Alla scoperta degli acquari più belli d’Italia in compagnia dei nostri bambini

Notizie e aggiornamenti dal mondo Primigi

Alla scoperta degli acquari più belli d’Italia in compagnia dei nostri bambini

Partiamo insieme agli eroi dei film e cartoni preferiti dei bambini.

Se c'è una cosa che tutti quanti dovremmo imparare dai bambini è la capacità di viaggiare con la mente.

In un momento in cui gli spostamenti fisici sono difficili, i confini della fantasia sono invece facilmente superabili e possono portarci dovunque.

Magari, a immaginare insieme il prossimo viaggio in famiglia, giocando a conoscere posti nuovi attraverso libri, favole, film e cartoni animati. Storie che stimolano il piacere di esplorare il mondo, imparando la storia e la geografia.

Ecco qualche film per bambini da cui prendere l'ispirazione per un viaggio in famiglia, da fare ora con la fantasia e da programmare tutti insieme al più presto!

Star Wars – Dall'Irlanda a Caserta

La saga di Star Wars, amatissima da più generazioni di bambini e adulti, è ricca di luoghi bellissimi da scoprire, immaginando i personaggi in azione tra epiche battaglie e spade laser.

In particolare, per gli amanti dell'ultima trilogia, il luogo di riferimento è Great Skellig, la più grande delle due isolette dell'omonimo arcipelago al largo della Costa del Kerry, nell'Irlanda Occidentale. È qui che si trova il rifugio segreto di Luke Skywalker.

Ma c'è anche un luogo più vicino a noi che è stato protagonista dei film meno recenti della saga: è la Reggia di Caserta, che nella seconda trilogia è il palazzo di Padmé Amidala a Naboo. Un'occasione per scoprire un luogo meraviglioso, Patrimonio dell'Umanità UNESCO, a un passo da casa.

Un libro da abbinare:

La Reggia di Caserta in filastrofe for kids, Spring Editore. Un libro per bambini di tutte le età per conoscere divertendosi uno dei palazzi reali più belli del mondo.

Oceania – Polinesia

La storia della coraggiosa Vaiana, che guida il suo popolo alla scoperta del mare grazie all'aiuto del divertente semidio Maui, non è solo un bellissimo e avventuroso cartone animato da guardare in famiglia.

È anche l'occasione per scoprire un vero paradiso terrestre, la Polinesia, con le sue spiagge bianche e il mare cristallino popolato di tantissimi animali.

Una curiosità: Maui, nella mitologia, è davvero un semidio, legato però alle isole Hawaii: la leggenda narra che il suo gigantesco amo si impigliò nel fondale marino e, a furia di tirare per disincagliarlo, emerse l'arcipelago oggi meta dei turisti di tutto il mondo.

Un libro da abbinare:

Sottacqua. Sottoterra, Mondadori Electa. Un libro bellissimo, pieno di illustrazioni, per scoprire il mondo sottomarino, tra animali, piante e misteri nascosti nelle profondità. Con una sorpresa: il libro è double face, e se si apre dal lato opposto si scopre invece il mondo sotterraneo.

La Bella addormentata nel Bosco – Dalla Germania alla Francia

Sono tanti i castelli a cui si dice sia ispirata la celebre favola della Bella addormentata nel Bosco, salvata dal suo sonno stregato dall'amore del principe.

Su tutti, il Castello di Neuschwanstein in Germania, nel sud-ovest della Baviera: da questa scenografica fortezza costruita alla fine del XIX secolo pare abbia preso spunto il team di Walt Disney per disegnare il castello di Aurora nello storico cartone animato del 1959.

C'è poi anche il Castello di Ussé, in Francia, sull'itinerario dei castelli della Loira: qui soggiornò Charles Perrault, autore di celebri favole come il Gatto con gli Stivali e, appunto, La Bella addormentata nel bosco.

Per i più grandicelli, il film di riferimento per questa favola non è più il lungometraggio animato Disney, bensì Maleficent, il film del 2014 con protagonista Angelina Jolie.

Un libro da abbinare:

La principessa e il drago, EDT – Giralangolo. Un libro della collana “Sottosopra”, pensata per ribaltare gli stereotipi di genere. In questa favola, è una coraggiosa principessa a salvare dal drago un principino capriccioso.

Il gobbo di Notre Dame – Parigi

La magnifica Cattedrale di Notre Dame è forse uno dei più celebri luoghi di culto del mondo.

Una costruzione unica nell'ambito dell'architettura gotica, che con i suoi gargoyle e le sue statue è l'ambientazione fantastica della storia di Quasimodo, protagonista del romanzo di Victor Hugo trasformato in lungometraggio animato dalla Disney. Un luogo ricco di fascino, bellezza e mistero, che di certo sarà divertente scoprire tutti insieme.  

Un libro da abbinare:

Notre-Dame di Parigi (libro e modellino), De Agostini. Un libro che porta i più piccoli alla scoperta della cattedrale parigina e che insegna a ricostruirla in un modellino 3D grazie a istruzioni semplici da seguire con l'aiuto di mamma e papà.

Mulan – La città proibita

Mulan, avventuroso e bellissimo classico Disney, racconta la storia di una giovane ragazza che va a combattere contro gli Unni travestita da uomo, dando una dimostrazione di coraggio, onore e rispetto, pur contravvenendo a ogni tradizione del tempo.

Il palazzo dell'imperatore, nel film, è chiaramente ispirato all'incredibile Città Proibita di Pechino, il gigantesco complesso che fu residenza imperiale delle dinastie Ming e Qing.

Quasi mille edifici per più di ottomila stanze ne fanno il più grande palazzo del mondo, oggi trasformato in un museo pieno di tesori e opere d'arte.

Un libro da abbinare:

Marco Polo, il viaggio delle meraviglie, Arka edizioni.

Per conoscere la Cina, nessun libro è più adatto delle avventure di Marco Polo, partito da Venezia per scoprire con stupore l'incredibile mondo d'Oriente.

Questa edizione, raccontata dallo scrittore per bambini Pino Pace e meravigliosamente illustrata, porta i più piccoli a vivere una straordinaria avventura in un mondo lontano.

Hercules – La Grecia

Come tutti i miti greci, anche la storia di Ercole, trasformata in lungometraggio dalla Disney nel 1997, è ricca di aneddoti divertenti, interessanti e istruttivi per i bambini, come quello di Atlante sostenitore della terra, gabbato dall'astuzia di Ercole. Questo film è anche un modo fantasioso per portare i bambini in viaggio attraverso la civiltà greca, i suoi templi, le sue città e i luoghi che l'hanno resa immortale nella storia.

Un libro da abbinare:

Miti greci per bambini, Edizioni Usborne. Una raccolta di storie fantastiche tratte dalla mitologia greca e raccontate con un linguaggio semplice e coinvolgente, perfette per una o più favole della buonanotte.

Biancaneve e i sette nani – Segovia

La favola di Biancaneve è nota a tutti: si tratta probabilmente di una delle storie per bambini più popolari di sempre, trasformata negli anni in tantissimi film (l'ultimo, del 2012, con protagonista Julia Roberts).

Pochi però sanno che il castello di Biancaneve, nell'interpretazione del celeberrimo cartone animato targato Disney, è in realtà la fedele riproduzione dell'Alcázar di Segovia, una fortezza risalente al periodo della dominazione araba (XI-XII secolo).

Perché dunque non approfittare di un fermo immagine del film per far vedere ai bambini che il castello di Biancaneve esiste davvero e che si può andare a visitare con qualche ora di viaggio?

Un libro da abbinare:

Biancaneve e i 77 nani, EDT. Come avrebbe fatto la dolce Biancaneve se i nani anziché essere sette fossero stati settantasette? Lo scoprirete in questo libro simpatico, divertendovi a elencare tutti (ma proprio tutti) i nomi dei settantasette nani della storia.

Harry Potter  – Edimburgo

Sono tanti i luoghi legati alla saga di Harry Potter nella capitale della Scozia: i negozi che vendono memorabilia e giocattoli ispirati alla saga del celebre maghetto sono lì in bella mostra a ricordarcelo in ogni strada del centro.

Soprattutto nella zona di Grassmarket, da cui si dice che J.K. Rowling abbia tratto ispirazione per Diagon Alley, la fantastica strada piena di negozi di oggetti stregati frequentata da tutti i maghi del mondo.

Nella capitale scozzese si trova il “luogo di nascita di Harry Potter”: è The Elephant House, il caffè ai cui tavoli la Rowing si sedeva per scrivere il suo romanzo più celebre.

Sempre in città c'è il cimitero di Greyfriars Kirkyard che, vuole la leggenda, ospita la tomba di Lord Voldemort. Poco distante da Edimburgo si trova il castello di Alnwick, utilizzato per ambientare il castello di Hogwarts nei film della saga.

Un libro da abbinare:

Il canto delle scogliere. Fiabe e leggende dalla Scozia, Panini Editore. Dal mostro di Lock Ness alle storie del Piccolo Popolo, fatte di folletti, fate ed elfi: le leggende della Scozia sanno davvero essere magiche e avventurose.

Источник: https://primigi.it/it/mamma-lo-sai-che/news/author/884-super-user.html?start=20

Genova per bambini: dieci cose da non perdere nella città della Lanterna

Alla scoperta degli acquari più belli d’Italia in compagnia dei nostri bambini

Genova, per chi viaggia con i bambini, è un must. Una di quelle destinazioni dove prima o poi devi andare assolutamente.

Perché è impossibile resistere alle meraviglie dell’Acquario più incredibile d’Italia, perché si può sperimentare a non finire nella Città dei bambini e dei ragazzi o perdersi in una delle biblioteche più belle dedicate alle famiglie.

Ma anche per passeggiare placidamente tra i caruggi o farsi coinvolgere dalle attività proposte nel moderno Porto Antico. Si può decidere di trascorrere un weekend a Genova con i bambini, oppure restare qualche giorno in più.

Cosa mettere in programma? Eccovi la nostra selezione delle dieci cose da non perdere in città.

1. Acquario Village

Già soltanto l’Acquario Village è un motivo sufficiente per trascorrere più di una giornata in famiglia a Genova.

Il polo espositivo ludico-didattico di cui fa parte il famoso Acquario di Genova, infatti, propone in realtà molto più del percorso tra le vasche dei pesci, con tantissime attrazioni diverse in una scoperta della natura, del mare e della città della Lanterna.

Si parte dall’Acquario di Genova, una delle esperienze più ricche e interessanti che si possano fare nell’ambito della biodiversità acquatica. Circa settanta gli ecosistemi riprodotti, con 12mila esemplari provenienti da tutti i mari del mondo (potete leggere qui la nostra recente esperienza all’acquario).

Poi c’è il giardino tropicale “Un battito d’ali”, che riproduce l’ambiente di una foresta centroamericana, con altissime piante tropicali, uccelli, anfibi, rettili e farfalle coloratissime che volano tutto intorno.

Qui si possono ammirare, ad esempio, alcune delle rane più velenose al mondo, i buffi camaleonti dagli occhi rotondi o gli allegri diamantini, uccelli tropicali di origine asiatica.
Terza attrazione del polo Acquario Village è Galata Museo del Mare, il più grande e innovativo museo marittimo del Mediterraneo.

Quattro piani che costruiscono un percorso attraverso la storia del rapporto tra l’uomo e il mare dall’età delle navi a remi ai piroscafi che attraversavano l’Oceano per portare i migranti in America. Al Galata Museo del Mare è anche possibile salire a bordo di una Galea genovese del ‘600 lunga 33 metri, ricostruita a grandezza naturale nel primo piano del Museo. Nell’area del Museo Galata si trova anche il sommergibile S 518 Nazario Sauro, costruito da Fincantieri per la Marina Militare Italiana nel 1976, poi dismesso nel 2002 e trasformato nel 2010 nella prima nave museo d’Italia visitabile in acqua.

C’è poi la scenografica biosfera, costruita in una gigantesca bolla in vetro e acciaio nel Porto Antico di Genova, progettata dall’architetto Renzo Piano.

Al suo interno si trovano piante e animali (oltre 150 specie) delle foreste tropicali, come le bellissime orchidee dell’Asia orientale o l’attrazione principale della biosfera, il cacatua delle Molucche.

I biglietti che includono l’accesso a tutte le esperienze dell’Acquario Village partono da 21 euro per i ragazzi dai 4 ai 12 anni, da 30 euro per gli adulti e sono gratuiti fino a tre anni (ma l’accesso ad alcune strutture può cambiare per i nuovi regolamenti dovuti all’emergenza sanitaria).

Il biglietto che consente l’ingresso al solo acquario di Genova costa da 19 euro per i ragazzi e da 23 euro per gli adulti (gratis 0-3 anni). Galata Museo del Mare costa 8 euro per per i ragazzi (14 con l’aggiunta della visita al sommergibile) e 13 euro per gli adulti (19 euro con il sommergibile), ed è gratis per i bambini fino a 3 anni. L’ingresso alla biosfera costa 3,50 euro per i ragazzi e 5 euro per gli adulti.

2. Ascensore panoramico Bigo

Rientra sempre all’interno dell’esperienza dell’Acquario Village, ma questa volta poco ha a che fare con la natura e con il mare, se non la possibilità di osservarlo benissimo fino all’orizzonte.

L’ascensore panoramico Bigo, al Porto Antico di Genova, vi porterà a 40 metri da terra, con uno speciale panorama a 360 gradi sulla città.

Progettato dall’archistar Renzo Piano, illustra con una registrazione audio multilingue tutte le bellezze di Genova.

3. Galeone dei Pirati Neptune

Se siete stati bambini negli anni Ottanta, di certo avete presente il film “Pirati” di Roman Polanski. Ecco, il vascello costruito per girare le scene del film è oggi ancorato al porto antico di Genova, ed è visitabile come attrazione.

Riproduce perfettamente un grande vascello seicentesco, lungo 63 metri e provvisto di cannoni, e salire a bordo è certamente un’esperienza entusiasmante per tutti i bambini amanti delle storie di pirati (e per tutti i genitori fan della cinematografia anni Ottanta!).

L’accesso al galeone costa 5 euro per gli adulti e 3 euro per i bambini.

4. Biblioteca Internazionale per ragazzi De Amicis

“Mamma, basta libri, vogliamo guardare i cartoni!”. Quante volte ce lo sentiamo ripetere dai nostri figli? Eppure non è difficile, a volte, far appassionare i bambini alla lettura: basta trovare il libro giusto, una storia che susciti la loro curiosità, e porre il tutto come un gioco.

Lo spazio giusto per farlo è sicuramente la Biblioteca Edmondo De Amicis, il più grande spazio dedicato alla letteratura per bambini e ragazzi a Genova, con oltre 70.000 titoli di libri sempre aggiornati, appuntamenti didattici per le famiglie e incontri formativi per genitori e professionisti.

Nei 2200 metri quadrati della Biblioteca i bambini troveranno sicuramente una favola adatta alla loro età, o un libro didattico che possa insegnargli qualcosa di più sul loro argomento preferito.

A disposizione del pubblico, oltre 180 posti per la lettura, e un programma di incontri che non presenta il libro solo come uno strumento formativo, ma anche come un oggetto di gioco.

5. Città dei bambini e dei ragazzi

Ogni città dovrebbe avere uno spazio pensato per i bambini, dove possano giocare, imparare e divertirsi con attività e laboratori scientifici e tecnologici. Genova ce l’ha, ed è grande oltre duemila metri quadrati.

Nella Città dei bambini e dei ragazzi i giovani visitatori possono giocare, osservare, sperimentare, mettersi alla prova, accompagnati dai loro coetanei o da tutta la famiglia.

Tantissimi i laboratori a disposizione, progettati su tre fasce di età ( 24/36 mesi – 3/5 anni – 6/13 anni): si va dalle letture animate alle attività di scoperta degli insetti e del mondo animale.

Nella maggior parte dei casi sono compresi nel prezzo del biglietto, che è di 7 euro dai 3 ai 13 anni, di 5 euro dai due ai tre anni, di 5 euro per gli adulti (gratis fino ai due anni).

6. Whale Whatching

Genova si trova a poche miglia da quello che è definito il Santuario Internazionale dei Cetacei, un’area marina protetta di interesse internazionale dove si trova una massiccia concentrazione di cetacei, dalle balenottere comuni, ai capodogli ai delfini. Tantissime sono le mini crociere che partono dal porto di Genova per l’avvistamento di questi bellissimi animali, e vederli può essere davvero un’esperienza emozionante. Le gite giornaliere organizzate da Whale Watch Genova, ad esempio, vengono fatte in compagnia di un biologo, che racconterà all’intera famiglia tutto ciò che c’è da sapere sulla natura degli animali marini (biglietto per adulti 34 euro, ragazzi dai 5 ai 14 anni 18 euro, bambini da zero a quattro anni gratis).
Nell’esperienza dell’Acquario Village, poi, durante il periodo estivo c’è anche la possibilità di fare la CrocierAcquario, un’esperienza che unisce la visita all’Acquario con un’escursione in battello per avvistare i cetacei (il biglietto, che comprende anche l’ingresso all’Aqcuario, ha un costo di 48 euro per gli adulti, 29 euro per ragazzi (5-12 anni); 16 euro per bambini di 4 anni, gratuito per bambini 0/3).

7. Castello d’Albertis

Il Castello d’Albertis, di fine Ottocento, domina la città di Genova, e fu la dimora del capitano di mare Enrico Alberto D’Albertis, che qui raccolse trofei coloniali, cimeli e “souvenir” dei suoi tanti viaggi, a testimonianza dei tantissimi mondi lontani che aveva visitato.

Quando morì lasciò tutto alla città, che aprì nel castello il Museo delle Culture del Mondo, con due diversi percorsi di visita: uno più legato alla struttura architettonica del castello, l’altro attraverso la scoperta delle culture con cui D’Albertis venne a contatto durante i suoi viaggi.

Il biglietto d’ingresso costa 6 euro per gli adulti e 4,50 euro per i bambini dai 5 ai 12 anni. Gratis 0-4 anni.

8. Lanterna di Genova

Salire in cima alla Lanterna di Genova, simbolo della città, per godere di una vista straordinaria, è una sfida per piccoli scalatori.

172 scalini in totale, per arrivare all’unica terrazza visitabile del faro più alto di tutto il Mediterraneo, secondo in Europa.

Dall’alto dei sui 77 metri (sommati ai 40 dello scoglio su cui sorge) si può far partire una gara d’avvistamento alle barche dei pirati in lontananza.

Senza contare che nel corso dell’anno ci sono tantissimi laboratori per le famiglie, e un calendario di attività didattiche organizzate dal Teatro Lunaria, in collaborazione con Associazione Amici della Lanterna e Fondazione Labò. Il biglietto (che include la salita alla lanterna, la visita al museo e al parco circostante) costa 6 euro per gli adulti ed è gratuito per i bambini fino a 6 anni.

9. Palazzo Ducale

Il Palazzo Ducale è il principale centro di proposta culturale della città e vanta un bel calendario di laboratori e attività dedicato alle famiglie e ai bambini (dai 5 agli 11 anni), e ospita mostre artistiche spesso interessanti anche per i più piccoli, come quella del 2019 dedicata a Emanuele Luzzati (il cui Museo genovese ha purtroppo chiuso nel 2018 per l’insostenibilità dei costi di gestione), con il suo universo fantastico fatto di cavalieri e principesse, coloratissimi personaggi delle favole, draghi, folletti e sogni animati. I costi dei biglietti variano a seconda delle mostre ospitate.

10. Museo di Storia Naturale

Il Museo Civico di Storia Naturale Giacomo Doria è davvero un posto straordinario dove portare i bambini: la sue collezione zoologica di alto valore scientifico raccoglie quattro milioni di esemplari provenienti da ogni parte del mondo.

Se vi sembra un numero impossibile, sappiate che è qui che si conserva la più grande collezione entomologica d’Italia. Particolarmente interessante è la parte riguardante la paleontologia, oltre a quella dove viene conservato lo scheletro di una balenottera di circa 20 metri di lunghezza.

L’ingresso al museo costa 5 euro per gli adulti ed è gratuito sotto i 18 anni.

Per Informazioni

www.visitgenoa.it

Copyright: Familygo. Foto di Acquario di Genova; V. Dirindin; Devid Rotasperti Photographer; Archivio Agenzia Regionale “In Liguria”’; museidigenova.it; portoantico.it; visitgenoa.it/ genovacittàdigitale

Источник: https://www.familygo.eu/vacanze-con-bambini/viaggi/genova/genova-itinerari-bambini/

6 Acquari tra i più belli d’Italia da vedere con i bambini

Alla scoperta degli acquari più belli d’Italia in compagnia dei nostri bambini

Dall’acquario di Genova al Sealife di Roma: la nostra guida per visitare gli acquari imperdibili in Italia, un viaggio tra gli abissi per una gita in famiglia.

6 Acquari tra i più belli d’Italia

Non è una classifica quella che segue. Vi consigliamo di vederli tutti nel tempo perchè ogni visita all’acquario è un’esperienza indimenticabile per grandi e piccoli, divertimento, stupore e scoperta assicurati ogni volta.

  1. Acquario di Genova
  2. Acquario Le Navi di Cattolica
  3. Sea Life Jesolo Aquarium
  4. Gardaland Sea Life Aquarium
  5. Acquario di Livorno
  6. Sea Life Roma Aquarium

1. Acquario di Genova

Non possiamo non cominciare dall’Acquario più grande d’Italia, terzo più grande d’Europa e nono tra i più grandi del mondo: l’Acquario di Genova.

L’acquario si trova sul suggestivo Porto Antico ed è stato progettato da Renzo Piano, che nel 1992 ha presentato in quei 3066 mq, all’Expo, la sua idea di casa marina.

L’acquario è composto da 70 vasche, di cui 4 a cielo aperto, con oltre 1500 animali appartenenti a 400 specie diverse. Il percorso dura circa 2 ore e 30 minuti ed è accessibile con i passeggini.

E’ possibile scegliere delle escursioni integrative per scoprire come funziona l’acquario dietro le quinte, scoprire i segreti dei pinguini o visitare l’acquario con un esperto biologo.

L’acquario comprende anche:
Galata Museo del Mare, per una full immersion nella storia della navigazione;
La Biosfera, dove poter ammirare la flora e la fauna delle foreste tropicali;
Bigo, l’ascensore panoramico dal quale ammirare la città.

Tra le iniziative speciali che si svolgono all’Acquario segnaliamo in particolare la notte con gli squali, adatta per i bambini dai 7 ai 13 anni, per scoprire il mondo marino di notte.

2. Acquario Le Navi di Cattolica

L’Acquario di Cattolica è il secondo più grande d’Italia e il più grande della Costa Adriatica e con i suoi 2.5 milioni di litri d’acqua contenenti 3000 esemplari di 400 specie diverse, si aggiudica anche il quattordicesimo posto tra i più grandi del mondo.

La visita dura dalle 2 alle 4 ore ed è suddiviso in quattro percorsi tematici:

Percorso Blu, dove si possono ammirare i pesci e i mammiferi marini

Percorso Verde, riservato ai serpenti, gli anfibi, camaleonti e altri rettili

Percorso Giallo, dove si trovano le lontre e i caimani

Percorso Viola, dedicato alle creature strane e sconosciute che abitano gli abissi.

Molto interessanti anche le attività su prenotazione, disponibili con un supplemento sul biglietto d’ingresso, di cui consigliamo in particolare il safari fotografico, un’avventura tra le profondità marine pensata appositamente per i bambini e l’attività del piccolo veterinario rivolta ai bambini dai 3 ai 6 anni.

3. Sea Life Jesolo Aquarium

Tra gli acquari più belli d’Italia anche un acquario della rete Sea Life che si trova al Lido di Jesolo, vicino Venezia, all’interno del centro Laguna Shopping Center.

Un acquario di medie dimensioni che non ha nulla da invidiare agli acquari più grandi.

La visita al Sea Life Jesolo Aquarium dura circa un’ora e mezza ed è particolarmente adatto per i bambini dai 3 ai 14 anni.

Non è consentito l’ingresso con i passeggini ma è presente un’area all’esterno vicino la biglietteria, ma attenzione poiché non è custodita, quindi il passeggino è consigliabile lasciarlo in auto.

All’interno ci sono piccoli tunnel in vetro che rendono l’esperienza molto suggestiva e in alcune vasche è possibile sedersi di fronte e ammirare l’acquario. All’interno si possono trovare cavallucci marini, murene, squali, meduse, pesci tipici della laguna veneziana ed altri ancora.

Molto interessanti sono i pacchetti famiglia con un prezzo variabile in base al numero dei componenti.

4. Gardaland Sea Life Aquarium

La visita a Gardaland SEA LIFE Aquarium è un viaggio interattivo alla scoperta delle più belle creature che popolano le acque dolci e salate dell’intero pianeta. Nell’Aquarium di Gardaland ci sono 13 ambientazioni distribuite sulle 40 vasche, con oltre 5.000 esemplari di 100 specie diverse.

Una moltitudine di cose da fare all’interno di questo bellissimo acquario: potete immergervi in mezzo agli squali attraversando il tunnel oceanico trasparente e alle vasche interattive potrete toccare un vero uovo di squalo, conoscere da vicino 100 specie diverse di creature marine e guardare il mare attraverso le 40 vasche tematizzate e totalmente a misura di bambino, con oblò e cupole che vi faranno rimanere a bocca aperta!

Durante la bella stagione e nelle miti giornate invernali è a disposizione dei visitatori una curatissima area verde attrezzata con giochi per bambini.

5. Acquario di Livorno

A Livorno, a pochi passi dal mare, si trova l’acquario più grande della Toscana, che con circa 2000 animali di oltre 300 specie offre un percorso tra natura, scienza e arte.

L’Acquario di Livorno è suddiviso in due sezioni:

  •  al piano terra si trovano 33 vasche dove è possibile ammirare la fauna marina proveniente da diverse parti del mondo tra cui squali pinna nera, pesci scorpione, i colorati pesci napoleone e pesci farfalla, tartarughe e curiosi esemplari di cavalluccio tropicale musolungo;
  •  al piano superiore si trova invece un rettilario dedicato alla scoperta degli anfibi, degli insetti e dei rettili. Dal qui è inoltre possibile accedere alla terrazza panoramica di 1000mq da cui si possono ammirare le coste livornesi. Sono presenti inoltre attività di edutainment tra cui il dietro le quinte per scoprire cosa si nasconde dietro le vasche espositive e l’animazione insieme al Polpo Otto, la mascotte dell’acquario.

6. Sea Life Roma Aquarium

Concludiamo il nostro viaggio negli abissi nella capitale. Anche Roma avrà presto il suo acquario, il Sea Life Roma Aquarium. La maxi opera sotto il laghetto dell’ EUR è quasi pronta alla sua apertura.

Tra i fiori all’occhiello la gigantesca vasca oceanica attraversata da un futuristico tunnel con visuale a 360°, una novità assoluta in Italia, che accoglierà creature straordinarie come razze, squali e coloratissime specie tropicali. La struttura sarà composta da una zona museale, un’ auditorium e diverse aree servizi.

Leggi anche l’articolo

I 6 acquari più belli d’Europa da visitare con i bambini

Источник: https://kidpass.it/acquari-piu-belli-italia-vedere-bambini/

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: