Al mare o in giardino: i giochi per le vacanze

Giochi da fare in spiaggia: 20 idee per bambini di tutte le età

Al mare o in giardino: i giochi per le vacanze

Dai castelli di sabbia al tiro alla fune, dal beach volley alla caccia al tesoro ecco tanti spunti, giochi e attività per far divertire i vostri bambini durante le vacanze al mare

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER BAMBINI PICCOLI (1-3 ANNI)

Un gioco che si può fare dai 3 anni in poi. Chiedete a tutti i bambini di saltellare come fossero dei coniglietti e a un certo punto gridate: “Attenzione, una volpe!”.

In quel momento, tutti devono fermarsi e rimanere immobili; chi si muove è eliminato. Quando dite: “Il pericolo è passato”, tutti possono ricominciare a saltellare.

Per movimentare un po' il gioco potete anche variare i pericoli e aggiungere alla volpe anche un falco, un cacciatore, una macchina, ecc.

2. Castelli di sabbia

Un gioco classico e sempre attuale che si può proporre anche ai bambini un pochino più grandi. Per realizzare un castello di sabbia sarà necessario dotarsi di secchiello paletta e tanta fantasia. Ovviamente, dovete scegliere una spiaggia sabbiosa, meglio se di quella fine e dorata, senza sassolini.

Potete poi decorare la vostra costruzione con pietre, rametti e nastrini. Per rendere più competitivo il gioco, potete dividervi in due squadre ed eleggere uno o più arbitri che decideranno qual è la struttura più bella. Alla fine, sarà divertente lasciare che i bambini distruggano tutto.

Qui la formula per realizzare il castello di sabbia perfetto!

Chiedete ai bambini di accovacciarsi a terra, mentre voi fate ascoltare loro una musica adatta a creare un po' d'atmosfera. All'improvviso, interrompete la musica e dite: “Tutti in piedi!”. I bambini allora dovranno saltare in piedi. Poi dite: “Tutti seduti!” e dovranno accovacciarsi di nuovo. Fate ripartire la musica e ricominciate il gioco.

4. Staffetta speciale

Dividete i bambini (che devono avere almeno 3 anni) in due squadre. Il primo membro di ogni squadra dovrà correre fino alla linea del traguardo – che avrete precedentemente segnato sulla sabbia – toccarla con un piede e ritornare verso la linea di partenza camminando.

Se si mette a correre lungo il tragitto di ritorno verrà penalizzato dall'arbitro e dovrà tornare alla linea del traguardo. Appena il primo membro della squadra sarà tornato alla linea di partenza, il secondo dovrà cominciare a correre verso il traguardo, e così via per tutti i membri della squadra.

La prima squadra che terminerà la staffetta avrà vinto il gioco.

Per i bambini più grandi, potete rendere più difficili i movimenti da compiere. Ad esempio, potete dire ai bambini di saltellare su una gamba sola fino alla linea di arrivo e poi tornare indietro saltando su entrambe le gambe.

5. La corsa dei bicchierini

Stabilite una linea di partenza e un traguardo. Chiedete ai piccoli di disporsi lungo la linea di partenza e consegnate a ognuno un bicchierino pieno d'acqua. Quando dite “via”, i bambini dovranno partire verso il traguardo cercando di non rovesciare nemmeno una goccia d'acqua. All'arrivo tutti saranno premiati, anche chi ha rovesciato tutta l'acqua.

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER BAMBINI DA 4 A 6 ANNI

Sistemate due secchielli per terra ad alcuni metri di distanza. Due giocatori ci salgono sopra e ognuno prende in mano l'estremità di una fune. Al “via” comincia il duello: vince chi riuscirà a far cadere l'altro dal secchiello, senza cadere a sua volta.

2. Le biglie

La prima cosa da fare è costruire una pista per le biglie nella sabbia: fate in modo che abbia dei “tranelli”, come curve inaspettate o impervi saliscendi.

Mettete sulla pista una biglia per ogni giocatore e a turno fatele rotolare a colpi di schicchera (un rapido movimento della mano che viene compiuto facendo scattare l'indice sul pollice).

Vince chi riuscirà a fare tre volte il giro nel minor tempo possibile.

Un gioco molto conosciuto e popolare, da proporre a bambini dai cinque anni in poi. Tracciate una linea di partenza e un traguardo.

Dividete i bambini in coppie e in ognuna chiedete a un bambino di fare il “giardiniere” e all'altro di fare la “carriola”. I giardinieri dovranno sostenere le carriole per le caviglie, mentre le carriole dovranno camminare sulle mani.

Fate in modo che le coppie si allineino sulla linea di partenza e al vostro via dovranno raggiungere il traguardo il più velocemente possibile.

4. Lo scolapasta

Dividete i giocatori in due o tre squadre e consegnate a ognuna un secchio pieno d'acqua e una spugna. Fateli mettere in fila, come per una staffetta.

Il primo giocatore di ogni fila immergerà la spugna nell'acqua e poi la lancerà a un compagno che sarà a una distanza di 3 o 4 metri. Questo dovrà prendere la spugna con uno scolapasta legato in testa.

Poi la potrà strizzare in una bottiglia di plastica e la rilancerà al secondo della fila, finché non finiscono i compagni di squadra. Vincerà chi riempirà di più la bottiglia d'acqua.

5. Lo Scavone

Dividete i giocatori in diverse squadre schierate intorno a un campo di gioco predefinito al cui centro ci sarà lo “Scavone” (un altro giocatore che interpreterà i panni di un animale esotico che non esce mai alla luce del giorno, ma vaga per le caverne emettendo suoni spaventosi). I partecipanti saranno numerati da uno a quanti sono i giocatori.

Quando l'arbitro chiamerà un numero, questo diventerà il cacciatore: sarà bendato e dovrà lanciarsi al buio all'interno del campo per cercare di catturare lo Scavone, che potrà muoversi all'interno del campo.

I compagni di squadra potranno aiutare il cacciatore bendato dandogli delle indicazioni: “vai avanti”, “indietro”, “a sinistra”, “a destra”.

Una volta catturato, i cacciatori tornano nella loro squadra e l'arbitro chiamerà altri cacciatori.

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER BAMBINI DA 7 A 10 ANNI

Si sceglie un giocatore, nominato “sbrogliatore”, che si mette da parte e aspetta che gli altri partecipanti al gioco formino un groviglio umano. Per farlo, dovranno mettersi uno di fianco all'altro, prendersi per mano e incrociarsi passando sopra o sotto ai compagni, senza mai staccarsi.

Bisogna cercare di ingarbugliarsi (senza farsi male) nel modo più complicato possibile. Lo “sbrogliatore” dovrà districare il groviglio impartendo ordini ai giocatori come, “Francesco passa sopra le braccia di Marco”, oppure “Alessandra girati su te stessa”. Anche mentre si cerca di districarsi, non si possono mai staccare le mani.

Il gioco termina quando sono tornati tutti uno di fianco all'altro.

2. Il tiro a segno (con i cappelli)

Per giocare bisogna essere almeno in quattro. Mettetevi a coppie, uno di fronte all'altro a circa quattro metri di distanza. Procuratevi quattro cappelli e un lungo cucchiaio di legno.

Un bambino prende i cappelli e l'altro il cucchiaio. Il primo lancia un cappello dopo l'altro al compagno che dovrà cercare di prenderli con il cucchiaio. Vince la coppia che prende più cappelli.

Per complicare il gioco, potete segnare il tempo.

La versione più semplice può essere adatta anche ai bambini più piccoli, ma più crescono più si possono aumentare le difficoltà e intrattenere anche per un'intera giornata i ragazzi più grandi.

La versione base prevede di nascondere un “tesoro” (ad esempio, caramelle o dolciumi vari) in un'area definita della spiaggia. I cercatori, in un dato tempo, dovranno trovare il tesoro.

Chi lo trova può nasconderne un altro e così via.

Per i ragazzi più grandi si possono aggiungere prove e difficoltà: nel nostro articolo 10 cacce al tesoro per bambini dai 3 ai 10 anni trovate tante idee e spunti.

4. Il Quiddich

Il gioco di Harry Potter si può fare anche in spiaggia, con la collaborazione di almeno una decina di amici. Potete decidere di giocare a tempo, o di arrivare a un certo punteggio.La prima cosa da fare è individuare un arbitro.

Poi procuratevi 6 cerchi per fare i 3 canestri per ogni squadra, 2 bolidi (palloni leggeri), 2 pluffe (altre palle, distinte dai bolidi), 1 boccino (una pallina da ping pong) e dei nastri per delimitare il campo.

Dividete i partecipanti in due squadre, all'interno di ognuna di esse dovranno essere individuati:

  •  2 cercatori, il cui compito sarà solo quello di prendere il “Boccino d'oro”, che alcuni adulti (o ragazzi più grandi) si lanceranno durante il gioco. Se un cercatore prende il boccino, fa guadagnare 150 punti alla sua squadra; poi la restituisce agli adulti che ricominciano a lanciarsela.
  •  2 battitori, che devono disturbare gli avversari colpendo gli avversari con i bolidi (dal collo in giù).
  •  5-7 cacciatori che si passano la Pluffa, cercando di fare canestro nei tre cerchi appesi in verticale (ogni canestro sono 10 punti).
  •  1 portiere, l'unico che può stare nell'area davanti ai canestri: il suo compito è difenderli e non far fare centro ai cacciatori.

5. La statua umana

Su dei foglietti di carta scrivete due parti del corpo (ad esempio, naso-mano; orecchio schiena, e così via). Componete due squadre e a ogni giocatore date un foglietto. Il primo e il secondo leggono le istruzioni contenute e devono unire le due parti indicate.

Ad esempio, se il primo ha naso-orecchio, dovrà appoggiare il proprio naso all'orecchio del secondo, ecc.

Gli altri giocatori, mano mano, si dovranno appoggiare a quelli precedenti: vince la squadra che rimane più a lungo in piedi con tutte le parti indicate attaccate.

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER RAGAZZI DAGLI 11 ANNI IN POI

Un bel modo per far divertire i ragazzi più grandi è quello di puntare sull'attività fisica.

Delimitate il campo di gioco (da regolamento è 8×16 metri) e fissate una rete all'altezza di 2,24 metri per le ragazze e 2,43 metri per gli uomini.

Ogni partita viene giocata da due squadre di due giocatori ciascuna e non sono previsti cambi. Si vince la partita al meglio di tre set da 21 punti ciascuno.

2. Il tiro alla fune

Un altro classico dei giochi all'aperto è il tiro alla fune. Dividetevi in due squadre cercando di renderle equilibrate per tipologia di giocatori e allineatevi ai due capi di una fune.

Sulla metà di questa viene legato un nastro che viene messo in corrispondenza del centro del campo di gioco (segnalato ad esempio da un rametto).

L'obiettivo di ogni squadra è tirare l'altra dall'altra parte del campo di gioco.

3. Caccia alla piuma

Un gioco creativo da fare in nove o più giocatori. Formate almeno due squadre e scrivete i nomi di queste sui secchielli. Mettete una scala o uno sgabello in mezzo al campo e appoggiate i secchielli a circa sei passi da questa. Il giudice si siede sull'ultimo scalino della scala con un catino pieno di piume.

L'arbitro sparge le piume in aria una manciata alla volta, cercando di spingerle lontano dalla scala. I giocatori devono prendere le piume al volo con un cucchiaino che gli è stato dato in dotazione e portarle nel contenitore della propria squadra. Chi le raccoglie da verrà verrà eliminato.

Vince la squadra che dopo tre minuti raccoglie il maggior numero di piume.

4. Nordisti e Sudisti

Si formano due squadre con un egual numero di giocatori, che avranno una bandiera ciascuna da nascondere. Dividete il campo da gioco in due parti: una per la squadra dei nordisti e una per quella dei sudisti. Tutti avranno uno scalpo.

Lo scopo del gioco è fare più prigionieri togliendo lo scalpo a quanti più avversari possibile e trovare la bandiera nemica. Ogni partecipante può catturare un nemico alla volta e dovrà accompagnarlo in prigione (in quel momento, non potrà essere catturato da nessun altro). Chi trova la bandiera, invece, deve portarla in prigione senza farsi prendere, altrimenti la sua squadra perde.

5. Waterball

Riempite d'acqua dei palloncini gonfiabili. Tracciate una linea sul terreno al centro del campo e create due squadre di numero pari di giocatori, che si dovranno mettere l'una di fronte all'altra. Ogni coppia tiene un telo da mare aperto e lo usa per ricevere e lanciare i palloncini pieni d'acqua alla squadra avversaria.

Chi fa cadere il gavettone non riesce a buttarlo oltre la riga o lo fa scoppiare riceve un punto. Quando si arriva a tre punti, la coppia è eliminata. Si gioca a manche.

Источник: https://www.nostrofiglio.it/giochi/giochi-da-fare-in-spiaggia-idee

Agriturismi con spazio giochi per bambini

Al mare o in giardino: i giochi per le vacanze

Se sei un agriturista che viaggia in famiglia, saprai benissimo quanto è importante organizzare le vacanze rispettando le esigenze di tutti, soprattutto dei più piccoli di casa. Per loro, un weekend o un viaggio, diventano occasioni speciali per potersi divertire.

Di sicuro scegliere un agriturismo per il proprio soggiorno si rivela la scelta perfetta, specialmente se questo agriturismo ha uno spazio giochi tutto dedicato ai bambini.

 È proprio qui che i tuoi figli potranno incontrare altri bimbi, provenienti da varie parti del mondo, stringere una bella amicizia, giocare in piena libertà e divertirsi all'aria aperta.

Sarà bello anche per te e il tuo partner: potrai abbandonarti al suono della natura, senza paura di vedere il tuo bambino annoiarsi.

Nella nostra famiglia di agriturismi, abbiamo più di 1900 aziende che vantano uno spazio giochi. Scivoli, altalene, giostre, giochi a molla e casette stanno aspettando a braccia aperte i tuoi bambini!

Tra i migliori agriturismi con spazio giochi per bambini

Spulciando tra le nostre recensioni, abbiamo scoperto che ci sono alcuni agriturismi che avete visitato e che avete amato anche per il loro spazio giochi per bambini.

Ad esempio Pieve del Colle – Fattoria Biologica e Didattica di Urbania (Pesaro e Urbino). Su di lui Rossana e Sergio scrivono:

“È delizioso! Nato dalla passione e portato avanti dalla famiglia con passione, amore e tanto impegno! La struttura è rustica e con ampi spazi all'aperto. C'è un grande parco giochi per bambini, un grande gazebo sotto il quale si mangia, amache dove cullarsi e stradine dove fare quattro passi dopo cena al chiaro di luna! […]

Consigliamo questa struttura soprattutto alle famiglie con bambini!”

Da Parco Rurale Alture di Polazzo di Fogliano Redipuglia (Gorizia) le famiglie troveranno un parco giochi, con tanto di scivoli, altalene, campo da calcetto, basket, pallavolo e tavolo da ping-pong.

L'agriturista Karin svela che il parco giochi dell'agriturismo è perfetto per i bambini: l'area a loro dedicata è recintata e sicura, e permette ai bambini ospiti dell'azienda di trovare tanti altri compagni di gioco.

La chicca di questo spazio? Il panorama!

Per il nostro agriturismo Bosco Farneto di Presenzano (Caserta), un viaggiatore parla di “Vacanza in famiglia perfetta”: pensa che a viaggiare erano 14 persone, suddivise in tre generazioni differenti, e ognuno di loro si è divertito a suo modo; mentre i più grandi hanno apprezzato le colazioni a base di marmellate fatte in casa, i bambini hanno amato fin da subito lo spazio a loro dedicato e la piscina.

E cosa dire di Ferri di Bibbona (Livorno), che Agnese recensisce così:

“Buona posizione. La casa ha tutto quello che serve. Il giardino grande con altalena, tappeto elastico e campetto da calcio è perfetto per i bambini. Molto ventilato la sera. Proprietari disponibili e molto gentili. Per noi con una bimba piccola è stato un ottimo soggiorno a giugno, tanto che abbiamo fissato un'altra settimana ad Agosto!”

Tutti gli altri agriturismi!

E poi ci sono tutti gli altri. Quasi 2000 aziende con spazio giochi sono tantissime.
Le trovi tutte qui, divise per regione. Non ti resta che scegliere dove andare e prenotare!

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Abruzzo

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Basilicata

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Calabria

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Campania

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Emilia-Romagna

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Friuli Venezia Giulia

Agriturismi con spazio giochi per bambini nel Lazio

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Liguria

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Lombardia

Agriturismi con spazio giochi per bambini nelle Marche

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Molise

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Piemonte

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Puglia

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Sardegna

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Sicilia

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Toscana

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Trentino-Alto-Adige

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Umbria

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Valle d'Aosta

Agriturismi con spazio giochi per bambini in Veneto

Источник: https://www.agriturismo.it/it/extra/agriturismi-con-spazio-giochi-per-bambini-955

Dove andare in vacanza al mare coi bambini – Family Travel Blog

Al mare o in giardino: i giochi per le vacanze

L’estate è dietro l’angolo e l’interrogativo per tante famiglie è sempre lo stesso: .

Scelta non facile, influenzata da tanti fattori (età ed esigenze dei piccoli, distanze, tempi di permanenza, qualità dei servizi e non ultimo disponibilità di budget), ma comunque non impossibile, soprattutto se si scelgono località con una lunga tradizione di accoglienza alle famiglie e alberghi, come gli Italy Family Hotels, dove tutto, ma proprio tutto, è pensato per il benessere dei piccoli e il meritato riposo di mamme e papà. Eccovi allora qualche idea .

LIGURIA

Tra le tante accoglienti stazioni balneari, vi proponiamo Loano, sulla Riviera della Palme , insignita più volte della Bandiera Blu per le sue acque limpide e poco profonde, ideali per i più piccoli, che possono vivere in forma di gioco e divertimento il battesimo dell’acqua.

Alle spalle dell’antico borgo medievale dominato dal Castello Doria, un sipario di colline solcate da sentieri per passeggiate a piedi o in mountain bike.

A Loano, la stagione balneare è decisamente vivace, con un nutrito calendario di eventi che hanno come cornice il lungomare disegnato da palme, giardini e fontane d’arte.

Una valida alternativa alla spiaggia è il Parco Acquatico Le Caravelle, nella vicina Ceriale, pieno di scivoli, piscine di tutti i tipi, getti d’acqua, idromassaggi, acqua-dance.

Per i piccoli, mini piscina con caravelle, baby scivoli e un coloratissimo Polpo Magico tra i cui tentacoli è molto divertente scivolare.

Per chi ama la natura, due esperienze full-immersion: Il Parco Avventura Solleone, sulle colline che affacciano sul Golfo del Leone, dove si snodano percorsi funambolici tra alberi, reti verticali, passerelle e ponti tibetani, che i bimbi possono percorrere senza pericoli, protetti da caschetti e imbragature. E le misteriose Grotte di Toirano, regno di stalattiti e stalagmiti fantasmagoriche, dove non è difficile scorgere tracce di antenati preistorici e animali ormai estinti.

Per il soggiorno, niente di meglio del Loano2Village –Hotel&Residence ,  che offre il comfort dell’albergo, l’autonomia del residence e la vivacità del villaggio turistico. Il resto lo fanno quattro piscine, di cui una dedicata ai bimbi e un’altra con idromassaggio; un’equipe di animatori professionali e un verdissimo parco giochi per correre e divertirsi in sicurezza.

RIVIERA ROMAGNOLA

Riccione è sempre Riccione. La perla del turismo romagnolo mantiene inossidabile la sua fama di località glamour e allo stesso tempo family friendly.

  La passeggiata elegante su viale Ceccarini, le ville liberty, i negozi alla moda, i chioschi di piadina e gli street bar, i locali che al tramonto esplodono di vita, gli impianti sportivi di alto livello, le 25 eco-spiagge senza barriere, dotate di una fitta rete di servizi per famiglie (spazi di gioco, animazione, laboratori ludici e creativi, sport…) e alcuni tra i parchi acquatici e di divertimento più famosi d’Italia (da Aquafan al Parco Oltremare con le evoluzioni dei delfini; dal Beach Village con la piscina d’acqua salata al fantasmagorico luna park Ricciolandia) sono solo alcuni degli elementi che la rendono una meta sempre gettonatissima.

Nutrita e qualificata, anche la presenza degli Italy Family Hotels : da quelli direttamente sul mare o fronte lidi, come l’Hotel Adlon, l’Hotel Sarti, l’Hotel Corallo, l’Hotel Fedora o il Club Family Hotel Riccione a quelli tra il centro e il mitico viale Ceccarini, come l’Hotel Milano&Helvetia, l’Hotel Dory&Suite, l’Hotel Diamond, l’Hotel Belvederee l’Hotel Select . Tutti si caratterizzano per l’accoglienza calorosa e premurosa verso i piccoli e le loro famiglie e con una miriade di servizi e attività su misura sia in camera che negli spazi comuni, spiagge comprese. Perché l’obiettivo è sempre uno: tenere impegnati e far divertire i bambini e regalare ai genitori il meritato relax.

TOSCANA

Bibbona, sulla Costa degli Etruschi, spalanca una spiaggia lunga 4 km, mossa da dune di sabbia dorata, che digradano dolcemente nel mar Tirreno. Alle loro spalle, una pineta fitta e lussureggiante, solcata da sentieri per passeggiate a piedi o in bicicletta, con aree di gioco e pic nic tra i profumi di macchia mediterranea.

In zona, i divertimenti non si contano, a cominciare dal Parco Bibbolandia coi suoi gonfiabili coloratissimi, le giostre, le piste con gli autoscontri e il minigolf. Oppure il Cavallino Matto a Castagneto Carducci, un parco di oltre 10mila mq, con attrazioni per tutte le età, bar, ristorantini e pizzerie.

Nelle giornate più afose, in alternativa alla spiaggia, c’è Acqua Village Cecina, con scivoli, piscine di tutti i tipi, spruzzi, scherzi d’acqua, spettacoli di animazione e laboratori ludici.

Mamme e papà buongustai possono inoltre approfittare della Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi per rifornire la dispensa di casa con i meravigliosi prodotti DOP di questa terra.

 Quanto a location, Le Capanne Camping Village è un Italy Family Hotel che lascia alle famiglie ampia libertà di scelta tra appartamenti, bungalow, casette mobili e tende di nuova generazione. Il tutto in una cornice verdissima, palme, ulivi, macchia mediterranea e con 1100 mq di piscine, scivoli, area idromassaggio e solarium; mini club, gonfiabili, Officina delle Idee, il Campo Indiano e la casa di Pinocchio.

ABRUZZO

Un litorale ampio e sinuoso, gli ombrelloni allineati come soldatini, un mare pulito con fondale sabbioso e acque basse, l’imponente Torrione di Carlo V che veglia sull’abitato e una grande offerta di strutture ricettive sono i tratti di fondo di Martinsicuro, la prima delle cosiddette Sette Sorelle del litorale abruzzese, che dà il benvenuto ai tanti vacanzieri che ogni anno si riversano su questa costa. Martinsicuro ha però anche un’anima verde ed eco – sportiva, incarnata da due aree dunali di grande interesse naturalistico e piste ciclabili di rilievo, come il Corridoio Verde Adriatico, che dalla Foce del Po arriva alla Puglia, e la Ciclabile dei Tre Ponti. La vacanza family diventa così rigorosamente a due ruote. Se i vostri bimbi hanno il pallino per l’archeologia, non mancate l’Antiquarium di Castrum Truentinum, museo allestito nel Torrione di Carlo V, con reperti che risalgono anche all’Età del Bronzo e del Ferro, oggetti affascinanti che stimolano sempre la fantasia. Se cercano invece il divertimento a tutto tondo, non c’è che l’imbarazzo della scelta tra l’Acquapark Onda Blu, a una quindicina di km;  Giocolandia, regno di gonfiabili fantasmagorici, maxi playground e morbide attrazioni. O l’Happy Park di San Nicolò a Tordino, un parco al coperto ideale nelle giornate di pioggia. A Martinsicuro,  l’Hotel Simpathy si trova sul mare, con la spiaggia che inizia proprio fuori dalla porta. Le camere sono solo 40, allestite con tutti i comfort. Lo staff riesce a ricordare il nome di tutti gli ospiti, soprattutto quelli dei più piccoli, perché sono i veri protagonisti della vacanza. A Villarosa di Martinsicuro, l’ Hotel Haway offre invece un bel giardino di palme in riva al mare, spiaggia privata, animazione creativa, escursioni settimanali nell’entroterra, cucina gourmet, angolo pappe bebè e preziosa assistenza alle mamme.

PUGLIA

Vieste, perla del Gargano, ha conservato intatta l’anima del borgo di pescatori, complici le acque di cristallo dell’Adriatico, che lambiscono spiagge tranquille con acque basse e fondali sabbiosi (San Lorenzo, Scialara, La Chianca, Scialmarino…). Le preferite dalle famiglie.

Il borgo storico, Vieste Vecchia, di origine medievale, somiglia a un merletto: casine bianche spiano il mare dall’alto; stradine irregolari salgono silenziose al castello federiciano tessendo un dedalo di piazzette, vicoli, gradinate, archi e affacci a strapiombo, tra cui spuntano monumenti di pregio come la cattedrale e il suo bellissimo campanile, la Chianca Amara o lo stesso Castello da dove l’occhio cattura il Pizzomunno, 25 metri di faraglione calcareo e solitario. La Foresta Umbra, cuore del Parco Nazionale del Gargano, si estende nel primo entroterra, su 10mila ettari di territorio incontaminato, ricoperto di macchia mediterranea e faggi che superano anche i 40 metri d’altezza, rendendola la foresta di latifoglie più grande d’Italia. Per i bambini, un ambiente magico, dove a ogni passo li attende una scoperta: il laghetto, la zona dei daini, le tracce degli animali sui sentieri da fare a piedi o in mountain bike. Nella foresta vivono il gatto selvatico, il ghiro, la donnola, il capriolo. E se il richiamo del mare torna a farsi sentire, non resta che puntare alla costa, per setacciare i borghi marinari di Peschici o Rodi Garganico. O partecipare a un tour guidato tra legrotte marine a bordo delle barchette dei pescatori che ogni giorno salpano dal porto di Vieste. L’Hotel Gattarella, a 5 km da Vieste, tra il mare e la natura selvaggia del Gargano, è un piccolo eden: le famiglie possono scegliere se soggiornare nelle bellissime camere con affaccio mare o nei residence all’ombra dei pini d’Aleppo. I bimbi da 1 mese a 3 anni e mezzo possono contare su uno staff di puericultrici professionali, che li seguono dalla pappa al mini club e su una nutrita serie di servizi mirati. L’avventura continua poi in spiaggia con giochi, sport, animazione e tanto relax per mamma e papà.

CALABRIA

Scalea è uno dei borghi più antichi e suggestivi della Riviera dei Cedri, con un nucleo medievale  aggrappato a una collina panoramica mossa da vicoli, slarghi, piazzette, belvedere, ruderi del castello normanno, case e palazzi in pietra viva, tra cui si annida una fitta trama di ristoranti, localini e bottegucce.

Dopo una giornata in spiaggia, vale la pena regalarsi una passeggiata nel verde della Villa Comunale, adiacente al lungomare o una pedalata sulla bella ciclabile che inizia di fronte al Palazzo di Città.

I 4 km di lidi che corrono dalla scogliera dell’Ajnella verso sud sono interrotti dallo scoglio imponente su cui si eleva la Torre Talao, dalla cui terrazza panoramica si ammirano i due volti della città, quella antica sul promontorio e quella moderna ai margini della lunga spiaggia.

Chi viene in vacanza qui, ama probabilmente non solo il mare ma anche la montagna, poiché il Parco Nazionale del Pollino, una delle aree protette più estese d’Italia, si estende nel primo entroterra, con sentieri di trekking e passeggiate nel verde, scoperta delle tante specie animali e vegetali e per i più intraprendenti, la possibilità di praticare rafting e canyoning tra le acque impetuose del fiume Lao. Non meno interessante il capitolo gastronomico, con prodotti di punta come cedro e peperoncino piccante, a cui le comunità locali hanno dedicato moderni musei interattivi, feste popolari e innumerevoli occasioni di degustazione. San Domenico Family Hotel, affacciato sul golfo di Policastro , è un complesso decisamente grande ma allo stesso familiare, gestito direttamente dai proprietari, con Acquapark interno dotato di 3 piscine, 4 acquascivoli a diverse velocità, solarium vista mare, bar e mini club. Una comoda formula soft all-inclusive open bar contribuisce a rendere il soggiorno più comodo e conveniente per tutta la famiglia.

Источник: https://www.italyfamilyhotels.it/blog/al-mare/dove-andare-in-vacanza-al-mare-coi-bambini.html

Gravidanza
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: