il numero di strutture aderenti al bonus vacanze: poco meno del 4,2% delle strutture che aderiscono a Federalberghi.

Esclusi i portali telematici diversi da agenzie di viaggio o tour operator

Il pagamento dovrà essere effettuato direttamente presso la struttura turistico-ricettiva scelta o mediante un'agenzia di viaggio o tour operator: ciò vuol dire che non è possibile servirsi di piattaforme come Booking, Airbnb e altri portali telematici diversi dai tour operator e dalle agenzie di viaggio.

Come utilizzare l'app Io per il Bonus Vacanze

Nel 2020 è stato possibile richiedere il bonus vacanze attraverso l'app Io Italia, scaricabile gratuitamente su tutti gli smartphone.

Una volta effettuato il download dell'app, bisognava effettuare l'accesso o attraverso le credenziali SPID (sistema pubblico di identità digitale), o con la Carta d'Identità Elettronica o CIE 3.0.

Questa procedura serviva solo per il primo accesso, dopodichè era impossibile impostare un PIN o accedere all'app tramite riconoscimento biometrico (riconoscimento del proprio volto oppure con impronta digitale).

Una volta entrati nell'app, era necessario aggiungere un nuovo Bonus/Sconto scegliendo “Bonus vacanze” dalle opzioni disponibili. Per poter avviare la procedura di richiesta del bonus vacanza bisognava avere un ISEE valido. Per calcolare l'ISEE era necessario presentare all'INPS la DSU (dichiarazione sostitutiva unica)

Dopo aver inserito un ISEE valido, l'app andava a generare un QR code che è il bonus vero e proprio. Coloro che potranno usufruire del bonus nel 2021, dovranno mostrare il codice QR all'albergatore insieme al codice fiscale per ottenere l'effettivo sconto in fattura.

La percentuale di sconto sarà dell'80% dell'importo del bonus; il restante 20% consisterà in un credito d'imposta individuale.

Per fare un esempio pratico, se l'importo del bonus è di 500 euro (quindi se si posseggono i requisiti per beneficiare dell'importo massimo), 400 euro verranno scontati dall'albergatore, mentre 100 euro rappresentano il credito d'imposta.

Источник: https://www.fanpage.it/politica/decreto-rilancio-bonus-vacanze-fino-a-500-euro-per-le-famiglie-e-300-per-le-coppie/

Come Funziona e Requisiti | BonusX

Buoni vacanze per famiglie a basso reddito

Il bonus vacanze è un contributo fino a 500 euro per il soggiorno in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast ma spendibile anche nelle agenzie di viaggio e presso i tour operator.

È previsto dal Decreto Rilancio (art. 176 del DL n. 34 del 19 maggio 2020) per i nuclei familiari con un determinato reddito ISEE.

Estensione Bonus Vacanze

Dal decreto-legge n. 183 del 2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 21 del 2021, il termine per utilizzare il bonus vacanze è stato esteso fino al 31 dicembre 2021, per tutti coloro che:

  • lo hanno richiesto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020;
  • non ne hanno ancora usufruito.

Il termine per la domanda del bonus, infatti, era entro il 31 dicembre 2020.

Il Governo ha esteso l’utilizzo del bonus vacanze fino alla fine del 2021 per sostenere il turismo e permettere di trascorrere le vacanze in Italia con un incentivo in più.

Requisiti e importo

Possono accedere al bonus vacanze tutti i nuclei familiari con reddito ISEE inferiore a 40.000 euro.

L’importo del bonus, invece, varia a seconda del numero di componenti del nucleo familiare:

  • 500 euro se composto da tre o più persone;
  • 300 euro da due persone;
  • 150 euro da una persona.

Purtroppo, l’importo del bonus non si potrà spendere per intero.
Infatti, l’80% della cifra si riceverà come sconto diretto sull’importo del servizio scelto, mentre il restante 20% sarà detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) è un indicatore che serve a valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie.

L’ISEE è utilizzato dagli utenti che fanno richiesta di prestazioni sociali agevolate, ovvero di tutte le prestazioni o servizi sociali o assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del nucleo familiare del richiedente.

Viene calcolato dall’INPS (Istituto nazionale della previdenza sociale) previa richiesta dell’utente.

Il nucleo familiare è l’insieme di adulti e bambini che risiedono nella stessa abitazione e sono legati da matrimonio, parentela, affinità, tutela o adozione. Inoltre, ne fanno parte:

• i coniugi con diversa residenza, purché non separati o divorziati;

• i figli maggiorenni con diversa residenza, età inferiore ai 26 anni, e a carico IRPEF, purché non sposati o con figli – si è considerati a carico IRPEF ai fini ISEE se si è avuto un reddito annuo inferiore a 2.840,51 € o, se minori di 24 anni, un reddito annuo inferiore a 4.000 € nel 2019.

Condizioni di utilizzo

Le condizioni di utilizzo del bonus vacanze sono:

  • può essere utilizzato unicamente in Italia;
  • può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare (anche diverso dal richiedente);
  • deve essere speso in un’unica soluzione e presso un’unica struttura turistica o agenzia;
  • è utilizzabile nella misura dell’80% dell’intero importo del bonus, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento del servizio scelto;
  • il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, nella dichiarazione dei redditi, dal componente del nucleo familiare a cui viene intestata la spesa del soggiorno (fattura, documento commerciale, scontrino o ricevuta fiscale);
  • il pagamento del soggiorno deve avvenire senza intermediari digitali. Quindi, attenzione perchè non si può spendere online ma solo presso uffici di agenzie di viaggio e tour operator.

Come richiedere il bonus vacanze

La procedura per richiedere il bonus vacanze è completamente digitale.

I cittadini dovranno scaricare ed accedere all’app IO (l’applicazione per i servizi pubblici disponibile per iOS e Android) tramite SPID CIE 3.0, la carta di identità elettronica.

Una volta entrati nell’app IO, si può richiedere il bonus entrando nella sezione “Portafoglio”: con il pulsante “aggiungi” in corrispondenza di “nuovo Bonus/Sconto”, basterà scegliere “Bonus Vacanze” dalla lista di quelli disponibili.

Una volta generato il codice, basterà mostrarlo alla struttura scelta, al momento del pagamento, direttamente dall’app IO, senza il bisogno di stamparlo.

Al momento della richiesta, inoltre, sarà l’app stessa a verificare che il tuo ISEE sia sotto la soglia prevista.

Per maggiori informazioni sull’app IO, clicca qui.

Il Sistema Pubblico d’Identità Digitale è il nuovo sistema pubblico di autenticazione dell’utente, con un’unica password, che garantisce l’accesso diretto ai servizi di Inps, Inail, amministrazioni pubbliche e ai servizi fiscali.

Se non ne sei in possesso dello SPID, avvia la procedura di registrazione per ottenerlo, vai su Richiedi Spid

Come ottenere l’ISEE

Con BonusX, potrai subito richiedere il modello ISEE online.

Grazie al nostro servizio, l’invio dei documenti e l’elaborazione della pratica sono gestiti in maniera digitale. In questo modo, non dovrai affrontare lunghe file agli sportelli, ottenendo un’assistenza al 100% personalizzata.

Strutture aderenti

L’adesione delle strutture turistico-ricettive al bonus vacanze è libera, perciò non vi è nessun elenco con tutte le strutture aderenti all’iniziativa.

Infatti, è dovere della struttura aderente di informare i clienti, attraverso i propri canali, dell’accettazione o meno del bonus.

Per una maggiore sicurezza, è consigliabile chiamare o contattare la struttura scelta per soggiornare, l’agenzia viaggi o il tour operator, per avere conferma dell’adesione al bonus vacanze.

  • Se il costo della vacanza è inferiore all’importo massimo del tuo Bonus Vacanze, sia lo sconto sia la detrazione saranno ricalcolati in base al costo del tuo soggiorno, e non dell’intero importo del tuo bonus.
    Le somme residue del bonus non potranno, però, essere più utilizzate, in quanto il bonus vacanze deve essere speso in un’unica soluzione;
  • il tempo di generazione ed attivazione del bonus è pressoché immediato: infatti, se sei in possesso di tutti i requisiti in pochi minuti riceverai conferma che il tuo bonus è attivo.

Appassionato di innovazione e business. Laureato in Marketing Management alla University of Groningen. Ho un forte interesse per l'arte e le scienze.

Ho co-fondato MOOB Magazine, un editoriale pura espressione della voce millennial. Inoltre, ho lavorato in product marketing e comunicazione per la multinazionale Boston Scientific.

Источник: https://bonusx.it/tempo-libero/bonus-vacanze/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: